Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.385 - 18.12.2008

on . Postato in News libri e riviste | Letto 206 volte

  • Il grano e la zizzania. Prontuario per cambiare la realtà cambiando le parole
  • L`attaccamento. Dal comportamento alla rappresentazione
  • Genitori e bambini speciali. Come educare un bambino a sviluppo atipico. Manuale per genitori
  • L'approccio integrato nella psicoterapia cognitiva di gruppo
  • La chiave della vita
  • L'incantesimo della Creazione
  • Immaginario: Cura e creatività
  • Il sogno e l'errore

Rampin Matteo
Il grano e la zizzania. Prontuario per cambiare la realtà cambiando le parole
2008, Collana: Saggi
Pagine: 103
Prezzo: € 9.00
Editore: Ponte alle Grazie

Il linguaggio è un'arma potente: non solo descrive la realtà, ma la può anche cambiare. Se le parole non sono realtà "concrete", sicuramente lo sono i loro effetti. A volte il modo di parlare si traduce in blocchi, disfunzioni, sofferenza: è il caso di frasi come "Non so decidere", "Sono timido", "Mi sento sempre in colpa", che possono scaturire da situazioni reali, ma che diventano la "prova" e la giustificazione dell'impossibilità di cambiare. In questo libro, Matteo Rampin ne raccoglie una nutrita antologia tratta dalla sua attività clinica, mostrando come sia possibile, attraverso la ridefinizione e la ristrutturazione di quelle stesse parole, ribaltare gli effetti paralizzanti del linguaggio, e usare proprio quest'ultimo come una sorta di formidabile antidoto contro se stesso, spalancando così la strada al cambiamento, ridando al disagio proporzioni più adeguate e portando ad accettare il fatto che problemi e crisi fanno parte dell'esistenza. In questo modo, quasi magicamente, ciò che avvelena l'esistenza degli individui è visto da una prospettiva nuova, che svela come grano e zizzania siano due facce della stessa medaglia. Frasi come le precedenti perdono allora la loro connotazione negativa: "Non so decidere", "E come l'ha deciso?".

Acquista il libro on line

 


Mary Main
L`attaccamento. Dal comportamento alla rappresentazione
2008, Collana: Psicoanalisi e ricerca
Pagine: 434
Prezzo: € 36,00
Editore: Raffaello Cortina

Gli scritti di Mary Main raccolti in questo volume arricchiscono in modo determinante le nostre conoscenze sulle forme di attaccamento organizzato e disorganizzato nella prima infanzia e nell’età adulta.
I temi trattati includono le origini e gli sviluppi della teoria dell’attaccamento, l’interpretazione del comportamento evitante, il problema delle cause “ultime” dell’attaccamento. Tra le metodologie innovative introdotte dall’autrice e dal suo gruppo è di particolare rilievo l’Adult Attachment Interview, che si è imposta negli anni come strumento indispensabile nella ricerca e nella pratica clinica.

Mary Main insegna al dipartimento di Psicologia dell’University of California di Berkeley.

Acquista il libro on line

 



Carlo Pascoletti
Genitori e bambini speciali. Come educare un bambino a sviluppo atipico. Manuale per genitori
2008, Collana: Self-help
Pagine: 336
Prezzo: € 29,00
Editore: Franco Angeli

La necessità di assicurare una relazione educativa di qualità è una delle preoccupazioni principali della coppia genitoriale che ha un figlio "speciale". Si tratta di coniugare "amore e stile educativo" per permettere al proprio figlio disabile di crescere ed evolversi all'interno di un clima familiare in cui, oltre alle sicurezze affettive, trovino un posto privilegiato anche interventi educativi volti a sviluppare competenze cognitive e di autonomia personale.
In questo manuale, oltre ad una disamina delle acquisizioni più aggiornate su temi che interessano lo sviluppo cognitivo, vengono fornite indicazioni pratiche per attivare interventi educativi che abbiano un significato funzionale per il "progetto di vita" della persona.
A tale scopo, la seconda parte del manuale è costituita da Unità Formative per le diverse aree d'intervento (linguistica, psicomotoria, relazionale, sociale, dell'autonomia personale, ecc.), con la descrizione degli itinerari, dei materiali, delle modalità applicative e di verifica dei percorsi di apprendimento. Alcune delle indicazioni, al momento della scolarizzazione primaria del bambino, possono anche trovare una loro condivisa applicazione (famiglia-scuola) nelle attività didattiche che vengono programmate nel PEI.
Le condotte educative suggerite sono connotate da una precisa valenza formativa che interessa la prima e la seconda infanzia. Questa limitazione è frutto di una scelta precisa poiché, come evidenziano le ricerche delle neuroscienze, questa è la fase che coincide con una straordinaria serie di modificazioni delle strutture neurali, direttamente correlate allo sviluppo della "mente". Si potrebbe affermare, con una certa prudenza, che questo è il periodo in cui maggiori sono le possibilità di incidere positivamente sullo sviluppo del bambino, e in particolare sull' "abilitazione cognitiva" stessa, ponendo argine agli effetti negativi e talora devastanti del quadro sindromico, qualunque esso sia.

Carlo Pascoletti, psicologo e psicoterapeuta ad indirizzo cognitivo-comportamentale, per dieci anni ha diretto corsi di specializzazione per l'insegnamento agli handicappati rivolti al personale della scuola. Ideatore ed autore di software specifici per il settore didattico e della riabilitazione, è esperto di problemi connessi agli aspetti cognitivi e neuropsicologici dell'apprendimento in soggetti con difficoltà cognitive. Svolge attività di psicoterapia, counseling famigliare e parent-training. Insegna Psicologia presso la Facoltà di Scienze della Formazione dell'Università di Udine.

Acquista il libro on line

 

 

Carlo Di Berardino
L'approccio integrato nella psicoterapia cognitiva di gruppo
2008, Collana: Psicoterapie
Pagine: 336
Prezzo: € 28,50
Editore: Franco Angeli

Nonostante gran parte della nostra esistenza sia contrassegnata dall'esperienza di appartenenza a gruppi - attraverso i quali sviluppiamo il senso della nostra identità sociale, personale e lavorativa - l'interesse scientifico per lo studio dei fenomeni che riguardano la dimensione del gruppo in psicoterapia, in particolare in ambito cognitivo, risulta scarso.
Gli studi recenti sui neuroni "mirror" (Rizzolatti, Gallese) hanno confermato la natura profondamente "sociale" (gruppale) dell'uomo, costringendo gli studiosi ad una necessaria rilettura di una serie di fenomeni e problemi mai completamente risolti, quali l'apprendimento sociale, l'empatia, l'attaccamento all'interno della famiglia tra madre-bambino, i processi di regolazione emotiva e la dicotomia ontologica tra individuo e società. Si è riacceso così l'interesse per la straordinaria importanza che il gruppo ha come strumento a livello psicoeducativo, riabilitativo e terapeutico. Superando i pregiudizi, che ormai appartengono ad una visione riduttiva e rigida della conoscenza scientifica e che non rispondono più alle esigenze di un approccio clinico alla complessità, il volume ripercorre le tappe che hanno caratterizzato la storia della psicoterapia di gruppo - dallo "psicodramma" moreniano fino alle recenti applicazioni delle tecniche CBT cognitivo-comportamentali in ambito psicoterapeutico-riabilitativo.
Il testo propone un modello integrato di psicoterapia cognitiva di gruppo che utilizza diverse tecniche: l'apprendimento strutturato del gruppo di SST (Social Skills Training), il racconto delle storie di vita, l'analisi narrativa, l'assunzione di ruolo attraverso il role-playing e le recenti tecniche di autoconsapevolezza di gruppo della Mindfulness.
Il contributo di diversi autori, impegnati in campi differenti della clinica, offre al lettore una visione ampia delle varie applicazioni terapeutiche che oggi un approccio integrato nella psicoterapia di gruppo consente.

Carlo Di Berardino, psicologo e psicoterapeuta, didatta e supervisore dell'AIAMC, direttore del Centro di Psicologia clinica di Pescara, responsabile dell'unità riabilitativa del Centro diurno e della Casa famiglia della ASL di Pescara. Per i nostri tipi ha già pubblicato La conoscenza di sé e la conduzione di gruppi riabilitativi.

Acquista il libro on line

 

 

Jones Dennis M.
La chiave della vita
2008, Collana: Lo scrigno
Pagine: 314
Prezzo: € 18.00
Editore: Armenia

Per coltivare con successo una determinata arte occorre praticarla con rigore. Questo libro propone centinaia di esercizi sulla consapevolezza, invitandoci a sperimentarli nel quotidiano dopo averli adattati alla nostra creatività. A chi non piacerebbe vivere nel momento presente? Spesso però non abbiamo proprio la minima idea di come riuscirci. Dal momento che l'esistenza è tutta incentrata sul "fare", l'autore propone in proposito idee semplici e pratiche che non mancheranno di mostrare la ragione di vita e il significato stesso dell'esistenza. "La chiave della vita" contiene un centinaio di piccoli e saggi edificanti che hanno per oggetto l'armonia nelle relazioni sociali, la salute e il benessere, il perdono e la gratitudine. Alla fine di ogni capitoletto, l'autore propone un esercizio di "consapevolezza", concepito per permettere al lettore di applicare la lezione che ha appreso direttamente alla vita quotidiana. "La nostra anima individua invariabilmente la nostra vera identità", sottolinea l'autore. "Il dato meraviglioso è che, mentre vi sforzate di assomigliare alla persona che dovreste essere su questa terra, la vita si arricchisce progressivamente di senso e di finalità, come non avreste mai pensato che sarebbe stato possibile. Ogni vostra azione diventerà un atto sacro, un'esperienza spirituale". "La chiave della vita" è dunque una guida, fonte di ispirazione per tutti coloro che desiderano sperimentare un senso più profondo dell'esistenza, non disgiunto dalla gioia di vivere.

Acquista il libro on line

 

Ugo Amati
L'incantesimo della Creazione
2008, Collana: Psicoterapia e psicoanalisi
Pagine: 84
Prezzo: € 8,00
Editore: Alpes Italia

C’è stato un momento nella mia vita in cui mi sono comportato come se dovessi mangiare i colori. Mi sono messo a dipingere come un pazzo e non ho più smesso, attratto da un vortice che la fotografia in copertina traduce. Qualcuno potrebbe dire, laconicamente: “Un altro caso di psicopatologia dell’espressione. Non è il primo e non sarà l’ultimo”. Un’etichetta che contesto, perché essendo psichiatra oltre che pittore, penso di essere in grado di sostenere che questa definizione non ha senso, perché si tratta solo e soltanto di “incantesimo della creazione”. Io non ritengo che uno psicoterapeuta debba essere per forza un creativo per fare bene il suo lavoro. Ciò che conta è la formazione. Ma la formazione include pur sempre la forma, per non dire la forma in azione. Le riflessioni che accompagnano l’esposizione dei casi di Yves e Susanna, entrambi trattati con la plastilina secondo il metodo di Gisela Pankow, sono il frutto di una ricerca teorica, sempre indispensabile, e di un duro lavoro di corpo a corpo inevitabile per ogni tentativo di “messa in forma” di un soggetto dissociato.

Acquista il libro on line

 

 

Alberto Passerini
Immaginario: Cura e creatività
2008, Collana: Psicoterapia e psicoanalisi
Pagine: 224
Prezzo: € 16,00
Editore: Alpes Italia

Il chiarimento delle basi neurali della stimolazione immaginativa permette nuove operatività e spunti di ricerca per una metapsicologia dell'immagine: qual'è l'importanza dei neuroni specchio nella circolarità tra l'immaginato del paziente e quello del terapeuta? Come sfruttare la transmodalità del fenomeno immaginativo? Come agire sulle reti associative inconscie per incidere sui modelli consci alterati di pensiero, sentimento, motivazione e regolazione affettiva? .....Questo libro è diretto a coloro che, come gli autori, amano l'affascinante mondo dell'immaginario e vi si appassionano. A coloro della mente secondo definizione di Freud, ne vogliano diventare gli architetti per completarsi professionalmente nell'essere artisti.

Acquista il libro on line

 

 

Ripa di Meana Gabriella
Il sogno e l'errore
2009, Collana: Psiche e coscienza
Pagine: 196
Prezzo: € 18.00
Editore: Astrolabio Ubaldini

Dove vanno a finire i nostri sogni, le nostre amnesie, i nostri errori? Vengono minimizzati dalle urgenze tecniche dell'attualità, dal tempo concreto e pressante della produttività. Sono ammessi solo in quanto fenomeni involontari che per lo più disturbano e complicano, con la loro irragionevolezza, la vita corrente. Invece, proprio in quella logica che non pare una logica, in quell'invenzione di segni che ci spiazza ogni volta, in quegli enigmi che ci disorientano, si rivelano e si applicano le leggi generali dell'inconscio. Un atto mancato, un sogno, un errore sono occasioni che il soggetto, nel corso della sua esistenza, non dovrebbe dissipare. Sono occasioni eversive di conoscenza. Sebbene i sogni per lo più si dissolvano all'alba, i loro resti hanno spesso la precisione espressiva che caratterizza i reperti sepolti e caduti nell'oblio. Questi (come accade per i documenti dimenticati d'ogni tempo) si presentano travestiti di lacune e di zone in rovina. Così l'analisi di un testo onirico, di un sintomo, di un lapsus o di un qualsiasi altro atto mancato può mostrare al soggetto come il contatto con sé sia fondamentalmente un incontro con altro e con l'altro da sé. Riconoscere tutto questo, restituendo all'anima di ciascuno l'universo dell'enigma, sembra all'autrice un passaggio etico irrinunciabile per vivere e per reagire al particolare disagio nella nostra civiltà.

Acquista il libro on line

 

 

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Ritieni che la tua alimentazione possa influenzare il tuo umore?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

La danza, da passione a ladra …

Francesca, 29     Buongiorno,all'età di 7 anni ho iniziato a frequentare un corso di danza classica, amatoriale, da quel momento non ho mai più s...

Madre con disturbo narcisistic…

emcla, 32     Dopo diversi anni di quella che riconosco essere una dipedenza affettiva mi sono trovata a leggere del disturbo narcisistico di per...

cambio generazionale (15083266…

Anna, 50     Buongiorno, ringrazio in anticipo chi potrà aiutarmi ad affrontare il mio problema. Ho 50 anni e da 30 lavoro nell'azienda di famig...

Area Professionale

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

Le parole della Psicologia

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

News Letters