Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.391 - 12.2.2009

on . Postato in News libri e riviste | Letto 187 volte

  • Giocare per credere. Manuale dei giochi di gruppo
  • Ke kasino! L'abc dell'adolescente
  • Manuale per il colloquio psicologico
  • Figlie di padri scomodi. Comprendere il proprio legame col padre per vivere amori felici
  • Mente e psichismo. Il successo di una teoria neurofisiologica
  • Amore di gruppo. Viaggio alla scoperta del maschile e del femminile
  • Le personalità psicopatiche
  • Narrazione e rappresentazione nella psicodinamica di gruppo. Teorie e tecniche

Luciano Tallarico
Giocare per credere. Manuale dei giochi di gruppo
2009, Collana: partenze
Pagine: 140
Prezzo: € 16,00
Editore: La Meridiana

Tutti i giochi di gruppo sono educativi.
Certo oggi il telefonino, il computer, i video-game sollecitano il gioco nel chiuso di una stanza, privando i ragazzi della loro fantasia e della relazione fisica con gli altri. E, allora, ben venga una proposta educativa che rompa questo circolo vizioso e rovesci il ragazzo all'esterno, nelle relazioni con gli altri, per imparare a negoziare, scambiare opinioni, integrare ed elaborare conflitti e frustrazioni.
Ecco, il gioco di gruppo è il luogo privilegiato per educare a relazioni sociali aperte. Perchè ogni età ha il suo gioco. Cosa c'è di meglio di un gioco di fantasia, con cui proiettare i bambini in un mondo immaginario, con paesaggi e personaggi impastati di colori, espressioni e suggestioni, magari introdotti dall'incanto di un bel racconto? O cosa c'è di più efficace, quando si opera con preadolescenti, di un gioco di ambientazione per scoprire che regole e valori, come la lealtà e la sincerità, sono il mezzo per misurare le proprie energie ma anche per scoprire i propri limiti in relazione agli altri del gruppo?
Ma perchè gioco sia è necessario anche un animatore. Appassionato e appena competente.
La passione la mette ciascuno. La competenza la fornisce questo libro, un manuale essenziale per la'nimazione di gruppo, che contiene anche una guida completa dei principali giochi, organizzati per fascia dell'età evolutiva.
Un libro non da sfogliare ma da giocare insieme. Giocare per credere. Giocare per crescere.

Luciano Tallarico ha conseguito il baccellierato in Teologia con una dissertazione su Il concetto di Dio dopo Auschwitz in Hans Jonas; si è laureato in Teologia a Torino e insegna religione presso i licei e le scuole medie della Val Susa; sta per conseguire il dottorato in Teologia a Firenze con una dissertazione sul La dottrina su Dio in Luigi Sartori. È autore presso l'editrice Effatà della Via Crucis della Pace. Un Cammino ecumenico per giovani dietro la croce di Cristo; e, in collaborazione con Tiziana Pieruz, Stare bene con se stessi. La cura di s tra Bibbia, Spiritualit e Psicologia. Collabora con varie riviste per giovani e ragazzi e con giornali diocesani.

Acquista il libro on line

 

 

Silvia Arborini
Ke kasino! L'abc dell'adolescente
2009, Collana: partenze... per l'adolescenza
Pagine: 128
Prezzo: € 14,00
Editore: La Meridiana

Benvenuto nell'adolescenza! Se stai leggendo significa che da qualche tempo ti sei accorto che le cose stanno cambiando. Non negarlo, anche gli altri te lo dicono pur cogliendo solo una piccola parte del cambiamento che stai vivendo.
L'adolescenza è un'età bellissima e irripetibile, ma anche complessa e dolorosa. Questo manuale può aiutarti a capire meglio il significato di ciò che ti succede.
Questa fase della vita va vissuta con lo spirito giusto, è una prova da superare per diventare grandi o, come direbbero gli adulti, per diventare "maturo e responsabile". Quindi, quello che ti sta accadendo o ti accadrà ha un nome ed un significato preciso, ogni tappa e ogni passaggio hanno un senso.
Per dirla tutta, in questo testo troverai ciò che è "normale" fare, l'ABC dell'adolescenza, per comprendere le conseguenze delle tue scelte.
Attenzione! Lascialo leggere ai "tuoi adulti" solo se saranno pronti a pensare a te come ad una persona diversa, più grande, con bisogni diversi dal bambino che eri.

Arborini Silvia, psicologa e psicoterapeuta famigliare di orientamento sistemico-relazionale, è socia della cooperativa sociale "Spazio Giovani" di Monza in cui si occupa di formazione e progettualità legate all'infanzia, all'adolescenza e ai loro contesti di vita; collabora con il Centro della Famiglia (Consultorio Famigliare accreditato), di Cinisello Balsamo (Mi) ed esercita attività privata.

Acquista il libro on line

 

 

Roberto Anchisi , Mia Gambotto Dessy
Manuale per il colloquio psicologico
2009, Collana: Serie di psicologia - Textbook
Pagine: 336
Prezzo: € 27,00
ISBN: 9788856803754
Editore: Franco Angeli

Bisogna soltanto cercare di pensare e di esprimersi esattamente, senza aver la pretesa d'indurre gli altri al nostro gusto e al nostro modo di sentire". Le parole di Jean de La Bruyère (1688) riassumono in modo esemplare la direzione che Autori e Curatori hanno voluto mantenere nel progettare e realizzare questo manuale, rifacendosi, però, anche al pensiero di Wittgenstein: se il linguaggio di chi parla sarà perspicuo, saranno i fatti a costituire un ponte tra punti di vista diversi.
Il richiamo al "parlar chiaro" per "pensar chiaro" percorre tutte e tre le parti in cui si articola questo manuale introduttivo alle teorie e alle tecniche del colloquio psicologico: il preludio, quasi paradossalmente, introduce al tema del colloquio proponendo il resoconto di un ultimo colloquio ed evocando un'atmosfera di intimità empatica perché i successivi capitoli non appaiano troppo teorici o troppo tecnici; la seconda parte presenta un'introduzione ai temi e alla metodologia del colloquio, mentre la terza si concentra sulle tecniche, declinate di volta in volta in relazione ai soggetti - minori, anziani, disabili - e sui contesti - il colloquio clinico, il colloquio nella selezione del personale e, infine, caso raramente trattato dalla letteratura, la comunicazione del lutto e la richiesta di donazione degli organi in ambito medico.
Destinatari privilegiati del testo sono gli studenti dei Corsi di laurea in Psicologia e gli specializzandi in formazione: la molteplicità dei contesti teorici proposti va intesa come uno stimolo per la riflessione del lettore, perché, conoscendo ogni posizione, possa assumerne o confermarne una propria, non banalmente eclettica, ma consapevolmente critica.

Roberto Anchisi è docente di Teoria e tecniche del colloquio psicologico alla Facoltà di Psicologia dell'Università degli Studi di Parma. È direttore dell'Accademia di Scienze Comportamentali e Cognitive di Parma.
Mia Gambotto Dessy è docente di Comunicazione assertiva presso l'Istituto di Scienza del Comportamento di Torino.

Acquista il libro on line



Monica Morganti
Figlie di padri scomodi. Comprendere il proprio legame col padre per vivere amori felici
2009, Collana: Le Comete
Pagine: 128
Prezzo: € 15,00
ISBN: 9788856803143
Editore: Franco Angeli

Perché c'innamoriamo sempre di "uomini sbagliati"? Perché abbiamo un rapporto incasinato col denaro? Perché non sappiamo gestire serenamente la relazione col capo, al lavoro? Perché permettiamo a nostro marito di decidere ogni aspetto della nostra vita? Perché sfuggiamo la competizione in ufficio?
In questo libro le storie di Sabrina, Roberta, Emanuela, Rossella ci mostrano come il punto da cui nasce tutto questo è il rapporto col padre.
Il legame che si crea col proprio padre è, infatti, il primo rapporto d'amore di ogni donna e stabilisce il modello per tutte le nostre future relazioni affettive e la gestione del mondo esterno.
Con la complicità di madri inadeguate, i padri idealizzati o assenti o tiranni o fragili o violenti ci rendono donne con un danno nell'anima: diventiamo guerriere con la corazza o eternamente figlie.
Questo libro vuole aiutarci a capire che tipo di legame abbiamo avuto con nostro padre per imparare a scioglierlo serenamente e a navigare verso nuovi e felici amori.

Monica Morganti, psicoterapeuta transpersonale con formazione junghana, esercita da vent'anni la sua attività clinica a Roma dove conduce anche laboratori di crescita personale con le donne sui temi della sofferenza interiore femminile. Autrice di diverse pubblicazioni scientifiche: No profit: produttività e benessere (1998), con Simona Cudini, Scuola e territorio. Come attivare e promuovere progetti con le comunità locali (2003), Il fuoco della rabbia: percorsi terapeutici tra Oriente e Occidente (2004), La rabbia delle donne. Come trasformare un fuoco distruttivo in energia vitale (2006), con Sara Eba Di Vaio, Se il tuo "lui" è sposato...istruzioni per l'uso (2007).

Acquista il libro on line

 

 

Pelagalli Matilde
Mente e psichismo. Il successo di una teoria neurofisiologica
2008, Collana: Scaffale aperto/Psicologia
ISBN: 9788860814005
Pagine: 112
Prezzo: € 15.00
Editore: Armando Editore

II problema del rapporto mente-corpo è un problema che affonda le sue radici nel tempo ed è una delle questioni di fondo che hanno assillato tutti coloro che si sono posti degli interrogativi sulla condizione umana. li saggio afferma e riconferma, dunque, l'unitarietà mente-corpo e mente-cervello, attraverso l'entità "psichismo".

Acquista il libro on line


AA.VV.
Amore di gruppo. Viaggio alla scoperta del maschile e del femminile
2008, Collana: Scaffale aperto/Psicologia
ISBN: 9788860814258
Pagine: 512
Prezzo: € 25.00
Editore: Armando Editore

Come riuscire ad andare d'accordo nella coppia? Ecco un percorso che analizza gli aspetti non solo dei rapporti sentimentali, ma anche della dimensione individuale, perché la coppia è allo stesso tempo momento di conoscenza di sé e dell'altro. Un cammino svolto da un gruppo di persone, di cui questo volume rappresenta l'espressione finale, che raccoglie riflessioni, storie, poesie, considerazioni teoriche, lettere, esperienze personali sul tema dell'armonizzazione del principio maschile e femminile dentro e fuori di sé.

Acquista il libro on line

 

 

Kurt Schneider
Le personalità psicopatiche
2008, Collana: Psicopatologia
Pagine: 145
Prezzo: € 19,00
Editore: Giovanni Fioriti

La paziente lettura di questo testo, come in genere accade con Schneider, riserva continue lezioni critiche e metodologiche, precisazioni minuziose, osservazioni e nozioni cliniche di primaria importanza. L’evidente distanza dalla letteratura attuale sui disturbi di personalità ha “come effetto collaterale”, quello di farci comprendere quanto il sapere psichiatrico sia influenzato storicamente e socialmente e come i mutamenti che apporta lo scorrere del tempo non sempre possano essere identificati, in psichiatria, come progressi. Del resto, come afferma lo stesso Schneider nella sua prefazione, “una scienza che non conosce la propria storia, non comprende se stessa”. Dal lato clinico è in primo luogo la tendenza schneideriana a tenere separato l’ambito delle psicopatie da quello delle malattie propriamente dette a farci riflettere oggi, nell’epoca in cui la disponibilità di trattamenti farmacologici tende piuttosto a collocare tutti i pazienti in “Asse I”, cioè in disturbi alla fin fine biologicamente determinati, cioè nell’ambito delle “malattie” in senso schneideriano. Schneider rubrica infatti tra le personalità abnormi tutti i (tanti) casi che nell’ottica odierna dovremmo considerare affetti da disturbo ossessivo-compulsivo, distimia, forme leggere di disturbo bipolare, disturbi somatoformi, d’ansia generalizzata, del controllo degli impulsi, con tutte le forme di tossicofilia connesse. È un’idea da rivalutare, a fronte della scarsa o insufficiente risposta ai trattamenti farmacologici della maggioranza di questi casi classificati secondo i criteri più attuali come “bipolari II”, “depressi sottosoglia”, “ciclotimici”, tanto per fare qualche esempio.

Acquista il libro on line

 

 

Giorgia Margherita
Narrazione e rappresentazione nella psicodinamica di gruppo. Teorie e tecniche
2009, Collana: Serie di psicologia - Textbook
Pagine: 256
ISBN: 9788856801033
Prezzo: € 25,00
Editore: Franco Angeli

I gruppi hanno una sintassi propria, spesso adottano un pensiero e un linguaggio per immagini, un discorso riconducibile al mito e al sogno. Ogni gruppo ha poi una specifica identità, una storia che origina in un contesto che ne definisce confini, modalità espressive e operative, in termini reali e di fantasie.
Il lavoro con i gruppi richiede dunque coordinate nuove e composite per osservare, rappresentare e quindi rinarrare i processi relazionali.
Questo volume parte allora dall'analisi delle principali teorie psicodinamiche di gruppo per poi interrogarsi sull'uso della narrazione e della rappresentazione, come modelli organizzatori della realtà psichica, attraversando livelli mentali, intersoggettivi, interistituzionali. La riflessione si sposta dal pensiero per immagini al linguaggio del sogno, dai teatri interni alla messa in scena delle relazioni nei gruppi clinici e formativi.
Vengono esaminati alcuni concetti chiave di teoria della tecnica, sistemi di rappresentazione della metodologia psicodinamica: transfert/controtransfert, modello di campo, interpretazione, setting, osservazione/resoconto. Si evidenziano la nascita di tali concetti in ambito psicoanalitico duale, l'evoluzione e l'applicazione nella psicoanalisi di gruppo.
In particolare viene presentata una proposta sull'uso della narrazione e della rappresentazione come dimensioni costitutive dell'interevento e delle metodologie psicodinamiche di gruppo. La descrizione di esperienze in vari contesti ne fornisce un'esemplificazione operativa: il lavoro nella scuola con insegnanti e con adolescenti, i gruppi di counselling/sostegno alla genitorialità, il gruppo esperenziale nella formazione dello psicologo.
Un'appendice finale raccoglie alcune tecniche di narrazione e rappresentazione nei gruppi.

Giorgia V. Margherita, ricercatrice di Psicologia Dinamica, insegna Psicodinamica dei gruppi presso il Corso di Laurea Magistrale di Psicologia Dinamica, Clinica e di Comunità dell'Università Federico II di Napoli. Da anni si occupa di gruppi ed è membro ordinario dell'IIPG (Istituto Italiano di Psicoanalisi di Gruppo). Ha pubblicato contributi in tema di clinica psicodinamica, di adolescenza, di orientamento e formazione. Con la FrancoAngeli: "Guardare il gruppo per narrarlo. Note sull'osservazione nei gruppi", in L'apprendista osservatore (2003) (a cura di A. Nunziante Cesaro) e "Il Colloquio di Orientamento come trama tra Sé e contesto", in Quattro Crediti di Colloquio (2002) (a cura di G. Montesarchio).

Acquista il libro on line

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione è i...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

News Letters