Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.494 - 17.3.2011

on . Postato in News libri e riviste | Letto 228 volte

  • La sincronicità. Archetipi dell'inconscio. L'analisi dei sogni e altri scritti
  • La discalculia evolutiva. Dai modelli neuropsicologici alla riabilitazione
  • Le talpe riflessive. Il mondo sotterraneo dell'introversione
  • Psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Costruire e gestire relazioni nei contesti professionali e sociali
  • Tessere. Scritti, 1967-2000
  • Sulle tracce dei figli. Manuale di sopravvivenza per genitori troppo buoni
  • La relazione al centro
  • Mal d'amore. Relazioni familiari tra confusioni sentimentali e criticità educative
  • I colori dell'odio. Analisi di una passione e delle sue maschere

Jung Carl Gustav
La sincronicità. Archetipi dell'inconscio. L'analisi dei sogni e altri scritti
2011, Collana: I grandi pensatori
Pagine: 259
ISBN: 9788833922003
Prezzo: € 11.00
Editore: Bollati Boringhieri

Con la scoperta da un lato dell'inconscio collettivo e delle sue strutture costitutive gli archetipi e dall'altro del processo di individuazione della funzione prospettica dei sogni e del principio di sincronicità Carl Gustav Jung non ha solo ampliato i confini della psicologia del profondo oltre l'orizzonte della psicoanalisi freudiana annettendo all'indagine territori inesplorati. ha proposto ai suoi contemporanei e a tutti noi un modello inedito di vita umana integra totale e aperta all'infinito: un modello con cui è chiamato a confrontarsi anche chi non condivida le ipotesi teoriche che sono alla sua base.

Acquista il libro on line

 


Andrea Biancardi, Enrica Mariani, Manuela Pieretti
La discalculia evolutiva. Dai modelli neuropsicologici alla riabilitazione
2011, Collana: Strumenti per il lavoro psico-sociale ed educativo
Pagine: 160
ISBN: 9788856833454
Prezzo: € 24,00
Editore: Franco Angeli

Una nuova edizione, ampliata e aggiornata, di un testo che propone ai clinici e soprattutto ai riabilitatori gli strumenti operativi per imparare a conoscere le difficoltà dei bambini aiutandoli a superarle, o almeno ad aggirarle.
Dalla prima edizione di questo testo, uscita nel 2003 e più volte ristampata, l'attenzione riservata ai disturbi di apprendimento in generale e alla discalculia evolutiva in particolare, è fortunatamente aumentata, anche in Italia. Ciò significa non solo che studi e approfondimenti hanno portato a nuove acquisizioni teoriche, ma che più numerosi sono i metodi e le strategie per fronteggiare, ai vari livelli scolastici, i disturbi del calcolo di bambini e ragazzi.
Partecipi di questo scenario, gli autori hanno voluto aggiornare e ampliare la precedente edizione del testo, pur tenendo ben saldo l'obiettivo di voler proporre ai clinici, e soprattutto ai riabilitatori, degli strumenti operativi per imparare a conoscere le difficoltà dei bambini con discalculia evolutiva, per aiutarli a superarle o almeno ad aggirarle.
Nella prima parte del volume, l'inquadramento teorico del disturbo tiene conto non solo dei modelli neuropsicologici più utilizzati e delle novità più recenti determinate dall'individuazione di due diverse forme di discalculia - la discalculia pura e la discalculia in comorbidità - ma anche di alcuni importanti contributi scientifici recenti come la Conferenza di Consenso (2007). Nella seconda parte vengono illustrate le tecniche riabilitative più efficaci, distinguendo tra quelle orientate al processamento numerico e quelle per l'esecuzione e il controllo delle procedure di calcolo mentale e scritto; infine vengono proposti un modello di organizzazione dell'attività riabilitativa e alcune risorse alternative per articolare un progetto di intervento. L'edizione si arricchisce anche di un nuovo software, per ampliare l'offerta di esercizi per intervenire sulle abilità di processamento numerico.
Il testo si propone quindi come strumento operativo e scientificamente rigoroso, per ribadire che, senz'altro ancor più oggi, intervenire efficacemente sulla discalculia evolutiva si può.

Andrea Biancardi, psicologo e psicoterapeuta, lavora presso il Centro Regionale per le Disabilità Linguistiche e Cognitive dell'ASL di Bologna. Consulente e formatore di operatori dei servizi sanitari e scolastici è autore di numerose pubblicazioni sui temi dello sviluppo cognitivo e dei disturbi specifici di apprendimento.
Enrica Mariani e Manuela Pieretti, Logopediste presso la ASL Roma C, svolgono attività clinica, di formazione e di ricerca. Tengono corsi di Scienze Logopediche presso le Università di Roma "La Sapienza" e "Tor Vergata".

Acquista il libro on line

 

 


Anepeta Luigi
Le talpe riflessive. Il mondo sotterraneo dell'introversione
2011, Collana: Varie
Pagine: 224
ISBN: 9788856834840
Prezzo: € 27,00
Editore: Franco Angeli

Il volume raccoglie una serie di testimonianze tratte dal Forum della Lega Italiana per la tutela degli Introversi. Dai racconti emerge un quadro con luci ed ombre: l’empatia, la sofferenza, il rapporto critico con la normalità dominante, la presa di posizione nei confronti dell’esistente, l’utopia di un mondo fatto a misura d’uomo, la passione per la cultura e la ricerca intellettuale.
Talpe riflessive perché vivono nell'ombra cui li destina il pregiudizio sociale, gli introversi, nel chiuso del loro mondo interiore, assolvono il dovere di interrogarsi sulla condizione umana, ponendosi problemi e cercando risposte.
In Timido, docile, ardente... (FrancoAngeli, 2007) l'autore ha tentato di illustrare i valori e i limiti del modo di essere introverso in termini teorici, senza alcun accenno a esperienze individuali.
Questo libro di testimonianze, tratte dal Forum della Lega Italiana per la Tutela degli Introversi, fornisce le prove che la teoria non è campata in aria (come spesso accade).
In esso gli introversi stessi raccontano la loro vicenda umana, spesso duramente segnata dall'incontro con il pregiudizio sociale che grava sul loro modo di essere, facilmente identificabile fin dall'infanzia.
Ne viene fuori un quadro con luci ed ombre: l'empatia, la sofferenza, il rapporto critico con la normalità dominante, la presa di posizione nei confronti dell'esistente, l'utopia di un mondo fatto a misura d'uomo, la passione per la cultura e la ricerca intellettuale.
I commenti mirano a dare un senso a queste vicissitudini socialmente invisibili, nell'attesa che il mondo prenda coscienza di una diversità preziosa.

Luigi Anepeta, psichiatra critico, si è dedicato alla psicoterapia, alla formazione di operatori e alla ricerca. Ha pubblicato La politica del Super-io (Armando, 1992), Il mondo stregato (Armando, 1995), Abracadabra (Edizioni Libreria Croce, 2000), Miseria della neopsichiatria. Sul delirio e sulla predisposizione schizofrenica (FrancoAngeli, 2001), Star male di testa (Edizioni Libreria Croce, 2002), Abbecedario di scienze umane e sociali (FrancoAngeli, 2007), Timido, docile, ardente (FrancoAngeli, 2008). Nel 2006 ha fondato la LIDI (Lega Italiana per i Diritti degli Introversi: www.legaintroversi.it), di cui è presidente, il cui intento è di intervenire nelle fasi evolutive dello sviluppo al fine di scongiurare il pericolo di un disagio psichico.
Hanno collaborato Lisa Cecchi, Marcello Di Fiore, Maria Rossi, soci della LIDI.

Acquista il libro on line

 

 

 

Avallone Francesco
Psicologia del lavoro e delle organizzazioni. Costruire e gestire relazioni nei contesti professionali e sociali
2011, Collana: I manuali
Pagine: 767
ISBN: 9788843057771
Prezzo: € 63.00
Editore: Carocci

Evoluzione tecnologica e globalizzazione hanno trasformato il mercato del lavoro e il modo di operare delle organizzazioni. La psicologia del lavoro ha consolidato la ricerca in numerosi ambiti e ha esplorato nuove tematiche legate ai mutati scenari economici e organizzativi. Il volume, oltre a fornire un quadro sistematico ed aggiornato delle conoscenze e delle pratiche professionali, presenta una nuova prospettiva secondo la quale lavorare significa gestire relazioni: con il contenuto del lavoro, con le tecnologie impiegate, con le persone e con i diversi ruoli con i quali si interagisce, con l'organizzazione nella quale e per la quale si lavora, con il mercato, con la società civile. Scritto con un linguaggio semplice, ricco di esempi, casi, strumenti operativi, il libro si rivolge a dirigenti, consulenti, sindacalisti, lavoratori, studenti, interessati ad approfondire i processi che caratterizzano l'esperienza lavorativa nei contesti organizzativi e sociali.

Acquista il libro on line

 

 

 

Comba Letizia
Tessere. Scritti, 1967-2000
2011, Collana: La cultura
Pagine: 345
ISBN: 9788842816430
Prezzo: € 22.00
Editore: Il Saggiatore

Tessere raccoglie, suddivisi in tre parti, le pubblicazioni che meglio testimoniano l'originalità, la forza di pensiero e l'impegno, non solo accademico, di Letizia Comba. Negli scritti sull'antipsichiatria, l'autrice ricerca i modi per modificare il proprio sguardo allo scopo di riconoscere e accogliere la voce dell'altro e, nello stesso tempo, indaga le relazioni tra le persone che si stringono attorno al malato e al diverso. Del periodo trascorso come insegnante all'università di Urbino colpisce l'interesse alla relazione» tra maestro e allievo, e la priorità data a un rapporto vivo con gli allievi, un rapporto che richiede un coinvolgimento non solo intellettuale. La terza parte raccoglie testi scritti nel periodo trascorso al dipartimento di Psicologia dell'Università di Verona, in relazione dialettica con la Comunità filosofica Diotima. Sono scritti che riguardano la ricerca sulle genealogie femminili nella trasmissione del sapere e le riflessioni sull'arte e sul mito: fonti cui attingere per rileggere la propria storia e aprirsi a territori interiori. La voce di Letizia Comba è una voce autorevole e originale che si estende per un quarantennio. L'impegno nella ricerca antropologica al fianco di Ernesto De Martino, la partecipazione all'equipe di Franco Basaglia, a Gorizia, negli anni sessanta, la riflessione sulla famiglia e sul ruolo della donna.

Acquista il libro on line

 

 

 

Abbruzzese Saverio
Sulle tracce dei figli. Manuale di sopravvivenza per genitori troppo buoni
2011, Collana: Partenze
Pagine: 96
ISBN: 9788861531697
Prezzo € 13,50
Editore: la meridiana

Che-cosa-è-successo-oggi-a-scuola-a-mamma? Così, tutto d’un fiato. Quante volte avete fatto questa domanda a vostro figlio? Che cosa c’è di male? Direte voi. Ogni genitore deve interessarsi di quello che succede al figlio. Certo, ci mancherebbe altro.
Ma provate a mettervi nei panni di quel ragazzino, che torna da scuola e, appena varca la porta di casa, si sente investito da questa domanda della madre, posta con tono ansioso, ogni giorno. Come se ogni giorno a scuola avvenissero eventi memorabili. Come se questi eventi riguardassero la mamma. Come se a scuola ci fosse la mamma.
In questo libro troverete "le parole dei genitori", cioè una rassegna delle modalità comunicative più frequenti utilizzate in famiglia: per riflettere su quello che diciamo, su come lo diciamo e sui livelli di consapevolezza di quello che diciamo. Sono descritti gli errori in cui cadiamo, spesso involontariamente, e gli effetti di queste modalità comunicative sui nostri figli.
“Ai miei tempi – come spesso dicono i genitori più anziani – c’era un’altra musica”. Questo libro cerca appunto di capire cos’è cambiato fra i miei tempi e i giovani d’oggi.
Sarete messi in guardia anche da quella forma stucchevole di bontà genitoriale che si trasforma in ricatto affettivo, che produce tanti sensi di colpa nei figli.
È giunta l’ora che i genitori si rivestano di autorevolezza e diventino più assertivi. Imparino a utilizzare più punti esclamativi e meno punti interrogativi. Se non è chiaro il concetto, proseguite nella lettura di questo volumetto, una sorta di manuale di sopravvivenza per genitori troppo "buoni".

Saverio Abbruzzese, psicologo psicoterapeuta, criminologo clinico, è stato giudice onorario del Tribunale per i Minorenni di Bari, ha lavorato come psicologo scolastico nei centri d’ascolto nei diversi ordini di scuola ed è stato docente di Psicologia dell’adolescenza all’Università di Bari. Attualmente insegna Scienze umane nei licei ed è docente di Psicopedagogia delle differenze individuali presso la facoltà di Scienze della Formazione primaria dell’Università di Bari. Con la meridiana ha pubblicato Un posto per parlare. L’ascolto a scuola (2006).

Acquista il libro on line

 

 

 

Barrett-Lennard Godfrey
La relazione al centro
2011, Collana persone
Pagine 224
ISBN: 9788861531383
Prezzo € 26,00
Editore: la meridiana

Noi siamo letteralmente in e allo stesso tempo la relazione con noi stessi, gli altri e il mondo: se io sono capace di relazionarmi con rispetto e comprensione e autenticità con le varie parti di me, sarò altrettanto capace di relazionarmi con le molteplici componenti della società, sempre più costituita da persone di varie etnie, religioni, credenze, orientamenti.
Purtroppo anche l’opposto è vero: se mi sentirò minacciato da alcune parti di me (dai miei diversi sé che altro non sono che le configurazioni delle diverse relazioni significative della mia vita emozionale relazionale) vivrò in forma di minaccia tutto ciò che percepirò diverso dalla parte “rigida e scarnificata” che chiamo me stesso e rischierò di contribuire ai fenomeni di alienazione di parti significative di me; negherò alcuni bisogni fondamentali e mi precluderò la loro soddisfazione, farò violenza a me stesso e così facendo potrò farne ad altri.
Questo processo di perdita di contatto, di dissociazione da alcune importanti parti del mio sé non solo creerà una grave reificazione di me stesso ma contribuirà ad aumentare nella società quel livello di paura, pregiudizio, razzismo che quotidianamente vediamo produrre notevole sofferenza a noi stessi e gli altri generando disfunzionali modelli di sé che influenzeranno le nuove generazioni.
Barrett-Lennard nel suo libro ci aiuta a capire tutto questo e soprattutto a comprendere la portata bio-psico-sociale di una relazione psicoterapeutica centrata su tutti gli aspetti di una persona. Barrett-Lennard ci mostra che il riconoscimento del diritto di cittadinanza alle nostre varie parti del sé non solo migliora la nostra capacità di relazionarci con noi stessi e gli altri ma ci permette anche una migliore capacità di contatto e di rispetto verso le diverse forme di vita del pianeta.

Godfrey Barrett-Lennard, psicologo, psicoterapeuta, uno dei principali collaboratori di Carl Rogers da più di mezzo secolo lavora nel campo della psicologia fornendo contributi significativi nell’ambito delle relazioni interpersonali, della psicoterapia e delle relazioni di aiuto.
Le sue scale di misurazione della relazione psicoterapeutica (Barrett-Lennard Relationship Inventory), che in Italia sono state tradotte da Silvia Spaziani e Gianni Sulprizio dello IACP, sono uno degli strumenti più conosciuti ed usati nel campo della ricerca della qualità della relazione in psicoterapia e nel counselling.
Ha scritto numerosi articoli e libri tra i quali i più noti sono Carl Rogers’ helping system (London: Sage,1998), Steps on a mindful journey: Person-centred expressions (Ross-on-Wye, UK: PCCS Books, 2003) e Relationship at the Centre (London and Philadelphia: Whurr, 2005). Attualmente insegna nel programma di specializzazione post-lauream della facoltà di Psicologia della Murdoch University (Australia) a lui intitolato. Nel 2009 è stato nominato presidente onorario dell’Istituto dell’Approccio Centrato sulla Persona ove ha ricoperto sin dalla sua fondazione nel 1979 il ruolo di docente.

Acquista il libro on line

 

 

 


F. Berto P. Scalari
Mal d'amore. Relazioni familiari tra confusioni sentimentali e criticità educative
2011, Collana: Premesse... per il cambiamento sociale
Pagine 264
ISBN: 9788861531727
Prezzo € 20,00
Editore: la meridiana

“Fin dalle prime righe Mal d’amore si presenta come un testo dedicato a uomini e donne che desiderano confrontarsi con il tema del legame affettivo e delle passioni erotiche.
Amarsi è infatti naturale. Eppure costruire vincoli solidi, duraturi e appaganti implica una scelta condivisa con il partner, una complessiva maturità, una intelligenza capace di promuovere adattamenti e un costante lavoro psichico.
Amare è un bisogno fisiologico. Eppure ogni epoca storica lo interpreta in modo originale a partire dal contesto culturale nel quale prende forma.
La lettura di queste pagine giova allora ai fidanzati che si avvicinano all’esperienza della vita in comune poiché li sollecita a riflettere sui loro bisogni emotivi e su cosa ognuno, oggi, possa aspettarsi dal compagno o dalla compagna.
È però la coppia stabile, travolta dalla negoziazione affettiva, stanca dei conflitti quotidiani, offesa dalla realtà matrimoniale, quella che può trarre maggior beneficio da questo scritto.
La patologia della pseudocoppia riguarda il sostare dei coniugi sulla soglia di una relazione che non li soddisfa, li immiserisce e li rende infelici senza che nessuno dei due riesca a dare avvio ad un cambiamento.
È la ripetitività il segnale che la vita in comune non può proprio funzionare. La staticità è la trama emotiva che intossica l’aria che respirano i figli.
Il libro si rivolge quindi a tutti coloro che lavorano con i bambini e i ragazzi in quanto li aiuta a collocare i comportamenti delle nuove generazioni nel sistema familiare e li induce a valutare la possibilità evolutiva dei rapporti tra figli e genitori.”

Francesco Berto, già insegnante, ha collaborato all'apertura delle prime scuole a tempo pieno della provincia di Venezia e del servizio di consulenza genitori di Centri Età Evolutiva del Comune di Venezia. Docente esperto di studi sociali è consulente familiare, scrittore e formatore. Socio di ARIELE Psicosocioanalisi di Milano. Si è dedicato per anni alla formazione degli operatori sociali e dei consulenti educativi.
Insieme a Paola Scalari - per le edizioni la meridiana - ha pubblicato testi sull'adolescenza, per operatori familiari e genitori.
Paola Scalari è psicologa, psicoterapeuta, psicosocioanalista ed esercita a Venezia. Docente in Psicoterapia della coppia e della famiglia alla Scuola di Specializzazione della COIRAG Istituto di Milano e di Teciche di conduzione del gruppo operativo nella consociata ARIELE Psicoterapia di Brescia. Da anni è consulente, docente, formatore e supervisore di gruppi ed équipe di associazioni, enti ed istituzioni che operano nei settori sanitario, sociale, educativo e scolastico.
Insieme a Francesco Berto - per le edizioni la meridiana - ha pubblicato testi sull'adolescenza, per operatori familiari e genitori.

Acquista il libro on line

 

 

 

Niels Peter Nielsen
I colori dell'odio. Analisi di una passione e delle sue maschere
2011, Collana: Psicologia clinica e psicoterapia
Pagine: 336
ISBN: 9788860303783
Prezzo: € 25,00
Editore: Cortina Raffaello

L’odio si accumula sulle tracce delle mancanze ma è anche un elemento costitutivo dell’animo umano. Utile segnale di pericolo, protegge dalla disintegrazione mentale ed è spesso l’ultimo baluardo contro il crollo psicotico.
Secondo l’autore, l’accoglimento e l’elaborazione dell’odio da parte dell’analista possono avviare un processo evolutivo. Come mostrano le numerose esemplificazioni cliniche, l’odio è correlato non solo ad aspetti distruttivi ma anche a momenti evolutivi sia del pensare sia dell’esistere.

Niels Peter Nielsen, psicoanalista e membro ordinario della Società psicoanalitica italiana, ha pubblicato nella collana di Psicologia clinica Pillole o parole (1998).

Acquista il libro on line

 

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

informarsi sul web, quando si ha un problema psicologico

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

ansia (1510264195644)

Vanessa, 44     Ciao. Sono una donna single, innamorata dei viaggi. ...

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

Area Professionale

Il consenso informato

Il consenso informato rappresenta un termine etico e legale definito come il consenso da parte di un cliente ad una proposta di procedura inerente la salute men...

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Le parole della Psicologia

Anancasmo

Con i termine “anancasmo”, dal greco ἀναγκασμός ossia "costrizione, violenza", ci si riferisce al sintomo...

Xenofobia

Il significato etimologico del termine Xenofobia (dal greco ξενοφοβία, composto da ξένος, ‘estraneo, insolito’, e φόβος, ‘paura’) è “paura dell’estraneo” o anch...

Tecnostress - Tecnofobia

Il Tecnostress (o tecnofobia) è una patologia che scaturisce dall'uso eccessivo e simultaneo di quelle informazioni che vengono veicolate dai videoschermi. Ess...

News Letters