Pubblicità

PSICOLOGIA NEWS n.508 - 7.7.2011

0
condivisioni

on . Postato in News libri e riviste | Letto 333 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)
  • Neurologicamente: Perché gli scimpanzé non parlano e altre 30 domande sul cervello umano
  • La mia vita senza di me: Identità e personalità
  • Coppia e violenza. Dinamiche, fenomenologia e trattamento
  • Colpire lo stress: il coping. Teorie, ricerche, strumenti
  • Dalla mente che calcola alla mente che vive. La psicologia dal cognitivismo alle scienze cognitive e oltre
  • Esiste la psicoanalisi dell'adolescenza?
  • Ipnosi e scienze cognitive. Integrare mente e cervello nella comprensione degli stati di coscienza
  • Il potere autentico delle relazioni. Il segreto di una perfetta armonia
  • Lavorare con l'ipnosi. Un'introduzione alla pratica clinica

Cohen Laurent 01/07/11
Neurologicamente: Perché gli scimpanzé non parlano e altre 30 domande sul cervello umano
2011, Collana: I prismi
Pagine: 256
ISBN: 9788821568787
Prezzo: € 15,00
Editore: San Paolo Edizioni

Perché noi parliamo e le scimmie no? Se abbiamo un cervello più grosso, vuol dire che siamo più intelligenti? Lo sport fa davvero bene alla mente? Trenta domande per comprendere il funzionamento del cervello umano.
Le neuroscienze sono uno dei grandi temi di oggi: attraverso una serie di domande e curiosità sul funzionamento del cervello umano, l’autore conduce il lettore all’approfondimento delle tematiche importanti, che toccano alcuni misteri della mente, e scardina molti luoghi comuni.
Qual è il meccanismo che produce le allucinazioni? Che cos’è l’orecchio assoluto? Perché alcuni di noi sono stonati? E inoltre: la balbuzie, l’effetto placebo, l’Alzheimer, il Parkinson, la matematica e tutto quel che bisogna sapere sul funzionamento del nostro cervello.

Laurent Cohen è professore di Neurologia presso l’Ospedale Pitié-Salpêtrière-Paris-VI. Autore del best-seller L’uomo termometro (2006), pubblicato in Italia da Bollati Boringhieri, è oggi uno dei più stimati neurologi del panorama europeo.

Acquista il libro on line

 


 

Poli Osvaldo 01/01/11
La mia vita senza di me: Identità e personalità
2011, Collana: Progetto famiglia
Pagine: 248
ISBN: 9788821569937
Prezzo: € 13,00
Editore: San Paolo Edizioni

Non si può vivere senza se stessi. Un libro per essere registi, e non spettatori, della propria vita.
«Cosa significa essere se stessi e vivere in sintonia con la propria natura più profonda? Quale spia si accende quando ci perdiamo, vivendo lontano da noi stessi? E perché si è infelici lontani da se stessi? Quando, dove, perché ci si perde? È possibile ritrovarsi? E come? Quali virus psicologici hanno il potere di avvelenare la fondamentale fiducia in se stessi? Quali meccanismi inducono ad annullarsi? Quali oscure paure suggeriscono di vivere la propria vita senza se stessi?
Questi interrogativi formano l’intreccio della presente riflessione, che intende indicare una direzione al desiderio di una vita più autentica e realizzata».
Un libro che parla dell’adulto, ma anche del ragazzo o dell’adolescente, che parla della relazione educativa, ma anche di quella di coppia, della vocazione e del senso della vita, che coinvolge tematiche sociali e culturali.

Osvaldo Poli, psicologo e psicoterapeuta, è titolare di una rubrica fissa su Famiglia Cristiana. Si occupa principalmente della formazione dei genitori e della coppia, collaborando con diversi gruppi, istituzioni e riviste. Presso le Edizioni San Paolo ha pubblicato:Non ho paura a dirti di no (20073),Cuore di papà (20083), Né asino né re(2008) e Mamme che amano troppo. Per non crescere piccoli tiranni e figli bamboccioni (2009). https://www.osvaldopoli.com.

Acquista il libro on line

 

 


Maniglio Roberto
Coppia e violenza. Dinamiche, fenomenologia e trattamento
2011, Collana: Serie di psicologia
Pagine: 240
ISBN: 9788856838800
Prezzo: € 25,50
Editore: Franco Angeli

Il volume esamina la fenomenologia della violenza nella coppia nelle sue molteplici forme: fisica, sessuale e psicologica. Dopo aver analizzato la prevalenza e l’incidenza degli abusi perpetrati e subiti all’interno della coppia, vengono descritti gli effetti della violenza sulle vittime e sui bambini che sono coinvolti direttamente o indirettamente in qualità di testimoni.
Il volume affronta il tema della violenza nelle relazioni di coppia alla luce della più recente, autorevole ed accreditata letteratura scientifica internazionale. Dapprima, viene esaminata la fenomenologia della violenza nella coppia nelle sue molteplici forme, fisica, sessuale e psicologica.
Dopo aver analizzato la prevalenza e l'incidenza degli abusi perpetrati e subiti all'interno della coppia, in rapporto alle differenze di genere di autori e vittime e alle diverse tipologie di coppia, vengono descritti gli effetti della violenza sulle vittime e sui bambini che sono coinvolti direttamente o indirettamente in qualità di testimoni.
Viene dato ampio spazio alla discussione critica dei fattori di rischio individuali e relazionali e dei meccanismi eziopatogenetici attraverso i quali la violenza si manifesta all'interno di una coppia.
Infine, vengono presentati gli approcci psicoterapeutici più aggiornati rivolti agli autori, alle vittime e ai loro figli. Di questi approcci sono illustrate le tecniche e analizzati criticamente i livelli di efficacia alla luce degli studi sperimentali metodologicamente più rigorosi.
I contenuti del presente volume forniscono spunti di riflessione e approfondimento per quanti operano nel settore giudiziario (magistrati, avvocati, criminologi), in quello clinico (in particolare, psicoterapeuti e psichiatri) e in quello psicosociale (psicologi, assistenti sociali, educatori, operatori sociali).

Roberto Maniglio, psicoterapeuta, dottore di ricerca in Criminologia, è docente di discipline psicologiche e criminologiche presso l'Università del Salento. È autore di pubblicazioni a livello nazionale e internazionale in ambito criminologico, psicologico e psicopatologico. Per i nostri tipi ha pubblicato, con Oronzo Greco, Genitorialità. Profili psicologici, aspetti patologici e criteri di valutazione (2009).

Acquista il libro on line

 

 

 

Andrea Laudadio, Francisco Javier Fiz Perez
Colpire lo stress: il coping. Teorie, ricerche, strumenti
2011, Collana: Serie di psicologia - Studi e ricerche
Pagine: 128
ISBN: 9788856835144
Prezzo: € 16,00
Editore: Franco Angeli

Presentando la più recente letteratura scientifica in materia, il volume vuole introdurre il lettore alla conoscenza del costrutto del coping, ovvero il complesso processo che gli individui mettono in atto con lo scopo di fronteggiare e ridurre lo stress.
Con il termine coping s'intende il processo che gli individui mettono in atto allo scopo di fronteggiare e ridurre lo stress.
Il coping non si riferisce soltanto allo sforzo per diminuire o risolvere i problemi, ma alla gestione delle proprie emozioni e dello stress derivanti dalle situazioni problematiche. Il coping si compone di emozioni, pensieri e comportamenti, tutti finalizzati a controllare, tollerare e ridurre le richieste (interne ed esterne), le pressioni ambientali e i conflitti che da essi scaturiscono.
Mentre sta crescendo la sensibilità dei ricercatori e dei professionisti nei confronti dello studio dello stress, il coping - nonostante la sua importanza strategica nel definire il benessere soggettivo degli individui - è ancora poco esplorato e conosciuto.
Lo scopo del libro è di introdurre il lettore alla conoscenza del costrutto del coping - presentando la più recente letteratura scientifica - e di illustrare i risultati di oltre quattro anni di ricerche in quest'ambito da parte degli autori.
Il volume è completato dalla presentazione di sette strumenti psicometrici per la misurazione del coping.

Andrea Laudadio, Ph.D., direttore dell'Area Ricerca & Sviluppo di Eulab Consulting. È docente di Psicologia del counseling e del coaching e di Progettazione formativa presso il corso di laurea in Psicologia del Lavoro dell'Università Europea di Roma. Per i nostri tipi ha pubblicato: Lavorare a Cosenza: vincoli e opportunità (a cura di) (2009) e Orient@mento. Una ricerca nazionale sulla relazione tra orientamento e informatica (2004).
Francisco Javier Fiz Pérez, Ph.D., professore ordinario di Bioetica sociale (APRA), professore ordinario t.d. di Psicologia dello sviluppo (UER), vicepresidente dell'A.I.S.E.S., International Psychologist Advisor - Fundación Altius. Coordinatore delle scuole di formazione del movimento internazionale di Economia ed Etica (Tullio Chiminazzo). Tra le sue pubblicazioni: La costruzione della mente tra neurologia e pedagogia, con Francesco Caserta, FrancoAngeli (2010).

Acquista il libro on line

 


 

Greco Albert
Dalla mente che calcola alla mente che vive. La psicologia dal cognitivismo alle scienze cognitive e oltre
2011, Collana: Serie di psicologia
Pagine: 240
ISBN: 9788856838350
Prezzo: € 26,00
Editore: Franco Angeli

Il volume vuole fare il punto sulla vitalità dell’approccio cognitivista e considerare in che modo esso si sta evolvendo nell’ambito della psicologia e delle scienze cognitive attuali. Vengono esaminati i fondamenti storici, teorici e metodologici del cognitivismo e analizzate le principali voci critiche verso la prospettiva cognitivista per valutare lo status dei possibili quadri teorici alternativi.
Il cognitivismo ha dominato la psicologia nella seconda metà del secolo scorso e tuttora ha una grande influenza. Secondo tale prospettiva, l'attività mentale umana si spiega come la trasformazione degli stimoli in rappresentazioni simboliche che verrebbero manipolate, secondo procedure simili a quelle dei computer, per produrre le risposte osservabili. Una mente che "calcola", perché elabora simboli astratti usando operazioni di tipo logico. Questa visione dell'uomo è stata messa in discussione per vari aspetti. Ad esempio secondo alcuni l'attività psichica non dovrebbe essere vista solo come confinata all'individuo senza che si tenga conto dell'interazione sociale. Inoltre sottolineare tanto i processi cognitivi induce a trascurare gli aspetti affettivi ed emozionali, che hanno tanto peso nella vita psichica umana. Soprattutto per la spiegazione dell'attività mentale assume una sempre maggiore rilevanza la considerazione degli aspetti fisici e biologici (il sistema nervoso, il corpo): è la mente che "vive".
Scopo di questo volume è fare il punto sulla vitalità dell'approccio cognitivista e di considerare in che modo esso si stia evolvendo nell'ambito della psicologia e delle scienze cognitive attuali. Verranno quindi esaminati i fondamenti storici, teorici e metodologici del cognitivismo con particolare attenzione alla metodologia simulativa, creata e resa possibile dal cognitivismo e che oggi, ormai svincolata dai presupposti di tale approccio, ha un posto di rispetto nel panorama delle metodologie a disposizione delle scienze psicologiche.
Verranno poi analizzate le principali voci critiche verso la prospettiva cognitivista per valutare lo status dei possibili quadri teorici alternativi, nella convinzione che l'evoluzione della prospettiva cognitivista non vada ricercata "in generale", ma considerando in sé ciascuna specifica tematica, in quanto l'autorevolezza e la credibilità raggiunta dalle diverse prospettive, cognitiviste o alternative al cognitivismo, è diversa a seconda delle questioni in campo.

Alberto Greco è professore ordinario di Psicologia generale presso l'Università di Genova. Si è occupato dei fondamenti epistemologici, storici e metodologici della psicologia e delle scienze cognitive, con particolare attenzione alla metodologia simulativa. I suoi campi di indagine empirica riguardano tematiche di psicologia cognitiva, sia teorica che applicata, in modo particolare sulla rappresentazione delle conoscenze e sui rapporti tra concetti e linguaggio.

Acquista il libro on line

 

 

 

Jacques André, Catherine Chabert
Esiste la psicoanalisi dell'adolescenza?
2011, Collana: Psicoanalisi contemporanea: Sviluppi e prospettive - Il lavoro psicoanalitico con i bambini e gli adolescenti
Pagine: 160
ISBN: 9788856836493
Prezzo: € 22,00
Editore: Franco Angeli

L’adolescente può entrare in analisi, o deve accontentarsi di una psicoterapia? Psicoanalisti francesi di fama internazionale si interrogano e offrono le loro risposte.
Gli psicoanalisti non hanno nulla da invidiare ai monaci del Medio Evo: le loro dispute teoriche d'oggi valgono tanto quanto le dispute teologiche di un tempo. Gli angeli hanno un sesso? Dio, che può tutto, può preservare la Vergine dal peccato? Esiste la psicoanalisi dell'adolescente? Che strana domanda, dal momento che la pratica è piuttosto comune, stabilita quasi dalle origini (Dora, la giovane paziente di Freud, aveva appena 18 anni).
L'idea di questo libro (che è stato preceduto da un colloquio organizzato da Manuelle Missonnier e Carnet Psy, il 7 febbraio 2009) è nata da una discussione tra quattro dei suoi autori: Jacques André, Catherine Chabert, François Marty e François Richard.
Né gli angeli né le vergini quel giorno erano da quelle parti, ma la "soggettivazione" e lo "sviluppo in due tempi" della sessualità umana. Abbiamo deciso di fare se non un Concilio, almeno un Colloquio proprio a partire dalle nostre divergenze. Dora si è allungata sul divano di Freud, ma tre mesi dopo era già fuggita da quel luogo. Quello che lo "psicoanalista" vuole, l'adolescente necessariamente non lo vuole. L'esistenza delle psicoterapie psicoanalitiche degli adolescenti è una realtà, il beneficio che può derivare non è più da dimostrare, e allora.
Bisogna credere che il quesito che l'adolescente pone alla psicoanalisi, alla sua pratica e al suo metodo rimanga aperto. L'adolescente è il paziente dello psicoanalista, l'adolescenza è l'analizzando della psicoanalisi.

Jacques André è psicoanalista, membro dell'Associazione Psicoanalitica di Francia (APF), professore di psicopatologia presso l'Università Parigi Diderot, direttore del Centro Studi di Psicopatologia e Psicoanalisi (CEPP). È autore di Folies minuscules (Gallimard, 2008) e di 100 mots de la psychanalyse (Puf, "Que sais-je?", 2009).
Catherine Chabert, psicoanalista, è membro dell'Associazione Psicoanalitica di Francia (APF) e professoressa di psicologia clinica e di psicopatologia presso l'Istituto di psicologia dell'Università René Descartes, Paris V. Tra i suoi precedenti lavori tradotti in Italia: Femminile melanconico (Borla, 2006) e Psicoanalisi e metodi proiettivi (Borla, 2006).

Acquista il libro on line

 


 

Emanuele Del Castello, Giuseppe Ducci
Ipnosi e scienze cognitive. Integrare mente e cervello nella comprensione degli stati di coscienza
2011, Collana: Ipnosi e ipnoterapia
Pagine: 288
ISBN: 9788856838077
Prezzo: € 35,00
Editore: Franco Angeli

Un quadro aggiornato delle molte prospettive (dalle neuroscienze alla psicologia, dalla filosofia alla linguistica) che stanno arrecando contributi per la descrizione del vasto campo del funzionamento mentale interessato dall’ipnosi.
Negli anni recenti si è assistito ad un incremento stupefacente dell'interesse nei confronti dell'ipnosi. Questo in un contesto culturale in cui la scienza contemporanea si dispone a comprendere il funzionamento della mente nella sua complessità, rinunciando al riduzionismo delle singole discipline che se ne erano occupate fino a non molti decenni fa. È emerso un nuovo approccio definito "Scienza Cognitiva" che tende ad integrare vecchie e nuove discipline per fondare una scienza della mente comprensiva ed orientata alla complessità.
Di questo approccio sta beneficiando anche l'ipnosi e i contributi presentati in questo volume vogliono testimoniarne la fecondità. Le conoscenze che stanno confluendo in questi ultimi anni nello studio della mente umana e dell'ipnosi confermano quello che avevano intuito i pionieri dei secoli scorsi, e cioè che l'ipnosi costituisce una fenomenologia che si colloca al centro stesso dell'esperienza umana e ne condivide tutta la complessità.
I capitoli del volume rappresentano un campione che, sebbene limitato, vuole essere rappresentativo della confluenza di neuroscienze e psicologia, ma anche di filosofia, linguistica e antropologia nel descrivere il vasto campo del funzionamento mentale interessato dall'ipnosi.

Emanuele Del Castello, psicologo e psicoterapeuta, specialista in psicologia clinica, dirigente psicologo presso il Dipartimento di Salute Mentale della Asl di Caserta, è membro del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Ipnosi, docente della Scuola Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana e della Scuola di Psicoterapia Cognitiva. È direttore del Milton H. Erickson Institute of Capua. Ha pubblicato, fra l'altro, per la FrancoAngeli: Tecniche dirette e indirette in ipnosi e psicoterapia (con C. Loriedo, 1995), L'induzione ipnotica. Manuale pratico (con C. Casilli, 2007), Dall'ipnosi ericksoniana alle neuroscienze (con G. De Benedittis e C. Valerio, 2008).
Giuseppe Ducci, psichiatra e psicoterapeuta, docente di Psichiatria d'Urgenza presso la 2a Scuola di Specializzazione in Psichiatria dell'Università La Sapienza di Roma, è direttore dell'UOC SPDC Ospedale San Filippo Neri, Dipartimento di Salute Mentale dell'ASL Roma E. Socio fondatore e segretario del Consiglio Direttivo della Società Italiana di Ipnosi, è docente e supervisore della Scuola Italiana di Ipnosi e Psicoterapia Ericksoniana. Ha pubblicato, fra l'altro, per la FrancoAngeli, La supervisione nella nuova ipnosi (con C. Casilli, 2002).

Acquista il libro on line

 

 

Zukav Gary
Il potere autentico delle relazioni. Il segreto di una perfetta armonia
2011, Collana: I libri del benessere
Pagine: 295
ISBN: 9788863802269
Prezzo: € 16.60
Editore: Corbaccio

Il mondo attuale consente a ciascuno di noi di evolvere al di là dei limiti dei cinque sensi e di vivere esperienze di noi stessi e di ciò che ci circonda molto più estese rispetto a quanto non fosse possibile un tempo. La nostra percezione non è più confinata a quanto potevamo vedere, udire, toccare, annusare e gustare: ora siamo in grado sempre di più di accedere a conoscenze che i sensi non possono individuare. Questa percezione ampliata altera in modo definitivo l'esperienza di noi stessi, del mondo e delle nostre relazioni ed esige da ciascuno di noi di esplorare e coltivare le sorgenti del nostro amore e di individuare e guarire le fonti interiori di tutto quello che ci impedisce di amare (le nostre paure). Anche le relazioni stanno quindi cambiando e in ogni momento siamo chiamati a compiere una scelta profonda: possiamo fingere che la nostra vita e il nostro mondo non siano cambiati e continuare a relazionarci l'un l'altro come prima, oppure possiamo usare le relazioni per trasformarci in individui pieni di amore e dotati di potere autentico. Questo libro parla di nuove relazioni e della nuova e profonda dinamica relazionale che ci permette di raggiungere il nostro pieno potenziale, ottenendo la vita gioiosa e soddisfacente a cui tutti aspiriamo. La dimensione spirituale nelle relazioni non riguarda solo le coppie sposate, ma si può creare ovunque due o più persone decidano di impegnarsi su un piano di parità per raggiungere la crescita spirituale.

Acquista il libro on line

 


Michael D. Yapko
Lavorare con l'ipnosi. Un'introduzione alla pratica clinica
2011, Collana: Ipnosi e ipnoterapia
Pagine: 256
ISBN: 9788856835052
Prezzo: € 33,00
Editore: Franco Angeli

Che cos’è l’ipnosi? Qual è la sua rilevanza per l’intervento clinico? E come si può acquisire l’abilità necessaria per inserire l’ipnosi nella propria pratica terapeutica? Il volume si propone di fornire una guida per tutti coloro che desiderano apprendere l’ipnosi clinica e le competenze indispensabili per applicarla con efficacia.
Che cos'è l'ipnosi? Qual è la sua rilevanza per l'intervento clinico? E come si può acquisire l'abilità necessaria per inserire l'ipnosi nella propria pratica terapeutica?
Queste tre domande costituiscono il tema centrale di questo libro, che si propone di fornire una guida a tutti coloro che desiderano apprendere l'ipnosi clinica e le competenze indispensabili per applicarla con efficacia. L'autore affronta con straordinaria chiarezza tutti gli aspetti fondamentali della teoria e della pratica dell'ipnosi, riservando una particolare attenzione anche alle questioni di maggiore attualità, come i più recenti sviluppi nell'ambito della ricerca, il rapporto tra ipnosi e neuroscienze e i problemi etici e legali.
I numerosi esempi e le trascrizioni integrali di alcune sedute ipnotiche per il trattamento dei disturbi più comuni mettono in luce l'importanza dell'ipnosi come modalità comunicativa e relazionale che consente al terapeuta di potenziare l'efficacia del proprio intervento e al cliente di sviluppare le proprie risorse personali e di utilizzarle per raggiungere gli obiettivi terapeutici.
Yapko si rivolge in prima persona al lettore e, grazie al suo linguaggio semplice e diretto, all'efficacia del suo approccio pragmatico e alle numerose indicazioni pratiche che arricchiscono il testo, lo guida con grande attenzione e sensibilità nel percorso di apprendimento, consentendogli di accostarsi agevolmente anche agli aspetti più complessi di quella che l'autore stesso definisce "la scienza e l'arte dell'ipnosi clinica".

Michael D. Yapko, psicologo clinico e terapeuta familiare, ha ricevuto numerosi riconoscimenti a livello internazionale per il suo lavoro nell'ambito delle applicazioni cliniche dell'ipnosi, del trattamento della depressione e delle psicoterapie ad orientamento strategico. Membro della American Psychological Association, della American Association for Marriage and Family Therapy e della International Society of Clinical Hypnosis, nel 2007 ha ricevuto il Milton H. Erickson Lifetime Achievement Award. Tra le sue numerose pubblicazioni ricordiamo Treating Depression with Hypnosis (2001) e Hypnosis and Treating Depression (2006).Acquista il libro on line

 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Il Problem Solving

Il termine inglese problem solving indica il processo cognitivo messo in atto per analizzare la situazione problemica ed escogitare una soluzione. E’ un'attivit...

Parafilia

  Con il termine Parafilie si fa riferimento ad un insieme di perversioni sessuali caratterizzate dalla presenza di comportamenti regressivi che prendono ...

Sindrome di Stoccolma

Con l'espressione Sindrome di Stoccolma si intende un particolare stato di dipendenza psicologica e/o affettiva che si manifesta in alcuni casi in vittime di ep...

News Letters

0
condivisioni