Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

PSICOLOGIA NEWS n.566 - 4.10.2012

on . Postato in News libri e riviste | Letto 283 volte

  • Introduzione al narcisismo-Inibizione, sintomo e angoscia. Ediz. integrale
  • Leggere Jung
  • La persuasione pubblicitaria
  • Bambini e basta. Perché non dobbiamo dimenticare che i grandi siamo noi
  • La forza del gruppo. Il potere creativo della collaborazione
  • La terapia cognitiva di Beck. Caratteristiche distintive
  • La terapia dialettico-comportamentale. Caratteristiche distintive
  • Pazienti difficili. Un approccio psicoterapico
  • Istantaneità. Cultura e psicopatologia della temporalità contemporanea

Sigmund Freud
Introduzione al narcisismo-Inibizione, sintomo e angoscia. Ediz. integrale
2012, Collana: I grandi pensatori
Pagine: 142
ISBN: 9788833923680
Prezzo: € 8,00
Editore: Bollati Boringhieri

Introduzione al narcisismo - Inibizione, sintomo e angoscia – In questi saggi, considerati tra i suoi lavori teorici più importanti, Sigmund Freud affronta due questioni cruciali: la teoria della libido e lo stato affettivo dell’angoscia. Sono due scritti nati in periodi e temperie differenti: se nell’Introduzione al narcisismo (1914) il padre della psicoanalisi, dopo la rottura con Adler e Jung, polemizza con i suoi discepoli, tornando a riaffermare la primazia delle pulsioni sessuali nell’indagine psichica; negli studi sull’angoscia, che risalgono al 1925, Freud scarta definitivamente la teoria che leggeva gli stati ansiosi come trasformazione della libido, e apre una nuova via interpretativa leggendo l’angoscia come una reazione dell’Io di fronte a una situazione di pericolo, di volta in volta, reale o nevrotico.

Sigmund Freud (1856-1939) pubblica nel 1899 L’interpretazione dei sogni, l’opera che svela i meccanismi di funzionamento dell’inconscio: è la nascita della psicoanalisi, di cui gli scritti della maturità innalzeranno l’edificio dottrinale. L’edizione delle sue Opere è apparsa presso Bollati Boringhieri. In questa collana sono già usciti il volume che contiene Cinque conferenze sulla psicoanalisi, L’Io e l’Es, Compendio di psicoanalisi; L’interpretazione dei sogni; Totem e tabù, Psicologia delle masse e analisi dell’Io; Il disagio della civiltà e altri scritti; La vita sessuale e Compendio di tutti gli scritti.

Acquista il libro on line

 


 

Mario Trevi
Leggere Jung
2012, Collana: Frecce
Pagine: 211
ISBN: 9788843063710
Prezzo: € 20,00
Editore: Carocci

La figura di Carl Gustav Jung non ha mai smesso di attrarre l’interesse dei lettori e di quanti – psicoterapeuti, filosofi, teologi, antropologi, storici della scienza e della cultura – hanno trovato nelle sue opere spunti di riflessione critica. La lettura degli scritti junghiani, tuttavia, nonostante l’innegabile fascino della prosa, presenta spesso notevoli difficoltà. Sia la quantità impressionante di riferimenti culturali, sia lo stile allusivo e quasi profetico di certe pagine, sia i paradossi o addirittura le contraddizioni emergenti anche nell’arco della stessa opera possono talvolta disorientare il lettore. Leggere Jung costituisce proprio una guida alla lettura dello psicologo svizzero, attraverso l’analisi dei suoi due libri più densi dal punto di vista teorico: Tipi psicologici e L’Io e l’inconscio

Mario Trevi. Recentemente scomparso, è stato una delle figure di riferimento della psicologia analitica italiana, autore di numerosi libri e articoli scientifici, e interprete originale di Jung. Tra le sue pubblicazioni, Metafore del simbolo (Milano 1986) e Per uno junghismo critico (Milano 1987).

Acquista il libro on line

 

 

 

Antonio Chirumbolo, Claudia Di Lorenzi
La persuasione pubblicitaria
2012, Collana: Le bussole
ISBN: 9788843065233
Pagine: 124
Prezzo: € 11,00
Editore: Carocci

Attraverso quali percorsi agisce la persuasione? Quali processi psicologici sono implicati? La pubblicità subliminale è davvero efficace? È possibile convincere le persone a fare ciò che non vogliono senza che ne siano consapevoli? Quali sono i fattori che influenzano l’effetto degli stimoli subliminali? Nel rispondere a queste domande il testo presenta in modo chiaro e sintetico teorie e modelli della persuasione legati al linguaggio pubblicitario, approfondendo in particolare il controverso tema della persuasione e della pubblicità subliminale.

Antonio Chirumbolo. È ricercatore alla Sapienza Università di Roma, dove insegna Teorie e tecniche dei test. Si occupa di psicologia politica, personalità e comportamento organizzativo.
Claudia Di Lorenzi. È giornalista free lance e conduttrice. Collabora con Radio Vaticana, tv2000 e Radio24-Il Sole 24 Ore.

Acquista il libro on line

 

 

 

Irene Bernardini
Bambini e basta. Perché non dobbiamo dimenticare che i grandi siamo noi
2012, Collana: Strade blu. Non Fiction
Pagine: 196
ISBN: 9788804619345
Prezzo: € 17,00
Editore: Mondadori

Questo libro parla di bambini: di bambini "adultizzati ", che decidono al posto dei grandi (si scelgono l'abbigliamento, la scuola o gli amici da frequentare, aiutano la mamma in crisi, concedono il loro benestare alla nuova fidanzata di papà, stabiliscono nelle separazioni come dividere il proprio tempo fra i genitori) e sono costretti a prendere posizione, schierarsi, "farsi carico". E di adulti "infantilizzati", sempre più insicuri e fragili, che non sono capaci di governare le loro vicende personali (e i loro umori) e scaricano responsabilità e compiti sui figli.
E poi di bambini partner, bambini capolavori, bambini trofeo, bambini tiranni; bilingui, trilingui, schermidori, danzatori, calciatori, teatranti, cantanti, già vittime dell'"ansia da prestazione".
Ma i "bambini e basta", che fine hanno fatto? Sembra che ai giorni nostri stia quasi venendo meno la libertà e il diritto a essere piccoli: a non dover fare troppo, decidere troppo, pensare troppo.
Attingendo a storie di genitori in crisi ascoltate nel suo studio di psicoterapeuta e mediatrice familiare, ma anche a vicende di amici e conoscenti e, non ultima, alla sua personale storia di madre, Irene Bernardini mostra come sia nell'interesse generale che si ristabiliscano responsabilità e ruolo degli adulti per alleggerire il carico sempre più pesante che grava sulle spalle dei piccoli.
E ci offre la possibilità di soffermarci un attimo a pensare a loro, ai nostri figli, e finalmente di vederli davvero per quello che sono: bambini, bisognosi di essere tenuti, sostenuti, contenuti. Di essere accompagnati con fermezza dai grandi là dove non sanno andare perché, appunto, sono piccoli e ancora non sono in grado di "accompagnarsi" da soli verso il proprio bene.
"Abbiamo bisogno della loro irresponsabilità affinché dalla libertà di non dover rispondere possa nascere la fantasticheria di un mondo migliore. Abbiamo bisogno che straparlino, strapensino, che vogliano andare in pigiama sul balcone per vedere Babbo Natale anche se ci toccherà impedirglielo, oppure avvolgerli e avvolgerci nel piumino e aspettare insieme a loro finché il sonno li vincerà. Abbiamo bisogno di avere sott'occhio la loro fragile temerarietà, i terrori e l'audacia, la genialità della loro innocenza. Abbiamo bisogno di rispettarli per sentirci degni. Di proteggerli per sentirci forti. Di guardarli per sentire il bene prezioso della tenerezza. Di guardarli, ancora, e ridere di gusto.
Di ascoltarli per imparare a parlare e pensare fuori dagli schemi. Abbiamo bisogno dei bambini, che sono persone intere e immature, incompiute e perfette, che cambiano ogni giorno."
Un libro per tutte le bambine e tutti i bambini che hanno bisogno che noi siamo grandi. E per tutti noi, donne e uomini, genitori e non solo, che abbiamo bisogno che i bambini siano piccoli.

Irene Bernardini è una psicologa clinica. Dal 1989 coordina il centro GeA (Genitori Ancora) del comune di Milano. Ha fondato l'associazione SpazioMeF (Mediazione familiare e dintorni) e collabora come consulente con il tribunale ordinario di Milano in tema di conflittualità familiare. Dal 2004 tiene la fortunata rubrica «Lui&Lei» su «Vanity Fair», nella quale risponde alle lettrici su questioni di cuore e non solo. Ha pubblicato Finché vita non ci separi (1995) e Una famiglia come un'altra (1997) ) e, per Mondadori, Elogio di una donna normale (2010).

Acquista il libro on line

 


 

Keith Sawyer
La forza del gruppo. Il potere creativo della collaborazione
2012, Collana: Saggi. Psicologia
Pagine: 288
ISBN: 9788809774094
Prezzo: € 14,50
Editore: Giunti Editore

La creatività nasce da una catena di reazioni che connettono molte piccole scintille sparse e non dall'esplosione improvvisa di un'idea. Sawyer sostiene che dietro a ogni innovazione giochino un ruolo particolare, anche se talvolta invisibile, la collaborazione, la conversazione e l'interazione. Per dimostrarlo ricorre a una grande quantità di esempi che spaziano dall'invenzione della mountain bike fino alle scoperte fisiche di Einstein e alla nascita di correnti artistiche come l'Impressionismo. Considerando che, secondo l'autore, la creatività e l'innovazione possono essere potenziate tramite la formazione di reti di persone che si trovino a lavorare in modo coeso ed efficace, il testo illustra quali siano le condizioni più favorevoli per la formazione di una ''genialità di gruppo''. L'ultima parte del libro riflette, anche in questo caso portando molti esempi, sull'importanza del lavoro di rete non solo all'interno di un'azienda o di una società ma anche tra società diverse e tra società e clienti e, in generale, in tutti i contesti di vita. Titolo originale: ''Group genius. The creative power of collaboration'' (2007).

Acquista il libro on line

 

 

 

 

Frank Wills, Roberta Trincas
La terapia cognitiva di Beck. Caratteristiche distintive
2012, Collana: Psicoterapie
Pagine: 144
ISBN: 9788820405052
Prezzo: € 19,00
Editore: Franco Angeli

Una lettura ideale sia per i principianti nel campo sia per professionisti esperti che desiderano una breve guida alla terapia cognitiva di Beck, lo psichiatra e psicoterapeuta statunitense considerato il fondatore degli approcci classici in psicoterapia cognitiva.
Questa guida introduce il lettore ai contributi di base elaborati da Aaron T. Beck nello sviluppo della terapia cognitivo-comportamentale (TCC). Viene presentata una breve spiegazione del lavoro di Beck sullo sfondo della sua storia personale e professionale. Frank Wills prende in considerazione la teoria e la pratica della terapia cognitiva di Beck innanzitutto indagando il suo contributo alla comprensione della psicopatologia ed esplorando le proposte di Beck sui migliori metodi di trattamento. All'interno della guida viene fornita un'analisi di come il pensiero di Beck differisce da altri approcci della terapia cognitivo-comportamentale (TCC), e una sintesi delle similarità e differenze tra i metodi di Beck e altre forme di trattamento come la psicoanalisi e la terapia umanistica.
La terapia cognitiva di Beck è una lettura ideale sia per principianti sia per professionisti esperti.

Frank Wills è psicoterapeuta cognitivo, supervisore e didatta a Bristol, tutor all'Università di Wales, Newport.
Roberta Trincas, dottore di ricerca in Psicologia Cognitiva, è assegnista di ricerca all'Università di Cagliari, autrice di diverse pubblicazioni scientifiche su emozioni, cognizione e psicopatologia; come psicologa psicoterapeuta cognitivo-comportamentale svolge la libera professione e conduce attività di ricerca presso la Scuola di Psicoterapia Cognitiva (SPC) di Roma.

Acquista il libro on line

 




Michaela A. Swales, Heidi L. Heard, Silvia Cabrini
La terapia dialettico-comportamentale. Caratteristiche distintive
2012, Collana: Psicoterapie
Pagine: 144
ISBN: 9788820404819
Prezzo: € 19,00
Editore: Franco Angeli

Questa guida, prezioso riferimento sia per i clinici che già operano sul campo, sia per coloro che vi si avvicinano, introduce il lettore alla terapia dialettico-comportamentale, terapia pensata in particolare per trattare persone con disturbo borderline di personalità (DBP) cronicamente suicidarie. La terapia si articola attraverso una serie di principi che forniscono ai clinici una guida efficace per rispondere alle diverse problematiche, anche di tipo suicidario, che costituiscono una sfida nel trattamento di questi pazienti.
Come gli altri titoli della serie, anche questo si concentra sui 30 tratti fondamentali che distinguono la terapia dialettico-comportamentale dalle altre prospettive cognitivo-comportamentali e utilizza in modo approfondito le vignette cliniche per dimostrare come la teoria possa declinarsi in pratica. Nella prima parte, gli autori ci introducono ai tre principi su cui si fonda il trattamento: comportamentismo, Zen e dialettica, e al modo in cui questi si integrano. Nella seconda, descrivono il modo in cui questi principi possono essere riportati nel trattamento di pazienti con disturbo borderline di personalità e ci chiariscono gli snodi concettuali che distinguono l'applicazione delle procedure cognitive e di quelle comportamentali all'interno del trattamento.

Michaela A. Swales è docente e terapeuta in Psicologia Clinica alla Bangor University ed è consulente, come psicologa clinica, al Wales Adolescent Service, North Wales NHS Trust. È la direttrice del gruppo di formazione British Isles.
Heidi L. Heard è un formatore esperto per Behavioral Tech, Usa, e consulente internazionale e supervisore in terapia dialettico-comportamentale.
Silvia Cabrini , psicologa psicoterapeuta, ha approfondito lo studio della DBT presso l'Università di Washington ed è socia fondatrice della Società Italiana Dialectical Behavior Therapy.

Acquista il libro on line

 




Luigi Pavan, Massimo Marini
Pazienti difficili. Un approccio psicoterapico
2012, Collana: Psicoanalisi psicoterapia analitica
Pagine: 208
ISBN: 9788820405311
Prezzo: € 26,00
Editore: Franco Angeli

Il libro affronta gli aspetti preliminari al trattamento psicoterapico: l’aggancio del paziente e la costruzione di una motivazione alla psicoterapia. Diversi casi clinici propongono un ampio ventaglio di situazioni per illustrare il modello di intervento ed evidenziarne il carattere specifico, “su misura” del paziente.
Che cosa è una crisi emozionale? Quali possibilità vi sono di intervento psicoterapeutico con principi psicodinamici?
Il libro affronta in primo luogo gli aspetti preliminari al trattamento psicoterapico: l'aggancio del paziente e la costruzione di una motivazione alla psicoterapia.
Gli autori utilizzano diversi punti di vista che differenziano il paziente motivato ad un percorso terapeutico dal potenziale paziente non consapevolmente motivato, tenendo conto degli aspetti "tecnici" e psicopatologici che toccano l'essenza della relazione terapeutica di affidamento con le implicazioni sociali e culturali che la caratterizzano ai giorni nostri. Ne deriva la proposta di un modello di intervento breve di psicoterapia che può essere adottato sia in ambito pubblico istituzionale sia in setting privati.
Considerazioni tecniche ulteriori riguardano la conquista della disponibilità e motivazione alla cura di pazienti con patologie di gravità differente. I casi clinici propongono un ampio ventaglio di situazioni per illustrare il modello di intervento e evidenziarne il carattere specifico, "su misura" del paziente.

Luigi Pavan , già professore ordinario di Psichiatria, è professore emerito dell'Università di Padova, e membro della Società Psicoanalitica Italiana e dell'IPA. È autore e curatore di numerosi volumi. Fra i più recenti: Trauma, vulnerabilità e crisi (Bollati Boringhieri, 1996); L'identità fra continuità e cambiamento (Angeli, 2002); La psicoterapia della crisi emozionale (Angeli, 2003); Esiste il suicidio razionale? (Magi, 2010).
Massimo Marini, psicologo, psicoterapeuta, ha collaborato a diverse pubblicazioni nazionali e internazionali in ambito psicopatologico: con W. Padoani, P. Pauro, P. Zaghi, D. de Leo,"Suicidio e parasuicidio in adolescenza", in A. L. Berman, D.A. Jobes, Il Suicidio nell'adolescenza (Edizioni Magi, 1999); con L. Pavan, M. Semenzin, Il mondo universitario, uno sguardo dall'interno (Università degli Studi di Padova, 2007); con W. Padoani "Le Altre Psicoterapie", in a cura di P. Scocco, L. Pavan, D. de Leo, La psicoterapia nella terza età (Bollati Boringhieri, 2001). Dal 2000 collabora con il gruppo di psicoterapia della crisi emozionale della Clinica Psichiatrica, Dipartimento di Neuroscienze di Padova.

Acquista il libro on line

 




Cristian Muscelli, Giovanni Stanghellini
Istantaneità. Cultura e psicopatologia della temporalità contemporanea
2012, Collana: Psicopatologia
Pagine: 208
ISBN: 9788820405274
Prezzo: € 26,50
Editore: Franco Angeli

Laddove la cifra della temporalità dell’epoca moderna è stata la velocità, il tratto essenziale del mondo contemporaneo è l’istantaneità – una nuova forma del tempo che si fonda e conclude nell’unità assoluta dell’istante. Questo volume si interroga su come la mutazione del mondo contemporaneo – il presentismo – contrassegni una radicale mutazione delle forme di patologia mentale.
Orientarsi nel tempo è orientarsi nell'esistenza. Lo scopo di questo libro è rintracciare il fondamento della temporalità contemporanea. Laddove la cifra della temporalità dell'epoca moderna è stata la velocità , il tratto essenziale del mondo contemporaneo è l' istantaneità - una nuova forma del tempo che si fonda e conclude nell'unità assoluta dell'istante. La tecnica è la matrice "rimossa" della temporalità. È sotto la pressione delle tecniche dell'informazione che la linea del tempo si è spezzata. Siamo catturati contemporaneamente in più tempi, che possiamo vivere in più realtà simultanee. Stiamo uscendo fuori dal tempo. Siamo in presenza di una mutazione antropologica che segue la pressione della tecnica.
A questa mutazione antropologica contrassegnata dal fenomeno del presentismo si accompagna una mutazione delle forme della patologia mentale. Le tossicomanie, i disturbi del comportamento alimentare e la sofferenza borderline sono all'insegna della patologia dell'istantaneità. Queste "sindromi temporali" sono votate al trionfo del qui-e-ora, cioè a un presente senza passato e senza futuro, e senza profondità. In queste forme di patologia mentale, il tempo si cristallizza in un istante privo di aggancio sia alla memoria sia al progetto. E, di pari passo, l'identità personale, il corpo e l'Altro vanno incontro ad una profonda metamorfosi - emblematica, sebbene in maniera distorta, dell' ethos della postmodernità.

Cristian Muscelli, filosofo e psicologo, insegna Estetica presso l'University of New Hampshire in Italy ed è docente incaricato di Fenomenologia ed Estetica del design presso la Scuola di Architettura e Design dell'Università di Camerino.
Giovanni Stanghellini, dottore in Medicina e dottore in Medicina honoris causa , psichiatra e psicoterapeuta, è professore di Psicologia dinamica e Psicopatologia presso l'Università "d'Annunzio" di Chieti. Presidente della Sezione "Psychiatry and the Humanities" della World Psychiatric Association e "Philosophy and Psychiatry" della European Psychiatric Association . Tra le sue recenti pubblicazioni: Psicopatologia del senso comune (Cortina, 2008); con M. Rossi Monti, Psicologia del patologico (Cortina, 2009).

Acquista il libro on line

 


Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobia di non riuscire a tratte…

Marco989898, 14     Il mio problema è che ho la continua ossessione di andare in bagno e anche se all'inizio sembrerà  una cosa stupida, son...

E' realmente un problema? (151…

Flick, 27     Buongiorno, sono una donna di 27 anni e da quando ne ho compiuti più o meno 19, nei momenti di maggiore stress sento un forte impul...

Credo di essere depressa, mi a…

Psiche, 33     Salve, vi scrivo perchè da un pò di tempo (non so neanche io precisamente quanto) ho dei sintomi che mi fanno presagire qualcosa d...

Area Professionale

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Il confine nelle dinamiche di …

Il Test I.Co.S. è un test semi-proiettivo che permette di ottenere indicazioni dettagliate sugli aspetti di personalità e sulle relazioni dei singoli soggetti a...

La Certificazione Psicologica:…

Nella pratica clinica è possibile trovarsi di fronte ad una specifica richiesta, da parte del paziente/cliente, di una Certificazione che attesti, sia dal punto...

Le parole della Psicologia

Carattere

Dal greco karasso, che significa letteralente "incidere", è l'insieme delle doti individuali e delle disposizioni psichiche di un individuo. Può anche essere...

Paranoia

La paranoia è una psicosi caratterizzata dallo sviluppo di un delirio cronico (di grandezza, di persecuzione, di gelosia, ecc.), lucido, sistematizzato, dotato ...

Barbiturici

Con il termine Barbiturici si indica quella classe di farmaci anestetici, antiepilettici ed ipnotici, derivati dall’acido barbiturico (o malonilurea), che hanno...

News Letters