Pubblicità

Nuove teorie sul funzionamento della mente. L'istituzione psicoanalitica e gli psicoanalisti

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 686 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Nuove teorie sul funzionamento della menteIn questo testo l'autore critica l'isolazionismo delle associazioni psicoanalitiche tradizionali rispetto alle altre scienze psicologiche e la loro diffidenza di fronte alle neuroscienze. Queste oggi indagano l'affettività inconsapevole, come da sempre la psicoanalisi, con altri strumenti e altro linguaggio.

In questo quadro l'autore rileva come la teoria energetico-pulsionale di Freud, pur contraddetta dal progresso scientifico, sia rimasta a caratterizzare, quasi mostro sacro, una religiosità che si rileva sottesa allo spirito delle istituzioni psicoanalitiche: l'icona di Freud. Un tale spirito si accompagna a una confusione tra teorie psicoanalitiche diverse e tra di loro spesso incompatibili.

A questa confusione teorica e a una orgogliosa chiusura entro una propria presunta unica ortodossia, l'Autore imputa una cattiva immagine sociale, in cui la psicoanalisi è andata incontro in questi ultimi anni. Un ex presidente dell'IPA, Otto Kernberg, ha preconizzato un suicidio delle istituzioni psicoanalitiche.

Al disordine teorico l'Autore si è dedicato, progressivamente negli anni, in un lavoro di integrazione tra psicoanalisi, psicologia sperimentale, psicologia dello sviluppo, scienze cognitive, teoria dell'attaccamento e ora neuroscienze. In questo quadro ha elaborato una nuova metapsicologia, diversa da quella che Freud ideò cent'anni fa con la spiegazione pulsionale del funzionamento della mente umana: pur criticata da oltre cinquant'anni, la spiegazione freudiana viene tuttora considerata competenza fondamentale degli psicoanalisti, anche se si presenta in contrasto con lo sviluppo della stessa clinica psicoanalitica.

In questo testo si delinea una teoria sulle origini e sul funzionamento mentale in termini nuovi, psicologici e al contempo omologabili a ciò che oggi sappiamo dalle neuroscienze, in una nuova e differente concezione dell'inconscio: strutture mnestiche neurali e traccia mnestica - engramma ci dice l'Autore - invece di pulsioni; memoria implicita, memoria di modi di funzionare, memoria non verbalizzabile. Il testo è rivolto a quanti sono interessati al funzionamento della mente umana: psicoterapeuti, psicoanalisti, psicologi, studenti di psicologia, operatori della salute mentale, psichiatri, operatori sociali, sociologi, ricercatori di neuroscienze.

Autore

Antonio Imbasciati, laureato in medicina, psicologo sperimentale ricercatore, neuropsichiatra infantile, ordinario di Psicologia Generale e poi di Psicologia Clinica, psicoanalista e Didatta della Società Psicoanalitica Italiana (IPA), direttore di un Istituto universitario e ora Professore Emerito, ha dedicato la sua vita all'integrazione tra la psicoanalisi e le altre scienze della mente.

È autore di sessanta volumi e di oltre altri trecento saggi e articoli, come dal suo sito: www.imbasciati.it.

 

Puoi acquistare subito il volume su Amazon in formato e-book:
Nuove teorie sul funzionamento della mente. L'istituzione psicoanalitica e gli psicoanalisti

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: franco angeli Antonio Imbasciati psicoanalisi psicologia dello sviluppo Freud

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Complesso di inferiorità (1548…

Maria, 24     Sono una ragazza di 24 anni neolaureata, mi sono trasferita a Milano per un master dove attualmente convivo con il mio fidanzato, a...

Tradimento e sofferenza (15486…

Eva, 39     Dopo 12 anni di matrimonio totalizzante e meraviglioso, ho improvvisamente tradito mio marito, una cosa che non avrei mai e poi mai c...

Rimozione o fantasia (1548536…

ELilai, 25     Cercherò di essere concisa. 13 anni fa hanno avuto esordio i miei problemi di disturbi alimentari (tolto un breve periodo di anore...

Area Professionale

Articolo 3 - il Codice Deontol…

Articolo 3 Lo psicologo considera suo dovere accrescere le conoscenze sul comportamento umano ed utilizzarle per promuovere il benessere psicologico dell’indiv...

Articolo 2 - il Codice Deontol…

Proseguiamo il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini, con l'articolo 2 Articolo ...

Articolo 1 - Codice Deontologi…

Iniziamo il lungo viaggio fra gli articoli del Codice Deontologico degli Psicologi Italiani con il commento all'articolo 1, a cura di Catello Parmentola e di El...

Le parole della Psicologia

Claustrofobia

La claustrofobia (dal latino claustrum, luogo chiuso, e phobia, dal greco, paura) è la paura di luoghi chiusi e ristretti come camerini, ascensori, sotterranei...

Disturbo post-traumatico da st…

I principali sintomi associati al Disturbo post-traumatico da stress possono essere raggruppati in tre specie: ...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

News Letters

0
condivisioni