Pubblicità

Psiconcologia Pediatrica. Gestire il bambino e la sua famiglia

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 1094 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

copertina psiconcologia pediatrica sitoQuella di un cancro pediatrico è un'’esperienza dolorosa che colpisce non solo il bambino ma tutta la famiglia.

Per questo motivo il volume Psioconcologia pediatrica tende ad avere una visione piuttosto globale della situazione, tenendo conto sia delle difficoltà del bambino che quelle della famiglia osservando quanta influenza reciproca ci sia nel concorrere al benessere/malessere di ciascuno di loro.

In tutto ciò ci si può domandare: che ruolo può avere la Psicologia dinanzi un evento come questo?

È proprio con questa domanda che si vuole introdurre alla lettura di questo libro, dove accanto a parti teoriche ed accademiche si alternano chiari esempi e discussioni che tenteranno di dare elementi di riflessione al lettore, in modo che possa essere egli stesso a rispondere alla domanda.

Uno dei primi elementi affrontati è quello della comunicazione, nel caso specifico della comunicazione della diagnosi al bambino, un momento che spesso viene “abrogato” dai familiari per il timore e la convinzione di far ancor più male il figlio; in realtà la ricerca, già da tempo, sembrerebbe dimostrare ben altro.

Ovviamente vengono esaminate le varie problematiche psico-fisiche che in generale un cancro può determinare sul piccolo e la sua famiglia e come le difficoltà che prova la famiglia possano influenzare, ulteriormente e negativamente, la vita del bambino.

Una parte è dedicata alla presentazione di tutte quelle possibili forme d’aiuto che possono migliorare sensibilmente la qualità di vita attuale prevenendo possibili conseguenze spiacevoli a lungo termine, sia che si tratti del piccolo paziente sia che si tratti dei membri della famiglia.
Il bambino “che ce l’ha fatta” diventa adulto: è forse la parte più cospicua di tutto il volume.

In che modo la sua esperienza infantile può influenzare la propria vita da adulto? La risposta non è tanto scontata come si possa pensare. Questa storia di cancro può avere una qualche influenza a lungo termine anche sugli altri membri della famiglia del piccolo?

Chi ce la fa a sconfiggere il “Re del Male” porta con sé, tra le altre cose, ferite che non sono solamente fisiche ma anche e soprattutto psichiche; traumi, emozioni, paure, incertezze. E alla fine di tutto questo percorso affrontato nel libro sarà naturale porsi una nuova, e forse più difficile, domanda: questi bisogni psicologici dei sopravvissuti a un cancro infantile, sono realmente soddisfatti?

 

Danilo Nicola Selvaggio
Psiconcologia Pediatrica. Gestire il bambino e la sua famiglia
2016, Collana: Strumenti
Pagine: 160
ISBN: 9788898037933
Prezzo: €18.00
Editore: Edizioni Psiconline

 

Acquista il libro su Amazon

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

Tags: psiconcologia

0
condivisioni

Guarda anche...

Psicopatologia

Il Narcisismo materno

Secondo la recente letteratura il narcisismo materno presenterebbe sei facce diverse che possono essere indentificate nell’estroversione eccessiva, orientamento alla realizzazione, componenti...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Mi innamoro di persone che non…

Julia, 25     Buongiorno, sono una ragazza che non ha una normale vita sociale di una persona di 25 anni, né un buon rapporto con mio padre. ...

Superare una violenza subita (…

Cima, 23     Quasi due anni fa sono stata violentata da un ragazzo che conosco. ...

Efficacia farmaci per depressi…

Giovanni, 32     Per i miei sintomi di forte depressione, ansia, panico ed ipocondria con malattie somatizzate, dal 23 agosto sto curandomi con Z...

Area Professionale

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Psicologi e psicoterapeuti sem…

La popolazione dei paesi industrializzati si evolve costantemente e continua a diversificarsi ed è importante che psicologi e psicoterapeuti acquisiscano compet...

Le parole della Psicologia

Bulimia

La bulimia è, insieme all’anoressia, uno dei più importanti disturbi del comportamento alimentare. L’etimologia della parola “bulimia” deriva dai termini grec...

I gruppi Balint

I gruppi Balint iniziarono verso la fine degli anni ’40 quando fu chiesto a Michael e a Enid Balint di fornire ai medici generici una formazione psichiatrica pe...

Egocentrismo

L’egocentrismo è l'atteggiamento e comportamento del soggetto che pone se stesso e la propria problematica al centro di ogni esperienza, trascurando la presenza...

News Letters

0
condivisioni