Pubblicità

Segnali di fumo dei bambini quando stanno male. Come i bambini comunicano quando qualcosa non va

0
condivisioni

on . Postato in Libri e riviste | Letto 422 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

segnali fumoNel testo si delinea l’importanza di focalizzare l’attenzione sugli strumenti che noi adulti possiamo avere a disposizione per cogliere quando i nostri figli stanno male. Quelli che nel titolo vengono definiti “I segnali di Fumo”.

Il libro si caratterizza quindi per l’analisi di alcuni dei più comuni segnali, inviati dai bambini, che si possono incontrare in varie fasi evolutive del bambino/a in particolare nella sua infanzia, ovvero dalla nascita ai 10 anni circa.

Ciascun segnale è specificato e corredato da suggerimenti pratici e pedagogici su come intervenire se il segnale non è radicato o cronico. Vi è indicato anche quando preoccuparsi (la sezione porta il titolo: quando mi devo preoccupare?…) nel caso in cui il segnale dovesse essere insistente e invadente tanto da modificare le abitudini della famiglia, della classe o di chi si prende cura del bambino. Illustrazioni curate nel dettaglio ci accompagnano per comprendere con maggiore immediatezza il testo.

Un testo chiaro, corredato da immagini esplicative, adatto sia ai genitori che agli educatori che ci spiega come cogliere i segnali che i bambini ci inviano offrendo spunti e suggerimenti pratici.

 

Paola Campanaro
Segnali di fumo dei bambini quando stanno male. Come i bambini comunicano quando qualcosa non va
2019, Collana: Pratiche di benessere
Pagine: 146
EAN: 9788894842593
Prezzo: € 17,00
Editore: Aldenia Edizioni

 

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Due mondi diversi [16092338958…

  Morfea23, 21 anni     Da circa 4 mesi sto con un ragazzo totalmente  opposto al mondo in cui da sempre vivo, per situazione famil...

Autostima? [161290462495]

    Buonasera! vi scrivo perche' alla soglia dei 50 anni mi rendo conto di non aver mai portato a termine i molti progetti professionali e pers...

Genitori separati [16127752256…

Lalli, 57 anni     Buongiorno, spiego in breve la mia situazione, sono divorziata e convivo con mio figlio ed il mio compagno da 5 anni, il mio ...

Area Professionale

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Le parole della Psicologia

Solipsismo

Il solipsismo (dal latino "solus", solo ed "ipse", stesso, quindi "solo se stesso") è un attaccamento patologico al proprio corpo di tipo autistico o narcisisti...

Il pregiudizio

Similare alla connotazione più negativa di uno stereotipo, in psicologia un pregiudizio (dal latino prae, "prima" e iudicium, "giudizio") è un'opinione preconce...

Coulrofobia

Il nome è difficile, quasi impossibile da pronunciare: coulrofobia. ...

News Letters

0
condivisioni