Pubblicità

I mancini: influenze genetiche o ambientali?

0
condivisioni

on . Postato in Per saperne di più | Letto 1191 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Il mancinismo manuale è la tendenza ad usare la mano sinistra  per compiere movimenti e gesti automatici e volontari.

mancini

Studi familiari hanno mostrato chiaramente che la manualità dei bambini è collegata a quella dei genitori biologici.

Due genitori mancini hanno una probabilità di oltre il 25% di avere un figlio mancino, due genitori in cui solo uno è mancino hanno invece il 20% di probabilità di avere un figlio mancino ed infine le coppie di genitori destrimani hanno solo il 10% di probabilità di avere un figlio mancino. Uno studio che ha confrontato l'influenza della manualità nelle famiglie biologiche ed adottive, ha evidenziato che i bambini mancini con genitori biologici entrambi mancini erano il 27%, mentre se i genitori adottivi erano entrambi mancini, solo il 5% dei bambini lo era.

Il mancinismo manuale è quindi, chiaramente un tratto ereditabile, influenzato da fattori genetici. Invece, si è creduto per molto tempo che un singolo gene potesse causarlo. Comunque, nuovi studi hanno chiaramente mostrato che non esiste il gene del mancinismo. Invece, è stato ora stimato che sono presenti da 30 a 40, ma potenzialmente più di 100 geni che influenzano la manualità.

Studi sui gemelli che hanno analizzato la manualità hanno scoperto che solo un quarto della variabilità individuale manuale era spiegata dai geni, mentre i restanti tre quarti erano determinati da influenze ambientali. Possibili influenze ambientali possono essere il 'mancinismo contrastato' ossia il tentativo di forzare il cambiamento di preferenza manuale attuato in età giovanile, per lo più nella scrittura, effettuato anche dagli insegnanti.

Pubblicità

Questo approccio può avere però conseguenze gravi perchè potrebbe portare ad una serie di interferenze tra i due emisferi cerebrali e causare discordanze motorie e comportamentali. Se il mancinismo venisse contrastato nelle prime fasi dello sviluppo potrebbero esserci danni gravi dato che la strutturazione generale dell'attività motoria ha bisogno di essere lateralizzata, deve quindi esserci una prevalenza emisferica per il movimento per poterlo attivare.

Questo è confermato dal grande numero di ritardi nelle funzioni motorie nei bambini ambidestri. Nei destrimani tutto ciò che è legato al linguaggio ha sede nell’emisfero sinistro mentre nella maggioranza dei mancini ed ambidestri queste funzioni sono distribuite in entrambi gli emisferi, ma prevalentemente nella parte destra.

Una ricerca recente ha mostrato che nei feti di 18 settimane, sebbene il midollo spinale e la corteccia motoria non siano ancora collegati, la preferenza manuale sia già determinata, da qui hanno scoperto differenze significative nelle parti del midollo spinale che controllano il movimento degli arti e concluso che le differenze nell'espressione genetica per la manualità potrebbero interessare le parti destre e sinistre del midollo spinale e causando il mancinismo o la preferenza manuale destra rispetto al lato interessato.

 

 

A cura del Dottor Claudio Manna

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: genetica ambiente mancini preferenza manuale manualità mancinismo

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa fare di fronte alla crisi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Situazione complessa [16102055…

  Nanna, 30 anni Ciao, ho cambiato città e lavoro per il mio compagno e ora siamo arrivati a un punto che in ogni discussione lui prende la valigia ...

Sto bene da solo  [16102359254…

 Zeno, 30 anni     Buonanotte, sono sempre stato ansioso e poco socievole ma ultimamente sento che questo problema si è esarcerbato,spesso ...

Avere una relazione con una pe…

Carpazia, 30 anni     Buonasera, il più delle volte, giustamente direi, ci si concentra sulla persona che soffre di questa patologia, ma c'è b...

Area Professionale

Protocollo CNOP-MIUR, Bandi e …

Brevi considerazioni sul Protocollo CNOP-MIUR per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche e sue implicazioni/intersezioni con il Codice Deontologi...

Il pensiero innovativo di Irvi…

Le opere di Irvin Yalom pongono una domanda di vasta portata: è ora che gli psicoanalisti e gli psicoterapeuti rivelino di più ai loro pazienti? E, oltre a sfid...

Psicoterapia: quali effetti su…

Uno studio pubblicato nella rivista “Psychotherapy Research” evidenzia che lavorare come psicoterapeuta e con la psicoterapia ha implicazioni complesse, sia pos...

Le parole della Psicologia

Temperamento

La psicologia definisce temperamento “L’insieme di disposizioni comportamentali presenti sin dalla nascita le cui caratteristiche definiscono le differenze indi...

Coazione a ripetere

"Ciò che è rimasto capito male ritorna sempre; come un'anima in pena, non ha pace finchè non ottiene soluzione e liberazione", S. Freud Il termine coazione a r...

Castità

Il termine "Castità" deriva dal latino castus, "casto" - connesso probabilmente al verbo carere, "essere privo (di colpa). Esso indica, nell' accezione comun...

News Letters

0
condivisioni