Pubblicità

Pubblicità e fantasma di morte

0
condivisioni

on . Postato in Per saperne di più | Letto 2700 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (1 Voto)

Sulla buona strada, campagna di sensilbilizzazione sulla sicurezza stradale. Su “psiconline” uno studio analitico delle psicodinamiche inscritte negli spot e sull’uso pubblicitario del “fantasma di morte”, uno studio psico-semiologico puro, ma non esente da rilievi tecnici ed etici.

sulla buona strada fantasma di morteIl 22 marzo 2016 è partita “Sulla buona strada”, la campagna di sensibilizzazione sulla sicurezza stradale del Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, una pubblicità progresso che ha come nobile obiettivo quello di ridurre le morti per incidente stradale. 

Sono stati elaborati e divulgati cinque “particolari” spot sulle principali cause d’incidenti mortali dovuti a comportamenti specifici: le cinture di sicurezza non allacciate, l’uso del telefonino mentre si guida, la velocità e l’indifferenza verso gli utenti deboli della strada, il mancato uso del seggiolino per bambini, il mancato uso delle luci di sicurezza.

Tornare indietro è impossibile: resta sulla buona strada” è il registro verbale utilizzato insieme al registro visivo, i volti e le brevi storie dei sei protagonisti.   Il messaggio è semplice e chiaro: di strada si può morire e tornare indietro è impossibile. Ogni protagonista della campagna pubblicitaria si presenta con qualche caratteristica  della propria individualità e il racconto della propria tragica contingenza. Il monito è sempre lo stesso: il mancato rispetto del codice della strada può uccidere e può ucciderti.

Gli spot riguardano Paolo e la cintura di sicurezza, Carolina e la distrazione alla guida, Giorgia e la visibilità dei ciclisti, Fabio e Dario e la velocità, Luca e il seggiolino di sicurezza.  
Cinque spot per sei personaggi, cinque spot per cinque brevi storie, cinque spot per un solo fantasma, il più angosciante, il più terribile, il più diffuso, il “fantasma di morte”.

Seguiteci con attenzione e costanza perché da ora inizia su “psiconline” uno studio analitico delle psicodinamiche inscritte negli spot e sull’uso pubblicitario del “fantasma di morte”, uno studio  psico-semiologico puro, ma non esente da rilievi tecnici ed etici.

 

A cura del dottor Salvatore Vallone

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

 

Tags: salvatore vallone sicurezza stradale sulla buona strada incidenti fantasma di morte condotta stradale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Bisogno di aiuto (156328344573…

la vita è un caos, 17 Salve, siamo due sorelle di 17 anni e sono ormai 4 anni che nostra madre ha divorziato con nostro padre e dopo poco tempo ha conosciuto...

Non riesco ad andare da uno ps…

Sshx, 18 Circa 6 anni fa ho cominciato a presentare dei sintomi che, nel corso del tempo, si sono aggravati progressivamente e che adesso non mi permettono d...

Perdita improvvisa di un genit…

lorena, 26 Salve, innanzitutto ringrazio per questa preziosa opportunità. Scrivo questo messaggio per conto del mio fidanzato, lo stesso ha infatti perso il ...

Area Professionale

La rilevazione del trauma al T…

Il Test del Villaggio e la sua costruzione possono idealmente inscriversi in una spirale aurea sulla quale vengono declinate le diverse fasi di vita, dalla nasc...

Articolo 25 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.25 (uso degli strumenti di diagnosi e di valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Lear...

Articolo 24 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.24 (Consenso Informato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

Le parole della Psicologia

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

L’adolescenza

L'adolescenza (dal latino adolescentia, derivato dal verbo adolescĕre, «crescere») è quel tratto dell'età evolutiva caratterizzato dalla transizione dallo stato...

Gruppi self-help

Strutture di piccolo gruppo, a base volontaria, finalizzate all’aiuto reciproco e al raggiungimento di scopi particolari I gruppi di self-help (definiti anche ...

News Letters

0
condivisioni