Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Il trattamento associato ai cambiamenti neurali nel DBP

on . Postato in Psicopatologia | Letto 588 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Uno studio americano, usando tecniche di neuroimaging, ha dimostrato l’efficacia di un particolare tipo di psicoterapia nel ridurre i sintomi del Disturbo Borderline di Personalità

Disturno BipolareSecondo una ricerca pubblicata di recente, una psicoterapia specializzata è stata collegata a cambiamenti nei modelli di attivazione di alcune aree del cervello in pazienti con Disturbo Borderline di Personalità (DBP), suggerendo che il suo impatto può andare particolarmente a fondo nel cambiamento dei sintomi.

Un team di ricercatori, tra cui Mark F. Lenzenweger, illustre professore di psicologia alla Binghamton University, hanno reclutato dieci donne con disturbo borderline dal New York Presbyterian Hospital e dal Weill Cornell Medical College e hanno condotto questo studio di neuroimaging usando le tecniche di risonanza magnetica funzionale (fMRI).

Questi pazienti sono stati trattati per un anno con la Psicoterapia Focalizzata sul Transfert (TFP), un trattamento che ha dimostrato di ridurre i sintomi in più domini cognitivo-emozionali del Disturbo Borderline.

Il trattamento con la TFP è stato associato ad un aumento di attivazione delle zone di controllo cognitivo e ad una relativa riduzione di attivazione delle aree associate alla reattività emozionale. Secondo i ricercatori, questi risultati suggeriscono che la TFP può potenzialmente facilitare il miglioramento dei sintomi nel Disturbo Borderline di Personalità.

"Questi risultati rappresentano la vera e propria frontiera della scienza clinica nel comprendere gli effetti della psicoterapia", ha affermato Lenzenweger.

“Questi risultati arricchiscono la nostra conoscenza attualmente limitata riguardo ai meccanismi neurali associati alla psicoterapia psicodinamica", hanno scritto i ricercatori.
“L’attivazione di alcune parti del cervello è stata associata ad un miglioramento dell’autocontrollo, della regolazione emozionale e/o dell’ aggressività nei pazienti con disturbo borderline".

 

Tratto da Psypost

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Sara D'Annibale)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: neuroimaging sintomi fMRi disturbo borderline TFP controllo cognitivo reattività emozionale disturbi di personalità

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Decisione scolastica (15164313…

Simo, 45     Mio figlio fa la 5^ elem. Ora deve scegliere le medie dove farle. ...

Psicoterapia e problemi (15164…

Luna, 39     Si può continuare una psicoterapia pur se si è innamorati dal primo mese del proprio terapeuta? ...

Chiarimenti alla risposta del …

ALEXA1,52     Sono Alexa nel ringraziarla per la sua risposta dottore vorrei se fosse possibile chiarimenti poichè se fosse solo amicizia la nost...

Area Professionale

L'infanzia abusata, pedofilia …

La fenomenologia degli abusi e dei danni all’infanzia (child abuse) interessa molteplici aspetti psicologici, emozionali e relazionali che compongono il quadro ...

Sistema Tessera Sanitaria

L’articolo 1 del DM 01.09.2016 ha previsto che anche gli psicologi iscritti all’Albo, secondo quanto stabilito dalla Legge 56/1989, dovranno effettuare la trasm...

Salute e sicurezza negli Studi…

  A fare chiarezza sugli adempimenti e sugli obblighi in materia di salute e sicurezza sui luoghi di lavoro negli studi professionali, è intervenuta già...

Le parole della Psicologia

Gimnofobia

Il termine, dal greco “gymnos” (nudo) e “phobos” (paura), definisce la paura persistente, anormale ed ingiustificata per la nudità Coloro che soffrono di quest...

Algofilia

L’algofilia (dal greco ἄλγος "dolore" e ϕιλία "propensione") è la tendenza paradossale e patologica a ricercare il piacere in sensazioni fisiche dolorose. ...

Malaxofobia

È definita come una paura persistente, anormale e ingiustificata dei giochi amorosi. E’ conosciuta anche come sarmasofobia, usata dai greci. ...

News Letters