Pubblicità

10 consigli alle mamme per prendersi cura di loro stesse

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 1273 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

Care mamme si può essere così prese dall’occuparsi di tutti gli altri che, spesso, ci si dimentica di preoccuparci del proprio benessere. Prendetevi cura di voi stesse per occuparvi al meglio della vostra famiglia!

10 consigli alle mamme per prendersi cura di loro stesseCare mamme, è veramente importante ricordarvi di prendervi cura anche di voi stesse.

Si può essere così prese dall’occuparsi di tutti gli altri, che, spesso, ci si dimentica di preoccuparci del proprio benessere. Allora, ricordatevi che prenderci cura di noi stessi è, probabilmente, ciò che aiuta ad occuparci, nel miglior modo possibile, delle persone che amiamo.

Qui di seguito, ci sono alcuni suggerimenti, 10 consigli semplici rivolti principalmente alle mamme, per riuscire a prendersi cura di se stesse.

1.    Non riempite tutto il vostro tempo con delle cose da fare.
Non lavorate troppo e non riempite di attività i vostri giorni/settimane.
Solo in questo modo il vostro corpo può avere l’opportunità di rilassarsi e godere di ogni momento.

2.    Date a voi stesse del tempo in più per eseguire le mansioni quotidiane.
Ad esempio, invece di pianificare solo 10 minuti per uscire di casa ed arrivare ad un dato evento, o portare i bambini a scuola, fatelo in 30 minuti, così che non dobbiate correre.

3.    Trovate un paio di passatempo, che potrebbero interessarvi, e che non siano cose che piacciono alle altre persone, ma ciò che vi fa sentire veramente rilassate e/o energiche. Potreste provare qualcosa più volte, prima di realizzare se è un hobby che volete continuare o meno.

4.    Fate delle cose solo per voi, come curarvi le unghia, fare un puzzle o creare, in casa, uno spazio riservato.

5.    Semplicemente rilassatevi e non fate niente (ad esempio, guardate un film).

6.    Anche se non volete, da sole o con la famiglia, riordinate un po’ del disordine che c’è in giro o fate una pulizia veloce della casa.
Avere le cose ordinate e pulite può essere decisamente d’aiuto per il vostro benessere.

7.    Tenete in considerazione i vostri principi.
Se date priorità alla famiglia, piuttosto che al lavoro, allora siate sicure che le vostre decisioni siano in linea con i vostri valori. Per esempio, potreste decidere di tagliare le ore di lavoro ed aumentare quelle da passare con i figli, se pensate che ciò vi renda più felici.

8.    Ricavatevi dei momenti, lungo la giornata, durante i quali tacere, respirare e godere delle bellezze intorno a voi.

Pubblicità

9.    Pensate ad un’attività che vi piaceva fare quando eravate bambine. Provate a farla ora (per esempio, colorare).
È stato dimostrato, infatti, che i nostri interessi di quando eravamo più piccoli possono restare più o meno tali anche quando diventiamo adulti.

10.    Fate una pausa dalla tecnologia.
Questo può essere difficile per alcune persone, perché i nuovi mezzi elettronici sono diventati parte integrante delle nostre vite. Considerate, però, quanto potrebbe essere utile per il nostro benessere lasciare il telefono da qualche parte e non prenderlo per un po’, non collegarsi al computer e spegnere la TV.
Fare una pausa dal mondo della tecnologia può aiutarci ad essere più presenti e tranquilli e diminuire le distrazioni, la negatività e gli “effetti collaterali” che esso può comportare.

Provate a mettere in pratica questi semplici suggerimenti, utili a recuperare il vostro benessere, in primis come donne, e poi come mogli e madri, ed essere più determinate nel prendervi cura delle persone che amate.

 

(a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

 

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi dello Psicologo a scuola?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Pensiero ossessivo (1624140870…

Fabio, 34 anni     Gentile Dottoressa/Dottore! Mi chiamo Fabio e 5 anni fà ho commesso un errore di tipo erotico.Ho cominciato a scambiare dei...

Problemi con marito [162342796…

Viola, 38 anni     Buongiorno, avrei bisogno di un consulto per dei problemi con mio marito.Mio marito è molto irascibile ma oltre a urlare no...

Ansia e paura nella guida [162…

Clarissa, 22 anni       Salve, vi scrivo perchè da un paio di mesi sto facendo le guide in autoscuola ma la sto vivendo un po' male...

Area Professionale

La trasmissione intergenerazio…

Modificazioni epigenetiche nei figli di sopravvissuti all’Olocausto I figli di persone traumatizzate hanno un rischio maggiore di sviluppare il disturbo post-t...

Il Protocollo CNOP-MIUR e gli …

di Catello Parmentola CNOP e MIUR hanno firmato nel 2020 un Protocollo d'intesa per il supporto psicologico nelle istituzioni scolastiche. Evento molto positiv...

Come gestire il transfert nega…

Per non soccombere alle proiezioni negative del transfert, lo psicoterapeuta deve conoscere con convinzione ciò che appartiene alla psiche del paziente e ciò ch...

Le parole della Psicologia

Sindrome di De Clerambault

La Sindrome di De Clerambault in psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona pro...

Abulia

abulia deriva Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. L'abulia si riferisce sia ad un disturbo dell...

Podofobia

Una tra le paure meno conosciute sembra essere la podofobia ovvero la paura dei piedi. Il termine fobia (che in greco significa “paura” e “panico”)&n...

News Letters

0
condivisioni