Pubblicità

Dov'è il confine tra amicizia e amore?

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 1343 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (5 Voti)

Spesso ci troviamo in situazioni dove tracciare un confine fra amicizia e amore è molto difficile perché molti comportamenti e molti sentimenti si intrecciano e combaciano. E' possibile individuare una linea netta tra questi due forti stati d'animo?

confine tra amicizia e amoreCos'è l'amicizia

Definire l’amicizia non è cosa semplice. Per Aristotele, l’amicizia, o Philia, è la virtù “più necessaria per vivere…”.

Perché una persona sia amica di un’altra, diceva il filosofo, “è necessario che abbiano benevolenza l’uno per l’altro e si augurino solo il meglio”.

Una persona potrebbe essere ben disposto verso un’altra per una di queste tre ragioni:

  • è un individuo buono (cioè, razionale e virtuoso);
  • è un soggetto gradevole;
  •  è utile.

Anche se Aristotele riconosce che, spesso, le amicizie nascono da relazioni basate solo sul vantaggio o sul piacere, egli crede che queste hanno meno diritto di essere definite in tal modo, rispetto a quelle che sono basate parzialmente o completamente sulla virtù.

Coloro che augurano il bene ai loro amici solo per l’amore che nutrono nei confronti di questi ultimi sono veri amici, perché lo fanno per gli altri, non per una coincidenza di benefici”.

Dunque, bisogna aspirare a questa tipologia di amicizia non solo perché essa è associata con il beneficio reciproco, ma anche perché con essa si gode dello stare insieme, dell’affidabilità e della fiducia.

Ancora più importante, per ottenere un tale rapporto, bisogna esercitare la ragione e la virtù, che sono le funzioni distintive degli esseri umani, e che, secondo Aristotele, corrispondono alla felicità.

Anche Socrate esaltava l’importanza dell’amicizia, quando affermava che “avrebbe preferito di gran lunga un vero amico a tutto l’oro di Dario”.

Pubblicità

In tal modo, egli non solo la posizionava sullo stesso piano della filosofia (alla quale era devoto e per la quale sacrificò la sua stessa vita), ma ne auspicava una forma rara e non comune, che non si possiede.

Per Platone, infine, l’amicizia sfugge una definizione perché essa è più un processo che un oggetto. 

I veri amici si cercano l’un l’altro per avere vite più vere e piene, si relazionano in modo autentico e si educano a vicenda sui limiti delle loro credenze ed i difetti del loro carattere.

Insomma, per Socrate, così come per Platone, l’amicizia (come la filosofia) è un aspetto di un unico impulso, un unico amore: l’amore per la conoscenza.

Cos'è l’amore

Se è difficile definire l’amicizia, lo è ancora di più per quel che riguarda l’amore, perché ne esistono diverse tipologie.

Quella più presente nelle menti moderne è l’Eros, che è l’amore sessuale o passionale.

Nella mitologia greca, l’Eros era una forma di pazzia, causata da una delle frecce di Cupido.

Nei tempi moderni, è stato amalgamato con una forza vitale più ampia, qualcosa di simile al concetto di volontà di Schopenhauer, ovvero il processo di lottare per la sopravvivenza e la riproduzione.

Fino al diciannovesimo secolo, però, le persone hanno pensato all’amore più in termini di Agape, che di Eros.

Agape è l’amore universale, ad esempio l’amore per gli sconosciuti, la natura o Dio.

Definito anche come carità dai pensatori cristiani, si può dire che esso comprenda il concetto moderno di altruismo, cioè la preoccupazione per il benessere degli altri.

Agape è, quindi, quell’amore che aiuta a costruire e mantenere la struttura psicologica, sociale ed ambientale, che ci protegge, sostiene ed arricchisce.
Viste la rabbia e la divisione crescenti nella nostra società, e lo stato attuale del nostro pianeta, forse non sarebbe male riscoprire un po’ di questa “antiquata” virtù! 

Tra le altre tipologie d’amore, degne di note sono Storge e Pragma.

Storge, o amore familiare, è l’amore che c’è tra i genitori ed i loro figli.

Pragma è, invece, una specie di amore pratico, fondato sulla ragione, sul dovere e sugli interessi a lungo termine di una persona.

Pubblicità

L’attrazione sessuale passa in secondo piano, a favore delle qualità e delle compatibilità personali, degli obiettivi condivisi e di far funzionare il rapporto.

Era sicuramente molto diffuso ai tempi dei matrimoni combinati, anche oggi è piuttosto comune in alcune celebrità di alto profilo, o in certe alleanze politiche.

In conclusione

Quindi dove sta il confine tra amicizia ed amore?

È difficile rispondere a questa domanda.. nessuno c’è riuscito, nemmeno i più grandi pensatori del passato e moderni!!

Quello che sappiamo con certezza è che l’amicizia, in realtà, non è molto diversa dall’amore, ma la sua forma più bella!

 

Fonte: Psychology Today

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

Tags: confine amore amicizia coppia

0
condivisioni

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Atarassia

L’atarassia (dal greco “ἀταραξία”, assenza di agitazione o tranquillità) è «la perfetta pace dell’anima che nasce dalla liberazione delle passioni» secondo la filosofia etica legata alla ricerca...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Madre (1540532640215)

Giusi, 60     Non riusciamo a relazionarci con nostro figlio di 31 anni. ...

Senso di colpa di per aver det…

Delia, 36     Mio figlio di tre anni e mezzo, sta avendo difficoltà ad ambientarsi alla scuola materna. ...

Come non riesco a vivere (1541…

Giulietta, 21     Salve.. Mi chiamo Giulia, ho 21 anni e penso di avere dei seri problemi con l'ansia e le relazioni. ...

Area Professionale

La legge 4/2013 ha davvero nor…

Molto si è parlato a riguardo della legge 4/2013 che cerca di dare un inquadramento legislativo alle professioni non organizzate in ordini e collegi. Con que...

Il counselling non può essere …

Maria Sellini, Segretario Generale dell'AUPI, ha inviato una lettera al Quotidiano Sanità affrontando il problema del counselling. La riportiamo integralmente, ...

Pazienti che provengono da pre…

Un breve articolo dedicato a psicologi e psicoterapeuti che si trovano a lavorare con pazienti che provengono da precedenti relazioni psicoterapeutiche e/o sono...

Le parole della Psicologia

Disturbo Istrionico di Persona…

Disturbo di personalità caratterizzato da intensa emotività e costanti tentativi di ottenere attenzione, approvazione e sostegno altrui, attraverso comportament...

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

News Letters

0
condivisioni