Pubblicità

Prevenire la violenza sessuale individuando i fattori di rischio

0
condivisioni

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 751 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

Un gruppo di ricercatori della Michigan State University ha identificato specifici fattori di rischio predittori di violenza sessuale.

Prevenire la violenza sessuale individuando i fattori di rischioGli scienziati sociali della Michigan State University stanno cercando di indagare in che modo il tentato stupro o la violenza sessuale da parte di un partner possa essere previsto e, conseguentemente, prevenuto.

In particolare, nel tentativo di colmare tale lacuna, hanno cercato di identificare i fattori di rischio legati alla violenza sessuale nelle prime relazioni di giovani donne.

Vi è l'idea che la violenza sessuale non avvenga nei rapporti – certamente non nelle prime relazioni delle giovani donne – il che non è assolutamente il caso”, ha riferito Angie Kennedy, Docente di Lavoro sociale presso la Michigan State University e autrice principale dello studio.

Volevamo esaminare le forme più gravi di violenza sessuale - stupro e tentato stupro – per capire meglio i fattori di rischio specifici legati allo stupro di partner tra le giovani donne. I nostri risultati possono essere utilizzati per aumentare gli sforzi di prevenzione e intervento volti a ridurre la violenza sessuale tra i giovani”.

Kennedy e colleghi hanno intervistato 148 donne in età universitaria, di età compresa tra i 18 ed i 24 anni che hanno subito violenza da parte di un partner in almeno una precedente relazione.

Per ottenere un campione diversificato, i ricercatori hanno reclutato 2 campioni aggiuntivi di donne: uno composto da giovani donne che frequentavano un college biennale, e l'altro proveniente da siti di comunità che aiutavano donne con basso reddito, tra cui una clinica sanitaria della contea.

Nelle interviste, i ricercatori hanno chiesto alle giovani donne di parlare di tutte le loro relazioni, a partire dalla loro prima relazione, che è iniziata quando avevano (in media) circa 15 anni.

I risultati, pubblicati sulla rivista “Journal of Interpersonal Violence”, hanno mostrato consistenti fattori di rischio per lo stupro da parte di un partner nei tre gruppi di donne.

In generale, durante le loro prime relazioni, lo stato socio-economico inferiore, essendo di età più giovane, e livelli più alti di abuso fisico e controllo coercitivo prediceva la violenza sessuale.

I principali fattori di rischio in tutte le relazioni delle giovani donne comprendono una maggiore differenza di età tra loro e i loro partner, così come l'abuso fisico e il controllo coercitivo.

Pubblicità

Lo stupro o tentato stupro in una relazione non è in genere un incidente isolato. Di solito è connesso con altre forme di abuso o coercizione”, ha riferito la Kennedy.

La giovane età e la maggiore differenza di età tra le ragazze adolescenti e i loro partner maschili possono renderle più vulnerabili a sperimentare abusi, in particolare la violenza sessuale”.

I ricercatori hanno anche riscontrato differenze nel tasso di violenza sessuale nei tre gruppi.

Mentre le giovani donne del gruppo universitario hanno avuto un più alto tasso di stupri da parte di un partner nella loro prima relazione, il loro tasso è diminuito significativamente nel corso delle successive relazioni rispetto alle ragazze proveniente dal college biennale, che hanno subito un aumento della violenza sessuale rispetto al corso delle loro relazioni.

Questi risultati suggeriscono che le esperienze con l'abuso dei partner, proprio come i tre gruppi di giovani donne, sono diverse.

Non dovremmo assumere che le giovani donne siano tutte uguali in termini di ciò che stanno attraversando, o che le esperienze siano coerenti in tutte le relazioni. Per gli sforzi di prevenzione e intervento al lavoro, dovremmo tenere conto di questa diversità”, ha riferito la Kennedy.

Studi precedenti tendevano a concentrarsi sulla violenza sessuale in riferimento ai campus universitari. La ricerca di Kennedy, tuttavia, si concentra sulle prime relazioni delle giovani donne e su tutte le loro relazioni nel corso dell'adolescenza e dell'età adulta emergente; è anche il primo a confrontare diversi gruppi in termini di esperienze con l'abuso dei partner.

La maggior parte delle ricerche sull'assalto sessuale in età universitaria si concentra su college residenziali e università in cui è presente la vita da dormitorio, quindi del vivere insieme”, ha proseguito la Kennedy.

Ma ci sono più di 5 milioni di studenti iscritti a college biennali negli Stati Uniti e ancor più di coloro che non perseguono una laurea superiore. Dobbiamo andare oltre le istituzioni quadriennali e imparare di più sulle esperienze di questi altri gruppi”.

I prossimi passi dei ricercatori includono l'esame della divulgazione da parte di giovani donne dell'abuso fisico e sessuale da parte del partner, nonché il ruolo dello stigma nel modellare gli esiti di salute mentale associati all'abuso.

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione in Psicoterapia adatta alle tue esigenze? O quella più vicina al tuo luogo di residenza? Cercala su logo.png




 

 

Tags: coppia violenza di genere rapporto di coppia violenza sulle donne femminicidio violenza sessuale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Difficoltà nello studio per un…

Annesin, 75 Gentili Signori,ho bisogno di un consiglio, perché vorrei dare una mano a una persona a me cara per un problema piccolo, ma che la inquieta per g...

Depressione (1557401609185)

Victoria, 22 Mi sveglio già stanca, da troppo tempo ormai, quasi da sempre. Mio padre è tornato a casa ieri sera, ha iniziato a sistemare la spesa in cucina ...

Ipocondria (1556980274713)

 Kiki, 30 Salve,Avrei bisogno di un consulto riguardo una persona a me molto vicina e molto cara, la quale soffre di ipocondria. Fortunatamente non ha...

Area Professionale

Articolo 17 - il Codice Deonto…

Anche questa settimana proseguiamo su Psiconline.it, con l'art.17 (segreto professionale e tutela della Privacy), il lavoro di analisi e commento, a cura d...

Articolo 16 - il Codice Deonto…

Su Psiconline.it proseguiamo, con il commento all'art.16 (comunicazioni scientifiche e anonimato), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini ch...

Articolo 15 - il Codice Deonto…

proseguiamo su Psiconline.it, con il commento all'art.15 (Collaborazioni con altri professionisti), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini c...

Le parole della Psicologia

Cataplessia

E’ un disturbo caratterizzato dalla perdita improvvisa del tono muscolare durante la veglia, solitamente causata da forti emozioni. La debolezza muscolare tipi...

Gestalt

Con il termine Gestalt si va a designare un importante indirizzo della psicologia moderna, secondo il quale l’esperienza percettiva e per estensione, la vita ps...

Psicoterapia

La psicoterapia è una forma d’intervento terapeutico nei confronti di disturbi emotivi, comportamentali, ecc., condotto con tecniche psicologiche. La Psicote...

News Letters

0
condivisioni