Pubblicità

Consulenza gratuita online

consulenza psicologica

Le Newsletter gratuite

logo psiconline news
testata2bis

I Test Psicologici

test psicologici

Reggere un rapporto con un narcisista. 6 modi per farlo!

on . Postato in Relazioni, Coppia, Famiglia | Letto 977 volte

Ogni giorno ci troviamo di fronte a soggetti che sono convinti di essere unici e, per un motivo o per un altro, siamo obbligati ad entrarci in rapporto. Vi diamo 6 facili suggerimenti per non essere sopraffatti da un narcisista.

Narcisista come reggere un rapportoSociopatia e Narcisismo sono, ad oggi, gli argomenti di gran lunga più popolari sul web. Perché?

Perché molti di noi, prima o poi, possono ritrovarsi a vivere, lavorare o, in generale, avere a che fare con un narcisista nella vita: sembra quasi inevitabile incontrare un individuo con una personalità di questo tipo nel proprio quartiere, in ufficio, al supermercato, al cinema, o anche in fila dal medico!

In effetti, alcune ricerche sostengono che il Narcisismo colpisca circa il 6% della popolazione americana (1 adulto su 16).

Anche se non si tratta di una percentuale esageratamente alta di persone, è comunque un numero importante.

Da un punto di vista clinico, probabilmente ci sono molti più casi di quanti siamo a conoscenza e/o in grado di identificare con precisione nella vita quotidiana.
Infatti, la maggior parte delle persone descrive il Narcisismo come “egoismo estremo”, ma, in realtà, esso include un modo ben più “disordinato” di relazionarsi con gli altri.

Per fortuna, gli esperti hanno trovato modalità attendibili per identificare un narcisista e, soprattutto, strategie efficaci per tenergli testa!

E' importante, dunque, che siate in grado di:

1. Ignorare i loro “migliori” sforzi.

Un narcisista si “nutre” della capacità di influenzarvi, controllarvi o “muovervi” in ogni modo possibile.

Se li ignorate, vedrete cambiamenti importanti nei loro comportamenti verso di voi, in senso negativo.

Potreste vederli agire con collera o rabbia, minacciarvi, farvi accuse o tentare di intimidirvi.

Non importa cosa faranno, ignorate questi sforzi di manipolarvi. Ne uscirete vincenti!

Nel momento in cui comincerete a rispondere ai loro tentativi di controllarvi o danneggiarvi, perderete la battaglia.

2. Minimizzare o sminuire la rabbia inutile.

La rabbia è, spesso, al centro del comportamento dei narcisisti.

Essi possono essere arrabbiati perché: credono di non essere in grado di compiere delle azioni, hanno paura che gli altri li scoprano, di non riuscire in tutto quello che fanno, di essere sopraffatti dai loro vuoti, oppure vedono che nessuno vuole star loro vicino, ecc.

Non lasciate che il loro atteggiamento energico, positivo ed eccessivamente fiducioso vi inganni.

Per molti di essi, in realtà, la vita sembra vuota se non sono in una posizione di “potere”, cioè quelle situazioni in cui sentono che gli altri hanno bisogno o li desiderano, o in cui hanno un sacco di soldi e/o di attenzione.

3. Essere superiori.

Bisogna tenere a mente che il narcisista è, spesso, molto immaturo, soprattutto quando si sente offeso, o “tradito”.

Costoro non hanno la capacità di impegnarsi in relazioni mature ed eque.
Perché?
Forse a causa del loro ego poco sviluppato e della mancanza di identità.

Dalla conseguente mancanza di fiducia e di autoefficacia possono, quindi, emergere i loro comportamenti immaturi ed inquietanti, come, ad esempio, rabbia, invidia, competitività, o superficialità, all’interno delle diverse relazioni che instaurano.

4. Evitare le ritorsioni.

Per quanto possiate decidere di reagire e dimostrare al narcisista che potete giocare al suo gioco meglio di lui, non fatelo.

Non ne vale la pena.

È una perdita di tempo e, alla fine, vi sentirete sconfitti.

Pubblicità

Lasciate che la realtà e la natura nociva dei loro atteggiamenti e comportamenti li raggiungano.

Il problema dei narcisisti è che, spesso, si creano da soli i problemi proprio a causa del loro modo di pensare ed agire, che va a creare tensione in quelle situazioni, dalle quali, in realtà, potrebbero solo beneficiare.

Avete mai visto una persona che, a causa della competitività o dell’invidia, distrugge una bella amicizia durata più di venti anni?

Oppure, avete mai visto una buona moglie “abbandonare” il suo matrimonio perché il marito è diventato così prepotente, competitivo e dedito al controllo, che si è “giocato” il meglio di se stesso?
Questo vuol dire essere narcisisti.

5. Complimentarsi con intelligenza.

Alcuni narcisisti sono così emotivamente vuoti, che si nutrono di complimenti.

Sono sempre alla loro ricerca!

Cercano costantemente di guadagnarsi il rispetto e l’attenzione degli altri.

Costoro potrebbero anche risultare lavoratori instancabili, ma, in realtà, sono persone in cerca di attenzione e di prestigio.

Pur di raggiungere il loro scopo, costoro sono capaci di rubare le vostre idee, competere con voi inutilmente, e pretendere che ogni persona debba dedicarsi a quello che hanno in mente.

Tutto pur di ricevere dei complimenti, ottenere il rispetto dei curiosi, o evitare il loro caos emotivo, relazionale o familiare.

Potete complimentarvi con loro, se lo ritenete necessario, ma non sorprendetevi se cominceranno a trattarvi meglio da quel momento!

Cercate, quindi, di tenere gli elogi per voi quanto più possibile ed evitate il loro bisogno di continue rassicurazioni.

6. Evitateli del tutto.

Se non avete una stretta necessità di stare vicino ad un narcisista, non fatelo.

Non è sano per voi.

Se avete appreso di avere un amico, un membro della famiglia, o un collega narcisista, fate del vostro meglio per far funzionare questo rapporto, senza, però, essere manipolati.

I narcisisti, spesso, sono troppo instabili a livello emotivo, per essere veramente un amico, un familiare, un compagno di squadra, un confidente, ecc.

Cercare di tener testa ad un individuo narcisista può sembrare uno di quei compiti maggiormente opprimenti da un punto di visto emotivo.

Ma c’è una speranza, se scegliete le vostre armi con saggezza e procedete con cautela!

 

Fonte: Psych Central

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

Tags: narcisismo

Guarda anche...

Le parole della Psicologia

Ecolalia

L'ecolalia è un disturbo del linguaggio che consiste nel ripetere involontariamente, come un'eco, parole o frasi pronunciate da altre persone Si osserva, come stadio normale, nello sviluppo del...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Dopo tanto il nuovo Psiconline è arrivato. Cosa ne pensi?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Credo che al mio ragazzo inte…

Flavia, 23     Salve, sono una ragazza di 23 anni. Per cinque mesi sono stata con un ragazzo che ho lasciato nei giorni scorsi. ...

Depressione a causa di una rag…

Pasq, 25     Sono un ragazzo di 25 anni, 1 anno fa conobbi una ragazza, e subito abbiamo stretto amicizia e siamo diventati molto amici. ...

dipendenza da chat (1511886186…

Mau, 38     Buongiorno, sono un ragazzo gay, ho 38 anni ed ho una relazione da 4 anni con il mio compagno; l' unico se possiamo dire "neo" che c...

Area Professionale

La diagnosi in psicologia

In Psicologia per processo diagnostico si intende “l’iter che il paziente percorre insieme al clinico allo scopo di rilevare l’ampiezza e l’entità del/dei distu...

La psicologia incontra l'arte …

Ancora una volta la psicologia scende fra la gente e si preoccupa del benessere e della bellezza. Ancora una volta gli psicologi dimostrano una grande capacità ...

Proteggere il proprio nome onl…

Una cosa che si impara molto presto nel mondo di internet e della pubblicità online è che non serve, o meglio non basta, essere presenti nel web, aggiornare il ...

Le parole della Psicologia

Anoressia Nervosa

L'anoressia nervosa è un disturbo alimentare, caratterizzato da una consistente perdita di peso, disturbi dell'immagine corporea, timore di ingrassare e amenorr...

Ailurofobia

La ailurofobia o elurofobia comp. di ailuro-, dal gr. áilouros ‘gatto’, e -fobia. è la paura irrazionale e persistente dei gatti. La persona che manifesta ques...

Il linguaggio

L’uomo comunica sia verbalmente che attraverso il non verbale. Il processo del linguaggio ha suscitato da sempre l’interesse degli studiosi essendo essa una car...

News Letters