Pubblicità

Immagine corporea e sessualità femminile

0
condivisioni

on . Postato in Sessuologia | Letto 500 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (4 Voti)

La percezione dell'immagine corporea, sia nell'uomo che nella donna, sembra rivestire un ruolo fondamentale nella gestione della sessualità femminile e maschile e nell'indurre comportamenti positivi in questo ambito.

Immagine corporea e sessualità femminileUn nuovo studio suggerisce che le donne che vivono positivamente il proprio corpo, in particolare i propri genitali, trovano più facile raggiungere l'orgasmo e hanno maggiori probabilità di impegnarsi in comportamenti di promozione della salute sessuale.

Inoltre, comportamenti di salute positivi come effettuare controlli ginecologici regolari o eseguire attività di prevenzione sono associati ad un maggior apprezzamento del proprio corpo, che si traduce in una maggiore cura di sé.

Questi sono risultati importanti rispetto all'immagine corporea”, ha riferito Debby Herbenick, Direttrice del Center for Sexual Health Promotion, dell'Indiana University.

La nostra cultura spesso ritrae i genitali delle donne come sporchi e bisognosi di pulizia. Alcune donne potrebbero aver avuto una maggiore esposizione a tali messaggi negativi o potrebbero essere più sensibili al loro impatto”.

Lo studio della Herbenick ha creato uno strumento psicometrico, per misurare l'atteggiamento degli uomini e delle donne nei confronti dei genitali femminili.

Uno strumento di questo tipo, ha proseguito l'autrice nello studio pubblicato sul Journal of Sexual Health, potrebbe essere utile nei percorsi di terapia sessuale, in contesti clinici per aiutare a comprendere meglio il processo decisionale che riguarda le cure ginecologiche ed il trattamento, ed in ambienti di educazione sanitaria che coinvolgono le donne e la loro salute sessuale.

Pubblicità

Lo studio ha anche evidenziato che gli uomini avevano atteggiamenti più positivi nei confronti dei genitali femminili rispetto alle donne.

“Le donne sono spesso più critiche nei confronti del proprio corpo - e del corpo di altre donne - rispetto agli uomini”, ha evidenziato la Herbenicl.

“Quello che abbiamo trovato in questo studio è che gli uomini si sentono generalmente positivi su una varietà di aspetti genitali femminili compreso il loro aspetto, odore, gusto e tatto”.

La Herbenick, anche docente presso l'Istituto Kinsey per la ricerca sulla sessualità, il genere e la riproduzione, offre i seguenti spunti di riflessione rispetto a quanto emerso dai risultati.

Immagine corporea

I genitori potrebbero considerare come possono aiutare le loro figlie a sentirsi più positive nei loro corpi, ad esempio insegnando loro nomi diretti e corretti per le parti del corpo, compresi i loro genitali - ad esempio “Vulva” piuttosto che “laggiù” - e rispondendo in modo proattivo alla loro auto-esplorazione, anziché in modo reattivo o protettivo.

Piuttosto che dire, 'non toccare laggiù, è sporco!', i genitori potrebbero lasciare che i loro figli sappiano che per loro è giusto toccare i genitali, ma in spazi privati come la loro camera da letto o il bagno”, ha proseguito l'autrice.

Pubblicità e marketing

I clinici, gli psicologi ed i sessuologi potrebbero prendere in considerazione modi in cui insegnare alle donne e agli uomini a valutare il proprio corpo in modo positivo, perchè questo produce automaticamente un maggior senso di agio quando ci si trova a condividere la propria intimità.

Il contesto pubblicitario evoca spesso immaginari poco realistici, quindi è importante discutere su come alcuni prodotti o campagne di marketing producano ripercussioni sulla propria fisicità ed immagine corporea.

Pubblicità

In linea generale, lo studio ha coinvolto 362 donne e 241 uomini, la maggior parte dei quali bianchi e di età compresa tra i 18 ed i 23 anni.

Il nostro studio si basa su ricerche precedenti che dimostrano che la mente ed il corpo sono altamente collegati rispetto alla sessualità”, ha riferito la Herbenick.

Quando le donne vivono meglio il proprio corpo ed i propri genitali, probabilmente si sentono più rilassate nella propria pelle, più capaci di lasciarsi andare e quindi più capaci di provare piacere e raggiungere l'orgasmo”, ha concluso l'autrice.

 

 

A cura della Dottoressa Giorgia Lauro

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Vuoi conoscere la Scuola di Specializzazione
in Psicoterapia adatta alle tue esigenze?
O quella più vicina al tuo luogo di residenza?
Cercala su

logo.png

 

 

Tags: sessualità orgasmo corpo sessualità maschile immagine corporea sessualità femminile

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Aiuto urgente (1554296627141)

Virginia, 17     Avrei urgentemente bisogno di aiuto, soffro d'ansia da qualche anno e, adesso che mi sono momentaneamente ritirata dalla scuol...

Collega con manie ossessive co…

Rebecca, 29     Buongiorno vorrei un consiglio su come rapportarmi con una collega arrivata in studio da pochi mesi con contratto a termine rin...

Confusione e stress (155330395…

Elena, 22     Buonasera, cercherò di spiegare al meglio la mia situazione. Ho 22 anni e sono fidanzata con R. da quasi 8 anni e ho una bambina ...

Area Professionale

Articolo 13 - il Codice Deonto…

Proseguiamo, con il commento all'art.13 (obbligo di referto o di denuncia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo settim...

La nera depressione e il Confi…

Elementi prognostici ed esperienze traumatiche nel Test I.Co.S. Un caso clinico di depressione analizzato ed illustrato attraverso l'utilizzo del Test Indice de...

Articolo 12 - il Codice Deonto…

Prosegue, con l'art.12, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini. Articolo 12 L...

Le parole della Psicologia

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

Training Autogeno

Il training autogeno nasce come tecnica ideata da J.H. Schultz, neurologo e psichiatra.Training significa “allenamento”, autogeno “che si genera da sé”; ciò dif...

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

News Letters

0
condivisioni