Pubblicità

La sessualità è essenziale per la nostra salute!

0
condivisioni

on . Postato in Sessuologia | Letto 3888 volte

5 1 1 1 1 1 Votazione 5.00 (2 Voti)

Guardare la sessualità da un diverso punto di vista. Cerchiamo insieme di comprendere i meccanismi del rapporto fisico fra persone per migliorare la nostra salute mentale, sociale e fisica.

sessualità.jpgUna parta fondamentale della nostra personalità, che lo si voglia oppure no, è rappresentato dalla sessualità e dalle sue manifestazioni.

Se ci pensiamo meglio, in effetti, siamo tutti qui a causa di uno sguardo ipnotizzante, di attimi rubati, di mani che sudano, del toccarsi maldestramente per la prima volta, di corpi che si fondono e di intensi momenti di piacere.

Se alcune correnti di pensiero ritengono che il sesso sia importante solo per la procreazione, l’evidenza scientifica va oltre il mero punto di vista evolutivo e sottolinea la sua importanza a livello fisico e sociale, il che lo rende molto più che un “mettere al mondo dei figli”.

Pensiamoci: la maggior parte degli animali non umani non ha alcun interesse per l’accoppiamento al di fuori del contesto riproduttivo.

Le donne, invece, fanno sesso durante tutto il loro ciclo mestruale, pur essendo fertili solo per alcuni giorni al mese, e continuano anche dopo che la menopausa le rende sterili, così come coppie dello stesso sesso, o che usano la contraccezione, oppure quelle che non possono procreare, non sono meno entusiaste di avere i loro incontri sessuali, rispetto a quelle che hanno proprio questo obiettivo.

Quindi, cosa ci spinge a cercare il nostro partner sessuale ideale?

E quali sono gli effetti dell’avere rapporti sessuali ripetuti e non necessariamente a fine riproduttivo? Ecco alcuni dei benefici, emersi nelle ricerche.

Il sesso unisce le persone.

Avete mai incontrato qualcuno, che “sulla carta” sembra giusto per voi, ma che, quando arriva il momento critico, non ha il profumo giusto, o non vi fa scoccare la scintilla?

Il nostro corpo può dire alla nostra mente se vogliamo stare vicino a qualcuno, o no.

Infatti, quando tocchiamo, baciamo, o abbiamo rapporti sessuali con un’altra persona, il nostro corpo risponde con il rilascio di quegli ormoni, implicati nella costruzione di un legame, come ossitocina e vasopressina.

Si pensa che il rilascio di queste sostanze chimiche promuova l’amore e l’impegno tra le coppie e che aumenti la probabilità che due persone rimangano insieme.

Alcune prove a sostegno di queste affermazioni provengono dagli studi sui roditori. Ad esempio, è stato trovato che le arvicole femmine si legano alle controparti maschili quando il loro incontro avviene insieme all’infusione di ossitocina.

Negli esseri umani, essa determina un rischio minore di sciogliere il rapporto.

Ma l’ossitocina non è solo un bene per il legame di coppia. Essa è rilasciata dal cervello in molte situazioni sociali armoniose, tra cui l’allattamento al seno, il canto e la maggior parte delle attività che coinvolgono lo ‘stare insieme’ piacevolmente. Inoltre, sembra che essa sia implicata nell’altruismo.

Infine, i rapporti sessuali, uniti alla produzione di questi ormoni, avrebbero un ruolo importante anche nella risoluzione dei conflitti e nelle riconciliazioni, di coppia e/o sociali.

Il sesso è un’attività sana.

Fare sesso è una forma di esercizio fisico.
È stato riscontrato, infatti, che le persone con problemi di salute fisica, o emotiva, hanno maggiori probabilità di avere difficoltà in campo sessuale.

Pubblicità

Anche se la causalità è difficile da stabilire, le persone sane potrebbero essere “su di morale” per il fatto di aver avuto un numero maggiore di rapporti sessuali, ma è probabile anche che l’esercizio fisico ed i benefici del legame, conferiti da un rapporto soddisfacente, portino a vite più sane e felici.

Il sesso può renderci creativi.

In una società, in cui abbiamo la possibilità di scegliere con chi avere rapporti, la concorrenza sarà agguerrita.

Di conseguenza, abbiamo bisogno di mostrare quelle caratteristiche, che ci renderanno interessanti per coloro da cui siamo attratti.

Questo, quindi, porta ad ostentazioni competitive e creative (si pensi ad alcune forme di arte, dalla musica, alla pittura, e così via).

Ed ecco alcune prove degli esiti di questa tattica: i musicisti, per esempio, sono stereotipati come persone a cui non manca mai un potenziale compagno, mentre i periodi più produttivi e creativi di Picasso hanno coinciso, di solito, con la comparsa di una nuova protagonista sulla scena.

La scienza dice: fatelo!

In poche parole, dalle ricerche è emerso che il sesso non riproduttivo è un’attività che può portare diversi vantaggi: unisce le persone, incrementa la creatività e favorisce una buona salute fisica.

Insomma, la scienza ci dice: fatelo!

 

Fonte: The Conversation

 

(Traduzione ed adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta
che lavora nella tua città o nella tua regione?
Cercalo subito su

logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia
Logo PSIConline formazione

 

Tags: salute mentale sessualità relazione salute fisica

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Cosa ne pensi delle Tecniche di Rilassamento e della Meditazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Catatonia

La prima descrizione della catatonia risale al 1874, quando lo psichiatra tedesco Karl Kahlbaum, nella sua monografia dal titolo Die Katatonie oder das Spannung...

Pregoressia

È un disturbo alimentare, noto anche come mammoressia, legato all’ossessione di tornare subito in forma dopo il parto Non si tratta di un deficit contemplato n...

Abulia

abulia deriva Dal greco a-bule (non – volontà) indica uno stato soggettivo di mancanza o perdita della volontà. L'abulia si riferisce sia ad un disturbo dell’a...

News Letters

0
condivisioni