Pubblicità

Le preoccupazioni degli uomini riguardo la misura del pene

0
condivisioni

on . Postato in Sessuologia | Letto 4030 volte

4.6666666666667 1 1 1 1 1 Votazione 4.67 (3 Voti)

L’importanza di un trattamento efficace per l’ “Ansia del pene piccolo” ed il “Disturbo da Dismorfismo Penieno”.

ansia del pene piccoloCi sono due concetti psicologici usati per descrivere le preoccupazioni degli uomini riguardo la misura del pene

Uno è l’ “Ansia del pene piccolo”, nella quale gli uomini con un pene normale sono eccessivamente preoccupati riguardo la sua misura. Il secondo è il Disturbo da Dismorfismo Corporeo che coinvolge il pene, anche conosciuto come “Disturbo da Dismorfismo Penieno”, una condizione più seria, nella quale questa preoccupazione causa un disagio significativo e compromissione a livello sociale.

Secondo gli esperti del King’s College London, gli psicologi hanno bisogno, quindi, di sviluppare una terapia efficace per questi uomini eccessivamente preoccupati riguardo la misura del loro pene. Questi studiosi, di recente, hanno condotto una ricerca (la prima) proprio sul loro funzionamento e sul loro comportamento a livello sessuale.

Lo studio includeva 26 uomini con Disturbo da Dismorfismo Corporeo riguardante il pene (Disturbo da Dismorfismo Penieno), 31 uomini con Ansia del pene piccolo e 33 uomini senza preoccupazioni per la misura del pene. Tutti i partecipanti avevano un pene di normale misura.

Veale ed i suoi colleghi hanno trovato che tali preoccupazioni nei soggetti dei primi due gruppi cominciarono nell’adolescenza, in particolare verso i 15 o i 16 anni. Questi uomini hanno riferito che la misura del loro pene diventò per loro un problema vero e proprio alcuni anni dopo, quando avevano 18 o 19 anni.

Dai risultati è emerso, però, che gli uomini con Disturbo da Dismorfismo Corporeo tendevano ad aspettare di più nel chiedere aiuto per le loro preoccupazioni riguardo il pene, arrivandovi solo intorno ai 30 anni, rispetto agli uomini con Ansia del pene piccolo, i quali lo facevano intorno ai 24 anni.

Non sono state riscontrate, inoltre, differenze significative tra i tre gruppi riguardo il numero di partner sessuali, la frequenza del sesso, l’età in cui hanno perso la loro verginità o il loro livello di desiderio sessuale. I primi due, però, hanno riportato una soddisfazione sessuale più bassa rispetto al gruppo di controllo. Gli uomini con Disturbo da Dismorfismo Corporeo, infine, riferivano di soffrire di Disfunzione Erettile con una percentuale significativamente maggiore.

Pubblicità

Dai dati è emerso, in più, che alcuni degli uomini del campione hanno cercato di modificare la lunghezza o la grandezza del loro pene, con tecniche quali il “jelqing”, gli esercizi di stretching, le pompe a vuoto e, in un caso, un dispositivo meccanico estensore del pene. “Bisogna notare, però, che le percentuali di successo di tali tentativi sono state basse e questo supporta quanto emerso nelle ricerche precedenti”, hanno precisato Veale ed i suoi colleghi. “Una semplice ricerca su Google darà come risultato centinaia di ‘soluzioni’ per aumentare la misura del pene; comunque, non si ha un’evidenza fondata della loro efficacia. In più, queste tecniche sono, spesso, rischiose ed i medici dovrebbero informare i loro pazienti affinchè essi le evitino e sviluppare una terapia psicologica efficace per questi uomini”.

“Dal nostro campione è emerso che i rimedi esperiti su se stessi, come gli esercizi e le pompe a vuoto, non hanno successo. C’è bisogno di ulteriori ricerche per considerare gli interventi specifici che potrebbero aiutare gli uomini che hanno problematiche dovute alla misura del loro pene”, hanno scritto Veale e colleghi.

Ci sono trattamenti per le persone che soffrono di Disturbo da Dismorfismo Corporeo, come la Terapia cognitivo-comportamentale, “che, però, non sono adatti o disegnati per questi soggetti”, hanno aggiunto i ricercatori. “Costoro potrebbero essere aiutati dalla Psicoeducazione e dal Counselling, ma non ci sono ancora studi clinici randomizzati e controllati che valutino l’efficacia di ciascun trattamento”.

 

(Traduzione e adattamento a cura della Dottoressa Alice Fusella)

 

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Vuoi conoscere il nome di uno psicologo e/o psicoterapeuta che lavora nella tua città o nella tua regione? Cercalo subito su logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

Tags: sesso terapia adolescenza disagio, preoccupazioni ansia del pene piccolo dismorfismo penieno misura verginità soddisfazione sessuale terapia cognitivo-comportamentale

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Quanto sei soddisfatto del tuo lavoro?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sessualità (1560543734926)

Cinzia,56 Buonasera, c’è una cosa che mi assilla. ...

Coppia e Famiglia (15604028132…

damiano, 46 Ho una dipendenza affettiva verso una donna della mia eta'. ...

Oscillazioni (1558793295819)

Tatiana, 21 E' difficile dire a che campo appartiene il mio problema, penso sia un insieme di causa: sta di fatto che per semplificare posso affermare che ho...

Area Professionale

Articolo 21 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.21 (insegnamento strumenti e tecniche psicologiche), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardi...

Articolo 20 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.20 (didattica e deontologia), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Articolo 19 - il Codice Deonto…

Prosegue su Psiconline.it, con il commento all'art.19 (selezione e valutazione), il lavoro a cura di Catello Parmentola e di Elena Leardini che settimana dopo s...

Le parole della Psicologia

Angoscia

« Con il termine angoscia non intendiamo quell'ansietà assai frequente che in fondo fa parte di quel senso di paura che insorge fin troppo facilmente. L'angosci...

Riserva cognitiva

Alla fine degli anni Ottanta viene riconosciuta e definita la capacità individuale di resistere al deterioramento cognitivo fisiologico o patologico. Possono e...

Resilienza

Quando parliamo di resilienza ci riferiamo alla quella capacità di far fronte in modo positivo a degli eventi traumatici riorganizzando positivamente la ...

News Letters

0
condivisioni