Pubblicità

Il bambino indesiderato e il suo istinto di morte (Ferenczi, 1929)

0
condivisioni

on . Postato in Autori della Psicologia - frasi e citazioni fondamentali | Letto 3647 volte

1 1 1 1 1 Votazione 0.00 (0 Voti)

sandor ferenczi“Solo nella misura in cui i genitori dimostrano al bambino un amore senza limiti e lo circondano di cure e di tenerezza, essi possono farsi perdonare di averlo messo al mondo senza sua richiesta; in caso contrario, entrano ben presto in azione gl’impulsi distruttivi.

Ciò non è strano perché il lattante è molto più vicino alla non-esistenza individuale di quanto non lo sia l’adulto, che ne è separato dall’esperienza della vita. Per questa ragione si direbbe che sia molto facile che il bambino scivoli sponteamente indietro, nell’inesistenza. La <<forza vitale>> capace di resistere alle difficoltà della vita non è dunque di per sé così grande, ed è solo a condizione di venir trattato ed educato con delicatezza che il bambino acquisisce una progressiva immunizzazione contro i danni fisici e psichici […] Naturalmente poi si dovrebbe affrontare il compito di distinguere le sottili differenze tra i sintomi nevrotici dei bambini trattati con freddezza fin dall’inizio e quelli dei bambini accolti, prima con entusiasmo e con manifestazioni appassionate d’amore e poi completamente trascurati.” (pp. 363-364)


“ […] in molti casi di diminuita voglia di vivere mi sono visto costretto, durante la cura, a  ridurre sempre più le mie richieste di efficienza ai pazienti. Alla fine mi capitava di paragonare un paziente a un bambino che bisogna lasciare in pace per un certo tempo, in modo analogo, per l’appunto, a quel << trattamento preliminare >> che Anna Freud ritiene necessario nell’analisi infantile. Lasciare in pace i pazienti significa allora lasciarli godere per la prima volta di quel senso di irresponsabilità che è proprio dell’infanzia, il che comporta l’introduzione di impulsi vitali positivi e di motivazioni per continuare a vivere. In questi casi solo in un secondo momento si possono adottare quelle condotte frustranti che distinguono altrimenti le nostre analisi.”” (pp. 364-365)

 

Sandor Ferenczi

 

Il bambino indesiderato e il suo istinto di morte, tr. it. in Ferenczi S., Fondamenti di psicoanalisi, Guaraldi, Rimini, 1974, vol.3

 


Scrivi articoli di psicologia e psicoterapia e ti piacerebbe vederli pubblicati su Psiconline?
per sapere come fare, Clicca qui subito!

Ti è piaciuto l'articolo che hai appena letto e vuoi essere informato sulle novità che vengono pubblicate su Psiconline.it?
Iscriviti alle nostre newsletter settimanali per essere in continuo contatto con la psicologia!

Scegli come ricevere la newsletter:
I agree with the Privacy e Termini di Utilizzo
 
Pubblicità
Stai cercando un pubblico specifico interessato alle tue iniziative nel campo della psicologia?
Sei nel posto giusto.
Attiva una campagna pubblicitaria su Psiconline
logo psicologi italiani
Corsi, Stage, Informazioni per formare e far crescere i Professionisti della Psicologia Logo PSIConline formazione

 

 

 

Tags: amore genitori bambino istinto di morte impulsi distruttivi sintomi nevrotici tenerezza

0
condivisioni

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Consulenza-info [1617960082929…

  Sarah, 19 anni   Salve, le scrivo per dirle che in questi momenti mi sento molto sola. Vorrei andare avanti nel mio percorso di vita ma ho t...

Paure invalidanti [16176868876…

Verde123, 33 anni     Buongiorno, scrivo perché mi trovo in una situazione per me difficile da sopportare e risolvere. Sono sempre stata una p...

Mi sento triste e depresso [16…

ANONIMo, 14 anni   Buongiorno, sono un ragazzo di 14 anni e sto vivendo un periodo buio nella mia vita; il motivo è soprattutto l'impatto che ha av...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Amaxofobia

L'amaxofobia è il rifiuto di origine irrazionale a condurre un determinato mezzo di trasporto. Può essere dovuta, per esempio, al coinvolgimento diretto o di p...

Disforia di genere

"Per un momento ho dimenticato me stesso, per un momento sono stato solo Lili." The Danish Girl Con il termine Disforia di genere si fa riferimento all’insoddi...

Sindrome di Munchausen

S'intende un disturbo psichiatrico in cui le persone colpite fingono la malattia od un trauma psicologico per attirare attenzione e simpatia verso di sé. A vol...

News Letters

0
condivisioni