Pubblicità

Contemporaneamente - Luci ed ombre del Millennio

Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

5 minuti per pulire una spiaggia

5 minuti per pulire una spiaggia"L’estate sta finendo, un anno se ne va”, ma la nostra pattumiera resta, i rifiuti che abbiamo abbandonato si accumulano, rimangono a testimoniare il passaggio dell’essere umano sulla spiaggia.

Non parlo di te, di voi, e nemmeno di me, eppure parlo di tutti.

La differenza sta nel grado di consapevolezza che riguarda ogni singolo individuo: quello che deliberatamente getta per terra un contenitore di plastica, quello che passando lo vede ma non dice nulla, ma anche quello che, arrivando in un secondo momento, scorge l’oggetto per terra ma non lo raccoglie - come se il misfatto non lo riguardasse personalmente.

Cammino lungo il bagnasciuga. Un uomo sotto l’ombrellone fuma la sua sigaretta. Lo fa di fretta, perché i figli lo stanno chiamando a gran voce; vogliono che porti loro il canotto e si dedichi ai divertimenti degli ultimi giorni di vacanza. L’uomo spegne la cicca nella sabbia e la sotterra con un paio di manate, prima di dirigersi ridendo verso l’acqua.

Un gruppo di ragazzini raccoglie zaini e borse, poi imbocca il sentiero che costeggia la scogliera. Una biondina giovanissima sta sorseggiando coca-cola da una lattina abbracciata al proprio ragazzo, i due si baciano. Un altro ragazzino sgranocchia le ultime patatine del sacchetto che gli sventola tra le mani. Qualche centinaio di metri più in là c'è una pineta. Il gruppetto fa una sosta all’ombra. Ridono, scherzano, fumano. Quando i fanciulli riprendono il cammino, le cicche, il sacchetto delle patatine e la lattina restano dentro un cespuglio di piante selvatiche.

Una famiglia attrezzatissima per il pranzo al sacco - padre madre nonna e due bambini - se ne sta lì al sole, accampata tra gli scogli. I rifiuti che produce potrebbero essere gettati nel contenitore del bar o trasportati fino alla strada per essere riposti nei cassonetti che si trovano a circa trecento metri dall’imbocco del sentiero. Rimango a osservare la scena, domandandomi se il bidone non sia troppo distante per queste persone, poiché carte, bottiglie e piatti di carta vengono depositati tra uno scoglio e l’altro e lasciati lì - un ricordo del quale la spiaggia farebbe, io credo, volentieri a meno - quando la famiglia si allontana dal luogo in questione.

Pubblicità

Ogni giorno, un po' per gioco, un po' per impegno - è nostro modo di “fare anima” attraverso il gesto - con mio figlio e mio marito raccogliamo qualche bottiglia, un contenitore, una cartaccia, perfino dei pannolini per neonati.

Ogni giorno ricaviamo un bottino notevole, almeno un sacchetto riempito ben bene. Resto sempre un po' stupita dal fatto che il giorno dopo ci sono oggetti nuovi, spesso seminascosti tra le frasche, come se chi li ha abbandonati sapesse che no, la sua non è una bella azione nei confronti degli altri e della natura stessa, e volesse in parte mascherare una condizione umana di maleducazione e cafoneria.

Perché facciamo gli spazzini? Non ci basta pulire laddove sporchiamo noi stessi? No, non ci basta. Mi piacerebbe evitare, gradirei non dovermene occupare e preferirei che ogni persona pensasse ai propri “escrementi” di plastica e metalli, di vetro e carta. Certamente, sarebbe bello che ogni umano pensasse a se stesso, ma finché ciò non avverrà, io andrò avanti a raccogliere e differenziare quel che incontro sul mio sentiero, sulla strada che percorro. Mi fa sentire meglio, mi dona un po' di bellezza. L’ho sempre fatto, lo ammetto. Ogni tanto metto anche dei cartelli colorati nei punti strategici sul sentiero. E finalmente scopro che non sono la sola.

Su Instagram c'è un’iniziativa che si chiama #5minutebeachcleanup.

Più persone hanno avuto idee simili, poiché di progetti affini se ne trovano diversi navigando nel web, come ad esempio la proposta nata da un acquario del Nord Carolina (Roanoke Island), ma è stata Carolina Sevilla, forse grazie alla sua aria “cool” e a uno stile di comunicazione azzeccato, ad avere il merito del toccare le giuste corde popolari attraverso la condivisione di fotografie su Instagram.

http://instagram.com/5minutebeachcleanup

Vi aggiungo i link di un paio di video che spiegano l’iniziativa:
https://youtu.be/7_Xv28AQYOI
http://diembaomang.com/video/watch/140125

Un comportamento buono può essere indotto anche dall'esempio, perché se lo faccio io e poi lo fai tu, possiamo unirci e radunare tutti coloro che sono già abituati a farlo o che intendono raggiungerci e...

"È una briciola di senso.
Un uccellino che porta una goccia d’acqua per spegnere un incendio.
Un fremito d’ala di farfalla."

 

 


Pubblicità

 

 

Vota:
Diversità ed estraneità
Il migrante che sta al mio confine
 

Commenti

Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Perché andare in psicoterapia?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Sfogo... (1504940202677)

andrea, 30       Individuo probabilmente schizofrenico... all'età di tre anni la madre, esasperata dal rapporto con il padre cerca di soff...

blocchi mentali (1505330248387…

PASHINO, 42       Sono in terapia da quattro anni, ho avuto una vita molto difficile e di solitudine con genitori ciechi e una sorella anch...

DEPERSONALIZZAZIONE? (15044611…

Emanuele, 20       Salve, dopo un lungo periodo lavorativo all' estero in cui ho vissuto isolato dal mondo in un ranch in Australia (terra...

Area Professionale

Psicologo a scuola senza conse…

In merito ai fatti avvenuti ad Arezzo, coinvolgente la figura professionale dello psicologo e la cui presenza in aula a scopi valutativi senza consenso da parte...

Il Jobs Act Autonomi 2017: nov…

Il Jobs Act autonomi 2017, contenuto all'interno della precedente Legge di Stabilità del 2016, è in vigore dal 14 giugno 2017. Il disegno di legge prevede 21 ar...

Linee guida per le prestazioni…

LINEE GUIDA PER LE PRESTAZIONI PSICOLOGICHE VIA INTERNET E A DISTANZA Realizzate dalla Commissione ATTI TIPICI del CNOP le nuove linee guida per le prestazio...

Le parole della Psicologia

Intelligenza Emotiva

"Si tratta delle capacità di motivare se stessi e di persistere nel perseguire un obiettivo nonostante le frustazioni; di controllare gli impulsi e rimandare la...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

Pet therapy

Con il termine pet therapy s'intende generalmente, una terapia dolce, basata sull'interazione uomo-animale. Si tratta di una terapia che integra, rafforza e co...

News Letters