Pubblicità

Psicologia, Audivisivi, Informazione

0
condivisioni

Mi chiamo Stefano Paolillo e sono nato a Napoli.
Sono arrivato a Roma nel 1991 e da allora lavoro per la RAI-RadioTelevisione Italiana in qualità di operatore di ripresa.
Mi sono laureato in psicologia clinica e sono iscritto all’Ordine degli Psicologi.
Insegno presso l'Università per Stranieri di Perugia presso il corso di laurea magistrale in...

Mi chiamo Stefano Paolillo e sono nato a Napoli.
Sono arrivato a Roma nel 1991 e da allora lavoro per la RAI-RadioTelevisione Italiana in qualità di operatore di ripresa.
Mi sono laureato in psicologia clinica e sono iscritto all’Ordine degli Psicologi.
Insegno presso l'Università per Stranieri di Perugia presso il corso di laurea magistrale in “Comunicazione Pubblicitaria, Storytelling e Cultura d’immagine” e ho pubblicato

  • Psicologia dell’informazione e del giornalismo; 2017, Edizioni Psiconline; Francavilla al Mare; ISBN
  • Il magazine giornalistico nel web – Il Tg3 e Altre Visioni” in “Il racconto per immagini in rete. Architettura web e le nuove forme di produzione dell’audiovisivo ; Antonio Catolfi (a cura di); Dipartimento di Scienze del Linguaggio, Università per stranieri di Perugia.
  • Psicologia dell’audiovisivo; 2012, Edizioni Psiconline ; Francavilla al Mare.
Tutto

Psicologo a scuola: l'informazione elementare

Psicologo a scuola linformazione elementarePersonalmente sono sempre stato dell'opinione che l'ambito più intrigante della vita professionale dello psicologo fosse l'intera realtà. Andare a migliorare situazioni e dinamiche, usando le conoscenze di oltre un secolo di studi psicologici, è un'azione attiva per il benessere sociale. In questo quadro vi racconto, come testimonianza, la mia esperienza in una scuola elementare.

Continua a leggere
  1073 Visite
1073 Visite

VISTI DA FUORI. L'immagine degli psicologi/psicoterapeuti sui social visti da loro stessi

Limmagine degli psicologi psicoterapeuti sui social visti dagli stessiQualche tempo fa, in uno dei gruppi di psicologia su Facebook, si discuteva sul fatto che la presenza degli psicologi/psicoterapeuti (abbr. psy) sul web pendesse dal lato del marketing. Sui social vengono riversate tonnellate di "saggezza psicologica", offerte di corsi/training, incontri civetta, proteste contro chi ci "ruba" il lavoro. Data la mia storia personale (psicologo clinico di laurea ma lavoro su territori "altri", come audiovisivi e informazione), osservo sempre questi fenomeni che delineano la nostra immagine. Soprattutto sui social.

Continua a leggere
  1257 Visite
1257 Visite

Siete depressi? Guardate 'Uomini e donne' in TV

siete depressi. uomini e donne in tvSto esagerando? Si, ma appena un po'.

Il programma televisivo ideato da Maria De Filippi nel lontano 1996 come spin off di un altro programma (Amici), è stato accusato di essere tra i campioni del trash tv italiano al punto da far affermare che "il trash in TV non è più un guilty pleasure da guardare di nascosto, telecomando alla mano e orecchio teso verso la porta, ma un piacere manifestato e soprattutto condiviso".

Sostanzialmente la meccanica del programma è quella di suscitare nel pubblico delle identificazioni con i vari personaggi (non persone) così da sentirsi legati al programma ed avere voglia di continuare a vederlo.

Continua a leggere
  1473 Visite
1473 Visite

La beatificazione della meglio gioventù in memoria di Antonio

antonio megalizziDa pochi minuti si è chiusa, nel duomo di Trento, la cerimonia dei funerali di Antonio Megalizzi, il giovane rimasto vittima dell'attentatore di Strasburgo. Scrivere a caldo non consente sempre una puntuale analisi degli avvenimenti, ma qualche impressione la possiamo già registrare. Perché, a sei giorni dalla sua morte ed a nove dall'attentato, abbiamo potuto assistere alla consueta foga mediatica.

Continua a leggere
  731 Visite
731 Visite

Amore Criminale

amore criminale storie di femminicidioI telegiornali sono pieni di notizie dei famigerati femminicidi. Già solo questa parola, coniata nel 1992 da Diana Russell, è stata entusiasticamente usata dai giornali che sono sempre a caccia di neologismi che possano arricchire e caratterizzare il loro racconti. Una parola che ha il compito di indurre sdegno e ripudio.

Continua a leggere
  994 Visite
994 Visite
0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci allo stress?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Problematiche relazionali [160…

m, 20 anni Salve, recentemente dei Miei amici mi hanno detto che dovrei vedere un terapeuta perché secondo loro ho dei problemi a capire come relazionarmi ...

Genitori che non ti accettano …

alice, 25 anni Buongiorno,scrivo perchè mi trovo in una situazione veramente difficile e ho bisogno di un consiglio. Dalla tarda adolescenza non sono mai a...

Attacco di panico [16046547539…

NoNickname1, 18 anni Sono in un periodo difficile. ...

Area Professionale

Il disturbo pedofilico

Secondo il DSM-5 i criteri per diagnosticare ciò che prende il nome di disturbo pedofilico sono definiti come esperienze ricorrenti di eccitazione sessuale inte...

La psicologia forense

La psicologia forense, come definita dall'American Psychological Association è l'applicazione delle specialità cliniche al campo legale. La professione dello p...

Depressione adolescenziale e t…

Secondo un'analisi della letteratura, tra gli approcci psicoterapeutici che mostrano una certa efficacia nella gestione e trattamento della depressione adolesce...

Le parole della Psicologia

Zoosadismo

E’ un disturbo psichiatrico che porta l'individuo a provare piacere nell'osservare o nell'infliggere sofferenze o morte ad un animale Lo zoosadismo, termine in...

Fobie

Nel DSM-IV la fobia specifica è definita come la "paura marcata e persistente, eccessiva o irragionevole, provocata dalla presenza o dall'attesa di un oggetto o...

Bad trip

Con l'aggiunta dell'aggettivo bad (bad trip), si indicano in specifico le esperienze psico-fisiche definibili come negative o spiacevoli per il soggetto. In it...

News Letters

0
condivisioni