Pubblicità

I blog di Psiconline

Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

Santa Claus e Gesù di Nazareth: l'Archetipo

natale archetipoI riti, le ricorrenze in occidente sono scritte sul calendario gregoriano del 1582 e scandiscono le tappe dei 365/366 giorni, tra queste c'è la ricorrenza di Natale che evoca due personaggi importanti: uno è un vecchio grasso con la barba trainato da un carro guidato da renne o da un cavallo alato, l'altro è un neonato, un bambino nato in una grotta o in una capanna.

I due personaggi si contendono la scena. Al nord dell'Europa e nell'America del Nord il vecchio simpaticone compare sulla proscenio della ricorrenza dopo la riforma protestante del 1517: Lutero rifiuta la figura dei santi.

Il vecchio simpaticone rievoca i miti nordici e il dio Odino: ogni anno con il solstizio d'inverno Odino organizza  una caccia per gli dei e i bambini sono soliti a mettere nei loro stivali  carote, paglia e zucchero per sfamare il cavallo alato Sleipnir. Odino come ricompensa allora mette negli stivali dei bambini dolciumi e regali. La tradizione cristiana compara Odino al vescovo San Nicola che muore il 6 dicembre del 346 in Russia. Nella mitologia greca dispensatore di regali è stato il dio del mare Poseidone. E' nel 1823 che il vecchio simpaticone diventa Santa Claus e porta i regali il 25 dicembre. La data coincide con la festa cristiana della nascita di Gesù di Nazareth:la più antica raffigurazione della Vergine con Gesù di Nazareth è presente nelle Catacombe di Priscilla sulla Via Salaria a Roma, del II secolo.

Continua a leggere
  963 Visite
963 Visite

Non accetto il suicidio di un profugo!

suicidio profugoÈ accaduto in un centro di accoglienza, qualche giorno fa.

Anche se l'episodio non mi riguardava direttamente, l'ho visto come il segno della grande sofferenza che ognuno di loro porta dentro di se' e che noi troppo spesso sottovalutiamo, oppure diamo per scontata.

Il ragazzo era arrivato a Milano da poco ed era stato inviato in uno dei tanti centri della città, ma dopo pochi giorni e' stato trovato impiccato in uno dei bagni del centro.

Ho letto la notizia su Facebook e ne sono rimasta sconvolta.

Continua a leggere
  1040 Visite
1040 Visite

Il colore della moda come sintomo

colore modaNiente è dato al caso, nemmeno i colori dei tessuti sono il prodotto dell'estro di chi li porta. I colori della 'moda' contemporanea sono l'espressione dell'insieme di fattori che toccano vari aspetti della contemporaneità. Il colore della moda che prevale su altri è il processo di una serie di eventi che si incastrano, si combinano e costituiscono un percepito fenomenico che va a coprire una massa di corpi, spazi urbani e sociali.

Il colore dominante di questo momento è il nero.

Nero è il vessillo dell'Isis, nero è  lo chador, nero sono le giacche, i pantaloni, i vestiti degli occidentali. Basta fermarsi in una qualsiasi stazione ferroviaria di una città, di un aeroporto, guardare con occhio attento le news televisive per cogliere il prevalere del nero. 

Continua a leggere
  935 Visite
935 Visite

Ottenere risultati con il metodo M.A.D.E.

immagini della menteIl nostro cervello si nutre di immagini, ma le immagini che affollano la nostra mente parlano una lingua che a volte non comprendiamo.

Faccio un esempio per chiarire meglio il concetto: se ci poniamo come obiettivo il parlare ad una platea numerosa e non ci reputiamo buoni comunicatori, il fatto stesso di reputarci (o meglio, crederci) buoni comunicatori potrebbe fare la differenza.

Perchè? Quali immagini hanno di solito nella loro mente le persone che hanno paura di parlare in pubblico?

È dimostrato che, il più delle volte, tali persone prima di iniziare un discorso, si ripetono mentalmente frasi come «Non mi devo emozionare», «Non devo andare nel pallone», «Stavolta non mi devo bloccare», «Stavolta non voglio fare una brutta figura».
Quali immagini evocano queste parole?

Il cervello sappiamo che si nutre più di immagini che di parole – infatti un’immagine vale più di mille parole -, proprio per questo motivo la mente delle persone che non riescono a parlare in pubblico si riempie di immagini di loro stessi che non sanno parlare, che si bloccano e inibiscono davanti ad un pubblico più o meno vasto.

Continua a leggere
  2139 Visite
2139 Visite

I sogni di Wendy

INTRODUZIONE TEORICA

sogno wendyE’ necessaria una premessa teorica per una precisa interpretazione e un’adeguata comprensione dei sogni di Wendy.

Nel definire il “secondo sistema psichico”, Freud introdusse, accanto alla dimensione inconscia pulsionale “Es” e alla dimensione consapevole razionale “Io”, la dimensione “Super-Io”. Quest’ultima è un’istanza psichica che si forma nel corso dell’evoluzione infantile attraverso la “introiezione” della figura paterna e che contiene le norme morali e i valori sociali, il senso del dovere e del limite, il controllo del comportamento e dei sentimenti, dei pensieri e delle pulsioni. Il “Super-Io” valuta e orienta gli investimenti della “libido” verso l’utile personale e collettivo. Va da sé che un “Super-Io” rigido degenera nella bieca censura e blocca l’iniziativa e l’azione. Si diceva che si forma attraverso l’introiezione del padre in quanto rappresentante dei valori morali e sociali, del limite e del divieto, ma nella realtà si può spostare in altre figure che incarnano la suddetta funzione.

Continua a leggere
  1244 Visite
1244 Visite

Guarda anche...

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Fobie, paranoie (1579177546962…

Bibby, 40 anni Salve ho 40 anni 2 figli ho perso mia madre 10 anni fa e da allora si è acutizzato tutto paure fobie ansie ancora non ho accettato e provo fan...

Ansia e panico (1579815239457)

Mmonic, 17 anni   Vi contatto perché non so come fare, come reagire e come trovare una soluzione. Negli ultimi mesi ho il terrore di andare a scuola f...

Ho paura delle conseguenze di …

Orchidea55, 20 anni     Salve Dott.re/ssa, innanzitutto vorrei ringraziarvi  per il servizio che offrite.Sono una ragazza di 20 anni. Non ho...

Area Professionale

Il Test del Villaggio come tec…

La ripetizione e la trasformazione nello spazio e nel tempo Il test del Villaggio è composto da un kit di 200 pezzi di legno colorato raffiguranti edifici (cas...

Psicologo Faber

Lo psicologo non è solo quello che cura ma, in senso più ampio, è interessato al benessere e alla crescita tanto delle singole persone quanto delle comunità. Co...

Psicologi che fanno video: ste…

Proseguono i consigli di Stefano Paolillo agli psicologi che fanno video e che desiderano utilizzarli nella promozione della loro attività professionale Nel pr...

Le parole della Psicologia

Nevrastenia

Termine introdotto dal medico statunitense Beard, nel 1884, per designare un quadro clinico, caratterizzato da stanchezza fisica e mentale, irritabilità, insonn...

Dipendenza sessuale

“Brandon ha paura di questa intimità, fa sesso casuale o con prostitute, ma se deve davvero fare l’amore per lui è impossibile, perché lasciar entrare qualcuno ...

Lapsus

Il lapsus (in latino "caduta/scivolone") è un errore involontario consistente nel sostituire un suono o scrivere una lettera invece di un’altra, nella fusione d...

News Letters