Pubblicità

Psicologia, Audivisivi, Informazione

0
condivisioni
2 minutes reading time (408 words)

Siete depressi? Guardate 'Uomini e donne' in TV

siete depressi. uomini e donne in tvSto esagerando? Si, ma appena un po'.

Il programma televisivo ideato da Maria De Filippi nel lontano 1996 come spin off di un altro programma (Amici), è stato accusato di essere tra i campioni del trash tv italiano al punto da far affermare che "il trash in TV non è più un guilty pleasure da guardare di nascosto, telecomando alla mano e orecchio teso verso la porta, ma un piacere manifestato e soprattutto condiviso".

Sostanzialmente la meccanica del programma è quella di suscitare nel pubblico delle identificazioni con i vari personaggi (non persone) così da sentirsi legati al programma ed avere voglia di continuare a vederlo.

Nella versione attuale del format della "geniale" De Filippi tutto ruota intorno allo scopo di formare una coppia che possa iniziare una relazione sentimentale nella vita reale.

Il programma è offerto in un prodotto registrato e montato, quindi non accade in tempo reale, quindi è manipolabile. In molti hanno accusato il programma di essere artefatto perché i vari protagonisti reciterebbero una sorta di copione.

Come anche è stata mossa l'accusa che i personaggi sono artefatti, caricaturali ma, forse, è proprio quello che rende vincente la formula del programma perché, come riflette qualcuno, "Poche cose al mondo della nostra televisione credo sappiano raccontare l’Italia, i suoi balconi affacciati sulle umane attese, allo stesso modo di Uomini e Donne".

Pubblicità

È difficile spiegare in poche righe questo fenomeno mediatico. Chi vuole può consultare il sito web del programma e farsene un'idea da solo.

Però è probabile che, di fronte alla visione del programma, si possano provare due emozioni e avere due reazioni.

La prima è che i personaggi messi in scena e le dinamiche pseudoamorose rappresentate siano talmente grottesche che il rifiuto nasce spontaneo. In genere, appena si prova questa sensazione, si cambia canale.

La seconda è che gli intrighi, i commenti, le liti, le allusioni, il sesso paventato, vi rapiscano come può farlo solo una soap opera e, quindi, non riuscite più a smettere. In questo secondo caso la reazione sarà la sensazione di non essere soli a provare certe emozioni.

In entrambi i casi, il vostro stato di torpore deprimente sarà stato vinto.

Se siete arrivati fino in fondo alla lettura di questo post non avete la necessità di vedere il programma perché non siete depressi, ma solo curiosi. Perché - è ovvio - non si affronta la depressione con efficacia usando un programma tv.

 

 

Pubblicità



 

 

Scrittura Creativa, Narrativa Autobiografica & Sto...
Egocentrismo & Antropocentrismo
 

Commenti

Già registrato? Login qui
Nessun commento ancora fatto. Sii il primo a inserire un commento
0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 9 - il Codice Deontol…

Articolo 9 Nella sua attività di ricerca lo psicologo è tenuto ad informare adeguatamente i soggetti in essa coinvolti al fine di ottenerne il previo consenso ...

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Le parole della Psicologia

Erotomania

In psichiatria è un tipo di disturbo delirante in cui il paziente ha la convinzione infondata e ossessiva che un'altra persona provi sentimenti amorosi nei suoi...

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

Afefobia

L’afefobia è una fobia specifica che si concretizza con il disagio e la paura ingiustificate e persistenti di toccare e di essere toccati da altre persone. La ...

News Letters

0
condivisioni