Pubblicità

I blog di Psiconline

0
condivisioni
Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

Femminicidio

femminicidioOgni due giorni una donna è uccisa. E’ un calendario macchiato di sangue.

Nella società del benessere apparente il focolare domestico è il luogo più pericoloso per la donna. Una strada buia nel cuore della notte di una metropoli affollata o di una periferia è più sicura del focolare. Oggi l'omicidio domestico si colloca all'interno dell'omicidio violento di genere femminile.

Basta capovolgere la lente degli occhiali per accorgersi che lo stesso carattere della scrittura assume una nuova forma pur essendo la stessa. Leggere la storia della donna con la lente di genere è un modo per trovarsi di fronte ad un capovolgimento delle cose.

Con questo atto concettuale è possibile cogliere quanto è stato storicamente diverso il ruolo, la funzione della donna e dell'uomo; proprio a causa del genere le donne sono state sottoposte ad una storia antropologica sfavorevole.

Continua a leggere
  1502 Visite
1502 Visite

Del Delirio

del delirioOggi, spesso e volentieri, dai mezzi di comunicazione, si sente dire e ripetere che stiamo vivendo una condizione delirante. Sono deliranti quelli dell'Isis, i terroristi che si fanno saltare in aria, sono deliranti gli hooligan, i matti, quelli che uccidono, sono deliranti certi esami all'università o di maturità, sono deliranti certi comportamenti, certi politici, certe religioni, insomma, quando si è in difficoltà a descrivere, comprendere la realtà e quello che sta attorno, si liquida il tutto con questo termine che allontana la conoscenza e l'interpretazione di ciò che sta accadendo.

C'è la tendenza a banalizzare le cose nascondendosi dietro all'aggettivo delirante e al verbo delirare.

E' un atteggiamento, un comportamento che serve per stabilire dei confini tra ciò che è tendenzialmente comprensibile e normale da quello che è incomprensibile e quindi anormale, fuori dalla riga. Con questo paraocchio mentale e sociale si costruiscono dei confini tra persone, gruppi e società.

Continua a leggere
  1427 Visite
1427 Visite

Totem, Orda, Calcio

orda totem calcioL'orda, sotto un cielo plumbeo di stelle, si è radunata in una grande e moderna arena capace di accogliere moltitudini di genti  provenienti da ogni angolo del continente per accedere nello spazio sacro e celebrare il rito del sacrificio.

Al  centro dell'arena però non c'è il magnifico toro bianco incarnato da Zeus che  sedusse e fecondò, dopo essersi  trasformato in aquila, la bella Europa, figlia di Agenore, re di Tiro.
No, al centro dell'arena c'è una sfera, una palla simbolo di perfezione.

La sfera è  il Totem capace di attrarre attorno a sé una folla indistinta senza appartenenza sociale, classe, religione, lingua, razza, sesso, età.

Il Totem contiene in sé il tutto e cancella le differenze, le disuguaglianze, le lingue, è ambivalente include ed esclude, unisce, contrappone amici, avversari. Il Totem per essere totemico deve essere posseduto, introiettato, conquistato, per questo è indispensabile un sacrificio tra parti, una sfida tra amici/nemici, una lotta che stabilisca una identità vincente.

Continua a leggere
  1238 Visite
1238 Visite

Autismo Figlicidio

autismo figlicidioCome un fiore appena sbocciato sfiorisce per una tempesta improvvisa, così la diagnosi di “autismo” depriva i genitori di sogni, desideri, speranze, ambizioni. E' una diagnosi devastante che spalanca un solco profondo dividendo il passato dal presente-futuro.

Al momento della nascita il figlio pare normale, i ritardi alle sollecitazioni si scusano, si tralasciano per un poi che dovrà avvenire. Sarà la mancanza di empatia nella relazione con i propri genitori o il confronto con altri figli oppure con i figli degli amici che farà scattare una molla nella testa dei genitori.

Di solito, dopo un andare e uscire da vari studi di medici di fiducia, specialisti qualcuno pronuncia quello che è scritto nella nuova bibbia del DSM-V, facendo ricadere il disturbo del figlio nella classificazioni di  Disturbo dello spettro Autistico.

Continua a leggere
  1505 Visite
1505 Visite

Angoscia manipolazione elettore

elettore e votoL'individuo, in questo squarcio di secolo ancora fresco, manifesta il proprio disagio staccandosi e separandosi dal voto elettorale 'democratico'   rifugiandosi in un collettivo rimosso.

Attualmente l'elettore vive un sentimento primario, arcaico che coinvolge aspetti emozionali riguardanti l'incomprensione, la svalorizzazione di Sé: si vede tradito, abbandonato e manipolato. E' come se si sentisse considerato un oggetto/voto da catturare.  La politica la percepisce come se fosse un oggetto oscuro, effimero che è  altro  da Sé e lontana dai suoi bisogni quotidiani. E' certo di essere manipolato per scopi poco comprensibili: il dire della politica non corrisponderebbe al fare. La manipolazione altera e transmuta la parola, l'immagine, il gesto e il corpo. 

Continua a leggere
  1392 Visite
1392 Visite
0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Su Psiconline trovo più interessanti...

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Richiesta di sessione di terap…

Daniele C., 24 anni     Ciao, sono un ragazzo di 24. Ho dei problemi a gestire rabbia e nervosismo e la cosa ha un effetto negativo su di me e ...

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Patografia

Ricostruzione delle patologie psichiche di personaggi celebri fondate sulle informazioni biografiche e sull’esame delle loro opere. La patografia è l' “autob...

Climaterio

In medicina si intende il periodo che precede e segue la menopausa, nella donna, o il periodo che precede l'andropausa, negli uomini, caratterizzato dalla cessa...

Agnosia

L'agnosia (dal greco a-gnosis, "non conoscere") è un disturbo della percezione caratterizzato dal mancato riconoscimento di oggetti, persone, suoni, forme, odor...

News Letters

0
condivisioni