Pubblicità

I blog di Psiconline

0
condivisioni
Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

Complessità o Complesso di Inferiorità?

complessitàC'è un rumore di fondo nell'aria, si respira una trasformazione cacofonica di suoni, immagini, parole che si contrappongono e costruiscono un rappresentato sociale poliedrico. Non si capisce se  si vive in una società complessa o in una società con il complesso di inferiorità.

La caratteristica della complessità è quella di immettere tanti input informativi che in un istante imbrattano come dei micrograffiti le pareti della propria stanza e a questi se ne aggiungono altri in continuazione impedendone la lettura.

Come un imbuto queste informazioni affluiscono dentro il cervello e lo ingolfano. L'ingorgo  può produrre una schizofonia tra suoni, forme, significati, oppure causare una omofilia dove ogni oggetto è omologato, oppure generare una deframmentazione delle parti.  Per il cervello diventa difficile catalogare, ordinare, disarticolare, smontare i suoni, le voci, le immagini che affluiscono.

Continua a leggere
  1648 Visite
1648 Visite

Giulio Globalizzazione Claustrofilia

globalizzazioneLa morte del giovane intellettuale Giulio Regeni suscita un grande affetto e patos. Ma, pur desiderando mettere nel cassetto la disperazione, il dramma della sua morte, non è possibile rimuovere questo atroce delitto di civiltà. Il mito della globalizzazione si fonda su un principio che tende ad unificare entità in più ampie comunità al fine di favorirne lo scambio economico delle merci e della finanza.

Con la morte di questo giovane intellettuale, che rappresenta la generazione della post globalizzazione, del post glocal, si evidenzia la morte del glocal, della globalizzazione, infatti sono nati i limes della globalizzazione.

Continua a leggere
  928 Visite
928 Visite

Giovani, Festa, Binge Drinking

giovani e bereCocktails, alcopops, binge drinking sono il mezzo attraverso cui mettere al bando ansie e timidezze per sperimentarsi nell’incontro coi pari, però quando il tasso alcolico prevale sul gusto, il bere assume tinte più scure ed ambigue. E’ lo sballo.

La binge drinking è la moda attuale in voga tra i giovani e non solo, consiste nell’assunzione ravvicinata di diverse unità alcoliche con lo specifico intento di ubriacarsi, magari sfidando gli amici a “chi resiste di più”.  E' un gioco, una sfida ricreativa assumere forti quantità di alcol per provare sul proprio corpo la capacità di soddisfare le sollecitazioni, vincere paure e sentirsi più sicuro di sé.

Continua a leggere
  1156 Visite
1156 Visite

L'oroscopo e la macchina

oroscopo e macchinaOgni anno sulle prime pagine dei giornali, delle riviste, sui magazine, sui vari siti di intrattenimento, nelle televisioni pubbliche e private  gli oroscopi la fanno da padrone.

L'homus erectus et tecnologicus si affretta a leggere, guardare, ascoltare quello che il fato preannuncia per il futuro. Mette da parte la razionalità, la scienza, la realtà e si affida all'esoterismo, al mondo delle verità occulte, al mondo magico. 

E lo spazio dell'effimero concesso dalla società globalizzata e globalizzante è come una vacanza fantasmatica dove liberare sogni stravaganti e fantasie ancestrali. Il tempo concesso è breve, l'umano viene scalciato dall'iperuranio e rigettato nella realtà fatta di spaventosi eventi che rimuovono il vagare nell'ozio.

Continua a leggere
  919 Visite
919 Visite

2016 Istantanee di volti

obama piangeLa mattina del primo dell'anno è sempre avvolta da una impercettibile sensazione di estraneazione e di curiosità, come nella favola di Aladino si strofina il giorno con un panno magico per vedere, sentire il Genio che disegnerà lo scenario del presente prossimo.

L'incanto svanisce il giorno dopo quando accanto alla tavola apparecchiata compare alla televisione il volto del Presidente degli Stati Uniti D'America che lascia scivolare delle lacrime sofferte sullo zigomo. Le lacrime del Presidente  Obama sono un segno che sollecita qualche interrogativo perché, quando il potere piange, vuol dire che lo stesso potere è stato attaccato e limitato da un altro. Il Presidente della più grande nazione è costretto a sottostare al potere dei venditori di armi che si oppongono al suo desiderio di regolamentare la vendita.

Continua a leggere
  1093 Visite
1093 Visite
0
condivisioni

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Le festività ti aiutano a stare meglio?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Richiesta di sessione di terap…

Daniele C., 24 anni     Ciao, sono un ragazzo di 24. Ho dei problemi a gestire rabbia e nervosismo e la cosa ha un effetto negativo su di me e ...

Rapporti nonni-nipoti [1619430…

soffice, 42 anni     Gentili dottori, vi chiedo un parere circa l’atteggiamento da tenere verso il padre di mio marito, nonno della nostra bam...

Ho fallito in tutto sono depre…

Alessandro, 62 anni.     Ho 62 anni e sono arrivato ad uno stadio di depressione da cui non vedo possibilità di uscita, sono disperato ormai. ...

Area Professionale

Esame di Stato Psicologi 2021

In questo breve articolo ci soffermeremo sulla modalità di svolgimento dell'Esame di Stato (EDS) per la professione di Psicologo/a, ad un anno dall'esperienza p...

Il modello Kübler-Ross: le cin…

Nel 1969, Elizabeth Kübler-Ross, lavorando con pazienti terminali, ha ideato un modello in cui venivano presentate le cinque fasi del dolore: diniego, rabbia, c...

Sistema Tessera Sanitaria - No…

ultimi aggiornamenti sull' utilizzo della Tessera Sanitaria per psicologi.   Uno fra tutti è il cambio del termine per la comunicazione online delle sp...

Le parole della Psicologia

Acrofobia

L'acrofobia è definita come una paura dell'altezza. A differenza di una fobia specifica come l'aerofobia, ossia la paura di volare, l'acrofobia può generare uno...

La proiezione

La proiezione è un meccanismo di difesa arcaico e primitivo che consiste nello spostare sentimenti o caratteristiche proprie, o parti del Sè, su altri oggetti o...

Lo stereotipo

Il termine stereotipo deriva dalle parole greche "stereos" (duro, solido) e "typos" (impronta, immagine, gruppo), quindi "immagine rigida". Si tratta di...

News Letters

0
condivisioni