Pubblicità

I blog di Psiconline

Parliamo di Psicologia insieme ai nostri amici online...

ATTENZIONE: Per poter votare i post presenti o per lasciare un commento è necessario prima registrarsi oppure effettuare il login (puoi farlo cliccando sul lucchetto nella barra che segue). E' anche possibile accedere con il proprio account Facebook.

I Mandala in un centro diurno Alzheimer - Tra disorientamento e ritorno

Nella mia esperienza clinica con individui e gruppi non ho ancora lavorato con i “mandala” da colorare o da far disegnare ai pazienti, se non in maniera indiretta, ovvero proponendo agli stessi drammatizzazioni circolari e dipinti in cornice rotonda. Naturalmente, il gruppo stesso è un cerchio, dentro il quale prende vita la dinamica dell’incontro nel qui e ora.

alzheimer

Come conduttrice di gruppi, utilizzo spesso e volentieri immagini a colori, stimoli per l’avvio del lavoro terapeutico, di formazione o di supervisione e nei laboratori creativi. Privilegio figure tratte dalla storia dell’arte ma anche la ricchezza simbolica degli arcani maggiori; dispongo questi ultimi in cerchio per una sorta di percorso di riflessione e invito i partecipanti a scegliere la carta che li colpisce di più, dando loro lo spunto per narrare una storia corale e rappresentare qualche pezzo teatrale improvvisato.

Continua a leggere
  4251 Visite
4251 Visite

Hai paura del lupo? La simbolica di una Fiera tra distruzione e rinnovamento

Per tornare a casa attraverso il parco e mi soffermo a osservare le cornacchie. Fino a una ventina di anni fa non si vedevano né corvi né cornacchie nei parchi metropolitani, soprattutto in centro, mentre oggi la presenza di questi uccelli accanto a piccioni, merli e passeri è la norma. A Roma, i cinghiali rovistano nei cassonetti dell’immondizia. A Torino, i gabbiani si sono riprodotti sopra i tetti delle vecchie fabbriche. Le nutrie passeggiano lungo il fiume e giocano sulla riva accanto ai pescatori.

lupi mian

Entro in casa e accendo il computer per controllare la posta. Tra le mail ce n’è una del WWF dedicata a un lupo vittima di bracconaggio nei boschi in provincia di Rieti. Il 30 maggio l’animale è stato ucciso e poi impiccato. Così, a sfregio. Le fiere danno noia ai cacciatori, si sa: rompono le scatole, mangiano quel che l’uomo armato di fucile vorrebbe catturare per sé. Lupi, volpi, orsi non sono amici dei cacciatori – o forse sarebbe meglio dire il contrario, ed è per questo motivo che si sente parlare di questioni tipo la mattanza della ‘caccia in tana’ (soprattutto per le volpi).

Continua a leggere
  1838 Visite
1838 Visite

Gesti estremi, a volte senza rimedio

Rifletto ancora (e nelle prossime “puntate” ancora rifletterò) sul termine “confine”, limes, quel Limite che oggi sfuma in assenza, una cancellazione che diventa transito, passaggio verso l’altrove, nuova soglia - limen – attraverso la quale un’eccezione si fa regola condivisa da o in un gruppo.

gesti estremi

Gesti estremi, gli agiti di un essere umano nello spazio tra la vita e la morte, diventano a volte senza rimedio. La tendenza all’agito performativo è una modalità di comportamento riconoscibile tra le caratteristiche degli individui che, per età e disposizione, vanno alla ricerca di se stessi e del proprio significato nel mondo; il poter dimostrare agli altri chi si è e di che cosa si è capaci è un percorso che la maggior parte degli adolescenti conosce e vive in modi differenti.

Continua a leggere
  1444 Visite
1444 Visite

Gli Dei del DNA e la Psicologia dell'Errore

Psicologia dellErroreSorseggio il mio caffè macchiato mentre rileggo i commenti della psicologa analista Simonetta Putti al mio precedente articolo “Creare il mammufante ma eliminare l’elefante: la nostra epoca borderline”. La collega scrive:
Si evidenzia la preponderanza - nel nostro tempo - di una marcata Onnipotenza che trova sostegno in una Tecnica che pare avanzare ignorando il confronto con un sano senso del Limite. Il potenziale della tecnica, come ci ricorda Hans Jonas, ovvero la capacità di mettere a rischio la sopravvivenza del genere umano o di danneggiare la sua incolumità genetica, di modificare arbitrariamente e /o distruggere le condizioni che permettono una vita sulla terra, pone alla fine anche un problema metafisico. Problema riassumibile nella domanda di fondo: se e perché deve esistere una umanità? L’uomo deve mantenersi così come l’evoluzione lo ha portato ad essere? Perché si deve rispettare la sua eredità genetica? Credo che non si tratti di mettere un limite al progresso ma alle sue derive dis-umanizzanti.

Continua a leggere
  2276 Visite
2276 Visite

Creare il Mammufante ma eliminare l’Elefante: la nostra epoca borderline

Ganesh - il mammufante e l'elefanteDi sfuggita leggo il titolo di un articolo sulla prima pagina di un giornale dimenticato in metropolitana: “Le sinapsi artificiali apprendono da sole”. Tra un impegno e l’altro sfoglio il nuovo numero del National Geographic Italia (aprile 2017) e mi perdo tra le righe di un altro articolo: “L’uomo del futuro”. Apprendo che, secondo il parere di alcuni scienziati, “l’unico ostacolo al balzo tecnologico” che ci farà umanità nuova (attraverso tecnologie come CRISPR-Cas9) sarebbe “l’uomo stesso, nel senso che potremmo decidere che non vogliamo usare pratiche eugenetiche sul nostro stesso genoma. Ma questo scrupolo ci fermerà davvero? E per quanto tempo?"1

Continua a leggere
  1659 Visite
1659 Visite

Pubblicità

Pubblicità

I Sondaggi di Psiconline

Come reagisci alle notizie riguardanti l’immigrazione?

Pubblicità

Le Risposte dell'Esperto

Gelosia o invidia? (1551968137…

Flow, 24     Buongiorno, ho 24 anni e sono sposato. ...

Problemi con la biologia marin…

JIM87, 32     Buongiorno ho frequentato il corso di laurea magistrale di biologia marina all'Università di Padova e dopo vari problemi con un pro...

Relazione di coppia patologica…

Matilde, 39     Salve, da qualche anno convivo con un uomo che giunti al secondo anno si è trasformato. Inizialmente ero un po' più fredda io for...

Area Professionale

Articolo 8 - il Codice Deontol…

Prosegue con l'articolo 8, anche questa settimana, su Psiconline.it il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani a cura di Catello Parm...

Articolo 7 - il Codice Deontol…

Proseguiamo su Psiconline.it, settimana dopo settimana, il lavoro di commento al Codice Deontologico degli Psicologi Italiani, a cura di Catello Parmentola e di...

Elementi di Diritto per lo psi…

In questo articolo forniremo dettagliatamente alcuni elementi basilari di diritto per lo psicologo clinico che si trovi chiamato ad operare direttamente nel con...

Le parole della Psicologia

Ortoressia

L'ortoressia (dal greco orthos "corretto" e orexis "appetito") è una forma di attenzione abnorme alle regole alimentari, alla scelta del cibo e alle sue caratte...

Introiezione

Introiezione è un termine di origine psicoanalitica, con il quale si intende quel processo inconscio, per cui l’Io incamera e fa proprie le rappresentazioni men...

Coping

In che modo tendiamo a superare gli ostacoli e lo stress che la vita ci sottopone? Attuando strategie di coping!! Dall’inglese to cope (affrontare) il te...

News Letters