Vai al contenuto

Tutte le attività

Aggiornamento automatico di questo flusso dati

  1. Oggi
  2. Giusto per scrivere il finale di questa terribile ma comunissima storia: alla fine me ne sono andato. E quando me ne sono andato il progetto era ancora nel medesimo stato in cui versava all'inizio, ovvero: mal ideato, mal progettato, incompleto nonchè lungi dall'essere completato, causa impossibilità dell'applicare soluzioni pratiche a requisiti fumosi ed irrealistici. E sono passati anni. Come previsto ed esposto ai miei superiori fin dall'inizio. Io mi chiedo come si faccia a definire ciò "lavoro". Le uniche cose che ci vedo io sono ignoranza, presunzione e malaffare. Molto tr
  3. Ultima settimana
  4. Salve, mi presento, mi chiamo Daniele ed ho 24 anni. Vivo in una famiglia composta da mia madre, mio fratello ed io. Mio padre non e' piu' presente in casa, hanno avuto una separazione. Non ho idea di quando mia madre ha iniziato a bere, immagino da quando ero piccolo, indicativamente verso i 4/5 anni. Come descritto da titolo, mia madre soffre di una dipendenza da alcool e credo sia depressa, dico questo perche' il coportamento di mia madre e' anomalo: non beve tutti i giorni, ma a periodi. E' in grado di starne senza anche per mesi, ma puo' ricominciare da un momento all'altro p
  5. Salve, vorrei parlare con qualcuno che non mi conosca direttamente perché ad essere sincera mi vergogno un po' di quelli che sono i miei problemi. Ho 27 anni, ho una relazione di 3 anni e da 2 mesi circa conviviamo in Germania dove lui si era trasferito da quasi un anno. Quindi per un anno siamo stati a distanza. Abbiamo sempre avuto dei problemi, litigavamo spesso soprattutto a causa mia e la cosa peggiora. Durante l'anno in cui siamo stati lontani è successo un episodio che ha messo non poco in crisi il nostro rapporto. Lui mi raccontava che con una collega di lavoro scherzav
  6. Ciao ragazzi, vi scrivo qui perchè sento che parlare con i miei amici, non basta più. Per quanto sostegno riescano a darmi, sento di dover analizzare la situazione in maniera più approfondita e ho dunque bisogno di un consiglio da parte di persone mature e che abbiano già affrontato queste situazioni almeno una volta nella vita. Comincio magari con una panoramica della situazione: Sono una donna di 24 anni lesbica. Nel mese di Novembre 2019 ho conosciuto tramite la mia coinquilina una bellissima donna di 35 anni (scorpioncina), nonchè mia vicina di casa, io abito al primo piano, l
  7. Lui non ti merita, punto e basta. Devi volerti bene: dimenticalo. Se ti voleva ti avrebbe già presa.
  8. Salve a tutti Scrivo qui perché voglio sfogarmi e sperare che scrivendo qualcuno mi senta e mi aiuti. Ho 36 anni e convivo con la mia ragazza. O problemi sono iniziati da subito. La causa scatenante sono Stati i miei genitori. Io all inizio ero tra l incudine e il martello e devo dire che questo loro farsi la guerra ha da subito solcato il rapporto. Ho tentato in tutti i modi di cercare una soluzione pacifica ma non ci sono riuscito. Fin quando un giorno dopo molte liti e molti giorni passati a farmi male ho deciso di sbattere la porta in faccia ai miei genitori e fargli capire che ora av
  9. Hai mai provato a parlarne con lui di questa cosa? A chiedere che cosa pensa davvero di te? E poi hai provato a chiederti se queste cose che ti ha omesso sono davvero importanti oppure è il fatto che non te le abbia dette che ti fa stare male? A volte basta solo parlarne per capirsi meglio, per esperienza personale ti dico che la convivenza non è facile soprattutto all'inizio, avete bisogno sia lui che te di trovare il vostro equilibrio e non sempre arriva subito
  10. Ciao a tutti, mi chiamo Sofia e ho 23 anni. Da un po di tempo ho capito che c'è qualcosa che non va in me,sopratutto quando si tratta di me all'interno della mia relazione. Ho scoperto di avere tutti i "sintomi" che riguardano la dipendenza affettiva e ho molta paura. Fino a poco tempo fa (4/5 mesi fa) pensavo di avere solamente un carattere difficile, fragile, molto gelosa ecc ecc, una persona normale con i suoi difetti. Ma più vado avanti e più mi accorgo che non è così. Io sono totalmente dipendente dal mio ragazzo. Da quando lo conosco e soprattutto da quando conviviamo, vivo in ques
  11. ciao, lei scarica su di te tutta la rabbia ed il dolore, se tu te ne andassi non avrebbe più il feticcio su cui sfogarsi, LEI NON TI AMA ASSOLUTAMENTE, farti del male per lei secondo me è solo una valvola di sfogo. Cerca un lavoro in un posto lontano SENZA DIRLE NULLA anche se sei precaria vacci lo stesso, un giorno al mattino dici che vai a lavorare in un'altra regione e che non deve cercarti per nessun motivo al mondo. Cambia numero di telefono, elimina tutti i contatti che avevi prima, cancellati da TUTTI i social. a quel punto sei morta, puoi cominciare a vivere davvero.
  12. L’adolescenza è sempre descritta come il periodo più bello della vita, in cui ci si diverte e si fanno nuove esperienze indimenticabili. Questo è vero, ma allo stesso tempo il periodo dell’adolescenza è davvero uno schifo. Ho 16 anni e mi faccio schifo, perché la generazione attuale ti impone degli standard di bellezza che sono praticamente irraggiungibili. Si, è facile dire “bisogna accertarsi per come si è” “rendi i tuoi difetti i tuoi punti di forza”, ma non è così. La realtà è che se non ti vesti alla moda sei etichettato come sfigato, se non fai ciò che fanno tutti gli altri ragazzi
  13. In precedenza
  14. Lisa.amy

    Tormento

    Ciao, sono una ragazza di seidici anni. Oggi parlerò di una cosa che mi tormenta e di cui avevo già parlato tempo fa. Durante il biennio ho avuto una prof di italiano che ho adorato, io amo l'italiano e con lei lo amavo sempre di più. Quest'anno però purtroppo non c'è l'ho, ne ho un'altra che non ho ancora visto perché si é messa in malattia per tutta la settimana. Questa cosa mi ha tormentato per tutta l'estate, io provo veramente tanta stima per lei, o non so neanche come chiamarlo questo sentimento di cui infatti avevo parlato nel mio primo discorso. Oggi l'ho vista e ci ha salutati, e io s
  15. BARDAMU

    Ciao a tutti

    Buongiorno a tutti. Mi chiamo Daniele ed ho trovato questo forum facendo alcune ricerche. Ultimamente mi sto interessando molto all'argomento "schizofrenia", e mi piacerebbe entrare in contatto con qualcuno/a che abbia voglia di raccontarmi un pò la propria esperienza, sia che l'abbia vissuta in prima persona, sia che abbia avuto genitori affetti da schizofrenia. Grazie e bentrovati.
  16. Buongiorno a tutti! Mi rivolgo a voi sperando in un supporto. Sono una studentessa di Scienze della Formazione Primaria e sto iniziando in questi giorni a pensare alla mia tesi conclusiva per il Corso. Sono molto interessata al tema della teoria della mentalizzazione, in particolare circa gli alunni della scuola d'infanzia (età 3/6 anni). Vi chiederei se qualcuno di voi si è mai imbattuto in un testo accademico che potrebbe servirmi riguardo a questo argomento. Libri, articoli, manuali, pubblicazioni di ogni genere sarebbero molto utili. Vi ringrazio anticipatamente! Alice
  17. Lisa.amy

    Cosa potrei fare?

    Grazie dei consigli, se ricapiterà qualcosa che mi farà arrabbiare mi farò valere!
  18. Non capisco dove sbaglio nel mio rapporto. Conviviamo insieme da poco più un mese e mi sembra di stare con una persona diversa. Per lui ho lasciato a mia casa e la mia famiglia e sono partita per Milano, senza un lavoro e con pochi spiccioli, solo perché volevo stargli vicino dopo che ha sopportato nell'anno scorso un brutto lutto, ma ora non so più dove inizio io e dove lui. Certo di essere perfetta in tutto: bado alla casa, a lui e cerco frenetica un lavoro. Oggi, però, ho saputo che mi ha tenuto nascono delle cose durante il rapporto a distanza, che mi ha omesso e continuato ad omett
  19. Carotidea

    Psicosi paranoide cronica

    Salve a tutti. Il mio compagno ha avuto a maggio uno scompenso psicotico tale da portarlo ad un tso. Alla dimissione la diagnosi è stata "psicosi paranoide cronica". Attualmente è seguito da uno psichiatra e assume terapia Lai ogni 20 gg. Lui sta benissimo, forse solo un po di abbattimento per via della presa di coscienza della sua situazione. Io mi sono rivolta allo psichiatra per chiedere informazioni sul tema: lui non mi ha parlato di psicosi paranoide ma di "disturbo dello spettro psicotico" e non mi parla di malattia cronica ma di un disturbo lungo che però, con la buona aderenz
  20. Salve a tutti. Io soffro, almeno credo di soffrire, di derealizzazione dall'età di 13/14 anni. Oggi ho 26 anni, sono ancora in questa situazione 24h su 24. A causa di questa sensazione mi sto perdendo tantissimo della vita, non ho ancora preso la patente, mi sono diplomato con 3 anni di ritardo e non lavoro ancora. Ho seguito percorsi da uno psicoterapeuta un paio di anni fa, ma mi davano la sensazione di non comprendere il mio problema, che faccio pure fatica a spiegare, perché, almeno io, trovo difficile da spiegare. Mi sento costantemente in un sogno, come stordito. Ho continui problemi di
  21. Ritengo sia una complicazione durissima ma utile; per me è stata un pezzo di vita vera vissuta, con emozioni che oso ipotizzare, quando si presentano di un certo tipo, siano forti nella misura in cui è grande la voragine affettiva ed emotiva! Io scrivevo email al terapeuta, tra una seduta e l'altra, e ho avuto risultati straordinari anche se ci ho messo 18 mesi. Sono stata coraggiosa e ho sopportato di sentirmi messa in croce dal lavoro stesso. Lasciare che accadano anche piccoli cambiamenti dentro di noi non è una cosa indolore e facile. Si, il coraggio credo sia necessario come la vo
  22. DolceDormire

    Cosa potrei fare?

    Cara Lisa, mi permetto di dirti ciò che sento leggendo la tua storia. Comprendo che tu voglia bene alla tua amica di sempre, guarderei però le cose da un'altra prospettiva. Perchè pensi che lei debba cambiare se è fatta in un certo modo, ed ha una educazione diversa dalla tua? Tu stessa resti statica nel tua posizione di persona che sopporta, e non cambi. Forse oggi indossi questo ruolo con una amica e domani farai lo stesso con un fidanzato o con i tuoi allievi?! Io credo che per diversi motivi, se siamo troppo tolleranti con gli altri, ci dobbiamo aspettare che questi altri facciano un pò co
  23. Salve, mi piacerebbe confrontarmi su temi e problemi dei quali spesso non si parla con i familiari e gli amici anche se cari.
  24. Mi ritrovo in tutto quello che hai detto. Hai trovato un metodo per uscirne da questa situazione? Perché io sto impazzendo.
  25. Lisa.amy

    Cosa potrei fare?

    Ciao a tutti, sono una ragazza di sedici anni. Più indietro avevo parlato di una mia amica che mi dava dei problemi, ne parlerò anche oggi. Come ho spiegato in precedenza con lei ho sempre avuto problemi: se qualcuno mi attaccava verbalmente lei non mi difendeva, al contrario rideva, quando le raccontavo qualcosa lei andava sempre a dirlo in giro, é molto inaffidabile, mi da molto spesso buca, alle superiori mi ha sostituito parecchie volte con altre persone (nel senso, noi siamo migliori amiche e ogni tanto capitava che mi mettesse in secondo piano e che delle persone che conosceva da soltant
  26. Buongiorno, vi scrivo perché sono in una condizione disperata. Ho 33 anni e sono fidanzata da 4. Dall'inizio dell'estate ho iniziato a provare una forte attrazione per un mio collega di lavoro. Lui si è lasciato dopo 8 anni di fidanzamento ed è venuto a stare nella sua casa al mare, vicino alla mia. Ci siamo visti spesso, per un aperitivo post lockdown, per passeggiare in spiaggia, per andare al mare, per fare cene tra colleghi. Alla fine qualcosa è scattato. Entrambi abbiamo iniziato a sentirci fortemente attratti l'uno dall'altra, un'attrazione nata nella mente e dalla comunicazione pro
  27. PPaolo

    Secondo parere

    Ciao a tutti, mia figlia di 24 anni soffre di DOC da almeno 5 anni ,prima in forma molto lieve e con poche ricadute , ma da 2 anni la cosa si è aggravata,soprattutto durante il lock down.La dottoressa con cui lavora da 2 anni a questa parte la vede solo per colloqui e non sembra ci siano miglioramenti , nonostante lei ne veda (la terapista...), anche mia figlia e insoddisfatta e non sembra avere più motivazioni,semplicemente sembra che “aspetti”!Volevamo chiedere un secondo parere ma non sappiamo a chi rivolgerci in Milano.Sapreste dirmi se in Milano esiste un centro specializzato in DOC?Oppur
  28. Buongiorno a tutti, arrivo qui, perchè vorrei trovare una soluzione. Ho bisogno di capire se una ragazza che conosco ( io sono donna) si possa essere innamorata di me. Con questa ragazza non siamo mai state amiche strette, ci siamo conosciute anni fa ad un corso e poi per un pò uscivamo nello stesso gruppo, poi lei ha conosciuto quello che sarebbe diventato suo marito e piano piano si è allontanata da me e da quel gruppo di persone, anche se, frequentando gli stessi posti, quando ci vedavamo si rideva e si scherzava e io tutto sommato dato che con lei mi sono sempre trovata bene a parlare la
  1. Carica più attività


  • Newsletter

    Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre ultime novità?
    Iscriviti
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.