Vai al contenuto

Tutte le attività

Aggiornamento automatico di questo flusso dati

  1. Oggi
  2. Ciao forse è normale probabilmente si trovava bene con i suoi genitori(un linguaggio a me sconosciuto), magari un po' mammone ma se si comporta bene con te e ti dimostra amore quando siete insieme non credo che sia un problema, al massimo parlagli per chiedere spiegazioni senza metterlo a disagio, magari ridendoci su che è meglio, capisco la gelosia io sarei uguale a te, però bisogna contenersi non farti rovinare il rapporto, nonostante tutto sono i suoi genitori sicuramente ci tiene molto e non vedendoli mai per la lontananza diventa irrequieto e straparla... importante è la sincerità che non ci sia altro di nascosto scappatelle e xxxxxxx varie.
  3. Ciao, si ci ho parlato mentre lei era seduta al tavolo ed eravamo da soli, mia mamma adesso sta fingendo, dice che è contenta del mio matrimonio, poi mi fa la faccia da culo e mi tira frecciatine di continuo, gli ho già detto di dirmi la verità che tanto non mi offendo se uno non è d'accordo con me, ma questi comportamenti da idiota non li sopporto a 33 anni. Ti racconto una di quelle vicende divertenti su mia mamma, una delle mille ma la più significativa cosi capisci con cosa ho a che fare..... Un giorno di mattina prestissimo mentre ero nel letto con la mia compagna che dormiva non c'era nessun rumore, sentivo i miei borbottare di sotto il nome della mia compagna, la cosa è andata avanti per una settimana abbondante, poi ho iniziato a vedere mio papà che guardava male me e la mia ragazza ma non diceva niente, una sera vado di sotto da mio papà per chiedergli una cosa, era seduto vicino al tavolo con sguardo fisso nel vuoto, gli chiedo cosa avesse.... ha iniziato a parlare con una voce tipo quelli posseduti, continuava a dire" manda via quella serpe" "hai una serpe vicino" altrimenti la mando via io ha forza....io ho cercato di chiedergli spiegazioni, mi ha detto che la mia compagna aveva rubato l'oro di famiglia, io ho cercato di calmarlo ma avevo capito che era andato completamente fuori di testa, sono corso dalla mia compagna e con la voce sussurrante gli ho detto "fidati di me vieni andiamo via poi ti spiego" scendendo le scale di soppiatto, ma mio papà è uscito con una pentola in mano, io gli ho detto "lasciaci andare via altrimenti sarò costretto a difendermi seriamente" ci ha tirato la pentola sul cofano della macchina mentre stavamo scappando, volevo andare dai carabinieri per chiedergli di intervenire visto che ha armi da caccia in casa e non stavo tanto tranquillo con uno impazzito. Sono stato in macchina con la mia ragazza fino alle 4 di mattina a parlare con lei in ciabatte, mi ha confessato che non aveva fatto niente, e io gli ho creduto perché non è una persona che ruba, anzi è generosa paga sempre lei tutto, al massimo è disordinata e casinara e altri mille difetti, ma da sempre lascio soldi in contanti in casa e non è mai sparito un euro, con i miei non si è mai permessa neanche di entrare in casa in loro assenza, si vergogna anche di disturbare anche se è 13 anni che convive con me al piano di sopra della casa dei miei genitori. Il giorno dopo vado da mia mamma e chiedo spiegazioni da incazzatissimo e lei tutta contenta mi dice che la mia fidanzata era una ladra.... io ho chiuso la porta a chiave e gli ho detto di dirmi la verità altrimenti non aprivo più la porta, oppure andavo dai carabinieri per chiedere un indagine.... alla fine è venuto fuori che mia mamma aveva inscenato il furto dell'oro dando la colpa alla mia compagna per mandarla via da casa, aveva fatto su quello stupido di mio papà che crede a tutto quello che gli racconta senza verificare, poi gli ho detto di chiedere scusa alla mia ragazza ma non lo ha fatto, per mia mamma era giusto cosi, semplicemente perché non vuole che io ho una relazione seria con una persona, secondo te questo è volere bene ad un figlio? questa è malata di mente, sarebbe cosa giusta e saggia andare a vivere altrove ma ho basato il mio lavoro qui a casa, e tanti soldi da fare un passo del genere per il momento non li ho. Grazie per avermi ascoltato
  4. Bhè, io non cell'ho con nessuno credimi, ma è assolutamente ovvio che i Testimoni di Geova abbiano un etichetta negativa sociale La donna sopra citata mi ha confermato in un messaggio privato che in effetti il marito stava cambiando perché studiava con i Testimoni. Ma anche se guardiamo altrove, altri esempi tipici che ho visto con i miei occhi: tra i colleghi di lavoro c'è una Testimone di Geova, non dice mai parolacce, mai, è sempre sorridente anche se tutti sappiamo che deve assistere la madre malata terminale. Non veste mai in modo provocante e pur essendo molto bella non accetta mai le provocazioni sessuali dei colleghi provoloni (tutti). Rimane sempre neutrale in ogni questione, è sempre disponibile e educata, a anche se dentro tutti la ammiriamo esternamente tutti ne parlano con disprezzo/invidia. La cosa che più da fastidio a tutti è che a lei sembra non interessare nulla. Quando parliamo durante le pause, lei non racconta molto di se ma è bravissima a ascoltare e dare consigli azzeccati, però quando io faccio domande si vede che ha intorno degli amici veri che le vogliono bene e quindi è normale che ha già un suo mondo e quel che facciamo qui a lavoro noi che siamo un branco di ipocriti, non gli interessa Lo stesso nel condominio. C'è una famiglia che sono Testimoni di Geova e sono gli unici a non creare mai problemi, sono accondiscendenti e cercano di adattarsi invece che impuntarsi sui "diritti" (nel condominio ognuno inventa i propri diritti!!!!). Figli rispettosi che non dicono parolacce, aiutano, non fanno rumore, eppure tutti nel condominio sono pronti a puntargli il dito contro solo perchè sono di un altra religione. Quindi essere Testimone di Geova significa avere un etichetta sociale negativa.
  5. https://t.me/pump_upp - best crypto pumps on telegram Make 1000% and more within 1 day, join channel @pump_upp !
  6. Ieri
  7. Ciao! Per me le parole chiave sono: interesse, curiosità e fiducia verso l'altra persona. Io molto probabilmente avevo una base di empatia, ma crescendo mi sono interessata sempre più alla comunicazione.. mi affascinava il linguaggio paraverbale, non verbale, capire le cose dette e non dette. In realtà mi affascina l'idea che su questa terra ci siano tante storie, persone con gli stessi problemi, persone che possono suggerirti soluzioni o semplicemente una lettura diversa delle cose che interpreti nella tua testa sempre nello stesso modo... Si tratta però anche di fidarsi .. fidarti di qualcuno che non conosci e pensare che potrebbe insegnarti delle cose ... Così, per caso... "se non lo avessi salutato, non avrei capito che ..." Carpe Diem! (con serenità, parlando del più e del meno). Punto di partenza? I tuoi interessi, trova un contesto sociale in cui condividerli Sii paziente e sorridi sempre.
  8. Buonasera, ho bisogno di pareri magari di psicologi se fosse possibile su delle dinamiche che sto osservando su mia figlia, 7 anni racconto la nostra storia: io e il papà ci separiamo a gennaio 2021, abbiamo sempre mantenuto e abbiamo tuttora un buon rapporto. Quando il padre è andato via di casa abbiamo spiegato alla bambina cosa stava succedendo e con parole semplici le abbiamo detto che mamma e papà non sarebbero stati più insieme ma l’avrebbero continuata ad amare come sempre. E questa cosa fino a qualche mese fa andava bene in quanto la bambina sembrava vivere serena, scuola ottimi voti, lei ama fare sport in particolare ginnastica ma frequenta anche nuoto. Sempre puntuale. Da dicembre però sto osservando dei cambiamenti sopratutto a scuola, è andata in conflitto con una compagna in particolare e questa cosa le tira fuori tanta rabbia. Ha voluto abbandonare ginnastica artistica che ama alla follia ma dice che è la più piccola del gruppo e questa cosa la fa sentire a disagio. A gennaio ha svolto le verifiche a scuola e specie in matematica ha avuto un calo pazzesco. Sia io che il padre abbiamo nuovi partner che lei ( almeno apparentemente ) adora cosa sta succedendo ? Mi devo preoccupare ? Le insegnanti non hanno mai chiesto colloqui o cose del genere ma secondo voi visto i risultati é il caso che chieda in anticipo dei colloqui o aspetto quello di classe ? Vedo io il disagio forse spinta dal senso di colpa per aver dato questo grande dolore alla bambina o lo sta manifestando adesso il disagio rispetto alla separazione ? e il caso di contattare degli esperti ? Mi aiutate a capire di più su cosa sta succedendo a livello emotivo alla bambina ? Potreste aiutarmi nel fornirmi strategie utili per supportare la mia bambina in questo momento delicato della sua vita ? grazie per l’attenzione spero qualcuno mi risponderà.
  9. Io sono cattolica ma io in questa storia non ho capito dov'è il problema? C'è un'etichetta negativa sociale sui Testimoni di Geova? È qualcosa di cui vergognarsi?
  10. Sarà una domanda banale... Ma ci hai parlato seriamente a quattr'occhi o si rifiuta categoricamente di parlarne? Com'era il vostro rapporto prima di questa notizia?
  11. Provi attrazione fisica verso di lui? Percepisci altrettanto? Ognuno ha i suoi tempi ma prima o poi ... " Se son rose fioriranno" altrimenti buoni amici
  12. Ciao community. Il mio ragazzo è molto legato alla sua famiglia, vive con me al nord Italia ma appena può torna a trovare i suoi al sud italia. Per lui dovrebbe andare da loro almeno una volta al mese e se ci fossero dei figli, la risposta è stata che porterebbe anche loro una volta al mese... Il linguaggio credo sia importante lui dice "tornare a casa" non "andare a fare visita ai miei" come se la sua casa fosse ancora quella dell'infanzia. Ha 38 anni. È normale?
  13. Ciao, io vorrei davvero trovare il modo di cambiare ciò che sono, mi spiego meglio: sono un ragazzo molto introverso e timido, e per certi versi pigro, ma questo modo di essere non mi ha portato a nulla se non ad una solitudine e depressione enormi. Sono arrivato ad un punto limite, vorrei essere più estroverso e voglioso di fare, ma non ce la faccio a trovare la motivazione giusta, anche quando ci metto tutta la volontà, finisco per "resettarmi" e tornare alla normalità. Come faccio a trovare la giusta voglia di cambiare?
  14. Ciao Marco, Il tuo messaggio è un po' confuso, hai sicuramente scritto di getto tutto ciò che ti passava in testa per sfogarti e probabilmente non hai riletto. Le persone che ti indicano e ridono hanno problemi e li scaricano sugli altri per sentirsi meglio con sé stessi. Prossima volta che ti capita paragonali a dei cani che ti abbaiano quando passi in strada (però non dirglielo xD). Probabilmente la tua ansia ti rende goffo e chi ti vede lo vede un motivo valido per ridere. Se vuoi rispondere puoi dire che invece di pensare alla partita e godersi l'emozione dello stadio sono lì a guardare te e che quello che fanno e dicono rappresenta loro, non te e che devono ringraziare le persone come te se allo stadio possono mangiare e bere qualcosa (anche se la pagano). Non cambi tu le persone, puoi cambiare solo i tuoi comportamenti, cerca di gestire la tua ansia: Cosa te la provoca? Identifica il pensiero che ti provoca paura e tensione e rendilo più leggero, come in Harry Potter quando Lupin insegna il ridiculus per affrontare il molliccio:) Riconosciti le tue qualità e fregatene di ciò che dice la gente, a poco a poco ci riuscirai, un abbraccio
  15. xberto

    Ciao

    I siti d'incontri non mi hanno fruttato nulla, non lo uso più, le donne disponibili e libertine valle a trovare e a pagamento non solo non posso permettermele ma mi rifiuto di farlo.
  16. Sicuramente sei innamorata: ci stai bene insieme e non vedi l'ora di vederlo. Allo stesso tempo tempo ti dico di stare attenta ai segnali di allarme: non lo conosci da sempre. In ogni caso goditi il momento, sei felice e l'importante è quello. Infine, mi permetto di aggiungere solo una cosa: cerca di essere te stessa e non perdere la testa, se sei consapevole di ciò che ti capita ti godi al meglio il momento. In bocca al lupo
  17. pisi

    Ciao

    Ciao xberto, Mi dispiace per le cose che hai scritto nel tuo messaggio: sofferenza, depressione, perdita del lavoro, solitudine, incomprensione, scarse relazioni sociali e assenza sentimentale. Ti scrivo solo che a prescindere dal resto con te stesso ci passi tutto il tempo e se non sei tu il primo a riconoscerti i tuoi pregi e qualità nessuno può farlo al posto tuo. I tuoi genitori ti vogliono bene, non sanno di cosa hai bisogno, non sono psicologi e se anche le parole che usano sono sbagliate non lo fanno per male, perdonali. Per il resto è normale sentirsi triste dopo aver perso il lavoro, ancora di più se pensi di avere 27 anni e di vivere ancora con i tuoi, però considera che è solo un periodo passeggero e che passerà. Prenditi un po' di tempo per ritrovare te stesso, magari prova a rifarti il curriculum così da allenarti a riscoprire le tue capacità che ora dai per scontate o svaluti. Per l'ambito sentimentale provo a darti un consiglio molto pratico: Se il tuo blocco è la mancanza di rapporti puoi o iscriverti in siti di incontri e conoscere ragazze molto disponibili e libertine o addirittura andare a pagamento. Invece, se è proprio l'aspetto relazionale che ti manca e ti crea disagio quando sarai pronto troverai la ragazza giusta, però prima devi riuscire ad amare te stesso: se non lo fai tu nessuno può farlo al posto tuo. Ci sono delle attività che ti mettono il buonumore? Inizia con quelle e cerca di conoscere persone che hanno i tuoi stessi interessi, è più facile parlare di argomenti che interessano entrambi. Vedrai che a poco a poco ritroverai la serenità e riuscirai ad apprezzare tutto ciò che capiterà nella tua vita. Infine, ma non per importanza, se non ti trovi bene con il tuo terapista digli le cose che non ti piacciono del suo modo di relazionarsi con te e di come lavora, se poi le cose non funzionano cambialo. Un abbraccio
  18. pisi

    Solitudine help

    Ciao Fra.Mat, Dovresti cercare enti e associazioni nella tua città, penso ci sia qualche canile o gattile che possa fare al caso tuo. Perché questa preoccupazione che ti possa succedere qualcosa? La domanda è particolare :)
  19. Ultima settimana
  20. Fra.Mat

    Solitudine help

    Salve, cosa devo fare per tutelare la mia pelosetta se dovesse succedermi qualcosa? Vivo sola, non posso contare su nessuno, esiste un "ente" dove iscriversi per fare in modo che qualcuno si prenda cura della mia pelosetta se io fossi in difficoltà? Grazie delle risposte
  21. xberto

    Ciao

    Ciao, sono un ragazzo di 27 anni, ormai da quasi un anno sto soffrendo di depressione che peggiora giorno dopo giorno. Ho sempre avuto problemi relazionali e sociali che non riesco a risolvere, da poco ho fatto una nuova amicizia ma che sento e vedo poco, non ho mai avuto una ragazza e mai fatto sesso, queste mancanze mi stanno uccidendo dentro e rimediare per me è troppo difficile, ma l'idea di rimanere in questo stato per tutta la vita mi dilania ulteriormente. Come se non bastasse ho perso il lavoro da poco e vivo ancora con i miei genitori che ovviamente non sono di alcun supporto, sottovalutano il problema dandomi consigli e consolazioni banali e scontati o facendomi sentire peggio. Ormai sono arrivato al limite e sto prendendo in considerazione l'idea di farla finita seriamente. Sto gia facendo psicoterapia, ma non sta funzionando, ormai non so più che cosa fare, per questo ho provato a iscrivermi a questo forum, sperando di ricevere un minimo di supporto.
  22. dev

    Facciamoci una risata...

    https://datebest.net - visit website and win smartphone!
  23. Buonasera, ora la situazione inizia a delinearsi.. ci sono dei baci intensi, uscite tutti i giorni ma nn andiamo oltre.. Parlando con alcune amiche mi dicono "il bello deve ancora arrivare.." ma nn riesco a capire.. Cmq io sto bene con lui e nn vedo l'ora di vederlo, mi sembra di conoscerlo da sempre..
  24. Non so nemmeno da dove iniziare. Sono un ragazzo introverso, timido, poca autostima, ansioso in passato ho avuto qualche episodio di attacchi di panico. Mi sono sempre sentito sbagliato gli altri dicono per non ferirmi non mi hanno detto nulla, quanto lo odio questo. Potrei migliorare, capire invece ridono alle mie spalle. Ho trovato un lavoretto part-time allo stadio quando giocano, doveva essere carico scarico merce e bar. Non lavorando ho provato mi avevano detto che non era complicato ci riescono tutti perché tu no? Prima giornata traumatica mi mettono agli hot dog mi trovo da solo, ho voglia di piangere, mi tremano le mani, alcuni mi prendono in giro, ansia ma non mollo. Dalla seconda volta cercano un aiuto facchino e lascio gli hot dog, mi piace molto lui mi spiega lavoro più faticoso ma non ansioso. Partita seguente vengo confermato il facchino dell'altra volta sembra tenerci a me ma ci mettono in zone diverse. Altra partita confermato mi piace camminare, mi mettono in un settore nuovo che non conosco con uno più grande con invalidità che poi ho scoperto che ha conoscenze e un altro facchino che vedo solo quando devo caricare i fusti di birra, da solo faccio quattro bar. Continuo a fare il facchino torno a casa stanco ma felice provo addirittura con una al bar. Però vedo che alcuni tifosi mi indicano ridendo, non capisco il perché tutt'ora ho sempre cercato di darmi da fare anche in qualche locale ho notato delle risatine per me. Mi piace camminare magari ansioso come sono scarico li l' ansia alcuni facchini mi hanno detto non affaticarti per il poco che ci pagano. però una volta che trovo un lavoro che mi piace ho sempre la paura che mi rimettano al bar e cerco di impegnarmi. La penultima partita dovevo tornare al bar a spillare la birra proprio al posto della ragazza che ci provavo, recentemente si è fidanzata, mai fatto. L' ultimo facchino con cui sono stato ha fatto storie con il responsabile essendo una partita importante dovevamo essere tre facchini nel nostro settore dove hanno aperto nuovi bar e non due. Lui ha detto se ti spostano me ne vado mi ha fatto molto piacere. Al posto mio hanno messo il signore con le conoscenze che è barista e stava in un bar con persone in più e dove non c'è tanta affluenza. Vado a chiedere se è tutto ok al bar ospiti ma sono tutti impegnati aspetto ansioso e dopo do un'occhiata per vedere se hanno bisogno di qualcosa. Esco dal bar vedo un tifoso che mi indica eccolo fa all'amico che risponde no quasi lascialo stare. Mi si avvicina che ti serve faccio finta di niente ma vorrei piangere. Non capisco ancora oggi. Già dall' altre partita che gli steward mi chiedevano ma quanto cammini ma ti pagano per camminare l' ultima partita invece bussavo per farmi aprire ma dopo minuti niente. mentre se ero con altri aprivano quasi subito. L' altro facchino con cui stavo è uno sveglio che ti prende per fesso siamo andati in un bar per affacciarci ci prendiamo una birra fa io non so dire di no accetto anche se non avevo sentito bene. Non ho mai preso niente dai bar anzi mi dicevano te lo meriti per come hai lavorato. Arriviamo al bar lei ti do qualche cosa bello ansia a pallettoni per la ragazza più quello che non avevo sentito mi esce cosa avete qui volevo morire prendiamo la birra il collega non è che ti ubbriachi. Trasportiamo alcune cose al magazzino e sempre lui mi fa chiedi a questo bar se manca niente vado e sento lui ridere, eravamo andati dieci minuti prima. Ieri sera i facchini dovevamo essere io quello sveglio, la persona che mi ha formato e quello con l invalidità. Quello sveglio mi saluta dandomi la mano sinistra, mentre quello dell' invalidità che ha conoscenze si fa trasferire nel mio settore lui che non può camminare tanto nel settore dove ci sono più bar. Mi sposto al posto suo nel bar dove ho iniziato sono pochissimi la cassiera chiede il mio cognome per la prossima partita agli hot dog. Non faccio grandi errori uno due mi indicano un altro non ho capito cosa voleva tra casino bombe carta tifosi. al mio vecchio bar hanno messo il signore delle conoscenze che si è anche litigato con una ragazza che potrebbe essere sua nipote e voleva parlare con un responsabile. Il facchino con cui sto mi dice prendi tre di patatine ma al bar c'era un responsabile no qui sono troppe sicuramente ha pensato questo dove vive. Mentre trasportavo uno scatolone di bicchieri un tifoso mi fa lascia lo porto io ovviamente non l' ho fatto ma perché solo con me fanno così?Andiamo a firmare il tipo con l'invalidità ha voluto firmare da facchino nonostante non abbia fatto il facchino e mi sono vergognato con lui per il maschilismo e ha detto al responsabile ti chiamo. Il responsabile mi guardava sorridente apposto compare, il facchino sveglio è uscito con noi e dopo aver lasciato dentro il foglio con le firme mi chiama ehi stanno dando i dolci non vado ma rimango a pensare che sia la solita presa in giro. Ormai sono lo zimbello di tutti non riesco a capire come arginare quest'ansia svegliarmi vorrei tanto morire
  25. In precedenza
  26. Perché non hai fiducia in tua moglie? Occhio ai tuoi comportamenti: quella app è violazione della sua privacy e la tua paura potrebbe farla sentire minacciata e farla allontanare da te. Non so come si comporti lei con te, però ci dovrebbe essere molto dialogo tra due partner
  27. chiedo a tutti gli esperti di questo forum una spiegazione logica alla mia situazione, cerco di essere breve e di farmi capire bene. senza preamboli incomincio a dubitare di mia moglie quindi gli spio il telefono con un app dove posso fare quasi tutto, il monitoraggio del telefono di alcune funzioni era limitato ad un minuto e io per un minuto intero vedo la lampada di dove lavora mia moglie oscillare fortemente x tutto il minuto provo a videochiamarla ma lei non risponde , solo dopo due tentativi mi risponde tutta agitata e si arrabbia subito con me, questo è l'inizio dopo quando ci incontriamo cerco spiegazioni ma ricevo solo critiche su di me , io sempre a cercare spiegazioni e ci riprovo dopo qualche giorno lei risponde sempre arrabbiata e mi liquida con che ne so della lampada sei pazzo (lavora in quello studio da 12 anni quindi dovrebbe sapere bene ogni angolo dello studio come il fatto che quella stanza è unica stanza senza telecamera)cmq ci ritento altre volte ma senza una spiegazione logica fino a ieri che nel ridomandare la spiegazione scientifica del movimento della lampada cosi forte da cosa proveniva (prima farmi dare risposta mi sono fatto spiegare cosa e che abitudini ha quando lavora alla scrivania e lei mi risponde niente io insisto e lei niente)alla fine mi risponde che lei si dondola con la sedia ecco il motivo del movimento della lampada e io gli spiego che non può prendermi in giro cosi su una cosa che io sto male e sto dal psicanalista grazie a lei. non fa nulla per farmi convincere io al posto suo solo il pensiero che la mia meta dubitasse di me mi sarei spaccato a meta x farmi credere lei invece vi lascia solo nel dubbio per me pura cattiveria aiutatemi
  28. No anzi lui è carino,gentile.. già il fatto che i weekend usciamo insieme e anche in settimana.. però non lo so ho comunque molti dubbi..
  1. Carica più attività
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.