Vai al contenuto

Tutte le attività

Aggiornamento automatico di questo flusso dati     

  1. Oggi
  2. Federico M

    pensiero ingombrante

    Ho il tuo stesso problema. Come ti chiami? Magari possiamo parlarne insieme. Fede
  3. Federico M

    pensiero ingombrante

    Ciao! Posso sapere come ti chiami? ho il tuo stesso problema è magari possiamo parlarne insieme! F.
  4. Ultima settimana
  5. Salve, premetto che è la prima volta che scrivo tramite forum online, mi potrebbe aiutare a condividere delle difficoltà, che quando ci si è dentro si ha gli occhi bendati. Convivo con il mio ragazzo da circa due anni (siamo a convivere subito per esigenze lavorative) nella casa dove lui già abitava da circa 10 anni. La casa non è sua ma intestata a sua madre.Lui ha quasi 43 anni e io 34 da poco. Arrivo alla questione: lui mi mi fa sentire come un ospite, nel senso che parla sempre al singolare: la mia casa la mia tavola, una cosa nuova x lui eccetera. addirittura i regali di natale o pasqua che x esempio i suoi gli fanno come un panettone o la colomba (INTANTO NON DEVONO MANCARE E DEVE SCEGLIERLO LUI X I SUOI GUSTI) sono x lui e lui indica x me. Faccio un esempio la mia famiglia quando da un panettone di natale dicono x voi. Una ricetta dicono x noi, eccetera. invece da parte di lui e i suoi è per LUI. poi se faccio minimamente accorgere che sottolinea che tutto x lui, mi dice ma ovvio che anche x te eccetera. Io ormai abito qui da due anni e continuare a sentire ospite è veramente triste. Io faccio veramente fatica a pensare di costruire un futuro. Anzi vedo nel suo futuro la sua casa qui tutta x lui e secondo i suoi gusti e interessi(perché si tutto deve deciderlo, però poi mi fa pesare che non è vero che io non condivido le cose e le scelte, è una scusante x provarci a non dire il contrario. X me è veramente triste. ripeto nel suo futuro vedo lui nella sua casa con i suoi e più in particolare la sua mamma. Pensate che esagero a provare tutto ciò?
  6. Stella23

    Difficoltà espressiva

    Grazie per la risposta mi sento già più motivata grazie
  7. So che l argomento non è molto maturo, ma non avendo avuto esperienze in tal proposito mi serviva un parere su un episodio che mi sta condizionando in quanto in parte mi ha fatto perdere una ragazza. Può sembrare una cavolata ma mi ha portato a rimuginare molto e non essere al meglio tutto qui e volevo un parere.
  8. Scusate mi sono appena iscritto cisi pee dialogare e confrontarmi . Ma e un forum di adolescenti?
  9. Ho una relazione a distanza (lui a Genova io milano) ci siamo conosciuti a luglio 2019 in discoteca in vacanza. E dal 30 agosto 2019 ci siamo fidanzati. Per lui è stato subito un colpo di fulmine verso me, innamorato folle, "sottone", per me solo dopo un po' perché in testa avevo il mio ex. Ma da febbraio, è cambiato nei miei confronti, non ha la l'entusiasmo iniziale di quando mi vede, meno affettuoso sembra quasi che non gliene importi di me. Premetto che è da novembre che litighiamo per messaggi almeno una volta a settimana per xxxxxxx. Poi a inizio marzo gli ho fatto trapelare le parole dalla bocca chiedendogli se gli pesava venire a Milano, e mi ha detto di sì, che non ha più la stessa voglia iniziale, che è confuso, che non è sicuro di quello che ha detto e che le cose comunque possono cambiare e mi ha detto che ci rifletterà. Nel frattempo continuiamo a sentirci e passano 2 settimane. Vado su Instagram e vedo che ha messo like a una ragazza (con cui c'era uscito una volta prima di conoscermi e si era preso una cotta per lei, ma lei abita in Giappone e non si sono mai più visti. Visto che io sono una persona insicura e complessata, gli ho detto molte volte che mi dava fastidio che mettesse like proprio a lei, all'inizio della nostra relazione dopo averglielo fatto notare, non li ha più messi, poi con l'andare coi mesi, glieli metteva ogni volta che litigavamo per farmi un dispetto). Ho visto di nuovo altro like e non c'ho più visto perché mi sono sentita presa in giro, visto che nemmeno avevamo litigato in quel periodo, gliel'ho fatto notare, e mi ha detto che non se la sente più di andare avanti con la relazione e che è finita. Il giorno dopo mi chiama per dirmelo al telefono, e mi ha detto che e mi ha detto che è finita, che già in quarantena si sente oppresso, in più ci sono io e si sente ancora più oppresso perché gli rompo che mette like a quella ragazza ecc... Che non vuole prendermi in giro perché metterebbe ancora like e sa che ci sto male, che il problema non sono io e che mollerebbe qualsiasi ragazza in quarantena. Allora non mi sono fatta più sentire, e il giorno dopo mi scrive dicendomi che gli manca sentirmi ma che passerà e che è meglio per entrambi andare avanti, ma che non vuole troncare i rapporti. Allora io gli dico che non farò più problemi per i like, ma lui mi fa che non prova più quello di prima e che ora è diverso ciò che prova e che non è più come prima e che si è stufato della relazione monotona. E io gli ho detto che probabilmente è colpa della monotonia, visto che anche io la sto patendo. Perché io e lui ci vedevamo una volta a settimana o ogni due settimana ma in giornata siccome lui pieno di impegni e i miei non sanno che sono fidanzata perché non lo accetterebbero come ragazzo, ci vedevamo di mattina e poi verso le 21 si prendeva il treno per ritornare nella propria città. E ogni volta che ci vedevamo facevamo sempre le stesse cose, facevano un giro, poi pranzavamo insieme e poi andavamo in hotel e ci stavamo fino le 18 e poi andavamo in stazione a cenare e poi si prendeva il treno. Lui mi ha detto che forse è vero e mi ha proposto di continuare a sentirci come va. Da lì ci sentiamo ogni giorno, ma non mi chiama più con "amore" o comunque non mi mostra affetto, io invece si. Eppure gli ho chiesto di andare al mare insieme o di visitare l'acquario e altri progetti, e ha accettato. Io per questa situazione ci soffro e mi pesa non far finta di nulla, ma allo stesso tempo vorrei resistere Fino alla fine della quarantena per vederlo e capire meglio la situazione perché io vorrei salvare il rappprto. Però non so se è solo colpa della monotonia e per questo si é stufato, oppure perché non c'è mai stato amore ma solo infatuazione che poi è svanito... inoltre non so come salvare il rapporto e uscire dalla monotonia facendogli provare le stesse emozioni di prima
  10. Peppe9927

    Difficoltà espressiva

    Non ti deve creare disagio, l'italiano non è mai troppo tardi per impararlo è un po' come quando uno vuole imparare una lingua straniera, il tuo dialetto è comunque una lingua e non dovrai dimenticarlo mai perché poi rischierà di scomparire. Io parlo in dialetto (del sud) 24h su 24 ma l'italiano lo so scrivere e leggere, capisco inglese, francese e spagnolo e conosco l'alfabeto cirillico russo (il russo sto cercando di impararlo da autodidatta).
  11. Stella23

    Difficoltà espressiva

    Salve mi chiamo stella,33anni scrivo qui perché mi sono resa conto da più di 5mesi (prima mai) che o delle difficoltà ad esprimermi e grosse difficoltà scritte (faccio errori di ortografia e disgrafia) allora premetto che sono nata e cresciuta in famiglia(sud) dove tutti parlano in dialetto, poche volte italiano,mi sono trasferita in Toscana da 7anni dove qui tutti parlano italiano quindi piano piano sto imparando (sono già a un buon punto) ma come dicevo negli ultimi mesi ho proprio difficoltà a scrive tipo sbaglio le lettere ,doppie,provo grazie al t9 del cellulare a ripetere l'errore e anche pronunciare mi impapino come se non riuscissi a dirlo corretto ,(spero di essere stata chiara) che mi consigliate grazie sono nel pallone e ho un enorme disagio grazie
  12. Ok, del parere grazie. E solo per capire, in quanto in queste questioni non ho esperienza. Diciamo che appunto non era romantico, ma se parcheggiavo in un modo passava gente, se parcheggiavo nell altro si capiva subito non era la vetta del romanticismo però almeno avevamo un luogo intimo...ogni scelta aveva una conseguenza e appunto visto il tipo di serata senza pretese stare in pace mi sembrava la migliore. E solo per capire se sono io che ho sbagliato o meno, cosi da non fare errori in futuro.
  13. In precedenza
  14. Ciao....mandala a cagare e basta...non so la vostra età ma le cose si fanno in due...non sono piu gli anni 80 dove la donna doveva essere super corteggiata e xxxxxxx varie... cosa pretendeva da te? Ti sei fatto 3 ore di strada x lei..una persona matura avrebbe già apprezzato il gesto...sono tante 3 ore eh? Quindi o è piccola di età, o di cervello, o è la classica ragazzina viziata che cerca il playboy della situazione....lasciala perdere
  15. Gattina86 il motivo è semplice...le donne purtroppo siete fatte cosi...più vi trattano male e più amate...pur stando male.....meglio vi trattano e meno amate...la canzone TEOREMA è perfetta....non sei strana tu...credo sia la vostra natura buh.... nn so la tua età ma crescendo solitamente cambiate atteggiamento...x fortuna..un abbraccio
  16. Signora mi perdoni per la mia schiettezza...ma c'è da dire che se l è cercata eh...nonostante il suo compagno la tradiva lei invece di lasciarlo lo ha "forzato" a sposarla.... ha sbagliato sin dall inizio...un tradimento non va mai perdonato..e lei ne è la prova...non ha più fiducia...lo controlla di continuo...i figli giustamente vivono male il tutto...e la colpa non la do a suo marito ma a lei...la parte lesa della coppia è proprio lei signora...doveva chiudere i rapporti e vivere in modo sereno lei ma soprattutto i suoi figli...non è bello vivere in 4 mura dove i genitori stanno palesemente male....parlo per esperienza...una volta ho perdonato un tradimento..e alla prima litigata sà qual è stata la risposta? "Sai benissimo che ti ho tradito...hai deciso di restare con me? Non lamentarti più" e xxxx...aveva ragione! Quindi si faccia la sua vita...vada avanti...xke stare con uno che non la rispetta? Le auguro il meglio
  17. Cesare91

    Gay non attratto dai gay?

    Ben è strano e assurdo il tuo discorso....anch'io ho un po di difficoltà nell approcciarmi ai gay, per gli stessi tuoi motivi...molto gay sia mentalmente che molte volte esteticamente....ma io potrei anche permetterselo...a differenza tua sono totalmente duomo...sia esteticamente che mentalmente...molte volte mi viene chiesto se sono sicuro di essere gay...perché ripeto...sono maschiobal 100%...quindi diciamo che essendo diverso dal classico ragazzo gay in qualche modo posso anche permettermi di cercare un mio "simile" ovvero un ragazzo gay ma totalmente uomo. Detto questo tu ti travesti da donna ma non per scopare con etero...ma perche in fondo ti senti donna....io non potrei mai indossare parrucca trucchi e quant altro....mi sentirei a disagio..non sono donna...e cmq secondo il tuo discorso "un bsx è mezzo etero o mezzo gay" t informò che un etero non scoperebbe mai con un gay travestito eh un po bsx ce anche lui...ti condiglierei uno psicologo...magari saprebbe consigliarti
  18. Ciao,anche io ho un figlio con ritardo..se posso aiutare qualcuno con qualche info e confronto,sono disponibile
  19. Ciao, allora non voglio raccontare tutta la storia anche per rispetto della ragazza, vorrei solo dei pareri, partendo dal presupposto che certo io potevo giocarla meglio. Anche per il futuro. Frequentavo una ragazza, siamo stati poco in intimità, solo qualche bacio ogni tanto e ho pensato di cercare un pò di intimità parcheggiando la macchina in modo un pò tattico per baciarsi un pò a fine serata. Quindi insomma la vedevo difficile fare qualcosa di eccezionale dopo che io avevo lavorato, la sera di un giorno qualunque. Insomma si parla e si sta insieme, niente di che ma tanto per vedersi. Bene arriviamo al parcheggio, ok si vede benissimo che ho parcheggiato in mossa tattica, iniziamo a baciarsi e poi lei si offende. la mossa tattica non è piaciuta per nulla. ok può sembrare una mossa un pò da porco ma c'erano diversi fattori a non far pretendere in tal senso. Punto primo mi ero fatto 3 ore di viaggio per andare da lei, il giorno dopo lavoravo e di certo non lo facevo per baciarmi 10 minuti. Bene a conti fatti ha reputato quella serata di merda. Vorrei sapere da voi cosa ne pensate?
  20. Ciao Caro, non so come ti chiami, quindi ti chiamerò BOB Bob, questo messaggio mi pare più uno sfogo del momento. Noto che hai elencato tutte le cose negative che ti accadono o che ti sono accadute. Come mai ti senti così? E' forse questa Pandemia del xxxx che ti fa estremizzare la situazione? Chiedi "Ma per cosa si vive?", parli di scopo, quale vorresti che fosse il tuo scopo? Parli di raggiungere la "Felicità" ma che cosa intendi tu per felicità? Non c'è da scusarsi, siamo umani Bob.
  21. Stella123

    gestire un bipolare

    Cara Primula coraggio, ti capisco..sono anko in una situazione del genere. Il padre di mio figlio, che ha 18 mesi, e' instabile, non lavora, alterna momenti in cui ha soldi e spende tutto a momenti in cui non ne ha. Vede il bambino e si prende cura di lui, ma solo dopo 10 mesi dalla nascita mi ha tradito con una prostituta e ieri ho sentito che parlava male di me con un suo amico. Premetto che l' ho sempre aiutato , che mio padre lo ha aiutato legalmente nella causa del suo divorzio gratis. Per tutta risposta lui non ha mai dormito a casa mia , pur avendo avuto una storia, un figlio, lamentandosi di tutto. Sono persone malate, manipolatrici, non cadere nella sua trappola, non negargli il figlio perche'sono subdoli, falsi. Prenditi j tuoi spazi liberi, chiedi aiuto. Per qualsiasi cosa puoi scrivermi anke in pvt. Forza, il tuo bambino ha bisogno di vederti serena Ti sono vicina anke se non ti conosco
  22. Ormai mi trascino....non so più nemmeno che giorno è....sono sempre stanco , svogliato , immotivano ....ma per cosa si vive? Io non sento nessuno scopo di questa esistenza che possa guidarmi verso quella cosa strana che ho sentito dire , si chiama ...felicità?? E' giusto? Si dice così? Ora sono stanco dopo 30 anni di visite , di medicine , di lavori cambiati , 2 matrimoni , vari posti dove ho vissuto , una figlia che non ho voglia nemmeno di sentire , una sorella che vedo solo nei funerali di qualche parente...Sì , sono veramente stanco e prego sempre Dio che non mi faccia risvegliare negli innumerevoli sonnellini di 1, 2 , 3 ore oppure 8-9-10 della notte. Non so più chi sono , se sono in vita , se sono in un incubo ...Spero solo di magari trovare degli Amici su internet per parlarne , in qualche libro consigliato che mi dia veramente un appiglio.Sono stanco , troppo. Scusatemi
  23. Ciao a tutti, mi chiamo Isabella Williams da Londra, Regno Unito, sono totalmente entusiasta e anche qui per condividere la mia testimonianza al mondo. Innanzi tutto, voglio ringraziare il dott.MASAKO per aver portato gioia e felicità nella mia vita, per aver ripristinato la mia relazione. Non ho mai creduto in nessuna di queste cose fino a quando non ho perso mio marito più di un anno fa. Quando ho pensato che tutte le speranze fossero perse, un mio amico mi ha fatto conoscere il DR.MASAKO, un incantatore, e ha lanciato un incantesimo d'amore per me, Dopo aver seguito le sue istruzioni, mi disse che avrei riportato mio marito tra tre giorni dopo che l'incantesimo era stato lanciato. Quattro giorni dopo, uno strano numero mi chiamò, fui scioccato di sentire la voce, era mio marito che non mi chiamava da più di 1 anno, mi pregò di perdonarlo per tutto ciò che faceva a me e ai bambini, e disse vuole tornare a casa. DR.MASAKO, Alla fine ha ripristinato la mia felicità. Sono qui per testimoniare al mondo perché sono una testimonianza vivente. Hai un amico o una famiglia che è malato ?, sei sposato senza un bambino? Se vuoi fare promozione nel tuo ufficio, incantesimo d'amore per riportare indietro il tuo amante, il tuo ragazzo, la tua ragazza, l'ex marito, la fortuna del gioco d'azzardo, la vita ricca incantesimo, se vuoi essere famoso, incantesimo politico, incantesimo protezione, denaro e lavoro. Di seguito è riportato il suo indirizzo email, contattalo per ogni situazione in cui ti trovi. Sono una testimonianza e voglio che anche le persone vengano salvate. contattalo subito (email: masako.thetempleoflight027@gmail.com) Whats-app +2348137371314
  24. Non sono la persona adatta nel dare consigli, sono piccola, ho solo 23 anni ma l’unica cosa che mi sento di dirle è che mi dispiace. Mi ha fatto venir voglia di spaccare tutto e di piangere. Nessuno si meriterebbe un trattamento del genere. Potrebbe chiedere il divorzio e con le prove che ha potrebbe ottenere un mantenimento.. non saprei che altra soluzione potrebbe essere più adatta. Faccia valere la sua vita, si metta il suo abito preferito ed esca da questa situazione, faccia vedere a quell’uomo cosa puo essere senza di lui. Spero tanto riesca a trovare la forza di agire, a presto.
  25. Buonasera ragazzi!! ho appena scoperto questo forum perché stavo girovagando in rete alla ricerca di qualche consiglio per superare questa mia situazione. Grazie infinite in anticipo a chi saprà darmi una mano. Due / tre anni fa ho conosciuto questo ragazzo ad un corso di lavoro e abbiamo subito fatto amicizia. **Premessa: sono una ragazza timida e riservata e molte volte non riesco ad aprirmi facilmente, però con lui è stato facile in quanto era lo sfigatello bruttino e il pagliaccio della classe, il classico tipo che deve far amicizia con tutti e far ridere per forza.*** Abbiamo cominciato ad uscire con tutti i nostri colleghi di corso fino a che è entrato anche nella cerchia di mie amicizie più intime tra cui il mio ragazzo con cui ha stretto amicizia. Siamo andati subito d’accordo, eravamo come fratelli..ci facevamo i grattini, parlavamo dei nostri segreti, della nostra infanzia e di come lui avesse sofferto molto la solitudine nella sua adolescenza, fino a che un giorno abbiamo iniziato a parlare di sesso e tutte le robe che ne riguardano. Io non ho mai avuto alcun problema nel parlare di questi argomenti però da come si evolverà la situazione, potrebbe essere stata la mia colpa più grande. Da quel giorno non c’erano argomenti se non quello, ogni giorno andava sempre peggio. Io più cercavo di evitare più lui continuava, fino a che anche i suoi apprezzamenti verso di me come fratello sono diventati pesanti, ripetitivi e fin troppo sconci. Alche gli ho detto chiaramente che doveva smetterla. Effettivamente non ha mai smesso, ma cercava di toccare piano determinati argomenti ma ne parlava lo stesso. Da quel giorno ha cominciato a sviluppare atteggiamenti ossessivi verso di me, mi scriveva a tutte le ore e se non gli rispondevo per un’ora chiamava il mio ragazzo, mi chiedeva sempre di uscire da soli, se non c’ero io non usciva con gli altri, ha rinunciato a conoscere delle ragazze perche “Preferiva stare con me”, quando avevo qualche problema personale e volevo essere lasciata sola lui era sempre in mezzo, ogni giorno mi proponeva dei viaggi da soli da fare in estate, continuava delle volte a farmi apprezzamenti spinti, in ogni suo discorso c’ero io di mezzo, mi toccava la faccia o i capelli in continuazione.. avevo cercato più volte di dirgli che mi dava fastidio sia pacatamente ma anche in malo modo ma lui lo prendeva sempre per uno scherzo. Fino a che ho deciso che quando attuava determinati comportamenti mi distaccavo e lo ignoravo. Ai messaggi gli rispondevo fredda quando diceva delle cose che mi davano fastidio. Però non è servito a nulla. Ha cominciato a chiedermi il perché di determinati atteggiamenti e mi chiedeva se mi stessi allontanando da lui. Io con calma ho spiegato che non mi stavo allontanando da lui ma mi stavo allontanando dai suoi atteggiamenti e se per favore potesse provare a limitarli. Nulla di nulla. Fino a che L’altro giorno ho dovuto per forza dirgli che se non la faceva finita di darmi fastidio e di essere opprimente ero costretta ad allontanarmi anche da lui. Ovviamente si è offeso, ha cominciato a dirmi che mi vuole troppo bene e non vuole perdermi. Mi ha detto anche che non può assicurarmi che eliminerà del tutto I suoi comportamenti che mi danno fastidio, perché ad esempio il suo toccare ogni due secondi la faccia o i capelli a qualcuno Lo fa con tutti quelli con cui si sente a proprio agio, lo ha definito come “tic”. Avevo capito dall’inizio che era un ragazzo problematico e che aveva bisogno di aiuto. Ma non credevo che potesse diventare così..Mi ha anche confessato che lui andava dallo psicologo ma da quando mi ha conosciuta pensava di aver risolto i suoi problemi. Io ho paura che possa farsi del male, più vole mi ha detto che voleva suicidarsi.. ho paura pure per me a questo punto, non so più cosa pensare. Voi cosa ne pensate? Dovrei troncare del tutto o dargli un’ulteriore possibilità di cambiamento? È solo una mia sensazione o pensate ci possa essere qualcosa di più di un amicizia? Grazie ancora in anticipo. Scusate se magari non si capisce bene ma sono veramente agitata. (Ah comunque lui ha 25 anni io 23)
  26. Buongiorno, ho 20 anni e sono un ragazzo che adora indossare i pannoloni. Purtroppo li indosso quando sono solo a casa (vivo coi miei genitori) e mi faccio la pipì e la cacca addosso e a volte mi faccio i clisteri per poi sporcare il pannolone di cacca liquida. Sono già sotto cura e prendo delle pastiglie, ma la tentazione di riprendere a sporcare i pannoloni o grembiuli bianchi lunghi o camici (lunghi fin sotto il sedere bianchi) è forte. Forse perché mi ricordo di un episodio che mi è successo all'asilo...
  1. Carica più attività

Pubblicità



  • Newsletter

    Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre ultime novità?
    Iscriviti
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.