Vai al contenuto

Tutte le attività

Aggiornamento automatico di questo flusso dati     

  1. Oggi
  2. Premetto che non sto vivendo questa situazione in prima persona, ma sono molto curiosa di capire le dinamiche della mente umana e inoltre tengo molto alle due persone in questione. Per comodità chiamerò i due Pino e Franca. Pino ha vissuto per un periodo nello stesso paese di Franca. I due si sono conosciuti e frequentati in un contesto educativo. Ovviamente più gli anni avanzavano, più il loro rapporto cresceva e migliorava. Reciprocamente non hanno mai provato interessi relazionali (e lo dico con sicurezza), il loro era un rapporto di aiuto, soprattutto da parte di Pino dei confronti di Franca in modo gratuito. Succede che Pino, un anno e mezzo fa, è costretto a trasferirsi altrove. I due si vedono raramente e neanche si sentono molto, se non in alcune poche occasioni. Ultimamente, quando Pino incontra Franca, fatica a salutarla e sbaglia il suo nome. Anche quando parla di lei, scambia il suo nome con quello di altre persone conosciute e frequentate nello stesso ambiente ma con cui ha vissuto un rapporto meno profondo o meno gioioso. La mia domanda quindi è: perchè ci si dimentica delle persone care? cosa è successo nella mente di Pino, che aveva così un bel rapporto con Franca. Grazie a tutti
  3. Ieri
  4. Sapessi quante volte abbiamo parlato sempre la stessa storia. Dice che mi ama e che il problema è lui che non sa sempre cosa vuole ecc. e che comunque vuole me. Poi dopo qualche giorno ricomincia a mo’ di minaccia: “io ti lascio, non sono fatto per una relazione” e io piango e gli dico di decidere. Poi mi dice: ma no non riesco a stare senza di te. Io soffro. È da mesi. Non so più davvero come dirglielo che sta rischiando di perdermi
  5. Perché devi lasciarlo? Parlatene e poi trovate un modo per venirvi incontro, se vi amate veramente insieme troverete una soluzione che vi soddisfi entrambi.
  6. Ciao a tutti, io con il mio ragazzo stiamo insieme da quasi 4 anni. Conviviamo da ormai 7 mesi. Oltre a qualche normale litigio andava tutto bene. Anche la convivenza va da sogno, a parte il fatto che ha iniziato a dirmi più volte che vuole lasciarmi per diversi motivi per me assurdi. Per esempio una volta dovevo fare un controllo medico, e mi ha detto che mi lascia perchè non vuole che un giorno se io mi ammalerò, lui soffrirà. Poi ci ha ripensato e non mi ha lasciata. Questa cosa già più di una volta. Poi un'altra volta mi aveva detto che era indeciso se lasciarmi perche si è reso conto che non ha più la libertà che aveva prima (ossia di stare tutto il giorno alla play, o fare sempre serate e non essere mai a casa). Anche questa cosa me l'ha detta più volte. In più, anche se comunque facciamo l'amore regolarmente, mi dice diverse volte che mi lascierà perchè anche se il sesso con me è bello, non pensa di riuscire a farlo per tutta la vita con una persona e basta. Una volta mi aveva lasciata per una sua insicurezza, ma proprio agli inizi. Io lo perdonai e tornai con lui. Una volta volevo lasciarlo per una situazione che non sto qui a raccontare, e lui si è messo a piangere così forte. E poi mi sono messa a piangere anche io a dirotto, e alla fine abbiamo deciso di non lasciarci mai. Lui mi ama tanto. Si vede. Cucina, mi aiuta a pulire casa, mi conforta. Nulla da dire su di lui. Però in questi mesi ho capito che è davvero troppo indeciso. Non sa cosa vuole. Un giorno vuole sposarmi. Un'altro vorrebbe tornarsene nel suo vecchio paese e stare con gli amici e i genitori. Poi l'altro giorno di nuovo inseparabili. Questi giorni ho provato a dirgli: va bene, lasciamoci. E poi dopo qualche secondo: no io una come te non la troverò mai più. Ti amo. Sei una ragazza stupenda. A me questa situazione sta pesando troppo. Non posso stare con un indeciso. Il tempo passerà. Magari arrivermo fra 2 anni e lui mi lascerà. Mi fa soffrire troppo questo fatto. Però mi fa male laciarlo, perchè sento di amarlo tanto. Ma gli ho già dato diverse possibilità. Ha comunque 25 anni. Penso sia maturo per sapere cosa scegliere e cosa vuole. Tra noi c'è un fortissimo legame. Ne abbiamo passate tante insieme. Se penso che sarò senza di lui la sera, a cena, senza i suoi abbracci, la sua voce, mi fa stare male. Però sento che devo farlo. Vi prego. Aiutatemi! Ditemi come fare a trovare il coraggio, a trovare le parole giuste,ecc. Vi prego. Questa situazione mi provoca continua ansia. Sto piangendo anche ora mentre scrivo tutto ciò. Ho bisogno di consigli per superare il tutto. Grazie in anticipo di cuore.
  7. Ultima settimana
  8. ciao a tutti..è da un po' che sto passando un bruttissimo periodo,penso sia depressione infatti sto sotto cura di una psicologa . volevo sapere ma perché la depressione ti annulla tutto?emozioni?sentimenti ?ti fa fare pensieri involontari che ti distruggono cuore e anima perché sai che non è vero,ti chiedi perché piangi ti disperi perché io è cosi che sono,disperata.. Mi viene in testa il pensiero che non provo niente per il mio ragazzo,che non lo amo che non è vero che provo nulla ma.non è così perché io lo amo tanto,mi brillano gli occhi e lui è l'unico che nonostante la depressione che mi porta a non sopportare la.comunicazione con la.gente,non mi da fastidio e lo guardo e mi piace troppo..perché questi pensieri se lo amo?
  9. NaturalN

    Come trovare uno psicologo?

    Ciao a tutti, Ho girato ormai 7 psicologi a Milano cercando di trovare quello giusto che mi possa aiutare con il mio problema (una forma di DOC in penso costantemente al fatto di avere il DOC, ovvero un meta-pensiero), ma niente. Cosa posso fare? Non voglio prendere farmaci...
  10. Buonasera a tutti Volevo condividere con voi una situazione che sto vivendo adesso, sperando che qualcuno possa aiutarmi a vederci un po' più chiaro È da più di un anno che, per vari motivi, vivo una relazione a distanza con il mio ragazzo.. è questo distacco per me è stato devastante. Mi sono ritrovata a piangere dal nulla e per nulla, praticamente ogni giorno. Purtroppo anche i nostri giorni insieme sono ridotti quasi a zero e questo non aiuta... Mi sono accorta però, da un po' di tempo, che a volte, nella mia testa avviene una specie di blackout, come se i miei sentimenti, sia belli che brutto, come la tristezza ecc ecc.. sparissero completamente e mi ritrovo a provare un senso di distacco e anaffettivitá improvvisa, che a volte non passa nemmeno quando stiamo insieme. Quello che volevo chiedere è: questo fenomeno può essere dovuto a una forma di difesa e distacco da tutti quei sentimenti che ho provato e provo per questa situazione.. sentimenti che mi hanno fatto talmente tanto soffrire che mi hanno portato a spegnere qualsiasi cosa per non soffrire ancora ogni giorno? O devo iniziare a pensare che l'amore così forte che provavo per il mio ragazzo sia scomparso quasi improvvisamente? Grazie in anticipo
  11. Salve, qualcuno di voi sa dirmi se è considerato accettabile proporre un trattamento piscoterapico integrativo (piuttosto che O psicodinamico O cognitivo-comportamentale) nello svolgimento di un caso clinico che lo richieda?
  12. Salve a tutti, scrivo per la prima volta qui e ringrazio già in anticipo chi mi leggerà. In breve: ho sposato 15 anni fa mio marito per fuggire a una famiglia opprimente ma non ero psicologicamente pronta ad una storia matura.Sono sempre stata piena di paure e ansie che sono peggiorate con la nascita dei miei amati figli. Mio marito è diventato il mio nemico, il capro espiatorio di tutto. Nel fondo del mio cuore sapevo di volergli bene, ma anno dopo anno mi sono allontanata, non ho fatto delle terapie soddisfacenti. Soprattutto non riuscivo più a fare l'amore con lui, solo ogni tanto e con grande fatica. Sono stata una brava mamma, ho cercato per quel che potevo di essere anche moglie, ma ero davvero bloccata. Finché un giorno ho scoperto che lui l'anno scorso ha avuto 2 brevi avventure, e mi ha confessato che non ne poteva più di sentirsi solo e non amato. Io ho iniziato finalmente una terapia che dà dei risultati, non sono più arrabbiata con lui e sto provando a condividere con lui le mie fatiche. Ogni momento insieme è bellissimo e per la prima volta nella vita sono felice. Ma il passato pesa, il tempo perso a stare male, gli anni di solitudine, il suo tradimento. Come si fa a ricominciare? Come si fa, se sono così insicura e appena all'inizio della scoperta di me stessa, ad aprirsi ad una persona? A fidarsi? A dimenticare? Mi sento sovrastata da tutti i nostri errori. Ma finalmente so di amare mio marito e di voler fare di tutto per essere felici insieme.
  13. E che ho fatto dei miei sentimenti nulla. Sono andati persi. OK va bene
  14. Non mi pare che non ne hai fatto nulla dei tuoi sentimenti... Ci vogliamo scrivere in privato?
  15. E che deve fare, non ci siamo più viste, abitiamo in città diverse, mai vista più da allora, su whatsapp mi ha bloccata, su facebook anche, preciso che ho 2 profili sul secondo profilo ancora non bloccata ogni tanto le scrivo messaggi sulla pagina personale dal mio account bloccato e ogni tanto legge, le scrivo da li proprio perché so che non può rispondere essendo io bloccata ma vedo se legge, ma finisce li. Mi piacerebbe di rivederla anche così solo per un saluto, ma naturalmente ho timore di un rifiuto che mi farebbe male.
  16. E lei cosa ha fatto? Tu lo hai mai scoperto? È andata da un supervisor? Non avete avuto più nessuna occasione di contatto? Nemmeno casuale, chessò, camminando in città...?
  17. Purtroppo nulla, anche io per lei provavo dei sentimenti che nulla avevano a che fare con il transfert, ma intanto la relazione terapeutica è terminata.
  18. Ok. Ma dei miei sentimenti che me ne faccio?
  19. Vai da un uomo a me ha troncato lei
  20. Infatti. Dolorosamente ho troncato anche per questo motivo. Mi è rimasto il dubbio (o forse l'illusione) che anche lei sia rimasta "toccata" da questo incontro. E adesso?
  21. Nella mia vita sono stato per almeno 20 anni in terapia, ho provato varie tecniche di varie scuole. Innamorarsi del proprio terapeuta per me implica anzitutto la fine dell'analisi propriamente detta, e questo è ovvio. Perché comincia un gioco di detto e non detto, di imbarazzi, reticenze, lo stato di dipendenza aumenta anziché essere superato. Occorre troncare. A meno che anche il terapeuta non si innamori di te...e allora nasce un altro tipo di rapporto. Che oltretutto ti fa risparmiare i soldi dell'analisi...
  22. turbociclo

    Un po' di cosapevolezza in più

    Nessun problema, siamo esseri eterni, esiste la reincarnazione. Altro giro altra corsa. Nuovi genitori, nuovi figli...
  23. In precedenza
  24. Non ho risposte. E a giudicare dal tenore di quelle che hai ricevuto sinora non ne troverai neppure qui. Posso solo dirti che la tua storia mi ha impressionato, perché è successo anche a me di andare cosciente verso l’autodistruzione. La cosa più semplice da scrivere sarebbe “forse volevi mandare all’aria il tuo matrimonio e l’hai fatto. Ti sei sposata e forse non ne eri convinta, non eri pronta”. Non cercare di dimenticare, non è possibile. Meglio concentrarsi sul proprio presente. Adesso stai provando a ricostruire e questo ti aiuterà a ritrovare un tuo equilibrio. Comprendere il proprio passato, ruba energie e dubito possa portarti molto lontano.
  25. Brava, è un bell'atteggiamento il tuo. Spero solo che nel frattempo lui non abbia incontrato qualcun'altra.
  26. Il problema non è l’ex. Per me può bruciare all’inferno. Il problema è il mio matrimonio, sto facendo di tutto per salvarlo e da sola non posso farcela. Adesso sto cominciando ad incontrare persone che mio marito stima e che sono vicine a lui. Perché un matrimonio non può finire così come se non fosse mai esistito. Come se non fossimo stati mai sette anni insieme. I miracoli non sono solo quelli eclatanti che accadono all’improvviso quando non te l’aspetti. I miracoli sono le persone, sono i gesti che facciamo per il bene degli altri. I miracoli sono Amore, altruismo. Lotterò per il mio matrimonio fino alle fine. E anche dopo la fine...
  27. Tranquilla. Tu adesso prosegui per la Tua Strada. Questo Tizio prima o poi riceverà il Benservito dalla Vita. Forse ancora è troppo presto, ma un giorno forse non ti ricorderai più nemmeno del perché e del per cosa questa Persona ti suscitava tanta Dipendenza (almeno Credo).
  1. Carica più attività


  • Newsletter

    Vuoi tenerti aggiornato sulle nostre ultime novità?
    Iscriviti
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.