Vai al contenuto

Pubblicità

selfharm

Membri
  • Numero contenuti

    12
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

1 Seguace

Su selfharm

  • Rank
    Nuovo utente

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. io sono un ragazzo più o meno come te se non fosse che sono longilineo..in ogni caso ho aperto diversi threads simili e ho avuto pochissima attenzione pertanto non aspettarti di ottenere consigli..
  2. scusa ma oltre al fatto che hai detto una stronzata, non mi pare una cosa da nulla ciò che ho detto, con la tua risposta hai dimostrato una sensibilità che definire 'da capra' è fortemente offensivo per l'animale, ti auguro di trovarti nella mia stessa situazione e vedrai come passerà la speranza messa nel nick da bimbaminkia, fuck you 

  3. selfharm

    non ne posso più

    non so davvero a chi rivolgermi, non so se ci saranno risposte, mi trovo in difficoltà ESTREMAMENTE SERIE con la mia famiglia, sono stato picchiato da mio padre e ogni volta che provo a discutere vengo costretto a stare zitto perché lui e mia madre mi minacciano di morte urlandomi contro di continuo, ho ricevuto anche diverse istigazioni al suicidio e molti insulti gravissimi sulla mancanza di vita sociale ecc. ho sempre odiato quei 2 energumeni che mi hanno sempre costretto a fare ogni cosa passasse nelle loro testacce..è arrivato il momento di mettere FINE a tale storia, il punto è che neanche si stanno impegnando, come avevano promesso, di aiutarmi a trovare casa..se resto con loro rischio l'esaurimento nervoso e non so in che modo accelerare la questione..non vogliono capire che la situazione è GRAVE..non posso davvero sopportare ulteriormente questa vera e propria dittatura e purtroppo non ho avuto modo di risolvere con le forze dell'ordine, non so se qualcuno si è trovato in situazioni simili ma tenete conto che come ho detto diverse volte, non ho NESSUNO e ciò complica molto le cose perché non posso contare neanche sull'ospitalità e sull'aiuto di qualcuno, infatti mi trovo in questa situazione mentre tutti i miei conoscenti se la spassano (non ho mai avuto rapporti sociali, può sembrare assurdo al giorno d'oggi ma è così, in pratica vivo come un eremita e potete immaginare che in una situazione del genere qualche aiuto sarebbe stato utile)
  4. selfharm

    vittimismo

    navigando sul web una delle cose che si nota maggiormente è il vittimismo, ovvero di persone che si lamentano per ogni sciocchezza e che non tollerano che qualcosa vada diversamente dai loro piani..onestamente non so che dire, ho ricevuto un numero davvero esiguo di risposte (dove sbaglio?) ma su questo sito ho parlato almeno 10 volte della mia condizione, ovvero stare tutto il giorno in una stanzetta di un appartamentino nella periferia di una cittadina di provincia senza rapporti umani di alcun tipo..forse sono io con aspettative basse (anche la condanna a morte sarebbe meglio di questo 'stile di vita') o se c'è vittimismo in giro, onestamente non so che dire..ditemi voi, ammesso che questa discussione non venga ignorata come le altre (cosa che molto probabilmente accadrà)
  5. sono un ragazzo completamente solo e senza possibilità d'uscita da questa situazione (non sono ricco, non sono bravo in nulla..) tiro avanti con il pensiero costante della morte e il sabato è ancora + brutto degli altri giorni perché so perfettamente ciò che fanno i miei coetanei mentre butto la mia vita giorno dopo giorno, mese dopo mese, anno dopo anno senza che cambi di una virgola..in ogni posto in cui mi sono trovato sono uscito come se fossi invisibile, sinceramente non so che fare perché sul web si leggono molte frasi fatte che non tengono conto della realtà..tutti dicono 'non buttare la tua vita', 'divertiti' e stronzate del genere ma nessuno prova a pensare che chi scrive NON ha scelto di essere un eremita..vabbè, ho sempre detto che l'Italia è un posto adatto solo per idioti..e niente, un piccolo sfogo perché non ce la faccio, davvero..
  6. ho scritto vari argomenti in cui parlo della mia situazione personale e sociale praticamente disastrosa (sono hikikomori)..per farla breve, oltre a ciò, vivo in un piccolo appartamento con i miei genitori e ci sono molto frequentemente contrasti, a volte si arriva alle mani..oggi è successo e la decisione è quella di optare per una soluzione radicale che va a risolvere la questione alla radice, cosa che ho sempre desiderato, andare via da questo postaccio..il punto è che i miei aprono bocca per dare aria ai denti e nella maggior parte dei casi non mettono in pratica ciò che affermano..inoltre, come ho scritto in diversi post, sono hikikomori, dunque mi mancano tutti i possibili appigli che una persona della mia età dovrebbe avere, ovvero amici e conoscenti di vario tipo, in pratica dovrei cavarmela il più possibile per conto mio e ridurre il loro intervento perlopiù alle spese iniziali (trasferirsi non è una cosa da tutti i giorni, inoltre se si è da soli, sia dentro casa che nei rapporti sociali, si deve essere pienamente autosufficienti)..in ogni caso è urgente una soluzione perché la condizione in cui mi trovo è insostenibile e sono davvero sull'orlo di un esaurimento nervoso..dalla vita non ho avuto nulla, né ricchezza, né bellezza, né popolarità, né una bella casa, né un bel posto in cui abitare..le ultime 2 sono modificabili e credo sia arrivato il momento di dare una svolta a questo stato vegetativo
  7. è abbastanza ovvio che la solitudine adolescenziale non permette un adeguato confronto con i propri coetanei e, cosa ancora più triste, non permette di godere di quelli che dovrebbero essere gli anni del divertimento, della spensieratezza, della voglia di vivere ecc. da un punto di vista medico, ci sono dati che confermano in modo più tecnico questa ovvia considerazione? Ci sono dati che prendono in esame adolescenti con un buon inserimento sociale e adolescenti emarginati? Ho letto di dati che mettono in correlazione emarginazione e suicidio, anche qui la considerazione è abbastanza ovvia..
  8. selfharm

    hikikomori

    che pensate di questo stile di vita così estremo? Conoscete qualcuno che vive così? Sono sempre stato al limite dell'hikikomori (uscivo in occasioni in cui venivo costretto a farlo, ora invece non esco, in ogni caso non ho mai avuto contatti amichevoli con nessuno) e ora lo sto diventando a tutti gli effetti..pensate che l'edonismo della società giovanile occidentale attenui il rischio di creare casi simili o pensate che in questo modo persone considerate out corrano maggiormente il rischio di passare una vita dentro una stanza?!
  9. selfharm

    vita schifosa

    non so che cosa dire se dovessi parlare di me..non ho davvero nessuno e solo solo come un randagio, passo 24 h su 24 chiuso in casa, non ho mai avuto amici, né ho mai avuto esperienze particolari (per esempio ora va molto di moda fare lavoretti all'estero e avere molte esperienze nei posti che si visitano)..a peggiorare le cose una casa che altro non è che un piccolo appartamento di neanche un centinaio di metri quadrati in un palazzo in un quartiere popolato perlopiù da vecchietti con una chiesa che fa suonare le campane di continuo e persino processioni e preghiere cattoliche scritte sulla strada..ovviamente è come se fosse un monolocale e praticamente condivido ogni spazio con i miei, che stanno o davanti la camera o nella stanza attaccata..per chi dice a chi si lamenta 'pensa ai bambini in Afghanistan' ecc. vorrei che capitasse in questa pagina e vorrei vedere se troverebbe il coraggio di dirlo qua..ovviamente sono sull'orlo dell'esaurimento nervoso e ho continuamente pensieri negativi su di me, sul mondo e sulla vita schifosa che mi è toccata..
  10. selfharm

    non ho amici

    non ho amici, sto sempre a casa, non ho alcun tipo di contatto umano e non ho nulla né alcun talento sul quale fare affidamento, oltre le frasi inopportune come 'è solo un periodo' e via dicendo, qualcuno mi capisce per esperienza personale? O ha qualcosa da dire che non sia una frase fatta? Capisco che è difficile dare consigli su una situazione così difficile ma è meglio tacere piuttosto che dire qualcosa preso con il copia - incolla da qualche sito web e oltretutto falso (a chi dice così, posso assicurare che non è un periodo né sono io a emarginarmi né si tratta di autoconvinzione e via dicendo)
  11. nonostante la risposta mi faccia sembrare un bambino, sono un ragazzo e sono anche abbastanza stufo dei filosofeggiamenti, dunque niente tutori, sono brutto, sono sfigato, sono solo, sono emarginato e potrei continuare ma sono un ragazzo come gli altri che non hanno idea di quanto sono fortunati a essere totalmente diversi da me, quindi cerca un altro pollo disposto a fare chiacchiere da bambino, come puoi vedere sono stato abbastanza diretto e non ho certamente nascosto il mio pessimo giudizio sul modo in cui ti sei rivolta a me, prova a vedere questo come una 'correttezza', usando le tue parole
  12. non è la sezione opportuna ma non so dove parlarne, figuriamoci su un sito internet..sono un ragazzo sfigato all'ennesima potenza..non ho contatti umani, sto sempre a casa, nessuno si preoccupa neanche se sono vivo o morto, nulla di nulla, mai avuto comitive, nulla..sono stufo di essere quasimodo..capisco chi si ammazza perché non ha senso tirare avanti se sei uno sfigato all'ennesima potenza..non valere nulla è la peggiore condizione immaginabile..neanche so che dire perché è difficile capire per una persona normale.....mi viene in mente una frase del personaggio di quasimodo..'che fortuna essere normali'..e pensare che c'è chi si lamenta facendo la vita da figo
  13. sono l'adolescente più sfigato della storia..i motivi sono semplici..non ho vita sociale, nessuno mi calcola, sto sempre solo in una casa che neanche mi piace in un posto che neanche mi piace, non ho talenti, non sono ricco ecc. non come molti che dicono di essere sfigati per vittimismo, purtroppo ciò che ho scritto è vero e non si tratta di un 'periodo' come frequentemente si legge in discussioni di questo tipo sul web..vorrei seriamente mettere fine anche a queste insensate funzioni biologiche, chiamiamole così, non ho idea di ciò che significa 'vita' e sono davvero stufo di essere il più emarginato degli emarginati e di non esistere per nessuno..capisco perché diversi sfigati hanno nostalgia dell'infanzia o si ammazzano, nel primo caso viene ricordato il periodo in cui i videogames, unici compagni di vita, ci bastavano, nel secondo finiscono le sofferenze..
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.