Vai al contenuto

Pubblicità

styleteck

Membri
  • Numero contenuti

    5
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su styleteck

  • Rank
    Nuovo utente
  • Compleanno 11/09/1989

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    sicily

Visite recenti

Il blocco dei visitatori recenti è disabilitato e non viene mostrato ad altri utenti.

  1. salve a tutti, scrivo questo post (il mio primo post) per cercare di capire se sia normale notare alcune cose, se le noto solo io, e se, nel caso le notessaro anche gli altri, come mai non se ne parla. innanzi tutto noto che nel cercare di creare nuovi legami di amicizia la cosa mi risulta parecchio difficile, è come se ultimamente la gente sia sempre più piegata verso se stessa che verso gli altri. ogni possibile estraneo viene visto sempre e comunque come una minaccia, solo dopo le persone si aprono un pochetto, ma nulla più. poi noto quasi sempre che la società occidentale è sempre più attenta a come si appare che a come si è, cosa che per me è completamente opposta a cio che sarebbe ragionevole fare. si giudica troppo velocemente e troppo velocemente si creano e si disfano relazioni di qualunque tipo, le persone sembrano usa e getta e per chi subisce questo sembra perfettamente normale. poi esiste une diversità di pensiero enorme in ogni ambito di esistenza umana, e la cosa sembra quasi caoticamente strutturata, ovvero questo caos sembra quasi che sia stato creato apposta per generare più confusione che altro. sto parlando di politica, religione, etica, come pure fede calcistica e sportiva in generale. apro una piccola parentesi riguardo la fede, che secondo me è una cosa da trattare come una malattia dato che per fede le persone sembrano perdere ogni razionalità, sia essa legata ad un dio o ad un personaggio pubblico (un attore o un cantante) ma più dannosa di tutte è la fede verso un personaggio politico, in qual caso le persone voterebbero un personaggio solo perche hanno fede in lui ma non per le reali capacità o obbiettivi che esso intende raggiungere, e dato che teoricamente siamo in democrazia ciò è un enorme problema. chiusa parentesi e fatte queste premesse mi trovo ad avere a che fare con persone intelligenti che volutamente fanno gli ingoranti, persone che infatti ignorano il rispetto reciproco e mostrano violenza con il loro linguaggio e atteggiamento, persone che pur essendo consapevoli che un' azione ha delle conseguenze non si creano il minimo problema a distruggere se stessi le persone che li circondano e il luogo stesso in cui vivono. chiamate degrado sociale, chiamatelo "società liquida", chiamatelo come vi pare ma questo particolare momento che descrivo è qualcosa che a me sembra così poco legato all'evoluzione umana, mi sembra di essere tornato al paleolitico dove se mostravi debolezza ti "abbassavano di grado" nel branco di tua appartenenza. detto questo, o io sono qualcosa che non è umano, almeno da un punto di vista "spirituale", o la società che conosco sta involvendo o ho dei problemi che non so identificare. dottori attuali e futuri o semplici utenti del forum, se avete capito cosa intendo (e perdonatemi se la mia scrittura è poco lineare e condensata) scrivete e ditemi che ne pensate. fatemi capire qualcosa.
  2. sarò molto schietto, se non sarai tu a decidere di non vederla più la storia continuerà all'infinito. trova il modo di vincere quel senso di pietà che ti suscita e tronca ogni rapporto. i suoi problemi sono solo suoi, lei deve farsi aiutare non tu, tu non sei il salvatore di nessuno
  3. dalla mia modesta esperienza dipende molto dal caso e dalla situazione. nel mio caso, dovevo affrontare una dipendenza affettiva, una relazione terminata con un'aggressiona fisica e reiterata aggressione psicologica da parte della mia ex. il solo parlarne a qualcuno imparziale mi ha aiutato molto, poi lo psicoterapeuta ti da degli esempi di comportamento sani con cui confrontare i tuoi, ti sugerisce cosa provare per stare meglio etc etc. pensa di parlare con un consulente spirituale che sia davvero interessato al tuo benessere, senza dogmi religosi e senza condizionamenti culturali, qualcuno che ti comprende per cio che sei realmente e ti permettere di essere te stesso, che cerca di farti stare bene e null'altro. può sembrare poca cosa ma non è così.
  4. ciao tc86zzzz sono nuovo del forum, qualche mese fa mi sono ritrovato in una situazione simile alla tua. quello che posso dirti è che devi andartene in vacanza per te stesso, senza dimostrare nulla e senza minimamente pensare a lei. hai speso dei soldi per lei, soldi che sono tuoi, per tuo godimento e divertimento, ergo, rinunciare alla vacanza che vorresti fare per dimostrarle qualcosa è una cosa completamente inutile di cui ti pentirai. lei ti ha mollato, ha perso di diritto, ogni tuo gesto carino nei suoi confronti, compresa la spartizione della vacanza, e il fatto che ti chide user e passwd del volo per suo puro interesse e per farla assieme al suo nuovo boyfriend non per fare un favore a te. insomma tagliando corto, si egoista, ovvero nutri il tuo ego e fatti la vacanza per cui hai pagato e se lei ti ricontatta per user passdw o restituzione di soldi mandala quel paese, ha già tradito la tua fiducia, ha giocato con in tuoi sentimenti e diciamocela tutta, probabilmente ha sfruttato e ancora provera a sfuttare te per suo divertimento e bisogno. rafforza il tuo ego, il tuo carattere e cerca altro, chiudi con lei definitivamente, interrompi ogni contatto altrimenti non avrai mai pace
  5. styleteck

    hello humans

    ciao a tutti, sono styleteck, ho 28 anni e vengo dalla ridente sicilia. il motivo per cui mi sono inscritto è quello di intramprendere una sorta di viaggio alla scoperta di me stesso e della natura umana stessa. specificatamente, è da un bel pezzo che guardando i comportamenti delle altre persone mi sento parecchio diverso da loro, e non intendo che mi sento diverso come se fossi escluso o "diversamente pensante" ma come se fossi di una razza diversa per così dire. da quando sono nato ho sempre odiato l'ignoranza che mi circonda, ovvero quell'attitudine a ignorare il mondo che ci circonda, e purtroppo notot che molte persone si trovano in questa condizione. non voglio far intendere che io sia un genio incompreso, tutt'altro, sono normalissimo, il mio QI è di 120 appena, nulla di geniale ma le persone in generale mi appaiono un pò tutte come pecoroni. ho incontrato solo una persona che credevo fosse un pò più vicina al mio modo di pensare, la mia ragazza, con cui sono stato otto anni prima di lasciarci violentemente. quando mi ha lasciato, mi ha fatto credere di tradimi, per poi ritrattare la cosa e dopo vari tira e molla con annesse presunte corna subito dopo ritrattate ho deciso di chiuderla definitivamente e ha cercati di ammazzarmi (non è un modo di dire purtroppo).... adesso mi ritrovo a non aver interesse a stringere relazioni o amicizie se non con persone che potrebbero essere vicine al mio modo di pensare, ma di contro soffro la solitudine, poichè la cosa risulta parecchio difficile. ci tengo a sottolineare nuovamente che non mi sento affatto superiore alla media ne in alcun modo voglio ostenare nessuna superiorità di alcun tipo, ma sembra che io non riesco a nasconderla nemmeno scrivendo e ciò da fastidio, quindi mi scuso0 in anticipo. i miei posto e le mie risposte saranno alcunto bizzarre, strane e hanno un punto di vista che spesso creeranno problemi, non abbietemene non lo faccio apposta, più che altro è un mio modo di esporare la "vostra razza" (questo invece è un modo di dire)
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.