Vai al contenuto

Pubblicità

LucaPD74

Membri
  • Numero contenuti

    3
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su LucaPD74

  • Rank
    Nuovo utente
  1. Ciao a tutti. Ho 44 anni, 8 anni fa ho chiuso, restando in amicizia, un matrimonio di quasi 8 anni e 1 e mezzo di fidanzamento, con una donna perchè l'amore era finito, e con cui siamo rimasti in buoni rapporti. Lei si è rifatta una vita, ha due bimbi, viene trovare i miei genitori una volta all'anno, e ogni tanto ci sentiamo per scambiarci auguri e qualche confidenza e consiglio, tipo 3 o 4 volte all'anno, poca roba insomma. Quando chiusi con lei, 8 anni fa, inizia sia ad uscire che frequentare chat di incontro, così mi contattò una ragazza, che chiamerò D., con un viso bellissimo ma troppo giovane, aveva 20 anni, anche se con un figlio di 1 anno e in separazione dal marito violento. Il corpo un po' segnato dalla gravidanza. Il flirt durò qualche mese, ma poi, sia perchè io comunque stavo uscendo realmente con altre ragazze e questo rapporto virtuale lo vedevo solo come tale, sia perchè lei aveva molti problemi, era molto sentimentale e sensibile, e stava tornando con l'ex per il bene del bambino, decisi di troncare la relazione e di restare solo amico, mentre lei si disperò e tentò per mesi sempre di farmi cambiare idea e di incontrarci. Dopo un annetto, ovvero 7 anni fa, dopo essere uscito con una quindicina di ragazze, conosco la mia attuale compagna, che chiamerò L. Bella ragazza, fisico da urlo, la classica donna che quando cammina attira gli sguardi dei maschi e quelli invidiosi delle donne. Allegra, solare, spigliata...dopo pochi mesi andiamo a convivere. Dopo qualche mese mi ricontatta distrutta D., per confidarmi di essersi cacciata in un grosso guaio...dopo vari tira e mollla con l'ex, ne è rimasta senza volere nuovamente incinta e si sono lasciati, e mi confida non riesce a smettere pensare a me. Le comunico che mi dispiace ma che io ora convivo con un'altra ragazza, e lei mi confessa che da vie traverse lo sapeva già e ci salutiamo con un in bocca al lupo. Con L. per 3 anni le cose vanno bene, stiamo da favola, spensierati. Becca una volta D. che su facebook mi chiede come sto (eravamo a letto ognuno con il proprio laptop), e quindi L. le risponde dicendo di essere la mia compagna, che non vuole lei mi scriva e che mi lasci in pace. D. le risponde che la sua è solo amicizia, ma L. le risponde che non le interessa e che non si fida, non tanto di me ma di D. Crisi economica, ho problemi di liquidità...per un periodo non possiamo più abitare da soli io e L., e ci facciamo ospitare per circa 2 annetti, tempo di sistemare la situazione finanziaria, dai miei. Io soffro la situazione, il mio orgoglio è ferito...comincio a prendere delle gocce prescritte da un neurologo perchè ho continui mal di testa e scatti di nervosismo. L. anche lei soffre la situazione. Ma tentiamo andare avanti, almeno così sembra, e la mia situazione si sistema. L. invece è sempre più insofferente, mi pressa perchè il prima possibile usciamo dai miei, ed inizia uscire spesso con le amiche, anche a dormire da loro. Vista la situazione più di tanto non la controllo o colpevolizzo. Nel frattempo D. mi contatta facendomi sapere che ha avuto una bambina, si è risposata, ma non è felice. Io invece, per non darle false speranze, le dico che il mio rapporto va bene, e le faccio capire che è meglio non sentirci troppo perchè L. non gradirebbe. Quasi quindi 2 anni e mezzo fa, la mia situazione finanziaria è sistemata, inizio già con L. a pensare se cercare qualcosa in affitto o farci un mutuo, e nel frattempo le regalo un nuovo smartphone, e passandole la memory dal vecchio al nuovo, scopro le prove di tre tradimenti avvenuti un anno e mezzo prima, avvenuti nell'arco di 6 mesi, con tre persone diverse, con cui non c'è stato quindi una relazione. Mi cade il mondo addosso, anche se durante il periodo che prendevo le gocce, non ero molto affabile, non posso certo giustificare un triplice tradimento. L. si dispera e si scusa, mi giura che sono state tre scappatelle perchè si sentiva in gabbia e senza le dovute attenzioni da me, ma che alla fine è sempre tornata da me e che anche se ha sbagliato ama e vuole stare con me. Complice il fatto eravamo ancora dai miei, che non volevo scandali, che ero scioccato, che pensavo una parte di colpa fosse anche mia, le dico che la perdono e proviamo andare avanti. L. non fa nulla per farsi perdonare, nel senso, torna ad essere affettuosa, ma non torna mai più sull'argomento. Nel frattempo D. mi contatta per farmi sapere si è separata...io le auguro buona fortuna. Io e L. andiamo ad abitare in affitto inizio 2017 (un mutuo dopo tre tradimenti non me la sento), il rapporto da un lato è migliorato, ma i litigi e gli alti e bassi non mancano, senza che io mai ritorni sull'argomento tradimenti. La famiglia di L. ha un problema, e quindi lei per un mesetto tra fine 2017 e inizio 2018, deve assentarsi e andare là. D. proprio in quel mentre riappare...è single, vive con i due bambini, lavoricchia, i rapporti con l'ultimo ex-marito sono un po' tesi...le dico che sono ancora fidanzato, con la stessa ragazza, anche se ci sono alti e basse. D. mi chiede di esaudire il suo desiderio, di almeno una volta incontrarsi dal vivo, dopo 8 anni. Accetto...conoscendo il rischio, e quindi metto le mani avanti, dicendo a D. che se fosse successo qualcosa di "sconveniente", sarebbe rimasto un segreto tra noi due e ognuno sarebbe tornato alla propria vita...D. accetta, pur confidando che lo sa di farlo a proprio rischio e pericolo, essendo sempre stata quasi "ossessionata" dalla voglia di incontrarmi. A inizio febbraio 2018, ci incontriamo e BOOM! Lei ha un viso fantastico, il corpo purtroppo segnato dalle due gravidanze, ma l'intesa sia fisica che sentimentale, la sintonia, a pelle, è a 1000. In pratica mi salta addosso baciandomi e da lì inizia una relazione clandestina fatta di 4 intensi weekend passati assieme, l'ultimo ben 6 giorni di fila a fine aprile complice i ponti. A inizio maggio mi stavo decidendo, lascio L. senza dirle che la sto tradendo con D.. Ma poi penso alla situazione poco rosea che mi aspetterebbe con D. e i due bambini da mantenere (lei non ha un lavoro fisso e non ha niente messo da parte e con l'ex marito hanno deciso la separazione amichevole senza il versamento di un centesimo, come il primo ex mai ha versato nulla tramite escamotage fiscali pur essendo benestante e fregandosene dei due figli). Faccio quindi due conti e un bagno di realtà...se decido di intraprendere la mia vita con D., con il solo mio stipendio sicuro e incertezza su quello che potrà trovare lei, sarà una vitaccia, in cui forse i bambini saranno i primi a risentirne, e pure io, che un bambino mio vorrei averlo...Ciliegina sulla torta, L., che nel frattempo era tornata e con cui in pratica mi stavo lasciando in modo molto tormentato, scopre il mio tradimento con D. Ed è finimondo...mi dice che tutto avrei potuto, anche tradirla con un'altra, ma mai con D. o con la mia ex-moglie, di cui è per entrambe gelosissima. Inizia una serie infinita di insulti e di minacce e pure di qualche violenza fisica nei mie confronti...alla fine dopo ore, allo stremo, dico a L. che mollo D. che è stata un'avventura, e che mi impegno a stare bene con lei. L. si calma...ma D. invece inizia a farmi pressioni, vuole che immediatamente lascio L. o la caccio di casa...Mi sento in balia degli eventi...Confesso quindi a D. che voglio riprovare a ricucire con L. che non sono sicuro al 100% di volerla lasciare, che ho paura tra me e lei sia stata solo una fortissima infatuazione, che ho paura di non essere ancora pronto ed in grado ad accollarmi economicamente anche due bambini... D. ha un crollo, per lei è la fine del mondo. Per giorni telefonate di ore disperata, di nascosto da L., in cui D. piangendo mi supplica di ripensarci, che ce la possiamo fare, che con L. non sarò mai felice ecc...alternata a momenti di rabbia in cui mi accusa di averla usata come un bicchiere di plastica... Ebbene, distrutto, non sapendo quale fosse la cosa giusta da fare, in quanto da un lato L., dopo lo shock del tradimento con D., era divenuta l'amante perfetta, amorevole e passionale come non mai, e dall'altro sentivo che D., se non fosse stata per la nostra situazione economica-finanziaria complessiva e i suoi due bambini a carico, sarebbe stata la donna della mia vita, con una compatibilità mentale, affettiva, sessuale al 99,99 %. E quindi sono andato in terapia...e ci sono tuttora... D. nel frattempo, per disperazione e per dare una sicurezza anche ai suoi due bambini, si è catapultata nel primo disponibile, un personaggio della mia età divorziato con tre figli, che l'ha accolta in casa con i due bimbi dopo due settimane che si sono conosciuti tramite chat...un disperato anche lui quindi...e che ha costretto lei a bloccarmi dappertutto, a cambiare numero, e che mi ha chiamato con numero nascosto minacciandomi di non chiamare più D. altrimenti avrebbe avvertito L. Grazie alla terapia ci sono giorni in cui sto meglio...in cui mi sembra che il rapporto con L. stia recuperando...ma poi ogni 2/3 settimane, in qualche modo D. di nascosto mi contatta, mi dice che è l'ultima volta lo farà e mi dice addio, che mi chiama solo per dirmi grazie per la splendida storia d'amore che le ho dato finché è durata, che vuole tornare essere felice, che con questa persona non lo è perchè è troppo geloso di me, perchè non lo ama, ma che sta facendo da bravo patrigno ai suoi due bambini e sta aiutando lei a sistemarsi e trovare un lavoro, anche se litigano spesso per colpa mia. Che lui vuole D. vada da uno psicologo per cancellarmi dalla sua testa. Ecco, dopo tali telefonate, vado sempre in titl...mi ritornano in mente tutti i momenti passati con D. (i migliori della mia vita) e mi chiedo se ho fatto la cosa giusta...
  2. Forse, per vedere se il matrimonio è veramente salvabile, dovresti obbligarla a provare anche una terapia di coppia. In alcune regioni è gratuita presso i consultori delle Asl, anche se io mi ci sono trovato male e poi abbiamo optato per un professionista privato. In tal modo potrete forse capire le vere motivazioni del perchè lei ti abbia tradito (altrimenti c'è il rischio che o con questa persona o con altre in futuro, la cosa si ripresenti), così da tentare di risolvere questa problematica in modo più stabile. Se le cose così andranno bene, lei non sentirà più la tentazione di ricascarci perchè starà bene con il solo rapporto matrimoniale, e tu, sempre dalla terapia di coppia, riuscirai a ricevere il sostegno per capire se veramente anche per la tua felicità è meglio affrontare questa "odissea" non certo facile, o terminare la relazione e soffrire di più subito, prendendo atto che non potrai essere più felice con lei, per poi ricevere il giusto sostegno nel tornare il più presto possibile bene da single, in prospettiva di un futuro, se vorrai, ricerca di una nuova persona che ti renda felice. So cosa stai passando. Non è facile, in entrambi i casi starai male...fatti forza e in bocca al lupo!
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.