Vai al contenuto

Pubblicità

Anna001

Membri
  • Numero contenuti

    1
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

Su Anna001

  • Rank
    Nuovo utente

Visite recenti

61 visite nel profilo
  1. Da quando è morto mio padre, 18 anni fa, mia madre si è attaccata morbosamente al suo attuale compagno, conosciuto a distanza di pochi mesi dalla tragedia, e venuto poi a convivere a casa nostra. Purtroppo il suo compagno è una persona saccente, egoista, egocentrica, che pensa solamente al suo interesse e a raggiungere il suo obiettivo, senza alcun scrupolo, non badando minimamente alle conseguenze delle sue azioni, e di conseguenza causando parecchi problemi alla nostra famiglia. Maltratta me, mio fratello, e mia madre, con parole denigratorie, raccontando falsità a terzi, e mettendo mia madre contro la sua stessa famiglia, ovvero, le uniche persone che tengono realmente a lei, e che, evidentemente sbagliando, cercano di metterla in guardia. Da allora la nostra famiglia vive continuamente tra il fingere che vada tutto bene, o il creare discussioni infinite che non portano a nulla, dato che mia madre continua imperterrita a sostenerlo, nonostante le vengano mostrati fatti concreti e tangibili alla veridicità che noi teniamo ad esporre. Pur di difenderlo, mente spudoratamente a se stessa e a chi cerca di metterla in guardia. E' diventato inutile parlarle. Se dovessi darle un'immagine, sarebbe proprio quella del burattino. Discuto con lei, cerco di farla ragionare, torna dal suo compagno e si fa dire cosa deve rispondere. Non ha più alcun interesse che sia suo personale. Si comporta come se facesse tutto il possibile per non infastidire la persona che ha a fianco, e che crede di amare. E' come se si fosse arresa, e avesse smesso di lottare, annullando totalmente se stessa, per compiacerlo e non farlo arrabbiare. Non sappiamo più come uscire da questa situazione, in particolare io non so più come comportami. Ho pensato anche nel cominciare ad allontanarmi, per riuscire a ritrovare una serenità ormai andata perduta, ma sto ulteriormente peggio, mi irrigidisco, al pensiero di lasciarla tra le braccia del suo compagno e di tutto il male che le causerà.
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.