Vai al contenuto

Pubblicità

Leila92

Membri
  • Numero di messaggi

    1
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Leila92

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Ciao a tutti! Vorrei chiedere un consiglio per capire come rapportarsi in famiglia: sono la primogenita in una famiglia numerosa e vivo ancora in casa con loro. Sono la pecora nera, paragonata sempre alle mie sorelle (in campo comportamentale, hobbistico e affettivo); semplicemente, non sono accettata per come sono. Di questa cosa mi sono accorta già da tempo, ma non gli ho dato mai importanza. Ora, all'età di 27 anni, con un lavoro e il forte desiderio di avere un luogo mio (ed un domani, mettere su famiglia), questa mancanza sta fortemente uscendo fuori, manifestandosi con nervoso (da parte mia) e risposte a tono (da parte di mia madre). Ho provato a sollevare il problema, a far capire che vorrei se non essere accettata e appoggiata, almeno non affondata o trattata come una bambina incapace di ragionare. La risposta è stata completamente negativa. Oggi questo discorso è uscito anche con una mia sorella, a casa per la pausa universitaria. Lei dice che dopo le nostre discussioni, una volta mamma le ha detto che non si sente apprezzata per quello che fa. Premetto che questo discorso è stato affrontato anche con mia madre ma senza esito, in quanto il mio desiderio di "lasciare il nido" non è una mancanza di apprezzamento nei suoi confronti. E per lasciare il nido e sistemare casa, da sola non posso, stando al suo ragionamento... Se avessi un uomo potrei. E così, ora mi trovo qua a scrivere chiedendo a voi un consiglio su come comportarmi e sull'atteggiamento migliore da tenere. Ringrazio in anticipo a chi risponderà
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.