Vai al contenuto

Eleminnie

Membri
  • Numero di messaggi

    1
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Eleminnie

  • Rango
    Nuovo utente
  1. Salve, premetto che è la prima volta che scrivo tramite forum online, mi potrebbe aiutare a condividere delle difficoltà, che quando ci si è dentro si ha gli occhi bendati. Convivo con il mio ragazzo da circa due anni (siamo a convivere subito per esigenze lavorative) nella casa dove lui già abitava da circa 10 anni. La casa non è sua ma intestata a sua madre.Lui ha quasi 43 anni e io 34 da poco. Arrivo alla questione: lui mi mi fa sentire come un ospite, nel senso che parla sempre al singolare: la mia casa la mia tavola, una cosa nuova x lui eccetera. addirittura i regali di natale o pasqua che x esempio i suoi gli fanno come un panettone o la colomba (INTANTO NON DEVONO MANCARE E DEVE SCEGLIERLO LUI X I SUOI GUSTI) sono x lui e lui indica x me. Faccio un esempio la mia famiglia quando da un panettone di natale dicono x voi. Una ricetta dicono x noi, eccetera. invece da parte di lui e i suoi è per LUI. poi se faccio minimamente accorgere che sottolinea che tutto x lui, mi dice ma ovvio che anche x te eccetera. Io ormai abito qui da due anni e continuare a sentire ospite è veramente triste. Io faccio veramente fatica a pensare di costruire un futuro. Anzi vedo nel suo futuro la sua casa qui tutta x lui e secondo i suoi gusti e interessi(perché si tutto deve deciderlo, però poi mi fa pesare che non è vero che io non condivido le cose e le scelte, è una scusante x provarci a non dire il contrario. X me è veramente triste. ripeto nel suo futuro vedo lui nella sua casa con i suoi e più in particolare la sua mamma. Pensate che esagero a provare tutto ciò?
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.