Vai al contenuto

Matteo419596

Membri
  • Numero di messaggi

    4
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Ospiti recenti del profilo

Il blocco recente degli ospiti è disabilitato e non viene visualizzato dagli altri utenti.

Matteo419596's Achievements

Apprentice

Apprentice (3/14)

  • One Month Later Rare
  • Week One Done Rare
  • First Post Rare
  • Conversation Starter Rare

Recent Badges

0

Reputazione comunità

  1. Ciao. Certo che ho passione… perché penseresti il contrario? Si, sono da solo ma conosco dei ragazzi italiani, anche se sono molto sulle mie, però non è vero che non ho passione, altrimenti non sarei arrivato fino a qui…
  2. Non riesco ad essere felice Non riesco perché ho paura di non farcela la prossima volta a lezione, non riesco a capire su cosa posso migliorare, ho paura che se ho fatto abbastanza non possa bastare e mi sento un brocco rispetto agli altri. Non riesco perché mi son reso conto che per 4 anni ho fallito con la mia ragazza, quando lei mi faceva notare ciò che poteva essere migliorabile per il nostro bene e invece non ho seguito nemmeno i suoi consigli, ma quelli di nessuno. Penso di non ascoltare abbastanza. Come nella musica. Mi sono scritto queste cose sul cellulare, cosa potrei fare secondo voi?
  3. Buonasera a tutti. Nella mia vita sono sempre stato pessimista, non riesco a godere di ogni cosa che faccio e accentuo le cose negative per far sì che io migliori, ma mi sono lasciato con la mia ragazza un mese fa dopo 4 anni, per colpa mia. Non credo di averle mai fatto del bene e penso di averle parlato sempre dei miei problemi, di aver accentuato le mie ansie e di averle creato solo disagio. Studio musica e sto facendo un corso di perfezionamento in Austria, ma ultimamente sto facendo fatica a migliorare e mi sento bloccato. Proprio per queste ansie, e anche altre ansie avute prima, ho perso chi mi voleva bene. Mi sento un idiota. Ho paura di fare un anno senza migliorare. Ho paura di tutto. Mi esplode la testa ogni volta… e ho bisogno di sapere come posso fare per uscirne.
  4. Buongiorno, purtroppo è da un po' di tempo che quando qualcosa non va, nell'ambito lavorativo (musica, io studio per diventare membro di un'orchestra) e nell'ambito amoroso, me la prendo con tutti, con i miei, con la mia ragazza, con i miei amici. Penso di non riuscire a capire che i problemi li hanno tutti in quel momento in cui sono poco lucido e dico sempre che rimedio ma poi non riesco. Faccio tanta fatica anche a chiedere scusa perché ho paura di sentirmi dire "non ti scuso perché tanto rifarai la stessa identica cosa"... per esempio ieri ho scoperto di essere positivo al covid grazie ad un tampone molecolare che dovevo fare per lavoro, (sarei dovuto partire per un viaggio all'estero e andare a suonare fuori dall'Italia) nonostante io pensassi che grazie al tampone rapido fatto tre giorni fa per la fine dell'isolamento fosse negativo. Pensavo di essere tranquillo ma mi è sfuggito tutto di mano, ho cominciato a dire che la legge italiana è una parola che riconduca agli escrementi (non la dico per non farmi bloccare la discussione, cerco di essere il più civile possibile anche se non mi sento per niente una persona civile...) e mi sono arrabbiato imprecando e bestemmiando al telefono con la mia ragazza (mi dovevo vedere ieri sera con lei ed è da tantissimo che non ci vediamo) e ho insultato mia mamma e mio papà, non ho cercato di farmi aiutare e sostenere... C'è anche da dire un'altra cosa: mio padre ieri pomeriggio mi ha continuato a dare la colpa pensando che il tampone molecolare avrei potuto fare a meno di farlo secondo le nuove normative e che avrei risparmiato una quarantena a tutti, dato che avrei dovuto fare comunque un molecolare lunedì per lavoro, ma quelli del lavoro stesso mi hanno chiesto cortesemente, per sicurezza e per evitare di fare sostituzioni all'ultimo, di accertarmi e di fare anche un molecolare per conto mio che mi verrà rimborsato. Mio padre non ha capito mai questa cosa fino a stamattina e ieri ha continuato a darmi la colpa, ma io ho reagito veramente male e ho risposto male a tutti, ho persino quasi mandato a fanculo un mio amico che ha fatto il covid come me e ha fatto solo un tampone rapido per uscire dalla quarantena, mentre io che ho fatto il molecolare mi ritrovo di nuovo a casa e talmente pieno di nervosismo e tensione che non riesco a fare nulla. Come se non bastasse stamattina ho discusso di nuovo coi miei, e la mia ragazza non ha risposto fino ad oggi pomeriggio... Mia mamma mi ha chiesto come considero i miei genitori e ho detto che sono contento quando mi comprano le cose, e non sono contento e li incolpo quando sbaglio, partendo dal fatto che li maltratto da un po' di anni (facendo il conto sono 6-7 anni) e mi son rassegnato dicendo che "quello che dimostro è quello che penso". Da questo momento i miei mi hanno detto che non mi daranno più una mano, e sarò solo qui a casa perché non ho un'altra sistemazione, mentre per le spese per la musica e il resto mi dovrò arrangiare da ora in poi. La mia ragazza, che ho sentito per l'appunto oggi pomeriggio, mi ha detto che è stufa e mi dà un'ultima possibilità. Non so veramente cosa fare per cambiare, ho sempre promesso a tutti che sarei cambiato ma è andato a scatafasci tutte le volte e sono andato da una psicologa per tre anni ma mi son reso conto che sia stato inutile, perché non sono riuscito ad applicare ciò che è successo. Qualcuno è stato nella mia situazione? Mi sento uno malato, come quelli che prima o poi fanno qualche pazzia e poi dicono che questa persona aveva bisogno prima di assistenza e andava aiutata prima... Ho molta paura. Vi prego, aiutatemi. Non ne posso più.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.