Vai al contenuto

Pubblicità

Rain

Membri
  • Numero di messaggi

    195
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Rain

  • Rango
    Utente assiduo

Contact Methods

  • MSN
    genluvi@hotmail.it
  • ICQ
    0
  • Yahoo
    genluvi@hotmail.it

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Location
    Venezia
  • Interests
    lettura e poesia, fantasy e boardgames, Giappone, musica...
  1. Rain

    Eutanasia

    E' questo il fatto, sono pianamente d'accordo con la possibilità di terminare una situazione di disagio estremo, dove la vita forse è oramai non-vita. Questo porblema sta a monte, nell'uso della tecnica in modo improprio. Queste persone vivono perchè attaccate a delle macchine o perchè fanno delle cure estremamente potenti. Il decidere di morire naturalmente, mettendo un limite all'uso della tecnologia, a mio parere è la cosa più ovvia. Ossia, la tecnologia deve essere un mezzo non un fine, come dice Galimberti in Psiche e Tecne, tante volte è perchè non si vuol spegnere la macchina più che voler far vivere qualuno che conduce a situazioni estreme, che sono poi un casino dal punto di vista etico, morale, legale, senza contare la pena immensa per chi soffre. E' sempre questione di buon senso. Lo staccare i tubi non è eutanasia nel vero senso della parola, è solo una morte naturale; se si fosse in Africa sarebbe già avvenuta. A mio parere, anche, la Chiesa è in contraddizione quando dice si a tenere una persona "attaccata ai tubi" e poi no alla fecondazione assistita. Sono entrambe espressione della tecnologia al servizio della vita. Ad ogni modo ribadisco che è un'illusione pensare di essere liberi e di poter scegliere qualche cosa solo secondo il nostro volere, c'è sempre l'influenza di qualcuno. Pensare di essere padroni di se stessi è solo un pensiero che ci fa stare più male e ci rende più egoisti. Ma tra dire e fare....
  2. Rain

    Capire .....

    Per me la tua paura di essere schizofrenico è un sintomo ipocondriaco, non psicotico. Gli psicotici non sanno di esserlo :). Dunque, visto che il tuo esame di realtà c'è ancora io segiurei il consiglio della psico e la smetterei :). Altra cosa, se stare con gli amici ti distrae stacci spesso, così se alla lunga ti accorgi che non sei ancora finito in manicomio avrai la certezza che tanto malato non lo sei. Divertiti! Ti farà bene e richiama la psicologa, ci tiene a te, voleva solo tarti una scossa.
  3. Rain

    Capire .....

    Eh! Che ci vuoi fare, trovare il proprio posto a questo mondo è difficile. Anche io non riesco a cresce, guardo al passato e alle occasioni perse, alle persone perdute e non so godere delle mie scelte. Io sono ossessionata dall'idea della scelta. Ho dovuto scegliere fra due uomini, due vite diverse, e anche ora non so se è giusto quello che sono o quelloche sari stata. A volte è davvero ossessionante. Continua la terapia, vedrai che ne uscirà qualche cosa e non spaventarti se ti sembra di stare peggio e se provi dolore o rabbia. Sarà un segno di miglioramento, dopo il più sarà fatto. Pensa che alla fine sarai libero e libero significa che riuscirai a vivere da te stesso, e allora anche l'amore avrà più valore.
  4. Rain

    Capire .....

    Gli appunti non saprei come darteli, sono un sacco di pagine che dovrei ricopiare, forse con lo scanner...vedrò che si può fare, caso mai lasciami il tuo indirizzo mns se ce l'hai. Ma devi avere pazienza. La prox settimana parto e torno a fine agosto. vediamo se ce la faccio prima. Per il resto, forse razionalizzi troppo e senti troppo poco...può essere? Forse il tuo rapporto era semplicemente un rapporto che ti sosteneva del definire te stesso, lei ti serviva per sentire il tuo essere. Senza sei pieno di dubbi e senti che qualche cosa ti sfugge e così ti riempi di pensieri. Di nuovo ciao ciao
  5. Rain

    Eutanasia

    Si bhe, la questione del danno si riferiva a discorsi precedenti. E' vero la vita può non essere un dono e può essere gestita a piacimento...ma lo trovo un discorso molto pericoloso, perchè il mio influenza sempre anche l'altro. E' egoista pensare che la vita sia solo una faccenda privata, fra l'altro in origine è affare tutt'altro che privato e questo è la logica che lo dice, non la morale. Non si nasce da soli.
  6. Rain

    Capire .....

    Intanto sta tranquillo, non sei decisamente psicotico, un tipo ansioso invece si :) E' normale avere paura della realtà e chiederesi se sia relae oppure no? Hai presente il dubbio iperboloico di Cartesio? Certo, non è proprio confortante pensarci ogni minuto. In genere l'ansia deriva da un'incapacità di pensiero verso qualche cosa, invece un troppo pensare deriva da meccanismi ossessivi che evitano di pensare al vero problema, ipocondria non fa altro di spostare sul corpo quello che si ha nella mente. C'è un filo diretto fra ossessione, ipocondria, disturbo d'ansia e disturbo psicosomatico...ti passerei gli appunti del mio prof, mannaggi ma non li ho su pc. Tutto dipende da un'impossibilità di connettere le proprie emozioni con la loro rappresentazione cosciente. Devi cercare di pensare alle tue emozioni. Questo è l'approccio psico-dinamico. Ciao ciao!
  7. Rain

    Eutanasia

    Non abbiamo scelto di nascere, la vita non dipende da noi, non tutta, questo è un mio pensiero. Dove sta il limite fra nuocere agli altri o solo a se stessi? Anche il drogato nuoce prima a sè, ma anche a noi in modo indiretto...la malavita, i SERT da mantenre ecc. Anche chi si suicida può far del male, tipo ai propri cari, ma anche ad altri malati che perdono la speranza. Non credo sia il metro con cui valutare la possibilità dell'eutanasia su quanto e a chi fa danno.
  8. Comprendo :) ma a volte mi piace credere che il male e il bene sono bene visibili...ma so che è un'illusione. Mi piacciono i film schietti ogni tanto, di quelli che ti fanno scaricare i nervi e ti fanno immederimare negli eroi...avremmo bisogno di eroi, non violenti, ma con le palle si! A proposito un film sempre avventuroso e guerrsco, non che storico ma che ha una maggior maturità di sentimenti è Le crociate
  9. L'amore ha mille forme, quando è passione spinge anche a uccidere. Se l'amore fosse solo contemplazione sarebbe tutto immobile...l'amore è il motore del mondo, nel bene e nel male.
  10. Io adoro il gladiatore...non amo la violenza, ma lui uccideva per Roma, per un re che amava, per amore si fa anche questo. Nella realtà le guerre avvengono per ben più meschini obiettivi. Per me Dio non si manifesta rendendo pan per focaccia, ma dando all'uomo la capacità di renderla...Uccidendo per Roma, in un certo senso, pensava di dare un futuro migliore ai propri figli, non lo si può biasimare, anche se io, penso, avrei fatto diversamente.
  11. Rain

    Aumentano i divorzi

    Grazie per per le vostre risposte, forse sono io che non riesco a straccarmi dal passato. Come sempre del resto...sono una malinconica.
  12. Rain

    Aumentano i divorzi

    Io sono stata al posto di tuo marito, va bhe non sono sposata ma sto con il mio ragazzo da tanti anni...anche lui ha lottato e anche noi abbiamo sofferto...ora stiamo bene, o almeno lo pensiamo....ma rimane un tarlo. Per voi non è così? Davvero non vi viene il dubbio che come dice IreIre che sia una forzatura? E' vero che si aprono strade diverse, si sta bene cmq, forse anche di più ma chi può saperlo? E' questo che mi tormenta. Complimenti per aver lottato! Ammiro molto le persone coraggiose.
  13. Rain

    il nuovo mondo

    Differenza fra illusione e speranza...che bella riflessione :). Allora io dico che la speranza è diversa dall'illusione quando è si è coscienti che ciò in cui si spera potrebbe trasformarsi in un'iilusione.
  14. Io dico solo che la violenza non è unilaterale e che ci sono molti modi per esprimerla. Credo che, si, la violeneza sia un bisogno di dimostrare qualcosa che non si possiede, penso sia senso di inferiorità a creare la violenza soprattutto quella sessuale. Il discorso sulla possibilità solo della donna di mettere al mondo i figli era un discorso più ampio che sta forse alla base del motivo che spesso l'uomo vuole stare in posizioni di dominanza. Ovviamente è qualche cosa di non così manifesto.
  15. Davvero la donna non ha l'esigenza di manifestare il suo potere?!?!? Permettimi di dissentire, esistono donne più infide e violente degli uomini, sempre parecchio onesti nel loro desiderio di sopraffare qualcuno. La gelosia e l'invidia non le vedo trasmesse culturalmente, visto che sono emozioni quasi elementari...i bambini le provano spesso ad esempio. E non è il maschio che ha il potere ma la donna, perchè la donna permette alla specie di vivere, sono le donne le madri, è per quello che l'uomo di riflesso ricerca il dominio. Siamo diversi e alla pari secondo me. Se non lo si vede, forse è, che come donne siamo più inclini a sentirci vulnerabili, e così facciamo il gioco dei prepotenti.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.