Vai al contenuto

Redazione

Administrators
  • Numero di messaggi

    339
  • Registrato dal

  • Ultima visita

messaggi di Redazione

  1. Salve.

    La Sapienza è certamente una ottima facoltà. Ma per esercitare come psicoterapeuta è importante sapere che, dopo la laurea (3+2), è comunque necessario frequentare una scuola di specializzazione quadriennale che prescinde, spesso, dalla formazione curriculare universitaria.

    Buona giornata.

     

  2. Carissimi amici online,

    in questi giorni il forum è stato rinnovato sia nella sostanza che nella grafica.

    Abbiamo dovuto, come al solito, inseguire le nuove regole di sicurezza per evitare che si ripetessero ancora episodi di spamming che negli ultimi tempi si stavano accentuando.

    Il passaggio alla nuova versione non è indolore. Infatti sono cambiate diverse cose e pian piano stiamo operando per riportare la situazione a quella precedente ma, in ogni caso, delle differenze rimarranno e quindi sarà obbligatorio abituarsi ad esse.

    Vi invitiamo a farlo al più presto, in modo da poter tornare a riutilizzare il forum al meglio, come in precedenza.

    A tutti voi un buon lavoro da parte della Redazione di Psiconline.it

     

     

    logo-forum.jpg

  3. Ciao Giovanni.

    Qui non troverai molti professionisti e quindi difficilmente riuscirai ad avere un parere professionale.

    Comunque, prova.

    Potrebbe essere che fra i professionisti iscritti che frequentano il forum senza intervenire quasi mai vi sia qualcuno interessato ad aiutarti.

    Un saluto.

    La Redazione

  4. Ma cancellate I miei messaggi dal forum?

    Se sono cosi' stupidi ,insipidi od offensivi,voi al

    vertice, fatemelo sapere e ci confrontiamo

    sull'argomento.

    Se il caso scende sul mio Italiano e provate

    vergogna, negatemi l' ingresso nel vostro

    forum. Tanto io nn sono il padrone

    e nn costringo nessuno ad aprire

    la soglia d' ingresso.

    Caro Tex,

    noi non abbiamo cancellato nessun messaggio...

    Controlla meglio.

    Cordiali saluti.

    La Redazione

  5. Chiedo agli esperti: è possibile che uno schizofrenico paranoide possa trattare certe persone bene e altre minacciarle fino a volerle uccidere? Insomma doppia personalità (se così può chiamare)?? Chiedo agli esperti.

    Non posso credere che lui abbia minacciato di morte delle persone ma è probabile che sia così.

    Grazie ancora!

    Salve.

    Discutiamo per ipotesi e non in relazione al suo amico, di cui non conosciamo la situazione.

    La risposta alla sua domanda è si. il soggetto paranoideo si sente in pericolo e quindi può reagire con aggressività nei confronti di chi viene percepito come una minaccia.

    Non è un problema di doppia personalità (definizione abusata e spesso incongrua) ma di sintomatologia specifica della sindrome di cui parliamo.

    Cordiali saluti.

    La Redazione

  6. Ciao Michele.

    Informazioni come quelle che chiedi sono di esclusiva competenza di uno psichiatra e sarebbe comunque scorretto da parte di qualunque altro partecipante al forum darti una risposta che, in ogni caso, non potrebbe aiutarti poiché non sarebbe data sulla base della competenza ma sulla base "dell'uso".

    Parlane con il tuo psichiatra e sottoponi a lui il tuo dubbio.
    Certamente saprà aiutarti.

    Un saluto.

    La Redazione

  7. non ha la specializzazione, soltanto laurea e esame di stato..ma ha uno studio..esercita...boh

    Lo psicologo è un soggetto che ha conseguito una laurea, ha frequentato un tirocinio, ha superato un esame di stato e si è iscritto all'Ordine professionale.

    Può esercitare la professione di psicologo che concerne tutte le attività previste dall'art. 1 della Legge 56/89

    "La professione di psicologo comprende l'uso degli strumenti conoscitivi e di intervento per la prevenzione, la diagnosi, le attività di abilitazione-riabilitazione e di sostegno in ambito psicologico rivolte alla persona, al gruppo, agli organismi sociali e alle comunità. Comprende altresì le attività di sperimentazione, ricerca e didattica in tale ambito."

    NON PUO' ESERCITARE LA PSICOTERAPIA!

    L'esercizio dell'attività psicoterapeutica è subordinato ad una specifica formazione professionale, da acquisirsi, dopo il conseguimento della laurea in psicologia o in medicina e chirurgia, mediante corsi di specializzazione almeno quadriennali che prevedano adeguata formazione e addestramento in psicoterapia.

    Quindi la persona a cui si è rivolta può esercitare come psicologo ma non come psicoterapeuta, se non ha la specializzazione.

    Ne parli chiaramente con lui e gli chieda se è o meno specializzato e, comunque, che cosa in concreto "state facendo".

    Poi si regolerà di conseguenza.

    Cordiali saluti.

    La Redazione

  8. Ciao.

    Già se guardi il piano di studi della Facoltà di Psicologia telematica puoi farti un'idea di quello che ti troverai di fronte.

    Libri di psicologia, poi, ne trovi tanti in giro.

    Consigliarti qualcosa di specifico è davvero difficile.

    Quello che ci sentiamo di dirti, però, è che la psicologia universitaria e professionale è una cosa davvero diversa da quella che siamo abituati a considerare comunemente e a vedere in giro.

    Lo studio della psicologia è complesso e difficile così come lo sono le materie che ti troverai di fronte e "fare lo psicologo" non è quello che abitualmente immaginiamo.

    Intanto prevede una Laurea quinquennale (3+2), poi almeno altri 4 anni di specializzazione ed un anno di tirocinio gratuito oltre che l'Esame di Stato per l'abilitazione alla professione. Quindi un percorso duro ed impegnativo.

    E poi ancora più dura sarà la professione.

    Pensaci bene, quindi, perché non è un impegno da week-end!

    In ogni caso, buon lavoro.

    La Redazione

  9. Caro Pruilio,

    degli psichiatri e degli psicologi potete dire quello che vi pare perché le opinioni, quando non sono offensive e/o volgari, trovano tutte il loro spazio su questo forum.

    Quello che non viene accettato, invece, sono gli insulti e le liti fra i partecipanti.

    Tu e Sea avevate cominciato a farlo e quindi abbiamo preferito eliminare il problema invece che stare lì a richiamarvi all'ordine.

    Un saluto.

    La Redazione

  10. Se alla fine della terapia ci si rende conto che non si riesce a raggiungere in nessun modo l'obiettivo, cosa si deve fare? è rischioso terminare la terapia?

    Caro KeM,

    la domanda che poni è alquanto confusa.

    Se in terapia è stato stabilito un obiettivo insieme allo psicoterapeuta, non raggiungerlo significa che la psicoterapia non ha prodotto gli effetti e i risultati che ci si aspettava producesse.

    Parlarne con lo psicoterapeuta può permettere di capire cosa è accaduto e quali sono i motivi che bloccano la terapia stessa e impediscono il raggiungimento di un buon risultato.

    Se anche questa riflessione o valutazione non porta a nulla vuol dire che la terapia è fallita. Interromperla non è pericoloso ma anzi potrebbe essere forse utile per iniziarne una con un diverso terapeuta.

    In ogni caso l'interruzione è opportuno valutarla e deciderla insieme alo psicoterapeuta, se possibile.

    Un saluto.

    La Redazione

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.