Vai al contenuto

Giuli81

Membri
  • Numero di messaggi

    5
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Giuli81's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

0

Reputazione comunità

  1. Ciao, benvenuto nei forum di Psiconline®, ti auguro un sereno e costruttivo confronto con tutti gli altri. Un saluto, Alessandro Martinelli.

  2. Forse Oscar hai proprio ragione, in effetti fare la crocerossina, non serve poi a molto, dato che il copione è sempre lo stesso. Probabilmente è vero magari io sto facendo semplicemente tutto questo x lui solo xkè magari ho questa smania di volerlo aiutare a fare il giusto(x me), ma secondo me lui non vuole cambiare affatto perchè in questo mondo ci vive bene, perchè gli piace essere servito e riverito e soprattutto gli piace scaricare le sue responsabilità suglia ltri attribuendomi le colpe di ogni cosa che gli va male. Credo che alla fine quello che sta più bene di tutti sia lui ed io che credevo di aiutarlo mi sto rendendo conto che in fin dei conti non vuole ed io mi sto ammalando di nevrosi, ho continui crampi allo stomaco che non mi passano e credo che se continuerò così quella che ci perderà la salute sarò io e non lui che ride su cose che dovrebbero essere serie. Mi sto prendendo responsabilità che forse solo la madre doveva prendersi tempo fa, lei non l'ha fatto, il figlio ci perderà come le figlie ma in effetti io nn posso correggere gli errori di una donna stupida ed ignorante, non ce la potrei mai fare dato che per loro quello stile di vita è giusto. Mi sa proprio che è arrivato il momento di mettermi da parte perchè tanto lui nn cambierà e continuo ad averne tutti i giorni le prove, purtroppo gli hanno insegnato cose sbagliate, non ha il senso dell'educazione e del rispetto x gli altri e se non lo ha capito ora..... figuriamoci se lo capirà dopo!!! Ciao ciao
  3. ciao Gio, grazie x il tuo intervento. Lo so che la cosa migliore sarebbe prendere e lasciare tutto, almeno molti farebbero così. In ogni caso io nn credo sia la cosa giusta, so che ha vissuto quel ke ha vissuto, non cambierà di certo il suo modo di pensare ma forse potrebbe migliorare e non me la sento di fuggire davanti al primo ostacolo, ha una famiglia molto complessa però sono certa che con un po di aiuto lui saprà migliorare, non voglio che cambi ma semplicemente che rispetti chi gli sta intorno e ora un po sta migliorando, ma sarà il tempo a dare le risposte giuste, per ora non voglio lasciarlo. Per quanto concerne la suocera ecco nn credo mi starebbe tra i piedi anche perkè il mio ragazzo non glielo permetterebbe mai, non la fa intromettere nelle sue cose, sia chiaro, anche perkè lui stesso sostiene ke la madre è una schiavista e appena puo anche se le vuole bene vuole allontanarsi da lei.So che i viziati sono tremendi ma io credo che i vizi li hanno con chi glielo permette, e io di certo non gli permetterò di sottomettermi solo perkè la madre ha sottomesso sue sorelle, in questo sn piuttosto decisa, se + in la vedo che la situazione peggiora, ovvio lo lascerò, spero sempre di no, voglio essere positiva e credere ke un po d affetto possa risolvere anche i casi + disperati.A presto ciao
  4. Ciao Sirena! queste ragazze della loro madre non so che pensano relamente l'unica cosa che riesco a sentire è la seguente " lei è mia madre e mi puo comandare con mio padre". Solo una delle tre si dimostra piuttosto scostante, la odia , le da le colpe della vita del cavolo che le ha fatto fare, tenendo conto che questa ragazza è anche bulimica, e la madre non alza un dito per aiutarla anzi la fa strafogare di ogni cosa possibile da mangiare e si vede che mangia con rabbia, e poi un vizio che ha questa ragazza fin da qndo era piccola è succhiarsi il pollice infatti le è andata in superazione l'unghia un po di volte. Molti rideranno nel leggere certe cose, ma ripeto + che da ridere c'è da piangere perchè sono tre persone che si stanno giocando, per colpa di una madre sciagurata, i migliori anni della loro vita.
  5. Ciao Giusy, grazie x aver scritto il tuo pensiero su qsta situazione difficile.Dunque rispondo alle domande, io amo questo ragazzo tantissimo, anche perchè inizialmente quando non conoscevo la sua famiglia credo lui mi abbia dimostrato realmente chi fosse in tutte le sue debolezze, mi chiedeva consiglio ed è naturale che lui vive questa situazione in modo piuttosto scomodo. Mi parlava della sua famiglia con ansia e dispiacere e ti dirò che ha anche pianto x tutto questo fino a che non me li ha presentati. Da quando me li ha presentati lui è cambiato ha assunto un atteggiamento + aggressivo e si aspetta che io non critichi certi comportamenti della sua famiglia. Nel caso lo dovessi lasciare (cosa che per ora non credo farò) è solo per il suo atteggiamento molto prepotente che temo un giorno possa creare problemi a me, del resto io x ora non ho ancora capito cosa ha visto in quella casa, credo cose piuttosto scioccanti, dato che la madre ha sempre rinchiuso le figlie in casa e le ha costrette a fare il suo volere nel bene e nel male. Ecco io ho paura che a lungo andare gli atteggiamenti che la madre ha con le figlie potrebbe averli il mio ragazzo con me. Lui a casa è servito e riverito da queste ragazze, in particolare da una che è quella che viene trattata peggio di tutte. Ovviamente questa servilità non deriva dal fatto che lei lo vuole fare ma perchè è la madre che glielo impone e se non lo fa la picchia. Io sono stata spettatrice di un fatto il secondo giorno che sono andata a casa sua. Questa ragazza si rifiutava di portare il cane a passeggio e il padre l'ha picchiata ed è dovuta andarci per forza.Poi c sono stati altri episodi in cui o la segregava in cucina o in camera da letto solo perchè magari aveva espresso la sa opinione su qualcosa. La mamma è quasi rararamente loro complice. Il mio ragazzo è il re di casa ma non so se sia realmente così alla fine. Lui prende un buono stipendio e giustamente mette i soldi in casa il neccessario che serve alla madre poi il resto se lo tiene lui, anche se lei ci rimane male perchè quello stipendio lo vorrebbe tutto per se. Alle volte gli mette sciocchezze in testa per lasciare il lavoro credo, tipo che potrebbe venirgli l'osteoporosi o che potrebbe rimanere in una sedia a rotelle, cosa non vera ovviamente ma lei sa come mettergli paura perchè lui è terrorizzato dalle malattie.Quindi se da una parte lo fa servire e riverire come tutti gli uomini di casa dall'altra lo sta in qualche modo danneggiando facendogli credere sciocchezze. Come x esempio l'altro giorno parlavamo che aveva intenzione di prendere la patente e quindi di iscriversi lei ha subito sottolineato che non aveva soldi per farla, bugiarda perchè io so quanto lui prende e di soldi ne ha, solo che lei non vuole. Poi che dire lei con me si comporta bene solo che non so effettivamente perchè lo faccia, ma non credo sia molto a mio favore dato che le sto stravolgendo la vita, nel senso che ho cercato di aiutare le figlie c'è a chi ho fatto la tinta ai capelli, le ho truccate, le ho fatto la french alle unghie, e anche se lei davanti a me fa la contenta in un primo meomento poi dopo esorta le figlie a non continuare a tenersi in ordine perciò credo sia un po falsa. Perchè certe volte da risposte secche e pungenti come quella della patente, come quella in cui dice che i figli sono i suoi e ne fa ciò che vuole, che non hanno soldi da spendere in creme, in tinte e in vestiti. Però io dico farle uscire come delle straccione è veramente umiliante e il mio ragazzo ogni volta che le ha viste in giro quelle sporadiche volte ha sempre cambiato strada x vergogna ed io lo capisco bene perchè me ne vergognerei pure io. Lui sulla sua famiglia nei momenti in cui me ne ha parlato lucidamente mi ha detto che appena può scappa da quell'inferno, perchè c sono sempre urla pettegolezzi e lui come si suol dire vorrebbe scavarsi una fossa e sotterrarsi perchè da questo punto di vista tiene molto alla reputazione, al fatto che una persona deve essere presentabile ecc... se fosse per la madre non gli comprerebbe ne gel, ne profumo ne bagnoschiuma eppure lui i soldi glieli da, allora deve fare la voce grossa e lei x paura fa cio che lui le chiede. queste ragazze hanno precisamente 27,28,29 anni grandicelle direi per essere trattate così. E con questo è tutto credo che mi sento un po giù e mi chiedo perchè proprio a me doveva capitare una situazione simile, perchè io cono tutta sincerità non la so gestire. Il mio ragazzo è sempre di malumore, ma non per colpa mia perchè io molte volte mi rendo conto che per una cavolata ne fa una tragedia, mi scaglia le colpe contro, crede che gli nascondo qualcosa, quindi sentirmi dire certe cose dato che sono una ragazza piuttosto rispettosa mi fa troppo male. Perchè a questo punto penso che se ha tutti questi dubbi su me una ragione ci sarà. Io non credo che a 24 anni posso fargli cambiare il suo modo di ragionare perchè è stato cresciuto in un ambiente in cui questa donna ha sempre criticato senza ritegno qualsiasi donna, strano ma vero tutte le sue nipoti secondo lei sono poco di buono come anche le cognate perciò se un bimbo cresce in un posto dove sente parole così grosse nei confronti di donne che si curano e che tengono alla propria persona perchè è così che si dovrebbe vivere normalmente, è ovvio che poi senti che risenti ti si incanala nelle mente e poi cosa accade? che questo pensiero lo avrà sempre. Perciò io spero che a lungo andare anche stando con me e frequentando casa sua un po meno qualcosa la capisca e che finalmente si calmi un po e che la smetta di pensare il male su tutto e tutti ma è stato cresciuto così ed è difficile togliere certe cose della mente. A presto ciao ciao
  6. Ciao a tutti, sto scrivendo tutto cio perchè ho bisogno di sfogarmi e di capire determinate cose che ancora non riesco a credere che possano esistere nel 2007. Premetto che per me è una situazione del tutto nuova, non ho mai vissuto situazioni del genere nella mia famiglia e vederle nella famiglia del mio ragazzo, devo dire che mi infastidisce parecchio, anche perchè il mio timore è che magari un giorno se avessimo una nostra famiglia queste cose possano ripercuotersi sui nostri figli. Mi spiego meglio. Sto con questo ragazzo da un anno e mezzo, agli inizi le cose andavano bene, si c'erano dei litigi ma tutto procedeva normalmente anche perchè dovevamo conoscerci e capire più o meno chi fossimo e col tempo magari assumere un po di fiducia. Il tempo passava e nonostante io mi fidassi di lui, lui non si fidava di me, anche se inizialmente mi ha fatto credere il contrario. Tutto questo senso di sfiducia nei miei confronti, ma non credo solo nei miei ma delle donne in generale deriva da una situazione familiare catastrofica che ho scoperto quando ho frequentato casa sua. Conoscevo di vista sue sorelle e premetto che nella mia città venivano derise e piacchiate da i classici bulli della situazione solo perchè erano brutte, o almeno era cio che io pensavo. Il mio ragazzo vive in un altro mondo rispetto a loro, è un bel ragazzo e non sembrerebbe nemmeno loro fratello, ma l'amaro in bocca lo porta sempre ed io me ne accorgo. E' difficile spiegare tutta questa storia perchè è piuttosto intricata. La madre del mio ragazzo ha avuto 5 figli di cui 4 come dicevo li ha resi del tutto handicappati e non sto scherzando. Le figlie femmine sono trattate come schiave, lei le odia perchè dice che non servono a nulla in quanto non l'aiutano in casa, c'è da dire ke lavorano mattina e sera e i soldi che guadagnano li devono dare alla madre tutti quanti se no lei le picchia o le chiude nella loro stanza. Le femmine hanno il trattamento peggiore, non possono uscire di casa, non sanno parlare se non in modo piuttosto elementare, dovuto al fatto che entrambe i genitori sono analfabeti, e non sanno comportarsi ne immezzo alla gente e tanto meno a tavola. Sembrano delle bambine di 10 anni, ma ripeto sono nate perfettamente sane. Io odio la madre del mio ragazzo e mi dispiace tanto ma non riesco ad essere spettatrice di simili violenze. Il fratello del mio ragazzo, dato ke sono 3 femmine e due maschi lavora per una miseria 480 euro esce alle 5 del mattino e ritorna alle 9 di sera, tutto perchè il loro papà ha deciso di non lavorare più perchè stanco. Questo ragazzo non conosce le ferie, lo sfruttano e la madre gli prende tutti i soldi dello stipendio e a lui gli da una miseria, non gli compra vestiti o scarpe, al massimo quelle dei cinesi da 5 euro non di +, ma in compenso lei con i soldi dei figli si è cambiata l'intera sala da pranzo. Alle femmine le umilia, le da delle stupide delle cretine solo se fanno cadere una goccia d'acqua nel pavimento e le picchia. Dice ke dei figli non le importa nulla, ma semplicemente che finchè lei sarà in vita loro devono fare cio ke lei vuole, e se per caso lei e il marito dovessero morire e i figli dovessero finire per la strada non è un suo problema, tanto lei sarà in pace. Il mio ragazzo in tutta questa situazione prende spesso le parti della madre e dice che non sono affari miei di come vanno le cose a casa sua, anche se secondo me se ne vergogna tanto. Per la madre le ragazze che si curano sono tutte poco di buono, lo sento dai discorsi che fa, infatti non ho mai sentito dire parole belle x nessuna ragazza. Eppure sono ragazze che vivono una vita normalissima, fanno le loro esperienze, vanno a scuola cosa indegna secondo il suo punto di vista è una perdita di tempo, meglio lavorare tanto non serve a nulla saper parlare e acculturarsi. Anche il mio ragazzo purtroppo dice queste cose, mi da dell'ignorante a me che nel bene e nel male il mio diploma lo ho e la mia cultura bene o male la ho perchè mi piace leggere e documentarmi. Sostiene che il mio diploma non serve a nulla perchè non capisco nulla in quanto sono una cretina. Dopo che mi dice tutte queste cose, mi chiede puntualmente scusa e io mi chiedo se lo dice perchè lopensa o se è solo un atteggiamento che ha assorbito nel tempo vedendo che a casa sua le donne vengono trattate come stracci vecchi se non peggio. Devo essere sincera io alle volte quando mi diceva queste cose, e mi esasperava, io piangevo , e lui mi prendeva in giro dandomi della pazza, ma io non mi sentivo come lui mi descriveva e così è capitato che un paio di volte gli ho dato dei cefoni fortissimi. Li ho sbagliato, credo, ma no rispettava la mia persona, la mia sofferenza di quel momento, se uscivo dalla macchina per stare sola, lui mi inseguiva e mi faceva delle vocine strane e rideva come fanno i bambini per prendere in giro qualche amichetto ke piange. Vi giuro io in quel momento avrei voluto spaccargli la faccia a calci. Non capisco + nulla, solo che mi sento male all'idea di lasciarlo perchè so che la colpa è della situazione in cui vive, ha talmente icassato tutto dentro che ora sfoga la sua rabbia su me, ma io voglio fargli capire che nessuno vuole fargli male che io non lo sfrutterei mai per prendergli i soldi ( perchè mi fa anche questa accusa, quando io vi giuro su quanto ho di + caro non gli ho mai chiesto un centesimo). Sto per esplodere anche se un po è cambiato forse perchè per via del nuovo lavoro a casa ci sta molto poco se non per dormire e questo lo sta aiutando parecchio perchè non vive le ansie familiari come una volta. Scusate se vi ho annoiato ma ripeto mi sento confusa e ho bisogno di sentire il vostro parere.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.