Vai al contenuto

oscar

Membri
  • Numero di messaggi

    2129
  • Registrato dal

  • Ultima visita

messaggi di oscar

  1. uuuuuh che bello! -_- si riprendono le amenità più assolute!

    :huh::o:

    pufff.... e Narciso si tramutò in Dalì. Si guardò allo specchio, si spaventò e decise di farsi una plastica. Ma la plastica gli diede il due di picche, e anche quando era ben disposta gli diede buca per altre due volte.

  2. Il topic di Arley ha avuto talmente successo che come con la settimana enigmistica, arrivano imitazioni, varianti, parodie. Questa è decisamene la più dissacrante e divertente, per me. :LMAO:

    Ci potrebbe stare uno psi che se ne va con vostra figlia o vostro padre, oppure un cambio di sesso del terapeuta, in corso di terapia :mellow: , oppure voi che vi innamorate della sua segretaria, oppure vostro marito che si innamora di lui, oppure una magìa e puff... il terapeuta diventa un pomodoro... e via variando...

    Ciò fa calare la tensione del prendersi troppo sul serio, ma al contempo si teme di farlo. Chi ha ragione?

  3. Io aggiungerei un'umiltà comunicata-mostrata e una vissuta. Si può apparire umili e non esserlo tanto, o il contrario. Dipende da cosa si intende e rispetto a cosa ci si riferisce.

    Rispetto all'umiltà=povertà del cuore di Joker, forse proprio quando si parla di cuore, quella povertà... è una ricchezza! :huh:

    Come ogni concetto astratto, l'ambivalenza linguistica del termine può generare discussioni infinite. Se intesa come virtù cristiana, o come semplice atteggiamento riverente e sottomesso, o ancora come modestia o riservatezza. E chi ne ha, aggiunga...

    Ma mi piace molto il denudarsi di viola, togliendosi ogni orpello legato a titoli, oggetti, ecc. avendo la forza della capacità di mostrarsi "senza"...

  4. Bene ... adesso mi sento ancora più incasinata!

    Quindi stasera sbaglierei a chiedere allo psi perchè, per cosa e per come? Sbaglierei a pretendere una spiegazione su quello che ha/abbiamo fatto?

    Quindi cosa devo fare stasera? Lasciare che sia lui a condurre la seduta? e se poi mi lascia ancora con dubbi?

    Ciao

    Parla di ciò che senti, e se hai dubbi chiariscili con lui. Saprà gestire bene le cose, paletti compresi che potrebbe metterti lui (es: no, questo non è possibile!), che sono anche utili proprio alla terapia.

    Pensa anche solo al "se non esistesse il paletto tempo prestabilito della seduta..."

    Auguri! :huh:

  5. ciao oscar, come va?

    hai visto quanto scrivono le ragazze? fino a fine febbraio, periodo in cui hai postato per l'ultima volta, avevate scritto circa 50 pagine...e da febbraio ad ora, in poco più di tre mesi, camminando sulle loro gambe, ne hanno scritte più di 170!!!

    ma soprattutto, hai visto che progressi? hai visto che evoluzioni nelle alleanze terapeutiche?

    Si, vedo e sono felice per loro -_- . Si erano avviate bene e hanno continuato.

    Ciao Emilio :crazy:, anche se gli auguri sono fuori topic e non con un mp, profitto per augurarti una buona giornata :D:

  6. non è sbagliato...non sei in grado di farlo, perchè non hai gli strumenti che ha lui.

    tu non devi analizzarlo. Devi comunicare con lui. Devi capire insieme a lui se il vostro rapporto è recuperabile.

    come lui gestisce il suo controtransfert non è una cosa di cui ti devi preoccupare tu. E' una sua preoccupazione, con te e con tutti gli altri pazienti.

    Brava judi, parole tolte da bocca... -_-

    Fosse utile a perdere qualche kg? ... :crazy:

  7. Approposito Oscar ho una domandina per te (ne approfitto :B):^_^ ), ...cut...

    adesso mi chiedo ma è normale che viva così il mio rapporto terapeutico...fin'ora abbiamo detto che il transfert è normale e io che non mi sento così trasportata verso di lei non avrò anche delle resistenze? In realtà mi sono quasi convinta che non sia così, cioè che la mia psicoterapia stia andando molto bene e che anche senza transert si possono trarre grandi benefici però a volte ho i miei dubbi....che ne dici? :huh:

    Innanzitutto il transfert non avviene sempre nei termini che molti credono, infatti il "trasferimento" si manifesta in tante forme, anche relativamente a sentimenti ed emozioni che non siano necessariamente di ammirazione, anzi. A volte non avviene neppure, ma è normale che un qualche transfert avvenga. Nessuno si meraviglia se non accade niente, l'importante è saper usare bene ciò che accade, altrimenti si creano ostacoli alla terapia.

    Rispetto ai tuoi benefici lo stai verificando da sola, ma è opportuno rivedere anche il "contratto" che avete stipulato fra voi all'inizio, per verificare con precisione "quando" l'esito poteva definirsi concluso. Capita che dopo anni, mesi o settimane ti dicano: - la terapia è finita, ora può camminare con le sue gambe. Auguri. - Noto che tu stai già correndo... :o:

  8. Bentornato OSCAR ... da quanto tempo!

    Quando mi sono iscritta al forum (in febbraio) tu sei stato il primo a darmi utili suggerimenti sul transfert e te ne sono stata molto grata perchè mi sono serviti a capire come gestire al meglio la cosa .... ovviamente poi ne avevo parlato anche col psi.

    Adesso che sei tornato e che, come hai letto dal preciso riassunto di Giudy, sono alle prese anche con un controtransfert gradirei uno dei tuoi utilissimi suggerimenti, anche se da ieri le carte in tavola sono un po' cambiate, ma preferirei parlarvene venerdì dopo la seduta!

    Grazie Oscar ... un grosso bacio.

    Ciao a tutti e buona settimana

    Claudia

    grazie bissa! :):

    Non so come tu giunga a conclusioni di controtransfert, ma come hai notato, se ben gestiti <_<dall'analista e da te, tutti i "sentimenti trasferiti" possono rivelarsi utili risorse. Ti rispondo un pò in termini generali.

    In tutte le analisi c'è qualche "trasferimento" compresi pure i messaggi importanti per l'analista derivanti dal controtransfert, (sempre che non rimanga troppo impicciato lui stesso affettivamente, compensando o proiettando cose personali o parti affettivamente significative di sè da lui rimosse, o ancora, stia così elaborando grazie a te una sua vicenda). Anzi, oggi una dose "sana" di controtransfert è considerata utile. Pensa se "ma chi se ne frega di questa" fosse la norma di ogni terapia! :D:

    Indipendentemente dagli orientamenti (chi dice che deve dire tutto, chi che non deve investire i pazienti di troppi gravami non utili) è importante che il terapeuta non alteri la sua struttura psichica e che gestisca consapevolmente tutto. Il far gravare su di se il/i problema/vissuto del paziente, ridà nuove energie al terapeuta, a meno che non risponda "sempre" nevroticamente sullo stesso piano del paziente (come in una rivalsa), non favorendo così alcun suo miglioramento.

    Non bisogna confondere però ciò con la sintonia ed empatia, che aiuta l'analista a mettersi nei panni altrui, sapendo come ricevere gli stimoli del paziente.

    In quest'ottica il controtransfert è utile come ogni sentimento positivo per l'esito della terapia, come parte del totale delle risposte dell'analista, senza vendette o rivalse, come nel caso di identificazioni proiettive e complementari (per es: risentimento in risposta alla rabbia e agli attacchi del paziente dove l'analista si identificherebbe "con gli oggetti interni del paziente, ad esempio col suo Super-io". Come quando il paziente tratta l'analista come un oggetto interno (proiettato): l'analista si sente trattato come tale, si identifica con questo oggetto" e risponde con risentimento alla rabbia e agli attacchi del paziente, provando risentimento verso il paziente e forse anche comportandosi con lui in modo risentito. Un casino, insomma! :LMAO: ).

    Il terapeuta competente, proprio per la familiarità con l'inconscio e con le proprie dinamiche esistenziali, sa affrontare i sentimenti controtransferali e può far crescere un rapporto. I terapeuti fanno analisi essi stessi apposta per questo! -_- Proprio per comprendere, contenere ed elaborare le proprie reazioni.

    Nel controtransfert sintonico l'analista ascolta e osserva l'altro, notando che emozioni gli suscita, in un personale coinvolgimento che, con l'attività spontanea del sé, favorisce l'introiezione di aspetti transferali e risposte controtransferali adeguate.

    Se il tuo terapeuta fosse coinvolto in un controtransfert illusorio potrebbe applicare meccanicamente un modello teorico o avere atteggiamenti difensivi egli stesso (resistenze). Non so che caso è il tuo, nè è il caso di analizzarlo, tantomeno ti sarebbe utile saperlo.

    La sua esperienza e formazione dovrebbe ridurre proprio la possibilità di non vedere quelle illusioni che sono invece così normali per tutti noi.

    Ciaooo e auguri per il tuo bel tipo... di terapia! Facci sapere com'è andata! :): :D:

  9. Ciao Oscar.......volevo salutarti...non ti spaventare per le cavolate che scrivo,sai il mio percorso psicoterapico è un po' travagliato....

    ciao elli! grazie per il saluto! :D:

    Le cavolate sono terapeutiche! Quindi perchè non lasciarsi andare ancora di più, tranquilli del fatto che anche loro servano a qualcosa? Peccato per chi si inibisce e non le scrive! Salvo poi approfondire e vedere che tanto cavolate non erano nemmeno...

    un :LMAO: caloroso a te! -_- ciaooo! <_<

  10. grande judi!!!! :Thinking:

    Eheheh oscar adesso devi dire che te ne pare di noi a differenza di 4 mesi (?).....ti sembriamo avanti???? con le nostre paure e resistenze verso la terapia intendo!!! :D:

    Anche se credo che una buona parte delle utenti che ha citato judi nemmeno le hai conosciute!!!!

    Allora di judi dico qualcosa io, visto che lei giustamente di se non sa parlare :

    La ragazza è spedita come un treno.....ha confessato l suo "amore" per il suo psi (superquotato nel forum, tanto che è è stato ribattezzato come "er mejo psi" del topic!!! :shok: ) e ormai si fida di lui ciecamente...abbattute le resistenze, rimangono solo degli sconvolgimenti ormonali periodici, facilmente gestibili (almeno così dice!!! :D: )....

    A parte gli scherzi io la vedo molto più matura, così come Arley e sulla buona strada per un percorso terapeutico prodttivo!!!!

    E poi :

    CI SEI MANCATOOOOOOOOOOO!!!!! ^_^

    Come sempre Giusy non si smentisce mai! :)::p: sempre affettuosa e piena degli altri!

    Grazie Giusy... mi fai commuovere! ^_^

    Rispetto alle opinioni, prima di sparare a vanvera, vorrei leggere pure qualcosina, e non solo basarmi sulla sintesi della sintesi della sintesi della sintesi della sintesi della sintesi della sintesi della sintesi di Juditta! Almeno però ora ho un orientamento utilissimo! A occhio, direi che il topic ha svolto il suo lavoro egregiamente. Aiuto reciproco e crescita reciproca! :D:

    un ^_^ a te! Giusy

  11. Allora mettetevi comodi…su gentile richiesta di oscar che dopo mesi di assenza non se la sente di leggere 220 pagine di arretrati (posso capirlo) , vi produrrò un:

    Riassunto delle puntate precedenti:

    allora….direi che praticamente tutti abbiamo confessato le nostre infatuazioni per i rispettivi psicologi…

    Arley, te lo ricordi perché c'eri. Col suo psi va alla grande. Ma gli ormoni sono sempre quelli...

    Io qui e qui (visto che mi riguarda in prima persona…non sarei in grado di essere così precisa per gli altri). Ora sono a un livello di estrema sincerità col mio psi. ho tirato giù tutti i muri.

    Giusy…è ritornata in terapia! Con una nuova psicologa. E' partita come un treno e si sta aprendo come non aveva fatto mai prima…(grande giusy!)

    sea…è un po' latitante ultimamente…col suo psi è sempre guerra aperta!

    datango ci ha lasciate da un pezzo al nostro destino…come direbbe lui "eccheccazzo mica so' matto come voi altri"

    New Entry

    …cioè nuove persone che si sono unite a questo carrozzone di disperati, (in ordine alfabetico per non fare torti a nessuno!)

    andreatttt Innamorato della sua bella dottoressina. Ha faticato tanto a rivelarsi. Anche perché soffre di fobia sociale e la bellezza della sua giovane psi lo metteva in soggezione. Ma grazie ai suoi mitici fogliettini ^_^ , ce l'ha fatta pure lui e ora sente che la terapia inizia a decollare.

    apemaya ha un transfert di grande affetto per la sua psicologa. Ha un po' la paranoia di venire "pizzicata" sul forum, per questo scrive poco.

    bissa73 è stata molto silenziosa, finora…in terapia da 10 mesi. Aveva già affrontato il discorso dell'infatuazione col suo psi. Quand'ecco: il colpo di scena che non t'aspetti…lo psi la bacia sul collo :shok: Ovviamente bissa è emozionalmente "ribaltata", teme fortemente che la loro relazione terapeutica sia irrimediabilmente compromessa. Ha la seduta questa settimana, sarà il giorno del giudizio…speriamo bene!

    celina1962 una ventata di saggezza nel topic .Il suo psi è più figo di Robert Redford (parole sue, eh) lei è in analisi da tre anni. Il suo transfert è stato ampiamente sviscerato con il suo analista. Comunque è cotta pure lei, anche se nega… :D:

    cerca invano di contenere i nostri svarioni ormonali.

    elli, dolce elli…ce ne ha messo per affezionarsi al suo psi. All'inizio soffriva perché lo sentiva freddo e distante. Ne vedeva solo i difetti. Ma ora, piano piano, il vecchio volpone (ha studiato con freud… ^_^ ) sta riuscendo a conquistare il suo cuore. E praticamente elli è già innamorata!

    filotea scrive poco su questo topic, perché non si sente coinvolta nell'argomento transfert. ma ormai è uno dei membri più assidui del forum. Bella persona, una scoperta per me.

    fioriblu in terapia da 3 (?) anni. Il suo psi è un figo pauroso...

    Ha davvero faticato ad aprirsi. Il suo psi ha dovuto lottare per ottenere la sua fiducia…

    Il suo transfert è bello tosto…ultimamente la sento "ormonale"

    froggy73, innamorata della sua bella psicologa. Confessò (più o meno) e venne spedita sul lettino. :D:

    La sua psi è (o dovrei dire era?) molto affettuosa, materna. Rapporto molto intenso e ancora "in divenire"

    Stellina80 non è coinvolta nell'argomento transfert. E' in terapia e sembra che le cose vadano alla grande. Ultimamente ha fatto un seminario di 3 (o 4) giorni, che l'ha molto aiutata!

    violabell…l'enigma! E' l'ultima in ordine temporale ad essersi unita a noi…storia un po' strana. Più che transfert, un colpo di fulmine. E lui sembra essere un po' marpione…Da chiarire! :Thinking:

    Ah…e dimenticavo Emilio, lo psicologo che bazzica il topic.

    Commenta poco, e il più delle volte ci piglia per i fondelli…ma non è cattivo, è che lo disegnano così! :p:

    Spero di essermi ricordata di tutti! Chiedo perdono anticipatamente se ho dimenticato qualcuno, e se ho sbagliato qualche particolare, è difficile ricordarsi tutto...

    Sono stata molto sintetica e ironica…spero di non incorrere nelle ire di nessuno!

    Grazie Judi! :):

    Troppo grato! ^_^:D:. Confermate tutte le tue qualità di riduzione all'essenziale per le vicende!

    Un futuro assicurato all'ANSA?

  12. braaaaavaaaaaa!!!!! Ti va di raccontarci meglio com'è andata, o è una cosa che preferisci tenere per te? Comunque come vi siete accordate? ^_^

    Cavolo ti sto invidiando!!!! :LOL: nel senso buono eh.....vedrai che andrà tutto bene..... :LOL:

    quoto in tutto giusy....!

    si so far piangere gli uomini eeheheheh che donna !!!!!!!!!!!!!!!!!!! :B): Oscar tu meriti tutto questo....ma davvero ti commuovi così facilmente? :huh: E io che pensavo che gli uomini fossero tutti senza lacrime!!!!! :April: Grazie a Dio mi sbagliavo..... ^_^

    ti volgio bene

    Certo che mi commuovo... e ti dirò... ne sono anche contento! Prima non mi accadeva, ne avevo più paura, ma la vita era molto più grigia, e con meno senso.

    :abbr::unsure:

  13. Potrei trovare decine di post in cui oscar rimanda l'interpretazione di quello che diciamo al nostro dialogo con i nostri psicologi, perfino a me che ancora non ne ho uno....è solo per questo che ho sentito il bisogno di dire (ripeto) come stanno le cose e come dice anche lui, invitare chiunque abbia dei dubbi a rileggersi tutto il topic dall'inizio nelle sue 50 e passa pagine, ricche di emozioni, sfoghi e abbracci, che avranno anche il loro valore terapeutico ma che fin ora hanno fatto solo bene...prendi Arley che è riuscita a parlare con il suo psi e io che sono riuscita a rifissare un appuntamento con la mia...e a te che puoi confrontarti e liberarti un pò di quello che porti dentro....e tutti quelli che ci hanno preso parte e anche quelli che hanno solo letto....insomma qualcuno tempo fa ha scritto ad oscar "cosa possiamo fare noi per te?", questo è il momento di fare qualcosa....di molto semplice... raccontare la verità!!!

    Giuuusyyyyyy 01.gif ^_^ :attack:

    ma così non valeeee! :cray: :cray: :cray:mi fai piangereeeee!

    GRAZIE GRAZIE GRAZIE!

    :abbr::abbr::abbr:

    Guarda cosa sei capace di fare... e poi dici pure che non vali... ufff

  14. Oscar...Oscar...

    sei stato il mio primo riscontro qui dentro. Sei intelligente ed acuto. Sei concreto e costruttivo. E sei pure simpatico. Non ho bisogno di insaponare nessuno. E tu, ovviamente, non hai minimamente bisogno di essere insaponato.

    Volevo solo dirti che io ci tengo a te. Ho sempre parlato e discusso con te. Mi hai aiutata a riflettere e a "capire" me stessa.

    E te ne volevo ringraziare.

    :rofl:

    oooooopss.... 11.gif11.gif:(: Che bello sentirsi puliti....

    :):

    ^_^:D: GRAZIE A TE! 18.gif

    Mi hai facilitato... dì la verità... come fai a ricordare tutte le parole precise, meglio di una sbobinatura con registratore...?

  15. Perchè la gente ha bisogno di ritrovarsi e parlare di altre persone assenti ragguagliandosi sui loro fatti più personali?

    Erica Jong :"Gli uomini hanno sempre detestato i pettegolezzi delle donne perchè sospettano la verità: le donne prendono le misure e fanno paragoni.Nelle società caratterizzate da un alto grado di paranoia le donne vengono nascoste da un velo e tenute il più lontano possibile dal mondo . Eppure riescono comunque a spettegolare:la prima forma di presa di coscienza . Gli uomini possono prenderle in giro ma non possono impedire loro di chiacchierare.Il pettegolezzo è l'oppio degli oppressi."

    bel topic...

    chissà perchè metterla in termini di antagonismo tra sessi. Interessante il legame causale con un potere dal quale smarcarsi (l'oppressione). In questo sembra avere una funzione protettiva dell’io. Senza pettegolezzo come si proteggono più quelli che non hanno altri mezzi (anche culturali) per farlo? Possiamo parlare di "funzione sociale del pettegolezzo"? (sto degenerando per assurdo... ). E coloro che ignorano il prossimo sono "non pettegoli"? Sono davvero più profondi?

    Questo mi ricorda una facilità di pensiero che non deve rincorrere il rigore della dimostrazione dei fatti, per evitare di rimanere bloccati nell'indeterminatezza. La faccenda ci potrebbe anche sembrare naturale e ovvia. Il pettegolezzo infatti non richiede conoscenza di metodi scientifici positivisti o complicati per essere divulgato.

    Inoltre ancora... un pettegolezzo non implica la condivisione di "segreti", favorendo intimità (conoscenza di se) e valori morali (come la si pensa)?

    Infine... e la differenza tra pettegolezzo e maldicenza?

  16. .........evita............ io gliene ho parlato.....e giù fulmini e saette............mi è stato letteralmente VIETATO di parteciparvi ancora............. perchè dice che mi dovrebbe DIVIDERE con altri..e questo non gli và............anche "mentalmente" devo rivolgermi solamente a lui...........io non condivido..........eppure mi collego mooooooooooltooooooooo meno di quanto facessi prima..ed il forum mi manca.mi ha dato molto...ed è bello pensare di donare a mia volta................difficile da comprendere?.............eppure devo sempre "rubare" una connessione di nascosto....e sentirmi un pò in colpa............è quasi un tradimento?????

    :-( ????????????

    gelosone... possessivo :): ?

    quali insicurezze ha?

    Tradimento?!?? ma quando mai... mica sottrai tempo a lui

    ci manchi molto anche tu... :(:

  17. Ciao emilio benvenuto anche a te in questo girone infernale. :give_rose:

    Mi unisco a juditta nel benvenuto a emilio... :huh:

    Consapevole di ciò, mi sto tirando un pò indietro...è un momento delicato della terapia. Sto soffrendo per il comportamento dello psi. E davvero fatico a capire dove voglia andare a parare...la tentazione di cercare spiegazioni...di cercare di svelare il trucco è forte...Per questo mi tiro indietro e non racconto molte cose, perché temo di scoprire il trucco, e che svelandolo non funzioni più! questo vale per me ovviamente, non so per gli altri...

    Bene... questo è affidarsi a lui vincendo resistenze nocive! Anche se il sapere certi meccanismi vale come difesa principalmente con l'ipnosi, più che con un'analisi.

  18. Invito quelli che mi hanno coinvolto a rileggersi "dall'inizio", TUTTI i messaggi di questo topic. Capisco che leggendone solo una parte, ci si può fare qualche idea che induce a fare le loro ipotesi.

    Mai consigliato di mandare a cagare alcun psi... anzi, semmai sono andato in direzione opposta! Consigliare e fare ipotesi sono cose assai diverse.

    Ringrazio Giusy che ha ben sintetizzato il mio pensiero e il mio comportamento. Avendo sempre letto tutto ciò che ho scritto si è potuta fare un'idea delle mie opinioni.

    Ho anche già risposto a chi mi chiedeva se l'attività del forum poteva influire sulla terapia e in che modo.

    Nei forum pubblici (pertanto non setting protetti) ognuno si prende la responsabilità di scrivere e di accettare o meno risposte. Non c'è nessun contratto terapeutico (dal quale fuggirei alla grande), tantomeno di relazione d'aiuto consolidata. Piuttosto, qui la dinamica ricorda molto i gruppi di autoaiuto, come più volte ho scritto. Parità di dignità, dunque; si discute.

    E' come leggersi delle recensioni di un film e delle opinioni di spettatori, con il rischio che qualcuno di loro dica come va a finire. Se si vuole evitare il rischio, non si legge.

    "Prescrivere" comportamenti qui sarebbe anche inefficace, se pure per assurdo ci fosse contratto terapeutico. Sarebbe MOLTO diverso già nello spazio "chiedilo all'esperto", luogo di cui non faccio parte. La valenza di "insight" (illuminazione)derivante dalle informazioni su alcuni meccanismi tuttavia, hanno "anche" risvolti terapeutici. Ma questo accade dialogando con chiunque ci induca a riflettere.

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.