Vai al contenuto

giova89

Membri
  • Numero di messaggi

    31
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da giova89

  1. salve a tutti....allora la questione è semplice (non direi proprio...direi di essere il caso più folle di sto mondo, ma pian piano me sto abituando alla mia pazzia). Iniziamo da principio: fino a 14-15 anni ero un ragazzetto estroverso, spiritoso, abbastanza egocentrico (ma in senso buono), amava parlare e/o fare stupidate per la bellezza di ridere, scherzare insieme. Insomma ero abbastanza il buffone 8in senso buono) del gruppo per amici/e. Gli anni so' passati ed ora so' maggiorenne e vaccinato eppure le differenze si fanno sentire. Innanzitutto credo di aver raggiunto con un po' di matu
  2. bah per me è come se cerchi di curare con dei farmaci un innamorato..l'amore non si cura. Allo stesso modo se io ho perso ogni scopo per vivere (non so mi è morta mia moglie e la figlia-- le uniche persone per cui vivevo) e vado in depressione...per me la depressione è la normalità...è la reazione più normale del nostro organismo e non va "trattata" con i farmarci. A quel punto se devi rincitrullirti il cervello per star meglio alcolizzati e ottieni lo stesso risultato. E a quel punto invece di alcolizzarti io ti direi di spararti un colpo in testa se proprio la vita ti provoca tanta soffer
  3. giova89

    saluti :)

    ovviamente era un giovane da mettere tra virgolette :) diciamo fino all'età in cui ci si rende conto meglio di essere degli individui e si matura (fino ai 13-14 anni) Grassie per il benvenuto :)
  4. giova89

    saluti :)

    salve a tutti... il mio vero nome è Marco e sono emiliano Non mi dilungo tanto a parlare (mi conoscerete probabilmente con il tempo :) ) intanto per iniziare a capire qualcosa della mia persona ecco il link al primo thread che ho aperto. http://www.psiconline.it/forum/index.php?showtopic=8566 Diciamo che da giovane ero estroverso e impulsivo e crescendo mi sono accorto di essere diventato più introverso (silenzioso e osservo di più), ma che tutto sommato mi va bene così. Mi sento un essere fuori dalla massa in ogni senso: fuori dai falsi moralismi, ma fuori anche dalla massa formata da
  5. giova89

    incesto?

    visto che si parla di tabù mi permettete di parlare anche di questo? a voi la parola e poi dirò la mia :)
  6. salve a tutti sono nuovo di zecca...e pure giovine veniamo subito al dunque: al giorno d'oggi si è abituati troppo a suddividere in atteggiamenti considerabili normali ed altri no; oggi si è abituati a seguire le masse (pure io l'ho fatto da ragazzino), oggi si è abituati a conformarsi alla morale/etica comune o viceversa andare a spada tratta contro senza prima farsi una propria idea: insomma oggi molta gente sembra incapace di sbizzarrirsi con la testa, riflettere...ha paura (soprattutto tra i ragazzi c'è un rigetto) In medicina si fa una differenza netta tra pazzia e normalità, tra una
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.