Vai al contenuto

susanna

Membri
  • Numero di messaggi

    55
  • Registrato dal

  • Ultima visita

messaggi di susanna

  1. Dopo un anno e circa 2000 euro spesi in psicoterapia posso affermare che non è servito a nulla, pertanto ho deciso di smettere. La mia vita continua a fare schifo in ogni suo aspetto, non c'è modo di cambiarla, e spero che duri ancora il meno possibile.

    I soldi che risparmierò dalla psicologa li spenderò in prostitute, almeno ne ricaverò un'ora piacevole, anzichè un'ora persa a parlare di cose che già conosco ma che non mi aiutano minimamente.

    Questa è la mia esperienza.

    io penso che se sei venuto fino in questo sito a dirci la tua esperienza è che tu vorresti essere aiutato lo stesso..

    Con le prostitute ti aioutono nel campo sessuale...se qiuesto è il tupo problema x lo sblokkaggiio ok ....ma stati attento alle malattie...insomma proteggiti...

    Io credo che tu devci cambiare psicoterapeuta----Non tutti sono uguali

  2. su quale base?

    semroe indecisa.....metto dubbi ! le mie paure è basata sulla mia incureezza.

    mi sento attivabenn lo metto in atto Io mi baso anche

    sulla morale.e quando sento pensieri miei molto agressivi(nell apparenza) mi sento come un coniglio e nn affronto la persona su un argomento e cosi sto zitta e mentre la persona ke mi parla dice la sua io acconsento ...e dopo un po di tempo mi sento ervosa xche nn mi sento kapita...proprio per nn bisticciare.,ho una paura enorme ke molta gente mi dice ke mi vedono una persona giusrta ma inkapace di affrontare la cosa prioprio per la paura,...

    ho paura che le persone nn mi kapiscono e nn voglio ke anke mio marito mi dika "!nn hai ragione",,,cosi io seguo la via breve...il silenzio...ma sbaglio...

    (nn sono in una brutta strada..

    spero ke le persone ke mi leggono nn kapiscono male il mio modo di scrivere...

    ciauu

    aspetto delle new

    in base a cosa dici che hai un carattere debole?? :Just Kidding:
  3. stavo leggendo in giro che qualcuno considera il pensare eccessivamente sia una malattia.

    Lo definiscono un' "ossessione" o disturbi simili.

    E allora vi chiedo: possibile che pensare troppo sia una malattia?

    Io penso più che altro che ci facciamo influenzare da una società frenetica che "pretenderebbe" che noi pensassimo il meno possibile.

    Personalmente penso 24h su 24...molte sere vado sul letto a mezzanotte e alle 3 di notte sono ancora lì sveglio che mi faccio mille viaggi, che penso a mille cose differenti tutte insieme; che guardo il cielo e le stelle, che penso alla mia infanzia, ad amici persi, a quelli ritrovati, a ragazze che m'hanno fatto battere il cuore e da cui ero corrisposto e da altre invece no, penso all'anarchia e al comunismo, penso al perchè tutti si sforzano di sperare in un dopo la morte e passo ore a pensare perchè ho smesso di credere in un dopo...

    penso...così tanto che immagino anche cosa proverebbero amiche e amici se mi buttassi ora dalla finestra, se mi sparassi....mi chiedo quanto piangerebbero, mi chiedo quanto piangerei io se lo facesse una persona a cui tengo io;

    penso a ruota libera anche mentre scherzo, rido tra amici/e.

    Osservo e penso, rifletto....

    se pensi a una cosa o anche una cosa sciocca e poi nn ci pensi piu ok..invece se continui a rimurginarti puio essere una osessione..

    nn ti conosco ma potrebbe essere un inizio della tua nuova snesibilita che man mano potrebbe essere preoccupatnte nel nel senso di una osessioncina

    consulta un psicologo/a

  4. xche ho il carattere debole ? se si ha il carattere debole è vero che appaiono le osessioni??

    come si fa ad aumentare la forza del carattere=?non mi rispondete che devi credere in te stessa xche hio gia sperimentato e nn ce la faccio.garzie

  5. Ma quanti anni hai susanna? Da come parli sembri una ragazza...comunque grazie però ce ne ho già troppo da fare qui dentro su psiconline...vedi quante persone stanno male? :Talking Ear Off: Però se vuoi possiamo sentirci qui tutte le volte che vuoi ok? :Rose:

    be io ho deltempo libero ...che ci posso fare!!!

    vabbe! cmq nn volevo fraintendere la mia rikiesta!volevo solo kiarire questa cosa del mio sognol..

    tutto qui

    alla prox

    ciao

  6. Riporto qui quello che hai scritto di lì

    No,Alessandro.La Fede non è legge,imposizione.

    Sai,l'obbedienza nasce dall'amore,dalla stima.

    Ho l'impressione che dai troppo conto a quello che leggi.

    Poi questa paura del futuro...è normale...ma a te il futuro non deve interesarti,il cristiano è colui che vive il presente.

    Se desideri una ragazza cattolica che vive la castità con te...bè...non so...Non la troverai mai...cosa credi che siamo sante? Oh mammamia,uno sposo come te...non so...ma...

    va bè meglio lasciar perdere.

    Sii libero dai pregiudizi e dal esagerazione

    non capisco la catsita con i metodi naturali.

    ti puoi sposare e devi farlo con i metodi naturali....se segui veramente il cristianesimo

    secondo me devi frequentare gruppi di preghiera e da li valuti le persone che hanno le tue stesse ide...

    IO penso che Dio in ognuno di noi è gia predistinato.

    Io conosco coppie di Dio ...e vivono benissimo...certo con degli ostacoli ma come tutti noi

  7. No non vuol dire che sei una poco di buono...al contrario è una benedizione quella che hai avuto...anche io ho vissuto qualcosa di simile tempo fa...lo stesso vento caldo che racconti tu...è un segno che ti mandano...non smettere mai di amare...la fai la comunione e la confessione? Mi raccomando fai la brava eh...un bacione da Alessandro :Shame On You:

    grazie!! si si la faccio la komunione e cerco di confessarni col cuore e non perche Dio intanto perdona...hehehe.

    se usi il messenger di yahoo vorrei aggiungerti...

  8. Ciao susanna,

    la risposta della dottoressa è stata molto interessante.

    Io ti risponderò come direzione spirituale.

    La donna morta è il simbolo che lei è viva,questo lo si percepisce dalla sensazione del vento.

    Il vento che hai sentito è il soffio dello Spirito Santo...Quindi riteniti molto fortunata,perchè quella donna ti è accanto...un angelo custode che ti sta vicino...

    Un bacio

    grazie grazie!! ma come mai è successo a me ? come è possibile un angelo custode ,...

    Non eravamo amiche amiche!! Il Signore legge prorpio i cuori??!!

  9. Ciao Susanna, tieni presente che i nostri sogni sono, secondo la teoria psicoanalitica, espressione delle cose che sono racchiuse nel nostro inconscio e che per difesa non portiamo alla coscienza. Il fatto poi che ci pensi ancora indica che quei contenuti inconsci sono ancora forti dentro di te e che c'è qualcosa di non risolto che ti porti dietro. Forse potresti fare qualche seduta con uno psicologo che ti aiuti a capire perchè il sogno di una persona così affettivamente lontana ti ha segnato tanto e quanto c'entri davvero questa persona con la tua vita. Perchè non è detto che il fatto di aver sognato una persona significhi necessariamente che quella persona c'entri più di tanto con il sognatore.

    grazie della sua bella risposta e poi una psicologa avermi risposto per me è un sollievo.

    L'ascoltero.

    ciao!

  10. Ecco un topic per chi, come me, incontra qualche difficoltà nel percorso terapeutico.

    Io sono in terapia con il mio attuale psico da circa 3 anni e 1/2.

    Diciamo che le cose un anno fa sono andate decisamente meglio, così ho interrotto per qualche mese, prima dell'estate.

    Ad ottobre di quest'anno sono riniziata a stare male, ed ho ripreso.

    Il mio psico ha affrontato questo mio nuovo malessere in modo, secondo me, un po' leggero.

    Nel senso che, secondo lui, questi mesi, sono semplicemente un breve periodo che passerà presto.

    Me lo sento ripetere da quando ho ripreso ma, nei fatti, io sto sempre peggio.

    Percui mi ritrovo a non sentirmi completamente capita da lui.

    Io gli ripeto che sto male, che non sono così sicura che sia un periodo, gliel'ho detto e ridetto.

    Ma lui..niente..continua a dirmi che, secondo lui, devo solo risolvere qualcosa della mia vita ad un livello "pratico", nello specifico: a suo parere dal momento in cui mi trovo un lavoro che mi permette di essere autonoma, rinizierò a stare bene.

    Ammesso anche che questo possa essere vero (cosa che ora mi sembra inverosimile), io adesso, che sto così, non mi sento da lui appoggiata. Dice che mi sono "analizzata" abbastanza, nel senso che ho elaborato sufficientemente il mio passato.

    C'è da dire che la sua terapia, di impostazione Junghiana, non è di quelle che durano 10 anni.

    E questo me l'ha detto i primi tempi.

    A volte, sempre brutto a dirlo ma è così, mi sembra che reagisca così per non ammettere che con me, evidentemente, non sta lavorando bene.

    Non so che fare, a volte penso che magari ha ragione e devo solo stringere i denti ed aspettare, ma allo stesso tempo mi sembra tanto difficile continuare ad andare avanti così. Ho pensato di cambiarlo spesso, ma sarebbe l'ennesimo che cambio ed è l'unico con cui, comunque, ho ottenuto dei risultati. :icon_confused:

    secpondo me hai trovato un medico onesto che non ti sfrutta! come si chiama il tuo psi??!!

  11. diciamo che io e questa ragazza non eravamo amiche del cuore e nemmeno ci frequentavamo ....ma che cmq l ho sognata l anno dopo che è morta.

    15 anni fa è morta questa ragazza all eta di 18 anni di leucemia.Io e lei ci frequentavamo da picoli credendo che lei mi fosse amica (forse) e poi ognuno per la sua strada e quando ci incontravamo ci salutavamo e stop..Il sogno era cosi.Eravamo in paese dove abitavamo, io scendevo nella via principale mentre lei con le sue 3 amiche stavano andando in su e si sono soffermate in una pescheria,la ragazza (defunta) era felice...Ci incontrammo e io rimasi meravigliata ke la ragazza sia viva...Ci salutammo e lei era cosi felice felice che le dissi se era viva e se stava bene...Lei mi rispose 3 volte di si che lei è viva e che nn è morta e che sta bene.Poi sentivo un aria forte ma calorosa come se fosse un tonfo cioè una potenza inspiegabile che io stavo molto bene...Allora ci siamo abbracciate e dicevo se lei stava bene io sono ankora piu felice e sentivco in continuazione il vento dolce ma una potenza inspiegabile.....molto piu superiroe....e cosi è finito.questo sogno è da anni che lo penso specialmente il vento alla fine.

    che vuol dire questo sogno?

    Non lhopiu ripetuto

  12. guarda! su beautiful prropiro 4 g fa james (lo psichiatra) per avere piu certezza sull umore di taylor ha dovuto kiedere a nik se ama ankora taylor oppure brooke ed è venito fuori ke nik è ancora innamorato di brooke e quella stessa giornata nik glielo ha kiesto davanti tylor ke ama brooke e kosi taylor è tranquilla xche era osessionata da brooke....

    quindi diglielo in faccia!(povero tuo ragazzooo...nn vorrei essere nei suioi panni

    Sono una ragazza di 30 anni, sono stata fidanzata per due anni e mezzo con un ragazzo fino all'anno scorso quando l'ho lasciato, o perlmeno ho provato a lasciarlo. Dico "ho provato" perchè in realta poi abbiamo continuato a frequentarci, anche se non ufficialmente come prima. Tutto questo perchè io non riesco a staccarmi definitivamente da lui. Ora lui si sta stancando, giustamente, di questa "storia" campata per aria (che sta andando avanti oramai da un anno), mi sta mettendo alle strette e vuole delle certezze, ed io pur di non perderlo cerco anche di rassicurarlo, pur sapendo di non essere innamorata di lui! Non ce la faccio più, sto reprimendo quello che sento veramente, ma mi sento troppo in colpa per il fatto di non amarlo! A volte penso che non ci sia altra soluzione che rassegnarmi e restare con lui. Lo so che è assurdo, è pazzesco, ma non riesco a venirne fuori!
  13. kissa xche anche nei giornali si vedono lettere che scrivono ai psicologi o agli esperti dire che hanno avuto una bella storia di amore...che mio marito era intell..brillante ...educato..rispettoso ...hanno avuto una storia importante di amore e sincerita e poi alla fine si lamentano e scrivono per dire che si sono lasciati ec,,,Non capisco xche tutto a un tratto debba svanire se erano stati contenti una volta

    Io penso che devi prenderla come un esercizio del cuore la tua storia....e fartene una ragione...

    Meglio ora ke dopo kredimi!

    un abbraccio susi

    25 anni tra pochi giorni, ed invece me ne sento 40! avete presente quando trovate il VERO AMORE?? ebbene, io l'avevo trovato e per mille ragioni l'ho perso. la nostra vita era semplicemente stupenda, dove c'ero io, c'era lui. qualsiasi cosa veniova fatta insieme, non riuscivamo a stare lontani per più di 24 ore. e poi? puff, tutto svanito. 'o lo faccio o ra, o non lo faccio più'. stavamo aspettando la risposta per prendere casa, dopo lunghe peripezie avevamo avuto dai genitori il consenso per andare a convivere, anche se il nostro rapporto non era nato da molto. sarebbe stato un anno tra poco, ma era come se lo conoscessi da tutta la vita. puntualizzo che ha già una convivenza alle spalle, finita qualche anno fa.

    quella sera me la ricordo benissimo, non ho chiuso occhio tutta notte. l'errore che ho fatto è stato tirare in mezzo i miei. erano molto, anzi moltissimo affezzionati a lui, lo vedevano come il figlio maschio mai avuto. mia madre aveva un particolare attaccamento con lui, forse dovuto alle esperienze negative vissute da entrambi le parti. si sono sentiti presi in giro perchè lui si sono, come dire, fatti il culo, ma non per obbligo, ma per il puro affetto che li legava a lui.

    dopo quella' pausa' siamo tornati insieme, ma l'agguato stava dietro l'angolo. in quella settimana stavamo cmq guardando le cosucce da mettere nel nostro nido d'amore...sembrava una favola. dopo una settimana di nuovo il buio, ma il buio più nero. il giorno prima che succedesse avevo chiesto con mia madre se aveva piacere che venisse a casa. lei aveva rimandato la rientrata in famiglia per far sì che ci chiarissimo fuori dall'ambito famigliare. la sera stessa della rottura gli ho detto questo, lui l'ha vista come una mancanza nei suoi confronti, da parte mia e da parte loro. mia perchè dice che avrei mentito, cosa non vera perchè ne avevo parlato solo il giorno prima, che l'avevo 'comprato', che si sentiva usato. se mi credete, mi sono sentita per l'ennesima volta una merda. il giorno dopo questa sfuriata ho preso su il vecchio catorcio della mia ex macchina, mi sono fatta 2 ore e più di macchina solo per dirgli 'ti amo', e che ovviamente una vita senza di lui non la voglio. da quel giorno è passato un mese e mezzo, ma l'amore da parte sua penso sia svanito.

    non ho amiche, ho meglio, le mia amiche più care sono persone adulte con cui ovviamente ho parlato e riflettutto su questa situazione. tutte e due mi avrebbero risposto che deve un attimo ragionare e farsi chiarezza, nel cuore soprattutto.

    è una persona molto impulsiva, testarda, ma lo amo per quello che è.

    in questo periodo mi sono buttata molto giù, dalla ragazza solare ed allegra che ero sono diventata solitaria e malinconica. tutti se ne sono accorti, ma quello che mi fa più specie è che se ne è accorta persino una bambina!, 'la tata non è la stessa'. ho avuto molto tempo per riflettere, e se sono ancora qui a lottare per amor suo è perchè in quel 'ti amo' detto tra le lacrime di quasi un anno fa, stesi sul letto, io ci credevo fino in fondo.

    non so più cosa mi riserva il futuro, so che vivo alla giornata. oggi ci sono, domani non lo so.

    vorrei chiedervi cosa posso fare, se sbaglio a comportarmi così, se sbaglia lui, e se sbagliamo tutti e due. è l'uomo della mia vita, e voglio farglielo capire, costi quel che costi.

    un immenso abbraccio e grazie per essere arrivati fino in fondo.

  14. non saprei come definire la mia "malattia" se è appatia o qualcos altro.

    i lavori domestici li faccio perche so se li trascuro è peggio per me.

    Mi capita spessissime volte di volere rinunciare a una pulizia di un oggetto o un dovere perche mi sento in testa una svogliatezza..... Sento i meii occhi appesantiti e come se le pupille sono dilatati( non uso sostanze sruperfacenti e alcool).

    è COME SE vivessi in una realta mia furoi della realta ma mi rendo conto di quello che faccio e faccio fatica a stare "sveglia"nel senso di essere dinamica...Facccio fatica a esserla per la mia insicurezza pure.

    Come faccio a superare questa difficiolta? perche gli occhi sono cosi.?

    quando sono molto riposata gli occhi sono nella realta ma sono insikura-..

    aiutoo!!?è apatia o altro ?

  15. Ciao a tutti, mi sono iscritta da poco. Sono una ragazza di 24 anni.

    Vi scrivo perchè ho bisogno di un vostro aiuto o consiglio... Ho vergogna della novità... Spiegarvelo così è molto difficile ma ora vi spiegherò con qualche esempio qual'è il mio problema...

    - Dovrei cambiare estetista, ma ho vergogna di andare da un altra che non conosco e chiedergli per esempio di farmi il sopracciglio, per paura che mi possa scambiare per una povera sfigata.

    - Qualche tempo fa ho fatto la mia prima lampada solare, ma avevo vergogna ad entrare e dire che avrei voluto fare una lampada. Così ho obbligato mia sorella a venire con me e chiedere di farci fare le lampade.

    - Vorrei tagliarmi i capelli e fare un taglio diverso...ma ho vergogna e paura che le persone che mi sono vicine, mi prendano in giro o che io non possa piacere loro.

    - Vorrei andare in palestra, ma ho molta vergogna di fare degli esercizi davanti a qualcuno che non conosco e che mi osserva, per questo ho ripiegato con la palestra da casa.

    - Se devo prendere un paio di scarpe, ho vergogna di andare in quei centri dove il commesso ti guarda mentre ti provi le scarpe, scelgo sempre di andare dove ci si può provare le scarpe senza che qualcuno mi osservi.

    Ecco...la mia vita è fatta di questi problemini che vorrei tanto allontanare...vorrei sfoggiare un taglio nuovo e fregarmene di tutti e tutto...vorrei curare la mia forma fisica ed esserne orgogliosa... vorrei sentirmi libera di fare ciò che voglio e quando voglio...

    Qualcuno mi sa dire come posso fare?

    io ero come te quando avevo l eta di 12 anni che per fortuna è andata via... Mia mamma mi costringeva a tgaliarmi i capelli xche li annodavo e quandp passai davanti a un gruppo di ragazzini io pensai ke loro se ne accorgessero del mio taglio maschile...e kosi pianbsi che scappai..di corsa.

    cmq tu hai 24 anni e sei un po grandina !dovbresti andare dallo psi.....per la tua situazione

    cerca di guardare gli altri che atteggiamento usano quando sono nelle tue situazioni e imitali

  16. Ciao a tutti, sono nuovo in questo forum.

    Ho da sempre un problema a relazionarmi con gli altri, sia in gruppo che quando siamo in 2.

    Non so come descriverlo esattamente, ma da sempre sono un tipo molto silenzioso, comunico poco e lascio parlare gli altri, la maggior parte del tempo é come se non ci sono, e questo so che da fastidio a quelli che mi stanno attorno, perché me lo fanno notare spesso, ad esempio mettendo dandomi della troia o dello xxxxx tra qualche frase....

    forse ti rispondono cosi xche sanno che nn reagisci....e vogliono che reagisci ,,,,ma sbagliano a comparsi cosi..

  17. ciao,

    non potresti spiegare meglio la tua sensazione e questo strano piacere?

    è quando sono incantata mi lascio trasportare da questo piacere ,,,,e mi piacerebbe segiuirlo fino in fondo solo ke pooi dovrei acquistare la vendita dell oggetto ..ma poi mi devo svegliare e decido per la acquisto.

    cmq io ero venuta in negozio solo per accompagnare la persona,,,

  18. mi succede cosi:

    ad es: devo cercare un mobile per la mia casa e lo vadoa cercare con i miei anche per un consiglio.

    Poi arriva la commessa e si guarda nel catalogo quello che ci interessa.

    Mentre cerca la cosa nel girare le pagoine io è come se mi incantassi cioè provo piacere nell atmosfera...ma poi ho paira che la commessa se ne accorge e cosi cerco di stare nella realta..ma a volte è piu forte di me

    Non so il perche della cosa.....Se mi capite gradirei il perc he di questo atteggiamrnto

    ciao

  19. Salve a tutti! Ho un problema e questo mi sembra il posto giusto per esporlo e per cercare consigli o dritte da qualcuno che sia un po' più furbo e saggio di me... :LOL: Da circa tre mesi frequento uno psicologo. Ho intrapreso questo percorso perchè sono in crisi con me stessa e dunque con il mondo intero...ma questa è un'altra storia :LOL: ....Il fatto è che lo psicologo che ho scelto si è rivelato non solo molto giovane (solo qualche anno più di me) ma purtroppo è anche mooooolto carino fisicamente e parecchio simpatico.... :(: E questa secondo me non è una grande fortuna. Io con lui mi trovo benissimo dal punto di vista "terapeutico" perchè è anche molto bravo nel suo lavoro. Sta riuscendo a farmi "aprire" e, comunque da quando vado, sono molto migliorata e sto meglio con me stessa. E questo significa solo che fa bene il suo lavoro.

    Senonchè, come vi dicevo, questo tipo è davvero un bel tipo. Proprio un bel tipo. E allora succede che comincio a pensare a lui un po' troppo spesso ( :(: )...e nei giorni dell'incontro la mattina mi sveglio sempre di buonumore...sto mezz'ora davanti all'armadio per decidere cosa mettere...insomma sono patetica.

    Non so cosa fare. Sono in crisona. Visto che con lui mi trovo molto bene vorrei parlargliene pero' ho paura di rovinare tutto. E ho paura di risultare ridicola. E ho paura che poi non riuscirei più a confidarmi insomma....una parte di me vorrebbe non soltanto confessargli tutto ma vorrebbe anche sentirsi dire che è reciproco....e poi mi immagino che ci alziamo dalle rispettive poltrone e ...come dire...ci chiariamo.... :(: ragazzi sono messa malissimo.

    Razionalmente mi rendo conto che è una grandissima sciocchezza anche perchè oltre al fatto che io sono la paziente e lui il mio psicologo c'è anche che siamo entrambi sposati e lui addirittura con figli.

    Non razionalmente invece....è un disastro.

    Resta il fatto che ormai vivo solo aspettando la mia seduta e tutto il giorno ho in testa solo lui.

    Secondo voi è meglio tagliare la corda e cambiare analista?? Aiutatemi!

    Grazie e ciao a tutti!

    secodno me sprechi dei soldi se continui a fantasticare.....e non riesci a guarire ,,,

    lo psicologo se è bravo deve averlo capito e deve reagire con freddezza la cosa in modo che lo capisci perche sono convinta che i medici conoscono quando le pazienti hanno lo transfer col medico...,,,,a meno che il medico se ne approffitta....Dovresti dirlo direttamente a lui perche cosi lui se è serio ti fa capire cosa succede(spesso) tra medico e paziente...Anzi dovrebbe dirlo lui questa cosa per fartio aiutare in.Paghi lui e lo fai felice.,,.,.

    ti auguro di dirglielo quello che provi e TI AUGURO che lui ti faccia capire cosa è lo transfer.....e se è bravo spero che lui abbia gia capito e ke te lo dira prima che glielo dici tu

    secondo me tu se con t

  20. No lui non se ne è accorto. Infatti gliel'ho detto io perchè stavo veramente male. Con lui ne parlo ma non capisce molto quello che provo perchè è ovvio, è strano pensare di vivere dentro ad un sogno. Per esempio l'altro giorno ero talmente immersa in questa sensazione che poi non ricordavo dov'era andato il mio ragazzo (eravamo a casa da amici e lui era sceso per comprare il gelato). A volte credo di impazzire è come se non avessi più il controllo di me. Ma la tua amica prende farmaci? perchè ho letto che molti prendono psicofarmaci per questo disturbo. Comunque grazie della risposta.

    la mia amica ha problemi grossi tipo:una volta era andata a farsi un giro in un altro paese dove vivo io ..e ci è andata a piedi da sola sena dirlo ai suoi .....( aveva 15 anni)...Poi lei nn si è fatta piu vedere e in paese c era l allarme.....e suo padre visto che qualcuno l ha vista andare là---se l ha fatta a piedi fino in quel paese e quando l ha riconosciuta sgridandola voleva farla ragionare e lei non l ha riconosciuto(suo padre)e lui le ha dato uno schiaffo.( lasciando stare ke sono intervenuti i carabinieri e portati in kaserma,......per il riconoscimento.)

    Ora non so se tu arrivi a questo punto,.,.

    con l avanzare degli anni i suoi genitoir sono morti e lei vive con sua sorella e col fratello piu grandi di lei..

    a lei gli hanno dato un accompagnamento visto la sua situiazione,,,,ma a me non mi ha mai detto che ha questi problemi .,..,mi ha solo soffermato che era seguita da specialisti ma me lo ha detto superficialmente...

    Aquei tempi lei era fidanzata con un ragazzo della stessa eta che poi ero cosi meraviglita dopo 2 anni nello stare insieme che lei non se l ha piu presa cosi tanto.....che si erano lasciatiii......

    Non so con esatezza se prende farmaci.,....

    Fatti aiutare visto che tu ricvonosci i toi problemi con coscenza......

    Non sara mica stress oppure un po di insicurezza a portare questa cosa?

    ciaoooo

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.