Vai al contenuto

Pubblicità

EuridiceBrescia

Membri
  • Numero di messaggi

    1451
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

2 che ti seguono

Che riguarda EuridiceBrescia

  • Rango
    Emanuela
  • Compleanno 19/05/1974

Contact Methods

  • Website URL
    http://
  • ICQ
    0

Profile Information

  • Gender
    Female
  • Location
    Brescia
  1. è un giorno di festa e sono sola in casa..
  2. ragazze, preso l'ennesima delusione con un uomo... mi piaceva tanto, tantissimo anche se lo frequento da tre settimane, ma ieri mi ha lasciato perchè gli mancano le abitudini che io non riesco a compensare... ho passat una notte bruttissima non riesco più a fidarmi e il mio analista lo vedo solo martedì
  3. il mio psicologo è passato all'attaccarmi senza pietà...oggi mi ha detto che non gli è mai capitato un pziente così disinteressato alle proprie cose come me
  4. Ho usato l'espressione in termini di ''saper fare'' che è il mio linguaggio, lui credo intenda che questa cosa deve avvenire spontaneamente senza dovr essere acquisita. Il problema forse è che io voglio sempre uscire vincente dalle situazioni e questa osa a volte fa venire meno il prendermi cura di me stessa in toto, quindi lavorare anche su aspetti non accettabili. In questo secondo post mi è venuto in mente che tra le cose che detto c'è il fatto che in me ''non c'è il desiderio di scoprire le cose mie'' ma solo di uscire con una buona immagine a costo anche di appoggiarmi a meccaniche...(un po' è vero)... In poche parole non riesco a fare le libere associazioni come le intende lui, il problema è che io credo di associare ma lui mi dice di no, che quello che dico non sono associazioni ma chiecchere da bar... l'unica volta che mi ha detto che ho formulato un pensiero è stto quando ho dato un senso metaforico ad alcuni episodi ma l'uso delle metafore non mi piace perchè mi sembra di usare un registro forzato e che mi fa perdere tempo rispetto all'evolvere, mi sembra poco pratico e risolutivo, veramente intellettualizzato. Comunque è vero che io voglio diventare migliore attraverso l'analisi ed il desiderio di uscire testa alta da li c'è, soprattutto di uscire con strumenti che mi facciano andare avanti bene, che non è una cattiva cosa ma in me coabita tuttavia un sentimento rivolto all'estetica non solo dell'aspetto, ma anche della vita, è come se volessi essere all'altezza delle cose...(che male c'è?) Mi ha detto che io cerco sempre un alto valore di me e che mi sopravvaluto, rispondo alle interprtazioni con argomenti che non permettano di toccare l'autopercezione del mio valore, allo stesso tempo mi sottovaluto, tipo l'essere entrata in crisi per non aver n punteggo più alto in una graduatoria. che mi dite?
  5. Boh...lìunico motivo plausibile è che sono stanca di impegnarmi senza ottenere molti risultati tangibili (poi i risultati strutturanti ci sono eccome) tipo migliorare il mio lavoro, dare senso a tutto questo agendo con maggiore saggezza, essere felice...tutte queste cose mi mancano, ecco sono arrivata terza alle graduatorie per insegnare dopo tutto il cu.. che mi sono fatta mi sembra sempre di cominciare da capo, stamane voglio essere anarchica e non impegnarmi in niente
  6. stamane mi sono svegliata in un'altra dimensione, ...e ho dimenticato di andare a fare la seduta, (o meglio l'ho riordato quando era ormai trppo tardi) ma vi pare normale?
  7. Oggi ho parlato di tutt'altro...gulp..
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.