Vai al contenuto

renee

Membri
  • Numero di messaggi

    161
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Contenuti inseriti da renee

  1. cosa cosa???????? Mi sembra un ottimo regalo di Natale!!!
  2. mamma mia quanto scrivete! Sul tema invidia, sono d'accordo parzialmente con Juditta, cioè pensare che ci siano persone che stanno bene può rafforzare in noi la convinzione che si possa star bene e che un giorno anche noi potremmo riuscirci. Comunque, penso che spesso le persone che appaiono "perfette", in realtà sono solo molto brave a nascondere o a concentrare la loro attenzione sugli aspetti positivi della loro vita. Credo sia sempre una questione di punti di vista e di pensieri negativi o positivi. L'invidia è un sentimento che ho conosciuto bene durante l'adolescenza, quando tutti mi sembravano migliori e più meritevoli di affetto e attenzione. Adesso, anche se non ho più reincontrato le persone che conoscevo all'epoca, non provo più invidia nei loro confronti, nonostante pensi che siano stati più fortunati di me in molti ambiti della vita. Forse, con il tempo, e conoscendo anche persone meno fortunate di noi, si impara ad accettare e ad apprezzare quello che si ha, anche se non è proprio "il meglio". E a volte, ringraziando per quello che si ha e che altri nn hanno, ci si sente un pochino meno tristi e insoddisfatti.
  3. Volevo scrivere qualcosa a proposito della psi di Ilaria. Trovo che il suo comportamento nei confronti di Ilaria sia ingiustificabile ma è incredibile come possa prendere gli appuntamenti in modo così disoganizzato! Mi sembra di capire che non abbia un' agenda su cui segnarli, ci credo che poi fa tanta confusione! Ad ogni modo, credo che sia importante chiarire subito, arrabbiarsi, sfogarsi, dirsi tutto ciò che passa per la testa, per evitare che le cose non dette e non chiarite riemergano successivamente sotto diverse forme e inconsapevolmente.
  4. Sì digi, le riflessioni lette qui inducono altre riflessioni, però le emozioni che proviamo non nascono da qui, almeno penso, ma da quello che viviamo ogni giorno. Ed alcune volte, mi sembra che restiamo tutte senza parole per lo stesso senso di tristezza e di impotenza..ma forse sto proiettando di brutto.
  5. chissà perchè quando un periodo va storto, va storto per tutte. Coincidenze astrali, mah. Qualche sindrome particolare e ancora misteriosa, boh. Contagio emozionale, seee. Io in questo periodo mi odio particolarmente, ma non lo dico allo psi, perchè odio anche lui.
  6. Quando leggo queste cose, sono sempre più convinta che in realtà gli psi non attuino strategie o trucchetti per farci arrabbiare, ma si arrabbiano veramente, e che anche queste emozioni non gradite possono aiutare il paziente a guarire. Voglio dire che il paziente può imparare a gestire queste frustrazioni pian piano e a rendersi conto che non esistono "relazione perfette", che possono esserci alti e bassi in un rapporto e che ci si può voler bene e stare bene insieme anche se a volte si litiga o non ci si comprende. Può essere?
  7. mi sono vista 13 pagine di intimo... nessuna ha nominato i top, quelli per le piatte per intenderci. Li trovo bellissimi
  8. sicuramente non nel nostro
  9. Quando non saremo più con loro...sarà un momento tristissimo e spero il più lontano possibile. Mi ronzano per la testa da giorni le parole di una vecchia canzone: "Che resta di un sogno erotico se al mattino è diventato un poeta se a mani vuote di te non so più fare come se non fosse amore se per errore chiudo gli occhi e penso a te." Non sarò innamorata, certo, ma sto diventando sempre più romantica e ci stoandando molyo vicino... nonostante a volte abbia la sensazione di un imbroglio..."se per innamorarsi basta un'ora".
  10. Cara Sara, non so se può aiutarti ma pensa che è solo un brutto periodo e che passerà. L'adolescenza è un'età ingrata, tutti ci siamo passati e a tutti i problemi sembravano troppo grandi e irrisolvibili. Prova a parlarne con le tue amiche più care, confidati con coloro in cui puoi riporre la tua fiducia. Magari, puoi scoprire che come te sono spaventate, si sentono sole ed inadeguate a gestire certe difficoltà. Se non riesci a studiare, cerca di crearti un ambiente più ordinato o di andare a studiare in biblioteca...in ogni caso, puoi richiedere un supporto psicologico all'interno della tua stessa scuola (se offrono questo tipo di servizio). Spero di averti un po' tirato su il morale...
  11. hey!!! Grazie per "l'inneggiamento"!!! Non ce l'ho fatta...l'ho richiamato...ma forse non dovevo, boh. Non riesco a provare rancore, ad arrabbiarmi con lui, quando mi trovo di fronte a lui sono pronta a scusargli tutto perchè mi balzano agli occhi tutti i suoi meriti. Ho paura di averlo idealizzato troppo, non sono innamorata ma tra poco gli faccio una statua d'oro per quanto è intelligente, competente e sensibile. Io crdo che lui stia facendo di tutto perchè non mi innamori, riesce a gestire il mio rapporto con lui alla perfezione, mantenendo le giuste distanze e riportandomi costantemente alla realtà. Ragazze quell'uomo è un mito Mi sa che presto arriverà il momento di chiarire questo aspetto e questa "relazione complicata" si evolverà ulteriormente. Un saluto a tutte, non scrivo ma vi leggo con molta attenzione... Digi complimenti per i passi avanti compiuti!
  12. L'ho chiamato una sola volta e nel messaggio ho scritto che avrei voluto andare allo studio la settimana prossima.... Froggy, ci siamo lasciati normalmente, cioè gli ho detto che ci saremmo rivisti a settembre. Boh, io sono troppo orgogliosa per richiamare di nuovo... ha visto la chiamata e il msg, se mi vuole mi richiama. Non riesco proprio a spiegarmi questo comportamento, non è uno che usa strategie simili. All'inizio, quando rispondeva sempre al tel durante la seduta pensavo fosse una tecnica per farmi inkazzare, ma poi ho visto che non era così. Non so cosa pensare, però mi manca... Bentornata zaza!
  13. Già non sarà facile ricominciare...io mi sto chieedendo se non sia meglio cambiare... Non risponde ai messaggi, alle chiamate..mi ricorda un mio ex che, dopo una vacanza di due mesi, non si fece più sentire e mi rifiutava le chiamate. Come la vedeva il tuo psi? Mancano da tempo Zazà e Lillith...dove saranno??
  14. ...anch'io a volte mi sono sentita esclusa ma l'ho ricondotto alla sensazione che si prova quando si entra in un gruppo già "affiatato" in cui la maggior parte delle persone si è già conosciuta e ha una storia comune. Va be' mi rendo conto che forse è una sensazione un po' esagerata rispetto alla realtà eppure l'ho avvertita. Boh, forse anche perchè il mio transfert non è stato così forte rispetto a quello di alcuni di voi, tuttavia la sensazione di esclusione non è nemmeno paragonabile a quella che provo fuori di qui, praticamente dappertutto. Euridice parla di dolore e solitudine perenne, anche io m sento, ultimamente, costantemente immersa nel dolore e nella solitudine fisica e affettiva...vivevo in una sorta bolla di sapone, inconsapevole del mondo e di me stessa, e adesso man mano che scopro delle cose è un crescere continuo di sofferenza.
  15. Scusa l'ignoranza, cosa c'entra Orwell con la PNL?
  16. anch'io sono interessata. C'è qualche testo che approfondisca meglio questa tecnica?
  17. Caro diario, comincio a sentire l'assenza, il vuoto, il dolore, e mi chiedo se mai riuscirò superarlo. E' come se non veessi pù la luce di nessuna speranza, condannata allo squallore di sempre.
  18. Caro diario, un'altra giornata di caldo, sole e lavoro. La mattina mi alzo già stanca, stanca e priva di stimoli, come uno zombie.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.