Vai al contenuto

Pubblicità

simone67

Membri
  • Numero di messaggi

    12
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda simone67

  • Rango
    Nuovo utente

Ospiti recenti del profilo

360 lo hanno visualizzato
  1. E' vero, i segnali ci sono tutti ed inequivocabili e nonostante tutto credo che veramente per lei sia stata un'infatuazione, (forse mi fa comodo crederlo). Ho tanta paura però, ho tanta paura che non sia effettivamente così. Da più di 20 giorni, da quando è iniziata la crisi non abbiamo rapporti ed è comprensibile, ma abbiamo manifestazioni di affetto molto forti. A volte credo davvero che ce la faremo, di contro mi viene in mente che possa pensare all'altro e allora mi contorgo dentro. Sto cercando di reagire, ho riallacciato qualche amicizia, ma anche qua non è facile, inoltre tutti quelli che mi vedono uscire che raramente mi hanno visto da solo mi domandano perchè e contribuiscono a farmi stare ancora più male. Ci vorrà tempo ma se avrò la certezza che lei si vede con un altro credo davvero che non ce la farò ad andare avanti, questo pensiero mi distrugge. Cerco comunque di non essere sospettoso e di darle la maggiore fiducia, credo che solo il suo comportamento mi potrà dire se effettivamente c'è un'altra persona o meno.
  2. E' vero mi attacco molto ai figli ma sono solo loro che impediscono che io e lei in questo momento non ci lasciamo. I figli qualche cosa hanno fiutato sicuramente ma per il momento il nostro rapporto è corretto, non abbiamo discussioni , quando parliamo lo facciamo con calma ed in separata sede. Credo veramente che per ora e tengo a precisare per ora i nostri figli non stanno soffrendo. Se mi accorgerò che la situazione dovesse degenerare e che quindi la mia presenza sia un fatto negativo per loro, sarò pronto ad uscire di casa. Al momento nessuno di noi due esce la sera, il giorno lavoriamo ed i figli vanno a scuola. Più duro diventa il week end. Forse è troppo poco tempo che la nostra crisi è iniziata e sicuramente non saremo in grado di continuare in questo modo ma al momento credo sia la soluzione migliore. A cosa ti riferisci quando dici di provare la strada che ho detto?
  3. ti ritroverari catapultato in un "io" che non vorrai e nel quale non ti ci riconoscerai, sarai una persona con dolore e con una lucidità che ti sorprenderà, certo leggendo questa frase non è che mi si prospetta un bel futuro eh. Che dire, avevo ancora qualche carta da giocare nella riconquista di mia moglie, facendole vedere che mi sono rialzato, che cominciavo a guardarmi attorno, poteva essere un modo per farla ingelosire, magari farle tornare interesse per me ed invece stasera gliene ho parlato scoprendo tutte le carte che avevo. Le ho detto della mia intenzione di vivere da separati, ma che la casa non l'avrei mai abbandonata per il bene dei figli. La sensazione che ho avuto è che era quello che voleva sentirsi dire, mentre fino ad ora era perplessa se continuare la relazione che sospetto abbia per paura che me ne andassi in questo modo gli ho dato la sicurezza che tanto io sarei rimasto li anche se lei aveva un'altra relazione. A questo punto non ho altra scelta, stasera ho un'amarezza interiore che non ha fine, ma non posso lasciare i miei figli. E' proprio vero, già ora sono una persona con dolore, ma non voglio vivere così, non voglio andare in giro tenendo gli occhi bassi, voglio continuare a vivere nel migliore dei modi. Devo ricostruirmi da dentro, cercherò di fare la mia vita ma non sarà facile. Il futuro è tutto in salita e poi chi lo dice che il nostro rapporto non degenererà in liticate e continui battibecchi per cui sarà davvero necessaria la separazione? Ero riuscito a farle un pò raddrizzare le antenne e stasera ho vanificato tutto. Che pirla sono stato. Ad ora non mi rimane altro da fare per recuperare il rapporto. Devo provare la strada che ho detto e se ci riuscirò, forse andrà benino. Come vorrei prevedere il futuro per sapere fra un anno come sarò messo.
  4. Mia moglie è confusa, mi dice che non vuole che vada via di casa, è d'accordo sul far passare un pò di tempo, a momenti mi abbraccia ed a momenti è distante. Non so però quanto volermi ancora lì sia per lei una scelta dettata dai figli, non vuole che soffrano,ma mi dice anche che ha pensato a continuare a vivere insieme ognuno mantenendo però la sua libertà. Credo che si veda davvero con un altro. Ora la mia scelta è accetto la situazione e mi prendo i miei spazi anche io (non mi mancano di certo le occasioni e le possibilità, basta volerle cogliere) o vado dietro all'orgoglio ferito e mando tutto all'aria causando sofferenze soprattutto ai figli? Questo è il mio dubbio di stasera. Vero anche che se riesco a staccarmi da lei ed avere anche io la mia libertà in questo modo i figli non ne soffriranno, io li potrò vedere sempre, non sentiranno la distanza dal padre e non subiranno traumi. Sempre che noi due riusciamo ad avere un comportamento corretto. Il tempo darà la risposta ma se riesco a gestire i miei sentimenti quest'ultima credo sia la scelta migliore. I figli li abbiamo voluti e non è giusto che paghino loro per i problemi dei grandi. La vita di coppia dopo 12 anni può prendere anche un'altra piega, continuare a stare insieme ma avere entrambi completa libertà di agire. Facile a dirsi, il difficile sarà metterlo in pratica, soprattutto per me. Con il tempo però ce la farò. Grazie del sostegno che mi avete dato fino ad ora.
  5. Dopo due giorni di cuore in pausa, mi sono già sciolto un'altra volta. E' davvero difficile per me lasciarla libera. Non ce la faccio proprio. Mi sa che va a finire che faccio come te kale. Ma quanto tempo, quanto tempo dovrò aspettare. Quanto possono durare queste crisi? Le nostre sono sempre durate pochi giorni, stavamo un pò arrabiati poi dopo qualche giorno facevamo l'amore e tutto tornava come prima, ma questa volta no, questa volta non è la solita crisi questa volta é la crisi. A volte penso sarebbe meglio troncare del tutto forse soffrirei al'inizio ma poi mi rassegnerei e credo che se non avessimo avuto figli lo avremmo già fatto. Nella mia situazione invece forse è meglio prima di dare una rottura definitiva essere quasi certi che altre strade non ce ne sono. Pensate che stiamo conducendo una vita per gli estranei apparentemente normale, ceniamo tutti assieme, chiaccheriamo ed abbiamo piacere di farlo, non litighiamo ma accettiamo tutto ciò che l'altro ha da dire e fare, siamo diventati come separati in casa,ma non è una bella sensazione. ci sono momenti che soffro da morire ed altri che invece sono quasi euforico. Cerco di non controllare più niente di lei, non so se i messaggi continuano o meno, non so cosa fa durante il giorno e in alcuni momenti sono felice così. in altri invece mi contorgo dentro. Pensate che un consulente familiare possa essere di aiuto? Qualcuno ha avuto esperienze in merito? Scusate per il mio sfogo ma come ho già detto dovrete sopportarmi per un pò, fino a che nel bene o nel male la vicenda non si conclude.
  6. Mi dispiace che la tua esperienza non sia anadata a buon fine e sai bene allora quanto difficile è rimanere distaccati dalla situazione e cercarsi altri impegni che fino allora non avevi, quindi anche io devo riorganizzarmi. Che periodo di cacca, veramente così non l'avevo mai vissuto. Ciao e grazie della risposta.
  7. Grazie infinite, le tue parole mi sono state di forte aiuto, mi hai dato una spinta e la speranza per proseguire. Spero tanto che riesca a mantenere il rispetto per me e per i figli e questo è una cosa che gli ho chiesto, per quanto riguarda gli sms deve essere lei a capirlo, deve essere lei accecata dalla voglia di libertà e spensieratezza a capire che da soli si sta male, ovvero si può star bene in alcuni momenti, ma alla lunga ci si perde sempre. Io ho investito la mia vita nella famiglia, talvolta anche commettendo errori comportamentali. ma è la cosa a cui tengo di più al mondo. Ci sto provando ci sto provando con tutto me stesso ho messo il mio cuore in pausa ma non so quanto resisterò o se questa cosa alla lunga porterà dei cambiamenti anche dentro di me. ciao e ancora grazie dei consigli che mi hai dato.
  8. Hai avuto anche tu una esperienza simile? E' vero dovrei non assillarla per niente, ma non mi riesce. Non riesco ad essere razionale. Oggi ad esempio per ben tre volte abbiamo affrontato l'argomento, pingendo entrambi. Alti e bassi, alti e bassi un momento credo che ce la faremo ed il momento dopo credo che invece sia finita. Ma quanto tempo deve passare, i 10 giorni trascorsi mi sono sembrati un'infinità
  9. Hai avuto anche tu una esperienza simile? E' vero dovrei non assillarla per niente, ma non mi riesce. Non riesco ad essere razionale. Oggi ad esempio per ben tre volte abbiamo affrontato l'argomento, pingendo entrambi. Alti e bassi, alti e bassi un momento credo che ce la faremo ed il momento dopo credo che invece sia finita. Ma quanto tempo deve passare, i 10 giorni trascorsi mi sono sembrati un'infinità
  10. Forse è vero che non sto facendo autocritica ma mi ritengo un marito almeno nella norma. Le ho sempre fatto sorprese sia per gli anniversari sia al di fuori di questi, i complimenti non sono mai mancati ed anche nell'intimità tutto procedeva al meglio. Tutto ciò che ha chiesto l'ho sempre accettato. Certo anche io ho i miei difetti come quello di dover avere sotto controllo la sua vita, devo sempre sapere cosa fa e dove va e con chi lo fa e forse è proprio qua che lei non mi sopporta più. Per 12 anni ha retto, ma ora vuole la sua libertà. Io però non ci riesco, ogni messaggio che le arriva dentro di me si scatenano un temporale di sentimenti. Mi domando chi è, cosa avrà scritto. Ci sto provando, ci sto provando con tutto me stesso ma è molto difficile. Dopo 12 anni di vita familiare, lavoro e casa, non ho amici, non so proprio con chi sfogarmi, abbiamo amici in comune ma la maggior parte sono famiglie. Lei invece si è ricostruita una cerchia di amiche alcune colleghe di lavoro, spesso separate. Io vorrei riuscire ad essere più razionale, ma è più forte di me. Se lei esce di casa io sto da cane, non concepisco il fatto di non sapere dove va o cosa fa e con chi. Come posso superare questo mio enorme difetto. Sono geloso ed allo stesso tempo egoista. Vi prego di sopportarmi per un po' perchè questo potrebbe essere una valvola di sfogo.
  11. Ho 42 anni e mia moglie 36, Sono sposato da 12anni, 3 figlie di 12, 10 e 7 anni un rapporto con la moglie stupendo, mai tradimenti sempre e solo complimenti da parte di tutti per la bella famiglia che siamo. Da maggio circa di quest'anno mia moglie ha cambiato comportamento, mentre prima tutto era incentrato sulla famiglia ora lei ha bisogno della sua libertà. E' dimagrita si tiene in forma, non perde occasione per uscire preferibilmente con le amiche, di cui una buona parte separate, va al mare con loro, organizza le cose senza considerare me e poco anche i figli. Se deve uscire a fare acquisti preferisce farlo da sola. Ho provato a parlarci ma lei dice che ha bisogno della sua libertà, che non fa niente di male e continua nel suo comportamento. E' come se fosse tornata a 18 anni. Fino all'altra settimana quando mi sono accorto che messaggiava con una persona, al che ho chiesto chiarimenti e li ci siamo fermati. Lei si è accorta che stava superando il limite ma ha detto che non mi sopporta più che la persona con cui messaggiava non era nessuno ma che pensava seriamente alla separazione. Ha accumulato tanta rabbia nei miei confronti che qualsiasi cosa io dica la vedo che gli occhi gli si riempiono di bile, per contro però piangiamo assieme e lei sostiene che mi ama ancora e non vuole che io vada via da casa ma è solo che ora deve smaltire la rabbia che ha nei miei confronti. Io sono disperato, vago a giornate con la mente e non so da dove cominciare. Di sicuro sento che lei non ha nessun altro, sento che mi ama ancora ma sento anche che non mi sopporta e che anche il peso della responsabilità dei figli è diventato un problema per lei. Cosa le è successo? Cosa posso fare per fargli smaltire questa rabbia. Aiutatemi. Non voglio mandare a monte la mia vita, non sopporterei il distacco da lei e dalle figlie. Per ora abbiamo deciso di prendere tempo prima di ogni decisione definitiva, sono passati circa 10 giorni fra alti e bassi ma siamo sempre al punto di partenza. Attendo con ansia qualche consiglio.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.