Vai al contenuto

priscilla2

Membri
  • Numero di messaggi

    230
  • Registrato dal

  • Ultima visita

messaggi di priscilla2


  1. Ciao a tutti... vi ricordate di me????? E' da un pochino che non scrivo, a maggio ho deciso di sospendere la terapia, perchè avevo l'impressione di avevre sopratutto bisogno del mio psicoterapeuta, come persona e non come terapeuta... gliel'ho detto e lui non ha avuto nulla da ridire, forse io mi aspettavo che mi dicesse, rallentiamo, pensiamoci, e invece nulla.. è stato devastante..pensavo seriamente di non riuscire questa sensazione... il vuoto totale o meglio un grande dolore attorniato da un grande vuoto. Alla fine della seduta ci siamo salutati e x la prima volta abbracciati.. Penso di avere sbagliato, non era il momento. Due sett. fa mi ha chiamata x sapere come andava, come stavo, gli ho detto che nei momenti di sconforto e confusione penso alle sedute a quello che lui mi diceva..Poi abbiamo parlato del più e del meno, mi ha detto che posso chiamarlo quando voglio, ( chiaramente sempre nei limiti degli orari d'ufficio)Avrei bisogno di parlargli, ma non so che fare perchè al telefono è difficile, quantomeno x me lo è.... Vi abbraccio a presto


  2. Ciao carissima , allora ....la prima ipotesi è quella che intendevo, am in realtà sono loro che ci hanno abituato a difenderci dal fatto che vedono ogni cosa come psicologica... e vedo che non sono la sola ... e sono anche le stesse cose .... quelle del bagno e dell'acqua... e servono a trovare spunti su chi sono lor e coem si muovono nel loro ambiente e ora ve ne racconto due :

    al bagno sono andata una sola volta a casa/studio sua praticamente me la stavo facendo sotto, non avrei voluto, proprio per i motivi di cui sopra .

    Lui come sempre gentilissimo mi apre la porta ( e io a fantasticare , dai vieni al bagno con me !!!) , io che non trovo il pulsante della luce e lui che mi accende anche la luce.

    Dentro il bagno io a fare piì e poi a scrutare , quanti spazzolini ci sono ( e da qui deduco che non c'è traccia di donna che vive lì... ma donna c'è fuori di lì) il rasoio, la lavatrice con la cesta dei panni... vorrei scrutare ancora ma non posso stare 1 ora al cesso.

    La seconda dell'acqua quando ero con la bava alla bocca quando lui è andato in cucina io avrei voluto alsarmi e andare anche io in cucina e magari proseguire il discorso lì ma mi vergognavo e sono rimasta incollata "diligentemente alla sedia".....

    paranoioe psicologiche .

    Io non lo considero invece come te una figura eterea ... a me fa bollire .... e non è poi così bello, fisicamente sarebbe meglio mio marito ... ma è il suo fascino che mi fa perdere ...

    Per quel che riguarda i pensieri simili ... idem ... io se è transfert non lo so .. me lo avete detto voi e cerco di convincermi che sia così , però a me lui piace proprio , in più ha le giuste risposte. Mi sarebbe piaciuto anche se non faceva lo psi , è il suo fare, l'eleganza , il suo modo di essere fico anche se non è bello.

    Io lo supero il transfert??? un par di palle , galleggio e come te stranamente so stare bene ( alle volte male ) con la mia famiglia , ma lui è fico e sta sempre nei miei pensieri , alle volte perchè i pensieri sono rivolti all'uomo a volte allo psi.

    Un abbraccio pucino

    Ciao, questa storia del transfert mi fa impazzire dopo più di 2 anni c'è ancora, a volte mi sembra scompaia, ma poi come in questo periodo riappare, mi ritrovo a pensarlo mi sento dipendente da lui, glielo ho detto l'altro giorno, e lui mi ha detto chedovremmo lavorare per canalizzare questa cosa... Anche il mio psi. è sempre molto gentile, viene ad accogliermi, quando abbiamo finito si alza mi da la mano e mi accompagna alla porta.. E tutte le volte quando esco, penso tanto in un nanosecondo si dimentichrà di me, e sto male.....Adesso su mia richiesta abbiamo allungato i tempi ci vediamo ogni 15 giorni,glielo ho chiesto perchè in qualche modo spero di allentare un pochino quella pseudo dipendenza che provo nei suoi confronti,,,,Quindi consolati... sei in buona compagnia

    Tu quanti anni hai??? Sei sposata o hai un compagno??? Figli???? Io spsata e con figli...


  3. Froggy,Judi, grazie, ma io ho sempre avuto difficoltà x quanto riguardae separazioni.....Vorrei che le persone importanti x me restassero sempre nella mia vita... Il mio psi, mi ha detto che lui ci sarà sempre, e io gli ho detto che questo un po mi rasicura, ma non credo sia così, sarà difficile lo è già adesso.... Buona serata...


  4. Ciao a tutti, ogni tanto mi riaffaccio, ma vivo di alti e bassi...... spero stiate tutti/e bene (se così si può dire....) Juditta... Digi....

    Lunedì ho avuto la seduta dopo 15 giorni, di comune accordo abbiamo allungato i tempi, e tutto sembrava andar bene, l'altro giorno mi ha fissato l'appuntamento fra 3 settimane, io al momento gli ho detto si,si va benissimo, la mia dipendenza nei suoi confronti è decisamente calata...... Uscita da li, la confusione totale, sarei voluta tornare a dirgli che 3 settimane sono troppe, non credo vada bene, perchè sono sicura che con tutto questo spazio il filo che ci lega inevitabilmente è destinato a spezzarsi, sarà difficile mantenere da una volta all'altra il "filo del discorso" Credo gli parlerò la prossima volta, ma comunque non riesco a capirmi, non so perchè non riesco a darci un taglio..........Un abbraccio a tutte/i...


  5. ciao cara, no la visita è mercoledì prossimo, ieri ho ritirato gli esami..qualche valore strano...la tireoglobulina ma devo chiedere al doct.

    Il calcio per la priam votla è salito sopra il range minimo: miracolo!!! :Just Kidding:

    Ti mando un mp appena ho tempo, che volevo chiederti una cosa....

    tu invece, novità? E con lo psi hai parlato più?

    Ciao Digi, aspetto l'mp. Con lo psi. ho parlato, gli ho detto che mi sarei aspettata qualche cosa in più da lui, nel senso che avrei voluto che lui mi avesse chiesto quali fossero stati i motivi che mi avevano spinta, a chiedere di allentare un pochino. Comunque, come al solito non ha detto più di tanto, e io gli ho detto che non ero più tanto sicura di allentare la presa, che mi sentivo già sola e abbandonata ancor prima che accadesse... E gli ho anche detto che si sto decisamente meglio, ma ho una gran confusione in testa e che mi basta poco x ricadere ne "vuoto"....Detto questo ci vediamo ancora la prossima settimana, non ha pensato di allungare i tempi... Gli ho anche chiesto di spiegarmi, cosa pensa di me....... ma lui mi ha detto che non avrebbe potuto rispondermi in maniera esaustiva.......e alla fine ci ha giarato un po attorno senza dirmi nulla di che....Cambiando discorso, ma tu x il calcio prendi qualche cosa (senza fare nomi di farmaci) perchè io da dopo l'intervento devo sempre prendere dei farmaci, adesso ho diminuito drasticamente la dose, ma però senza nulla non posso stare...Ciao ci sentiamo..


  6. Oggi è avvenuto questo scambio di battute..della serie ''tirare fuori il peggio di sè''

    Vi riprto la cosa in modo un po' decontestualizzato...

    Mi fa.. :Thinking::Waiting: : ''lei vuole essere seduttiva, sexy, qui, con me..''

    e io... :Just Kidding: : '' ''è ovvio!!....

    e lui.... :sweat:: '' come è ovvio??!!!''

    e io....:Love::Silly:...lei mi interessa tanto!!...''

    silenzio...

    :Party:

    Grandissima!!!!!!!!!!!!!!!


  7. volevo specificare però uan cosa che forse non si è capita prima...io non ho mai pianto er tutta la seduta, i miei pianti sono tipo una burrasca, tre-quatttro minuti di lacrime e muco a non finire, poi mi ricompongo, sia mai mi lasci andare più di tanto verso le mie emozioni....si credo sia anche u nfatto caratteriale...per questodicevo che io non piango davanti a nessuno, non è solo una questione di psi e di seduta.

    Sembra di sentire parlare me... Credo che l'educazione che abbiamo ricevuto giochi un ruolo fondamentale, ad esempio io sono stata cresciuta sentendomi sempre dire che non ci si lamenta x nulla che nella vita si deve imparare a sopportare tutto, ho sempre dovuto trattenere le mie emozioni, e anche adesso ho difficoltà a piangere davanti a qualcuno, anche con il mio psi., con lui sarà capitato un paio di volte in 2 anni, poi si ogni tanto mi scende qualche lacrimuccia, ma anche io mi ricompongo in fretta, non mi lascio andare più di tanto, non ci riesco proprio e mi fa star male questa cosa......


  8. quoto Digi...

    Priscilla mi sembra che la confusione si sia presentificata dinanzi ad un ''nodo'' importante da risolvere...

    Analizzerei il fatto che davanti al ''nodo'' la tua reazione sembra quella di abbandonare il campo,

    forse è arrivato davvero il momento di prenderti cura di te?

    Il punto è che mi sembra quasi di non avere più nulla da dire....E non so come fare, si è vero è come se volessi mollare, ma non so come fare cosa dire, mi sento in seduta, quasi di troppo....


  9. Qualcuno mi sa spiegare perchè non riesco a capire come si fa a leggere i messaggi privati???Sarò sicuramente io che non so fare.......Ma comunque non ci riesco. E poi anche a voi l'immagine del profilo appare e poi scompare??? Non ci capisco niente, è vero che non sono molto pratica..................... E poi come cavolo si fa ad inserire le faccine ecc.... non so più dove andare a prenderle!!!!!!!!!!L'ultima cosa, ma non ci dovrebbe essere da qualche parte un modifica profilo???


  10. Ciao a tutti, è un periodo come tanti....... non molto bello, sono alle prese con i controlli della mia "cara" metastasi, e quindi aspetto di sapere cosa dovrò fare. Vi leggo sempre e sopratutto vi penso sempre... Oggi in seduta, ho detto al mio psi, che forse sarebbe meglio diradare un pochino le sedute, visto che mi sembra di stare un pochino meglio, ma il motivo vero è che sono consapevole del fatto che io continuerei in eterno ad andare in seduta, ma mi rendo anche conto che devo cercare di riprendere la mia vita tra le mani, devo imparare a gestirta da sola , nel bene e nel male. Risultato sono totalmente confusa, vorrei non avergliene mai parlato, a dire il vero, non è che ne abbiamo parlato più di tanto, lui mi ha detto che la prossima settimana avremmo ripreso il discorso. Mi sento già persa, non so che cavolo mi ha fatta decidere.... Il motivo è che so benissimo che lui non fa parte e non farà mai parte della mia vita, e quindi ho pensato che forse piano piano sarebbe stato meglio allentare. Ma adesso non sono più sicura che sia così....Ma perchè è sempre tutto così complicato, ho sempre un sacco di confusione dentro, spero riprenda sul serio il discorso, altrimenti non so.... lo dovrei fare io??????' Un abbraccio a tutti/e


  11. Bene froggy l'allegria è contagiosa e fa bene .

    Ti invidiamo tutte...Ci racconti il tema del seminario? E come va sul lettino...mi piacerebbe sapere per te cosa e se cambia qualcosa.

    Volevo, tanto per restare in tema col topic, aggiornarvi sulle mie ultime sedute "in poltrona". La mia poltrona è a quadri grandi colorati ed è un pò a dondolo. Quando gli argomenti sono per me angoscianti, mi accorgo di dondolare nervosamente.

    Per fortuna mi sto velocemente abituando allo sguardo del mio analista. Credo, sarò maliziosa, che dipende da lui mettermi a mio agio oppure no. Dovrò trovare la faccia tosta di chiederglielo prima o poi. E' impossibile che a volte i suoi occhi mi penetrano in maniera sconvolgente fino a confondermi e nel mentre dal suo trespolo, una sedia a dondolo supertecnologica si spinge in avanti e vieve vicinissimo :LMAO: , altre volte i suoi occhi mi sfiorano dolcemente :ph34r: , altre non mi fanno nessun effetto :): . La questione ha del diabolico :shok:

    Voi veterane della poltrona che mi dite? Lo farà a posta o come già so che mi risponderà lui è solo un mio sentire, un mio transfert?

    Comunque sono fiera di me!!!!! ho sconfitto l'emozione. Adesso sostengo alla grande il suo sguardo, anche se a volte mi crea disagio.

    Ho anche ripreso con le questioni serie e profonde...Venerdì ho anche pianto tanto -_- il fatto che lo avevo di fronte mi imbarazzava molto, ma in compenso avevo i fazzolettini aromatici a portata di mano.

    Ma a voi capita tra una seduta e l'altra di ripensare alle parole dello psi? A me sempre, specie quando mi dice cose azzeccate e per me motivo di consapevolezze nuove e importanti.

    Cosa raccontate a casa degli argomenti trattati in seduta? Ne parlate o nicchiate o come faccio io dico quello che mi va di dire e se mi va?

    Please sono in attesa "nevrotica" di risposte. Un abbraccio :Pig:

    Dopo quasi 2 anni di terapia, a volte ho ancora difficoltà a sostenere lo sguardo del mio terapista.... Tra una seduta e l'altra ripenso quasi sempre a quello che ci siamo detti in seduta, difatti spesso gli ho detto che avrei bisogno , il giorno dopo, di risentirlo per riparlare di alcune cose sulle quali ho riflettuto... Anche io cerco di parlarne poco, anche se mi piacerebbe, ma ho l'impressione che l'argomento infastidisca un pochino quindi evito...

    ho anche io una scrivania che mi separa dallo psi. alcune volte vorrei avere una sedia girevole x voltargli le spalle nei momenti più complicati..E' difficile sostenere il suo sguardo, mi ritrovo a parlare e nello steso tempo a guardare dovunque all'infuori che il suo viso. Mi sembra che mi guardi pensando, ma quante c.....e sta dicendo questa..Comunque mi piacerebbe che la scrivania non ci fosse, mi piacerebbe che ci fossero 2 poltrone e che ci potessimo parlare con più "naturalezza"...


  12. ma scusa... dai nostri discorsi deduci che capita cosa? :huh: mi dispiace deluderti ma siamo andate tutte in bianco, quindi i nostri psi superano alla grande il test "deontologia".

    non c'è niente di morboso nei nostri discorsi. semplice transfert. tra cui anche pulsioni erotiche... che è una gran fortuna poter analizzare in terapia, soprattutto se si hanno delle difficoltà in quel settore.

    se poi le pulsioni sessuali per te sono morbose... :icon_rolleyes:

    Ciao Juditta, è un pochino che manco ma vi leggo sempre...

    Quoto in pieno quello che dici...

    E' un periodo da schifo........ A più tardi...


  13. lunedì ho parlato con il mio psi della mia pseudo dipendenza nei suoi confronti, gli ho detto che quando c'è qualche cosa nella mia vita, di negativo o positivo penso per primo a lui.... Non mi ha detto sto gran chè... mi ha detto che potrebbe essere si, dipendenza ma anche transfert.....Ma non mi ha detto nulla, mi ha ribadito che lo posso chiamare quando voglio, chiaramente in orari d'ufficio, e che un domani lui ci sarà, logicamente non fisicamente,non so che fare se chiedergli di spiegarmi quale è la funzione del transfert, ammesso che ne abbia una... Ma io non capisco, era una cosa che sembrava passata, poi, quando mi sono ritrovata ancora piena di casini,sembra essere tornato con più prepotenza di prima......

    Comunque un abbraccio a tutte, non scrivo molto ma vi leggo sempre.

    Juditta Digi un abbraccio Grazie...


  14. Non capisco una cosa, durante l'ultima seduta, come sempre o quasi c'è stata empatia, mi sentivo compresa capita vedevo il mio psi. partecipe. Alla fine della seduta sono uscita, lui è uscito poco dopo e abbiamo fatto un pezzo di corridoio assieme.... Non mi ha nemmeno considerata, non che io pretendessi chissa cosa ma mi sono sentita quasi a disagio.....Boh... forse sono io che ho difficoltà a capire...... ma mi sono sentita una qualsiasi, quando invece in seduta mi sento quasi unica.... E' sempre accogliente "fuori" mi è sembrato quasi un'altra persona..... probabilmente è giusto e normale che sia così...


  15. <H2 style="BACKGROUND: white">La storia del Barattolo (Leggetela è molto bella)</H2>pubblicata da Gruppo Castelvetrano il giorno giovedì 28 ottobre 2010 alle ore 19.50

    Un professore, davanti alla sua classe di filosofia, senza dire parola, prende un barattolo grande e vuoto di maionese e procede a riempirlo con delle palle da golf. Dopo chiede agli studenti se il barattolo è pieno. Gli studenti sono d’accordo e dicono di si. Allora il professore prende una scatola piena di palline di vetro e la versa dentro il barattolo di maionese. Le palline di vetro riempiono gli spazi vuoti tra le palle da golf. Il professore chiede di nuovo agli studenti se il barattolo è pieno e loro rispondono di nuovo di si.

    Il professore prende una scatola di sabbia e la versa dentro il barattolo. Ovviamente la sabbia riempie tutti gli spazi vuoti e il professore chiede ancora se il barattolo è pieno. Anche questa volta gli studenti rispondono con un si unanime. Il professore velocemente aggiunge due tazze di caffé al contenuto del barattolo ed effettivamente riempie tutti gli spazi vuoti tra la sabbia. Allora gli studenti si mettono a ridere. Quando la risata finisce il professore dice: “Voglio che vi rendiate conto che questo barattolo rappresenta la vita…Le palle da golf sono le cose importanti come la famiglia, i figli, la salute, gli amici, l’amore, le cose che ci appassionano. Sono cose che, anche se perdessimo tutto e ci restassero solo quelle, le nostre vite sarebbero ancora piene. Le palline di vetro sono le altre cose che ci importano, come il lavoro, la casa, la macchina, ecc. La sabbia è tutto il resto: le piccole cose. Se prima di tutto mettessimo nel barattolo la sabbia, non ci sarebbe posto per le palline di vetro né per le palle da golf. La stessa cosa succede con la vita. Se utilizziamo tutto il nostro tempo ed energia nelle cose piccole, non avremo mai spazio per le cose realmente importanti. Fai attenzione alle cose che sono cruciali per la tua felicità: gioca con i tuoi figli, prenditi il tempo per andare dal medico, vai con il tuo partner a cena, pratica il tuo sport o hobby preferito. Ci sarà sempre tempo per pulire casa, per tagliare le erbacce, per riparare le piccole cose… Occupati prima delle palline da golf, delle cose che realmente ti importano. Stabilisci le tue priorità: il resto è solo sabbia”. Uno degli studenti alza la mano e chiede cosa rappresenti il caffè. Il professore sorride e dice: “Sono contento che tu mi faccia questa domanda. E’ solo per dimostrarvi che non importa quanto occupata possa sembrare la vostra vita, c’è sempre posto per un paio di tazze di caffé con un amico!”.

    E' meravigliosa....Grazie!!!


  16. ah ecco, argomento interruzione.

    un'altra divagazione...

    ho notato una cosa, io a volte cazzeggio brutalmente per più di metà seduta, poi quando mi accorgo che manca tipo una ventina di minuti, mi decido a parlare di cose serie. e allora, siccome il tempo è poco, sintetizzo brutalmente ciò che devo dire e in questo modo finisco per arrivare a dire grandi "verità" in due parole. a volte arrivo a conclusioni molto lucide, alle quali non avevo pensato prima.

    a volte serve sfrondare i discorsi da tutti gli orpelli, per arrivare al dunque!

    Hai descritto esattamente il mio comportamento in seduta.... anche io parlo di ogni cosa fino a metà seduta e poi inizio a scavare dentro di me...fino a che arriva la fine della seduta e io puntualmente inizio ad affrontare un argomento nuovo, che chiaramente non riesce ad essere sviscerato perchè il tempo è finito...Una volta me lo ha fatto notare il mio analista, mi disse che ho l'abitudine di aprire argomenti nuovi quando la seduta è finita....Ma mica lo faccio apposta.............


  17. L'altra notte ho sognato di esere nello studio del mio psi, lui era dall'altra parte della scrivania come sempre, e mi teneva le mani, ma non ci sono state parole niente.......... Quando sono andata in seduta, gliel'ho detto e gli ho chiesto di farmi vedere le sue mani, prima di uscire gli ho richiesto di farmele vedere e lui mi ha dato una mano, ma molto freddamente, o così a me è sembrato......... E non mi ha detto nulla, io gli ho solo fatto notare che mi mangio le unghie....non sapevo che altro dire.......


  18. Sapevo che sarei stata in buona compagnia...

    la frase preferita di mia mamma era "io non voglio essere una mamma passiva" ma anche "questa non è una democrazia!"

    logicamente quando durante una cena mi è capitao di dirlo per scherzo(insomma) mia madre non ricordava nulla.Sarà che essendo stata a lungo sola ho sviluppato il lato fantasioso del mio cervello?

    Certo sei in buona compagnia...Mi aggrego anche io...

    Io sono sempre stata considerata la figlia di seconda categoria, quella che comunque non avrebbe mai combinato nulla, quella che voleva sempre fare il contrario di quello che facevano gli altri, mi hanno mandata in collegio perchè secondo loro non ero capace di fare nulla.... e comunque me la sono sempre cavata. mi sono sempre sentita l'eterna seconda quella che non contava più di tanto, la mia opinione non contava gran chè invece quella di altre persone si.... Anche io non credo di avere mai ricevuto nemmeno uno schiaffo, ma avrei preferito di si, almeno mi sarei accorta di esserci anche io....Mi sono sposata giovanissima, sopratutto x poter uscire di casa, e nessuno a pensato magari di farmi pensare che avrei potuto aspettare un pochino noooooo.. figuriamoci!!!! Per fortuna il mio matrimonio è sereno, sono cresciuta con mio marito, ci capiamo, lui capisce me ed è una cosa meravigliosa.... Il passato ogni tanto cerco di buttarmelo alle spalle, con l'aiuto del mio psi. piano piano, qualche cosa sto riuscendo a fare.... :abbr:


  19. Perché se casualmente capita su un forum del genere e mi identifica dai dettagli, pazienza. Ma se posso scegliere preferisco decidere cosa dirgli e con quali pa :blush: role! Tu chiamale se vuoi resistenze.

    Mi sono sempre vergognata delle cose che scrivo, un po' come girare nuda: lo posso fare purché non si veda la faccia :Batting Eyelashes: La prima volta che gli ho scritto, all'inizio della seduta lui ha aperto la mail e ha accennato a leggerla ad alta voce: ho dovuto gridargli di smetterla perché non ce la facevo. Del resto, non avessi delle fobie...

    Anche io scrivo al mio psi, io gli scrivo delle vere e proprie "lettere" che poi ogni tanto gli do da leggere e lui puntualmente la seduta successiva mi restituisce. La prima volta che pensai di dargli una di queste "lettere" lui la prese e con calma iniziò a leggerla ad alta voce..... Mi sentivo proprio come descrivevi tu... come girare nuda x strada quindi anche io gli dissi di smettere e di leggersele con calma, ma senza di me..... Non gli ho mai parlato del forum, me ne guardo bene, mi sentirei troppo a disagio..... Come divevi tu ............ Tu chiamale se vuoi resistenzeeeeeeeeeeeeeeeee..... :Thinking:

×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.