Vai al contenuto

Pubblicità

ricciolo76

Membri
  • Numero di messaggi

    29
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda ricciolo76

  • Rango
    Nuovo utente

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Milano
  1. Grazie MrPig del tuo contributo. Finalmente qualcuno vicino al mio caso)) La mia esperienza è molto simile alla tua. Per lo meno nell'approccio, nei contenuti non mi permetterei mai... Come età però io credo di essere più vecchio (ora 36 anni) e con sei anni di pratica alle spalle in fatto di zoccole. ma solo negli ultimi 2 anni ho raggiunto quello che tu hai raggiunto (furbescamente e con il dovuto distacco)in poco tempo. Anche io come te non avevo e non ho problemi di danaro, mia fortuna. La qualcosa, nel caso delle Girls, si è tramutata in un uso sfrenato dell'oggetto della dipendenza. Così avveniva un tempo. Ora ne frequento una nella versione Free come tu giustamente dici. Anche se è sempre un free che non consiglierei ai deboli di cuore per o orari e prestazioni. Comunque free e dopo tanti anni di pay e una mini convivenza finita male, mi va più che bene. Circa l'innamoramento. Io mi sono innamorato e di brutto per una tostissima, orgogliosissima, zozzissima e bonazza straniera dell'est. Ora la storia è finita ma ancora oggi ne soffro come un cane quando mi smessaggia dal suo paesello. Quindi fortuntato chi riesce a gestire il tutto con distacco. Quello che ti chiedo, Mr Pig, se concesso, è qual'è il tuo rapporto con le altre donne "civili" e qual'è il vuoto che colmi con le Girls? Nel mio caso io ho tante amiche donne (ex e non ex) e anche delle ottime proposte dalle medesime. Ma le rifiuto. Da principio. Circa il vuoto che mi spinge credo sia la frustrazione per non esser riuscito a realizzarmi nella vita, e questo mi rende un pessimo insicuro che nei rapporti di coppia si trasforma prima o poi in gelosia, o totale disinteresse per l'altra persona. Da qui la prima Girls nel duemilaotto dopo anni di fidanzamenti Civilissimi. a presto
  2. Ciao Mau82, come me la passo? te lo racconto. Dal 26 gennaio 2011 la ragazza /escort) che frequentevano da ormai 12 mesi è venuta a vivere da me. Dero dire che questi primi 4 mesi sono andati molto bene sia sul fronte convivenza che per la mia traquillità. Anzi, ci sono stati dei momenti in cui mi sentivo già sposato con una certa voglia di evadere. Comunque lei ora è in Russia per il rinnovo di passaoporto e visto. Domani vado a S.Pietroburgo e stiamo insieme 5 giorni. Ora arriva la parte brutta. In queste tre settimane che ho passato da solo non sono stato affatto bene. Mi sono incupito e soffro tremendemante la distanza. Questo se da un lato è una dimostrazione che sono davvero legato a questa donna, dall'altro non fa altro che far riemergere tutte le mie paure e la mia paura della solititudine. Quinidi? ho fatto i salti mortali per questa ragazza ma ancora non riesco a togliermi il mio fastidio dallo stomaco. Quella noia esistenziale, quel senso di malinconia continuo, e una bassa capacità di reagire. Meno male che lavoro e ho qualcosa che mi tieni impegnato, però è dura, molto dura. Non aggiungo altro, spero di essere più lucido e utile al Forum nel mio prossimo post. Un saluto e tieni duro. Mi ripeto, ma l'unico che può salvare me stesso sono io. Quando lo capirò? Saluti a tutti
  3. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    Nello hai ragione. Lo so e me lo ripeto ogni giorno ma sentirselo dire dagli altri è molto doloroso. Ci sto lavorando, sono imparanoiato duro, ma ci sto lavorando... A presto
  4. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    Dimenticavo, lo psicocassi mi piace. Parla e mi e' simpatico, poi e' dei pesci come me! Chi meglio di un pesciolino puo' capire i nostri voli pindarici. Oggi sono felice, vi voglio bene a tutti amici del forum!!!!
  5. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    Intendo che forse vedo quello Che non esiste ma quello che voglio vedere. La russa non e' una cima ma ha 22 anni e' schietta e sincera. Io oggi a 34 anni non sono ancora riuscito a trovare il mio ruolo in questo mondo, intendo dal punto di vista lavorativo, questo mi frusta e mina tremendamente la mia stima e sicurezza. Vedi io con le prostitute non ci vado piu' e non mi e' mai troppo piaciuto farlo, andavo quando ero in crisi di astinenza da sesso. Stop. La russa l'ho trovata simpatica da subito e ci siamo trovati anche a letto (tutti i maschietti del forum sanno quanto sia difficile godere in questi rapporti, anche se sdraiata di fianco a te c'e una dea o una pornostar). La russa mi piace punto. Non posso dire di amarla, certo ci sono affezionato e non vorrei mai che le capitasse qualcosa. Pero' sarei ipocrita a dire che c'e altro, non ora non con me cosi' instabile. Io devo avere l'umilta' di scendere tra i mortali e fare quello che fanno tutti, lavorare per vivere. Ci sto provando, sto staccandomi dal cordone ombelicale della mia famiglia e provare a camminare da solo. Ma quante discussioni polemiche, commercialisti notai....che orrore, non vedo l'ora di essere libero. Vedi La russa e' così lontana da tutte queste dinamiche e la sua "leggerezza" nei pensieri e nell'affrontare la vita sono ossigeno per me. Vedremo, l'importante e' che riesca a fare il mio bene senza pensare troppo agli altri e soprattutto senza perdermi in questi fuochi di passione. Coltivare me stesso? Cosa Significa? A presto
  6. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    La frequento dalla fine di gennaio 2010. Tre volte alla settimana, da me o da lei, una settimana a Mosca insieme e una al mare da me. Qualche we. Abbiamo passato molto tempo insieme e ovviamente sono scattati diversi automatisimi che mi hanno fatto credere di avere veramente una amante incredibile e una stakonista che inzia il lavoro tutti i giorni alle 10.00 e finisce alle 10.00. Quando io andavo a prenderla. Parlare non è certo facile. Lei capisce abbastanza bene l'italiano e l'inglese ma parlare è un'altra storia. Si segna sull'agenda frasi tipo o espressioni del nostro parlato e studiacchia tra un cliente e l'altro. Lavora tutti i giorni, non si ferma mai e gode nell'accumulare soldi. Non pensa alla sua salute ne a nulla. Va avanti come un treno facedendomi quasi sentire io uno stupido per i nostri stipendi da 1.000 euro/mese. Certo è arguta e piena di iniziativa. Non ha paura di niente e vuole provare tutto. In terra patria, dall'età di 16 anni, si fa mantenere facendo l'amante dei signorotti della sua città. Festini di compleanno per qualche russo da 5.000 rubli, con o senza amiche. Una sorta di normalità nelle loro vite. Viene qui (alla fine del 2009) perchè invitata da amica che suggerisce come si guadagna bene in Italia, e come vengono trattate bene e adorate qui le russe. Arriva con armi e bagagli e parte in quinta. Ora credo sia una specie di celebrità a vedere i regali in gioielli, tecnologia e abiti griffati che riceve. Ogni volta che la andavo a prendere, scendeva con il suo abito nuovo di zecca e il tacco 12. Felice come una bambina senza mai perdere il contegno. Impressionante. Ne sono stato rapito in quanto io l'esatto opposto. Ogni mia relazione è sempre stato uno stress, nel bene e nel male, e con questa nuova "realtionship" da folle credevo di potere sedare il bisogno di avere una compagna e impegnarmi sul lavoro. Ovviamente non è andata così. Sono razionale che non esiste nulla, che non conto nullo per lei. Ciononostante sono andato avanti come un mulo, senza pensare al "conto" che prima o poi avrei dovuto pagare. Con me stesso e con la mi stima, già falcidiata negli anni da un percorso di vita altalenante (diciamo così). Ora Nello mi attacca sempre sui soldi. Fa benissimo, è più grande e parla da padre e amico. Io i soldi li ho spesi, tanti, troppi. Ma il mio problema è l'aurea mistica che riesco a proiettare sulle persone più lontane da me. Ora aspetto e scrivo a voi e sul blog. Cerco di lasciare passare il tempo, così come prescrivono i manuali. Sono stufo di passare dalla cima della montagna al fondovalle in pochi minuti. Sono stanco, cerco la pace ma non so dove e come trovarla.
  7. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    Nessun problema, in che senso non hai capito una mazza? sulla mia disavventura o circa l'ultimo post?
  8. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    Hai detto bene un caos. Di pensieri, emozioni, insicurezze. Il tutto remixato e centrifugato. Sto cominciando una terapia di dialogo con nuovo Psicocazzi. Spero che mi dia delle risposte alle tante mie domande: cosa è oggi il rapporto uomo-donna? Cosa cerco io dai rapporti e dal sesso, come fa una ragazza senza valori ne sentimenti a piacermi tanto? Mi manca la russa, mi mancano le mie serata con lei. Non mi manca parlare di soldi, trattare su costo di un giorno in più o in meno, non mi manca aspettare il mio "turno" prima di poterla vedere a casa sua, non mi manca il senso di vuoto che mi assale ogni volta che la lascio. Non mi manca lo sguardo vuoto di una ragazza di 22 anni che ogni giorno asseconda gli istinti animali di decine di uomini. Mi tormenta il pensiero di come una donna, sana e bella, intelligente e arguta, possa darsi con tanta passione al "lavoro". Invidio questa determinazione, il fatto di essere appagati per quello che si fa nella vita, a prescindere dal lavoro, di andare avanti decisi per raggiungere i propri obiettivi. Mi sento un pirla che oltre a pagare e sentirsi un verme idolatra la sicurezza di chi guadagna 1.000 euro al giorno "solo" scopando con uomini italiani ricchi (come ci definiscono le russe quanto parlano tra di loro). Non voglio giudicare, non posso e non è giusto. Non posso dire di essere stato ingannato, non sarebbe vero. Vorrei solo essere più cinico, duro e determinato. Vedere queste strisce di Coca che sono le Girls come qualcosa di accessorio senza dare quell'importanza alla cosa che sto dando ora. Ma io non sono un bullo ne tanto meno un uomo sciupafemmine. Quando sono sereno mi lascio andare e i sentimenti mi seguono a breve distanza. Così è andata. Ora la mia paura è superare tutto questo, cancellare tutto e ricominciare da capo. Quanto è difficile lasciarsi tutto alle spalle: sensazioni orrende ma anche momenti di gioia e allegria (sogni in realtà). Nello capisco il discorso dei soldi, sono io il primo che ci pensa che mi frena nel continuare. Ma la mia vita è cambiata nel 2006 e ora non vedo il futuro e vivo giorno per giorno. Certo fallire per una donna che non mi ama mai. Questo è sicuro. Vi abbraccio tutti,
  9. Dove sei finito? Come stai? Carissimi compagni di sventura, vedo con dispiacere che il Forum è deserto. State tutti bene, tutti fuori dal giro delle Girls? Beh io non direi, dopo una vacanza forzata a 5.000 metri (dove ho avuto modo di pensare molto) son ricaduto nel baratro e sono volato in Russia a trovare la mia amata. Non vi dico cosa ho speso. Al mio rientro mi sono sentito subito peggio, nel senso che la malinconia mi ha assalito, e ho ricominciato con il mio tram-tram in Mlano (lei è tornata nel mentre). Poi, i primi di settembre sono pure andato al mare con lei per il suo compleanno. Ora mi sento una merda, sto cercando di resistere ma l'idea di tutto quello che ho speso in sentimenti e coinvolgimento mi frena. Daltro canto l'enorme successo della ragazza e i suoi incontri serrati mi fanno salire lo schifo e forse è la volta buona. Ho una grande confusione e non so dove sbattere la testa, sto cercando di lavorare e concentrarmi su più progetti in modo da tenermi impegnato ma la "mercenaria" russa mi manca, tanto. Tornate a scrivere ragazzi, qui la cosa non è finita
  10. Carissimi compagni di sventura, vedo con dispiacere che il Forum è deserto. State tutti bene, tutti fuori dal giro delle Girls? Beh io non direi, dopo una vacanza forzata a 5.000 metri (dove ho avuto modo di pensare molto) son ricaduto nel baratro e sono volato in Russia a trovare la mia amata. Non vi dico cosa ho speso. Al mio rientro mi sono sentito subito peggio, nel senso che la malinconia mi ha assalito, e ho ricominciato con il mio tram-tram in Mlano (lei è tornata nel mentre). Poi, i primi di settembre sono pure andato al mare con lei per il suo compleanno. Ora mi sento una merda, sto cercando di resistere ma l'idea di tutto quello che ho speso in sentimenti e coinvolgimento mi frena. Daltro canto l'enorme successo della ragazza e i suoi incontri serrati mi fanno salire lo schifo e forse è la volta buona. Ho una grande confusione e non so dove sbattere la testa, sto cercando di lavorare e concentrarmi su più progetti in modo da tenermi impegnato ma la "mercenaria" russa mi manca, tanto. Tornate a scrivere ragazzi, qui la cosa non è finita
  11. ricciolo76

    Ritorno dalle vacanze

    Carissimi compagni di sventura, vedo con dispiacere che il Forum è deserto. State tutti bene, tutti fuori dal giro delle Girls? Beh io non direi, dopo una vacanza forzata a 5.000 metri (dove ho avuto modo di pensare molto) son ricaduto nel baratro e sono volato in Russia a trovare la mia amata. Non vi dico cosa ho speso. Al mio rientro mi sono sentito subito peggio, nel senso che la malinconia mi ha assalito, e ho ricominciato con il mio tram-tram in Mlano (lei è tornata nel mentre). Poi, i primi di settembre sono pure andato al mare con lei per il suo compleanno. Ora mi sento una merda, sto cercando di resistere ma l'idea di tutto quello che ho speso in sentimenti e coinvolgimento mi frena. Daltro canto l'enorme successo della ragazza e i suoi incontri serrati mi fanno salire lo schifo e forse è la volta buona. Ho una grande confusione e non so dove sbattere la testa, sto cercando di lavorare e concentrarmi su più progetti in modo da tenermi impegnato ma la "mercenaria" russa mi manca, tanto. Tornate a scrivere ragazzi, qui la cosa non è finita Un abbraccio
  12. Elly hai centrato in pieno. E' il mio caso. Io ho sempre avuto ragazze ma senza tradirle. Poi ho smesso con le ragazze e sono andato solo con le zoccole. Di un paio mi sono invaghito, di quest'ultima sono perso. E' una pazza. Ma io? sono meglio? I rapporti di coppia sono sempre uguali, io con questa pseudo-fidanzata a pagamento, alla fine, rivivo sempre gli stessi episodi delle mie prec storie. Non so le risposte, sto cercando di capire ovviamente. E voi mi dato un grandissimo supporto.
  13. Mi spiace di aver dato la sensazione di essere uno spaccone, in parte lo sono, ma solo per insicurezza. I soldi è vero sono importanti ma nel mio caso sono anche causa dei miei problemi. E solo quando sarò morto, speriamo tra 100 anni, sarò veramente in pace. Non racconto le vicissitudini della mia famiglia, ma in parte mi ritrovo nelle dinamiche che ho affrontato sin da bambino (padre lascivo, madre depressa, separazione, liti, guerre intestine, fidanzate di lui, mariti di lei, ....... fino alla morte di mio padre). Il mio problema quindi potrebbe essere che io sono talmente disillusso dal concetto di coppia comunemente accettato che quasi "schifo" chi sceglie di sposarsi o stare tutta la vita con la medesima donna. Cinismo, superficialità, non voglia di crescere? Dite voi. Resta che non vedo intorno ai miei amici, genitori, parenti, o altro persone felici o meglio ancora, realizzatesi a prescindere dalla coppia (e non parlo dei miei nonni o genitori!!!). Quindi accantono il rapporto e trovo una giovane amazzone di cui innamorarmi, ovviamente zoccola e lasciva con chiunque. A questo punto soffro. Poi passa però. Voluptas Dolenti? Sicuramente. Animi sensibili e iperosservatori forse. Ho marciato in Peru' fino a 5.400 metri. Camminavo solo anche per 4 ore e ho avuto tempo per pensare e pensare e pensare. Alla sera, dopo il rancio, sfinito andavo a dormire. Alle 20.00! Mi svegliavo alle 6:30 e ricominciavo tutto da capo. Stavo bene. Vita semplice, società semplice e non corrotta. Noi viviamo in un bordello, e dato che siamo persone fragili emotivamente e biosognose di cure, lievi o forti, ci buttiamo nelle cosce di queste donzelle. Non so quando e se troverò mai una donna civile, ma è chiaro che ormai smettere è come chiedere a uno che si fa di coca di passare alle sigarette al mentolo. Comunque io voglio vedere il mondo, e questo, ahimeè, è difficile da coniugare con matrimonio, famiglia, figlio, ecc. comunque non per me. Sono egosita. E' vero. Ma sfortunatamente sono un buono. Soffro e vivo ogni giorno. Senza pensare al futuro. P.S mi spiace per il lavoro, questo paese è un cesso e lo stanno definitivamente distruggendo. anche andare all'estero non sarebbe una brutta idea,
  14. Amici cari, sono a Lima e tra due gg parto per le montagne e li davvero non potro piu scrivere. Quello che mi spiace di questo viaggio e che sto per affrontare una avventura fantastica ma la mia testa e il mio cuore sono sempre a Milano e in Russia. Mi vergogno tanto per stare male per chi non prova nulla per me. Mi conforta solo vedervi e leggervi qui, nel forum. Spero di guarire o capire perche mi butto cosi via. Ora non lo so o per lo meno non riesco a mettere a fuoco / a dire il vero mi sento cosi da sempre. Vi voglio bene, sieti degli amici. Vi saluto prima delle montagne / qui si muore di freddo!!!!!!!!!
  15. Ric tra due ore parto. In queste settimane devi tenere duro e distrarti. Il tuo disagio è forte e lo conosco bene. Ci convivo da praticamente sempre. Forse per motivi diversi, ma il panico verso la gente e gli amici mi capita e mi è capitato. Sempre molto giovane, quindi significa che tutto è recuperabile. Non farti trascinare dallo sconforto e cerca di mantenerti impegnato. Fai attività fisica. Io ho cominciato a gennaio e ti assicuro che per l'umore è un toccasana. Ma devi metterci costanza, e la costanza premia (in questo caso con un bel fisico). La stessa costanza la puoi però impiegare nel fare delle cose, sempre, costringerti a mantenere la mente viva. Non ti fermare, non ti addormentare. Muori così. Non conosco il tuo mondo, ma so che sei forte e risoluto. Sei lucido e l'analisi è perfetta. Ora passa alla seconda fase. Estirpa quello che ti procura il disagio. Fottilo e vai avanti. Tu sei invincibile perchè peggio di così non si può stare. I genitori sono quello che sono. Non gli scegli. E anche loro hanno gli stessi pensieri che puoi avere, solo che in più devono dimostrare ai figli di essere capaci e imperturbabili. Non è problema tuo. Salva te stesso e magari poi, magari, potrai parlare con loro. Non aver paura della gente, non pensare loro. Esci e cammina, continua a camminare. E' la nostra mente che crea il mondo che tu mi dipingi. Solo noi possiamo crearlo e solo noi possiamo uscirne. Sei sensibile e tutta la vita patirai più degli altri, ma questo non deve distoglierti dai tuoi impegni e dalla vita sociale. Mai! Se lo fai ti siedi su un divano e non ti alzerai più finchè brutto, grasso e stanco della vita non ti vorrà più davvero nessuno. Le persone che ti vogliono bene sono più di quelle che credi, devi solo aprirti e fare in modo che ti possano amare. Rischia senza prendertela per i mancati insuccessi. Non mollare, perchè io mi sento da schifo e ho speso 20.000 euro per una che non sa nemmeno come sono fatto.... Punto a capo, si riparte. Lascia perdere il passato, andiamo avanti. E se lìItalia ti fa cagare vattene. Meglio senza soldi ma sereno che sotto il tetto di mamma e papà ma depresso perennemente. Cambia e rinasci. Quante volte? Quante bastano. Dai ragazzo che non sei solo.
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.