Vai al contenuto

stellaraphael

Membri
  • Numero di messaggi

    5
  • Registrato dal

  • Ultima visita

stellaraphael's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

0

Reputazione comunità

  1. Mi sa che hai proprio ragione tu. Fare la terapia e mettermi in una situazione di richiesta d'aiuto e di fragilità, un po' la primavera ed il periodo di mutamento per tante cose nella mia vita, mi sa che mi son fatta un po' di castelli in aria. Oltretutto è passato quasi un mese dall'ultimo incontro e se avesse voluto cercarmi l'avrebbe già fatto. :Broken Heart:
  2. Uff però i complimenti estetici non dovrebbero essere permessi, poi una si illude! Incrocio le dita perchè non sia transfert ma solo una persona che mi ha colpita, anche se ora scrivendo mi sono resa conto da sola che da parte sua non c'è nessun interessamento. Se avesse avuto un interesse personale nei miei confronti non mi avrebbe proposto una visita per vedere come stò tra un po' di mesi, mi avrebbe contattata al di fuori del rapporto paziente-medico. Invece così ha creato un "prolungamento" della terapia anche se in effetti non la sto facendo. Cavoli mi sono presa e mollata da sola
  3. Mi è stato suggerito un incontro quest autunno per vedere come sto ed io ho accettato. Se devo essere sincera una seduta prima non mi interessa perchè mi troverei in una posizione di inferiorità, mi piacerebbe un inncontro allo stesso livello :-). La cosa che più mi crea disagio non è la cotta in se, ma un grande stato di agitazione che sento dall'ultimo incontro, come un branco di animali che scalpita perchè sta per arrivare un terremoto... solo che non ho ancora capito se questa agitazione è negativa o positiva. Ho accantonato questi pensieri per affrontare l'intervento serenamente, è andato a buon fine ed il giorno dopo ero già di nuovo con la testa a viole. Che confusione che ho in testa :-/ non so se illudermi di essere più serena e quindi propensa a conoscere un uomo oppure crogiolarmi nelle mie paranoie pensado che è "solo" un transfert. Adesso leggendo il tuo caso che si è risolto in diversi mesi mi spavento, come faccio a star diversi mesi in queste condizioni?
  4. Ciao apemaya, grazie per la risposta ed anche per il tuo "sfogo", in questo modo mi hai fornito molti punti su cui riflettere. Nelle nostre due esperienze ci sono punti di grande diversità, ma altri invece li trovo molto simili. Il mio percorso è stato di 1 seduta al mese (e nemmeno tutti i mesi) per pochi mesi, quindi non ho sicuramente raggiunto il rapporto di profonda confidenza che avrai maturato tu con il tuo terapeuta. Inoltre il supporto era correlato ad una questione medica, ma inevitabilmente durante gli appuntamenti ho parlato molto di me. I temi più personali non li ho affrontati anche se erano chiarissimi e sicuramente li aveva capiti anche lo psicologo, non essendo in un contesto di una analisi che sarebbe durata nel tempo ma nell'ambito di un breve ciclo mi sarebbe sembrato fuori luogo. Devo dire anche che in questo momento non avrei scelto di fare un percorso più lungo perchè non sento di avere l'energia sufficiente. Il punto in comune con il tuo racconto sono i saluti di rito... è lì che è scattato il mio interesse. Mi è stata fatta una semplice battuta sulla possibilità di rivederci in altri ambiti e io sono partita per la tangente. Il terapeuta mi ascoltava e i piccoli apprezzamenti che faceva per me erano volti ad accrescere la mia fiducia, ma con il senno di poi non ne sono più sicura, dopo i saluti appunto ho dato una diversa lettura ai dialoghi passati. Mi piacerebbe ricevere pareri e consigli anche su questo punto, uno psicologo può o rivolgere degli apprezzamenti di carattere estetico al suo paziente?
  5. Ciao a tutti, ho fatto una breve terapia con uno psicologo per il quale durante il percorso ho "solo" (in realtà è una cosa importantissima per me) maturato un senso di stima personale per il modo di aiutarmi ad affrontare i miei problemi. Concluso il percorso positivamente ed effettuati i saluti di rito ho cominciato ad avere una gran voglia di rivedere il mio terapeuta al di fuori della terapia. Come faccio a capire se questo è transfert o un normale interessamento ad una persona? C'è un periodo di "incubazione" dopo il quale posso capir se l'interessamento è reale o fittizzio? Grazie per i pareri
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.