Vai al contenuto

Amanita

Membri
  • Numero di messaggi

    5
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Amanita's Achievements

Newbie

Newbie (1/14)

0

Reputazione comunità

  1. ...Dimenticavo questo punto!!! Ecco vedi SICURAMENTE, se tu sei ancora divorato dall'odio (e la cosa succede senza che tu possa controllarla...)non riuscirai ad avere il cuore sereno per pensare ad un'altra storia d'amore. Quest'odio è veramente tremendo, è anche a causa sua che non riesci a rasserenarti. Magari puoi anche essere in vena di un banale "chiodo scaccia chiodo", un'avventurella di poco conto. Ma fino a quando non troverai la tua pace interiore, fino a quando non realizzerai che la vera "vendetta" è essere un uomo felice per TE STESSO, e A PRESCINDERE da qualunque rapporto, relazione...a prescindere a chiunque sia al tuo fianco... fino ad allora temo sarà difficile liberarti il cuore per far farvi entrare un'altra persona. E poi, ti assicuro che non sei il solo a trovarti in questa condizione. Certe cose possono accadere a qualunque età, e tu sei ancora un ragazzo! Forse tiri in ballo l'eta perchè hai davvero investito tutto te stesso in questa relazione, avevi dedicato il tuo cuore per la vita, a questa persona. E il solo pensiero di ricominciare tutto ti sembra impossibile. Ti senti privo di qualunque energia...come se avessi 99 anni. ...Guarda che anche io ho questa sinistra sensazione...e sono vicina ai 30... OOOh, ma dobbiamo scrollarci da questa autocommiserazione! Coraggio! Ok, nei tuoi 30 anni hai fatto una grande esperienza. Vuoi mettere?? C'è gente che la fà a 50 anni, e si rifà una vita. E pure egregiamente. E campa felicemente. Le cose sono impossibili solo se noi crediamo che lo siano. Siamo vecchi solo quando crediamo di esserlo. E credimi, si può essere vecchi anche a 25 anni. Ed essere dei ragazzi a 67 anni. Dipende tutto da noi, la vita è unica. E' la nostra, e dipende solo da noi trasformarla in un inferno...o in un paradiso!
  2. ...Sai, penso che l'errore più grosso lo facciamo quando "pretendiamo" qualcosa dagli altri. Quello che tu, giustamente, chiedevi, era essere trattato col rispetto che meriti. Almeno quello, almeno, se proprio devi ifliggermi un dolore, fallo concedendomi il rispetto che merito, almeno per l'amore che è stato. Ma...che cosa sarebbe cambiato? Che si venga lasciati con una carezza e dolci parole d'addio, che si venga lasciati con frasi lapidarie che non ci lasciano spazio per capire nulla, o al telefono con un pretesto sciocco e vigliacco....la minestra rimane uguale. Io, per esempio, nella rabbia, dissi: "io non ti avrei mai fatto questo." Mi è stato semplicemente risposto: " ...e io sì." Comunque sia finita, è finita. Non capiamo che in un modo o nell'altro, troveremo sempre la ragione per prendercela. Perchè alla fine il rapporto si è chiuso per la decisione irrevocabile dell'altro, e basta. Non possiamo farci nulla. Possiamo davvero pensarle tutte. Immaginarci finali alternativi. Ma non cambia nulla. Anzi, se fossimo stati lasciati con garbo,gentilezza e comprensione, in questo momento staremmo a pensare: "sai dove puoi mettertele le tue belle parole??????" Poi scusa posso permettermi? ... Una persona che si fa plagiare così dal padre, senza una propria autonoma capacità decisionale...è solo una bambola. Tu pensi davvero di meritarti una persona che di punto in bianco adotta le sue decisioni in base agli ordini impartiti da qualcun'altro? E se suo padre avesse deciso che sua figlia avesse dovuto lasciarti tra...10 anni...non sarebbe stato decisamente peggio???? ...A questo punto secondo me...forse è accaduto un miracolo, ma ancora non lo sai. Forse la tua vita dovrà prendere una piega decisamente migliore. Forse incontrerai una persona che non ha nessun problema di sudditanza psicologica. Forse quello che non ti meritavi, DAVVERO, è avere a che fare con questa persona, la sua famiglia, essere sposato...con il padre di tua moglie. Scusami davvero se mi sono permessa di dirti questo, ma spero con tutto il cuore e con sincera buona fede che questo possa farti riflettere e possa aiutarti a vedere i tuoi punti a favore...perchè credimi, ne hai parecchi....solo che ancora ti rifiuti di vederli!
  3. Ti ringrazio, davvero, ma ti assicuro che la mia è solo empatia che parla. Non posso fare a meno di comprendere quello che stai provando perchè ci sto passando anche io...l'unica cosa che possiamo fare è trovare il prima possibile un modo per stare bene, e davvero...a prescindere dai buonismi, l'odio ci fa stare peggio, ci costringe a pensare a quella persona ancora, e ancora. Ma perchè? Più che altro...ci è stato inferto un abbandono, dobbiamo autodistruggerci, ancora...? Perchè non riusciamo ad accettare che gli altri ci abbiano fatto così male, mentre accettiamo, e volontariamente, ci vogliamo far del male da soli...? ...Non riusciamo a farne a meno....pestiamo i piedi a terra, come dei bambini, perchè non vogliamo, non vogliamo accettare, che le cose non siano andate come vogliamo noi. Per quanto riguarda i suoi familiari...beh, nel bene o nel male, saranno sempre dalla sua parte. Non mi stupirei se tu fossi al tuo posto: i tuoi amici e i tuoi familiari sarebbero comunque dalla tua. Ci sono madri che difendono i figli anche se hanno commesso delle stragi.... Quindi, anche qui...la verità è che vorremmo che chi ci ha fatto del male fosse messo alla gogna, vorremmo che si pentisse amaramente di ciò che ha fatto, che provasse ciò che abbiamo o che stiamo provando noi. (il tuo sogno, lei che ritorna) Che tutta la gente attorno a questa persona la giudichi, le punti il dito addosso, che stiano dalla nostra parte. Perchè ci sentiamo impotenti, perchè...perchè oltre al danno, anche la beffa. Lei felice, senza rimpianti, tutti felici attorno a lei. Io da solo, "ancora single". Le nostre fantasie di rivalsa ci fanno sentire ancora più infelici. Come in fondo, infelice è un bambino viziato che urla, piange, si butta atterra, perchè non gli viene comprato il giocattolo. Questa sofferenza è il bambino dentro di noi. Ma alla fine, avere quel giocattolo, non ci importa nemmeno. Ci importa solo del nostro amor proprio. Allora, alla fine, una cosa giusta c'è. Il nostro amore per noi stessi. Dobbiamo ripartire da lì. E capire che per soddisfare questo amore, dobbiamo cambiare strada. Nemmeno un'altra persona, così, presa a caso, una compagna o un compagno nuovo può colmare quel vuoto. Siamo solo noi a doverlo fare. E' andata così. E saremo delle persone migliori, perchè lo abbiamo accettato e ci rialziamo. Buona vita, di cuore.
  4. Partiamo dalle cose semplici: sei onesto. Stai ammettendo le tue emozioni. E Questa è una cosa GRANDIOSA, perchè è da qui che comincia la guarigione: dal prendere le cose con obiettività. L'odio è una reazione naturale...è autodifesa, è l'altra faccia dell'amore. E', molto probabilmente, il tuo modo di reagire ad una separazione che non hai accettato. E' il senso di distacco, è il riflesso di ciò che provavi. Per te il progetto era un altro, ben diverso. Il tuo amor proprio urla di dolore. Dentro di te speri almeno di avere una rivincita, e l'unica che puoi intravedere è il desiderio della sua infelicità. Ma è normale. E' umile, da parte tua, ammetterlo. Il discorso sul buonismo, invece,è la tua giustificazione. E lo tiri fuori perchè almeno così sei supportato, appunto, giustificato, nei tuoi sentimenti, che....sono solo dolorosi PER TE. sono autodistruttivi, diciamocelo pure. Perchè l'odio può salvarci al momento, ma in fondo ci logora. Spesso di sente dire (un famoso clichè) che la vera reazione importante non è odio ma INDIFFERENZA. Eh, magari si potesse provare indifferenza. La verità è che si prova odio quando si vorrebbe attirare l'attenzione di qualcuno che amiamo, o abbiamo amato. Perchè ci ha inferto, volontariamente o meno, sofferenza, perchè ha ucciso il nostro amore. Forse la vera attenzione che vorremmo, la attireremmo solo provando indifferenza. Ma a quel punto, se arriviamo ad essere indifferenti...noi siamo già guariti. E tutto quel discorso, che stava alla base dell'odio, ci sembra solo una gran perdita di tempo. E' un paradosso dal quale sembra impossibile uscire. Ma posso solo dirti una cosa. L'odio, alla lunga, fa star male solo te. Indirizzare pensieri negativi a qualcuno, può solo darti un illusione momentanea di sfogo. Devi pensare a TE. So che è duro e difficile, ma devi compiere un viaggio dentro te stesso e amare, amare TE. Senza sprecarti a concentrarti (in modo negativo, per giunta) su altre persone. So che è dura. Io stessa ci sto passando. Ma Odiare, parliamo egoisticamente, non serve a nulla. Solo a prolungare la nostra agonia. Facciamoci una ragione del fatto che i sentimenti sono nostri. E se sono negativi, bruciano solo DENTRO DI NOI. Ci fanno diventare solo ossessivi e depressi. Quei sentimenti dovrebbero essere solo concentrati sulla tua vita e sulla tua realizzazione personale. LEI è UNA CALAMITA di negatività per te. Il tuo IO è ATTRATTO da qualcun'ALTRO e ti stai intossicando. E' come una tossicodipendenza. E prima te ne farai una ragione, prima potrai lottare per concentrarti solo su te stesso, innamorandoti ancora, e per sempre, DI TE.
  5. Amanita

    Dopo il ciclo

    Ciao :) Devo dire che tendo sempre a cercare le risposte più semplici ai problemi, piuttosto che rifugiarmi subito nelle soluzioni complesse, ivi comprese quelle mediche...il rasoio di Occam docet! Bene, posso dirti che soffro di sindrome premestruale, anche in maniera...feroce! E per quanto la sindrome si chiami "premestruale" posso dirti che a mesi alterni la depressione ormonale, se non si fa sentire prima del ciclo...si fa sentire durante, o si fa sentire dopo! Insomma, a volte mi sento proprio presa in giro dagli sbalzi ormonali.... Non prendo la pillola, quindi esternalità non ce ne sono. Però anche io a volte soffro di depressione post-mestruale. Spesso i problemi sono dovuti a carenze nell'alimentazione, soprattutto potassio e vitamine. Prova a mangiare banane, frutta secca e soprattutto mandorle (5 al giorno) arance e kiwi... E non dimenticare la forza poderosa delle endorfine che sono prodotte da una buona attività fisica!!! Dimmi se va meglio! A volte dei piccoli acorgimenti possono cambiare la vita....ancora prima di prendere medicine :) In bocca al lupo!
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.