Vai al contenuto

Pubblicità

Amélie Poulain

Membri
  • Numero contenuti

    25
  • Iscritto

  • Ultima visita

Reputazione Forum

0 Neutral

5 Seguaci

Su Amélie Poulain

  • Rank
    Nuovo utente
  • Compleanno 03/12/1986

Profile Information

  • Gender
    Female

Visite recenti

3003 visite nel profilo
  1. ...non importa quanto sia stretta la porta, quanto piena di castighi la vita. Io sono il padrone del mio destino, io sono il capitano della mia anima... (William Ernest Henley)

  2. ...non importa quanto sia stretta la porta, quanto piena di castighi la vita. Io sono il padrone del mio destino, io sono il capitano della mia anima... (William Ernest Henley)

  3. Mi manca l'aria...ma non per colpa dell'afa. :C

    1. Mostra commenti precedenti  %s di più
    2. Amélie Poulain

      Amélie Poulain

      Per colpa di un imponente ma velato carattere maschile che lentamente prevale sulla mia persona.

    3. Amélie Poulain

      Amélie Poulain

      Per colpa di un imponente ma velato carattere maschile che lentamente prevale sulla mia persona.

    4. turbociclo

      turbociclo

      L'unica cura allora è un imponente carattere femminile da contrapporre

  4. citazione:

    Cara Amèlie, l'adesione al Cristianesimo Medio-Orientale mi ha portato enormi benefici: adesso amo le donne, prima le detestavo. La vostra dichiarazione di sottomissione all'uomo mi ha fatto tornare in Chiesa. Si, adesso mi sento un uomo, felice.

    ma caro marco ma, se sei così felice come mai in qualche post hai scritto di essere triste e solo?

  5. secondo me dovrebbe essere l'amministratore di questo forum ad occuparsene... possiamo fargli una richiesta!!!

  6. Ho una malattia, si chiama fantasia: porta quasi all'eresia ed è considerata pazzia... :PPP

    1. Lis

      Lis

      ...e mi fa accettare che questa vita sia come sia :)

    2. Amélie Poulain

      Amélie Poulain

      Brava Lis! Bella la rima! :P

      Ma io la riscriverei così (senza offesa):

      ...e mi fà amare questa vita più di quel che sia! :)

    3. Amélie Poulain

      Amélie Poulain

      Brava Lis! Bella la rima! :P

      Ma io la riscriverei così (senza offesa):

      ...e mi fà amare questa vita più di quel che sia! :)

  7. Chi mi conosce, sà che adoro profumi di altra natura!
  8. Sono quel genere di ragazza che ci rimane male per le piccole cose, anche per delle sciocchezze e, delle volte, mi rimprovero io stessa per il mio atteggiamento. Sono quel genere di ragazza che sta male quando una persona, a cui tengo, non risponde ai messaggi, molte volte impliciti o si comporta come se non le importasse affatto. Sono quel genere di ragazza un po’ pazza, che ama la vita e ama tutte le meraviglie del mondo; non faccio eccezioni. Sono quel genere di ragazza che si sporca ogni tanto, che sia colpa del trucco o d’altro; sono ancora un po’ bambina e in fondo, amo questo. Sono quel genere di ragazza che se si affeziona, ti dà l’anima e se tu sei gentile con me, io lo sarò con te; non importa chi tu sia, amo il rispetto. Quel genere di persona che farebbe di tutto, che darebbe il meglio per chi se lo merita ma, quando si supera il limite, so anche riprendermelo. Questa sono io, e mi piaccio così.
  9. M-m-m-m-maa come si fa per bloccare/censurare Marco Ma? Approvo la liberta di espressione e di pensiero (nei limiti della ragionevolezza) ma il tipo sta diventando veramente ossessivo ^^'

    1. Mostra commenti precedenti  %s di più
    2. Lis

      Lis

      @Juditta: se il nostro direttore dei sinistri non pensa quello che scrive ma lo fa solo per provocare meglio per lui...quindi dici che se nessuno gli rispondesse potrebbe smettere? Beh tentar non nuoce, però mi sa un poco di abbandono...ma prima d'ora non vi era mai capitato?

    3. Lis

      Lis

      @Amélie...ma no, dai, ora Marco Ma dice che si può ricorrere anche all'affido quindi ne deduco che non è più così fondamentale procreare...il sole delle 11.45 l'avrà reso più tollerante :)

    4. Marco  Ma

      Marco Ma

      Cara Amèlie, l'adesione al Cristianesimo Medio-Orientale mi ha portato enormi benefici: adesso amo le donne, prima le detestavo. La vostra dichiarazione di sottomissione all'uomo mi ha fatto tornare in Chiesa. Si, adesso mi sento un uomo, felice.

  10. Gineprix, se posso, cosa intendi per direzione priva di molte cose buone e, se ti va potresti descrivere, quali occasioni ritieni perse. A parer mio, non sembra corretto parlare di amicizia ma di conoscenza o meglio ancora di propensione a socializzare. L'amicizia è quel rapporto che nasce (la maggior parte delle volte) in giovane età, che accompagna la propria crescita affiancandosi ai vivi e intramontabili momenti/esperienze/situazioni/emozioni e che se è duratura continua a far parte della tua vita nel tempo come una delle colonne portanti, altrimeti si abbandona al ricordo. Sembra più giusto parlare di conoscenza, di intrattenimento, di condivisione (molte volte momentanea)... quella che "ti serve" e "si serve" di te, di me, di noi. Pensa con quante persone sei uscito anche solo per andare al cinema, in enoteca, al centro,ecc.. in tutti questi anni...persone con cui hai trascorso ore, giorni e mesi in piacevole compagnia, quelli erano e sono i conoscenti. Molte volte è anche naturale servirsi di loro, come loro di noi. :) Sono sempre i conoscenti che si annoiano a sentire e vedere le persone spente, stufe, noiose, lamentose; non perchè sono insensibili o egoisti, ma semplicemente perchè la natura del loro legame è strettamente legata al verbo servire e hanno bisogno di persone vivaci, allegre, solari con cui avere (giustamente) attimi di spensieratezza! Come tu stesso hai giustamente scritto: loro sono attratti solo da chi sta visibilmente bene e rifugge chi mostra segni di qualsivoglia sofferenza. Gli amici quelli veri, invece, loro non si stancheranno mai di ascoltarti, consolarti e rincuorarti e a loro poco importa se l'attimo condiviso con te sia bello o brutto, l'importante è viverlo con te. Non è sbagliato quando scrivi: che la tua propensione a socializzare è inveramente proporzionata a quella degli altri. Ma dovrà essere un buon motivo per rinunciarci, l'abbiamo detto prima..il mondo è pieno di persone che desiderano compagnia. Ma è sbagliato scrivere: tutto sommato....sono una persona normale... Certo che lo sei!!! Gli anormali sono quelli che negano la natura del nostro essere ( tra cui rientra anche la solitudine), sono quelli che diventano vittime della solitudine e dell'apatia! Non le persone che vogliono vivere, in tutti i modi, affrontando l'inquitudine della solitudine. Si può vivere felici anche senza un compagno, l'amore di un figlio e senza amici. Come si può vivere anche infelicemente con un compagno, un figlio e amici. E tanti sono gli esempi reali. Il discorso sarebbe anche lungo... Guarda, molte volte proiettiamo la (nostra)felicità in quello che più ci manca o desideriamo avere. Ma non sempre è cosi. Perchè poi, una volta avuto/raggiunto la "missione" come la definisci tu, ci sarà sempre accanto a noi ad accompagnarci la solitudine e l'insoddisfazione. Purtroppo bisogna conviverci. E diffida da chi afferma il contrario! :)))
  11. Manuel Su Forzaaa!!! Non arrenderti, ce l'hai fatta fino ad ora superando varie difficoltà e non ti puoi arenare ora, solo per colpa della solitudine! Affrontala!!! Combattila!!! Sii più forte di lei! Tutti soffriamo di solitudine, tutti! Ma pian piano si impara a conviverci... Non un amico, nè compagno, nè un marito, nè un figlio possono appianare tale vuoto... Il mondo è pieno di tante cose, animali e persone che hanno bisogno di attenzione e se, tu indirizzerai il tuo interesse verso quest'ultime, vedi, che ti sentirai meno solo! :) Devi essere una bella persona e fidati, prima o poi alle belle persone il destino riserva sempre qualcosa di speciale!
  12. A che serve il mio gatto, se non ci posso giocare ?!? ^^'

    1. Mostra commenti precedenti  %s di più
    2. Amélie Poulain

      Amélie Poulain

      @ste: ahahah noo daiiii!!!! Povero gattinoooo!!!

  13. Sei Patetico! Fossi in te cercherei di risolovere queste petulanti, stressanti e ripetitive turbe mentali! Sei rimasto 1000 passi indietro all'evoluzione dell'uomo! Il mio sacrificio è (sfortunatamente, sei dovunque caspita) leggerti!!! ^^' Eeee Bastaaaaa!!!!!!
  14. Forse (l'intelligenza) può essere l'anello di congiunzione tra voler bene a se stessi e dosare la possibile (o forse) probabile arroganza, presunzione, superbia, ecc..ecc. che ne può derivare. Nel senso che attraverso l'intelligenza, la maggior consapevolezza delle proprie qualità e la stima verso se stessi possono essere ottimi strumenti per apprezzarsi/amarsi e ...come corollario, dare l'idea agli altri di un umile ma dignitoso amor proprio senza degenerare in fattori negativi come la tracotanza. Ps. ci sono molte persone che pur essendo intelligenti non amano se stessi e viceversa, ci sono una massa e multitudine di persone che pur essendo ignoranti, grezzi, zotiche e rozze ostentano amor proprio! :P
×
×
  • Crea Nuovo...

Important Information

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Privacy Policy.