Vai al contenuto

Gineprix

Membri
  • Numero di messaggi

    91
  • Registrato dal

  • Ultima visita

Reputazione comunità

0 Neutral

Che riguarda Gineprix

  • Rango
    Utente attivo
  • Compleanno 25/10/1968

Profile Information

  • Gender
    Male
  • Location
    Napoli
  1. Gineprix

    Vergogna > Rinuncia

    Ieri ho fatto l'ennesimo errore, grosso. C'era una visita guidata organizzata da amici e NON CI SONO ANDATO. Con la scusa della pioggia, mi sono convinto che avrebbero rinunciato tutti e che a casa avrei saputo impegnare il tempo da solo. Invece, sono usciti quasi tutti e hanno trascorso una bellissima giornata. HO PERSO UNA PREZIOSA OCCASIONE per socializzare e stringere amicizia. HO AVUTO TREMENDI SENSI DI COLPA: penseranno che sono uno strano, mi sarò detto mille volte che non devo mai restare a casa quando ho la possibilità di uscire... Tra loro ci sono persone con cui andrò fuori nel we
  2. Ciao, ti ammiro per l'amore e la pazienza che dimostri. Purtroppo, non ho esperienza né competenza per darti un suggerimento. Credo che la sua malattia possa provocare grande sofferenza a te e, quindi, a vostra figlia. Il ricovero, quindi, potrebbe essere utile sia per lui sia per te e la bimba. Mi dispiace tanto per lui, ma credo che, almeno fin quando non starà meglio, tu non possa aiutarlo. Cerca di trovare medici bravi e abbi fiducia. Un abbraccio
  3. Ciao, purtroppo non ho esperienza né competenza per suggerirti che fare. Ti stimo tanto per l'affetto e la pazienza che dimostri. Soffro di BPD anch'io, ma, per fortuna, non ho problemi grandi come tua sorella. Per lei provo dispiacere, ma al tempo stesso non ritengo giusto che rovini la vostra vita. Da quanto hai scritto, mi sembra di capire che avete fatto tanti tentativi per aiutarla. Per quanto possa essere triste il ricovero coatto, sono del parere che sia l'unico modo per proteggervi. Ti abbraccio
  4. Grazie L.E.D. :)

  5. ciao, ma la famosa tipa la senti ancora?

  6. Gineprix

    MEMORIA

    No, se lo rivedo recupero alcuni ricordi dell'esperienza vissuta, così come se sfoglio di nuovo un libro letto tempo addietro leggendo poche righe qua e là ricordo cosa accade nella narrazione, o se rivedo un film, anche se non precisamente e non sempre, generalmente ricordo ciò che accadrà nella trama prima che accada. Il problema è che senza "tornare" sull'esperienza, non ne ricordo nulla, ma proprio nulla. Anche se l'esperienza è stata emozionalmente abbastanza forte, tipo un film/libro che m'è piaciuto moltissimo. Ciò è alquanto frustrante — come facilmente immaginerai — perchè ad esemp
  7. Gineprix

    MEMORIA

    Credo che la nostra identità, quell'universo che è racchiuso in noi, abbia le proprie fondamenta nella memoria, l'archivio delle esperienze che abbiamo vissuto. La mia memoria è molto debole, dimentico praticamente tutto. Ciò che mi preoccupa maggiormente non sono le piccole cose, tipo le chiavi o gli occhiali da sole o il maglione se dovesse fare freddo... oggetti... Ciò che mi preoccupa è che dimentico le esperienze vissute da cui posso trarre insegnamenti per comportarmi più saggiamente nel futuro, per vivere meglio. Leggo un libro, ne resto entusiasta, dopo un mese non saprei dire nean
  8. Hai un commento sul tuo profilo, con il riferimento di un ottimo specialista (privato). Ho erroneamente interpretato il riquadro come lo spazio da usare x inviarti un MP. Se puoi, annota il riferimento ed elimina il commento. Ciao
  9. Paolo Scognamiglio

    studio in via Cilea 91

  10. Gineprix

    non è giusto..

    Ciao Quanti anni hai? Ci sarebbe qualche biscotto anche per me?
  11. Cara czech88, immagino la sofferenza che stai vivendo, ma vorrei invitarti a riflettere su ciò che hai scritto: Pensi che una dipendenza così forte e ampia — da te stessa riconosciuta — sia una cosa utile per te? Non so da quanto tempo questa dottoressa ti segue. Stante ciò che scrivi e la forza del vostro legame, immagino che la terapia duri da parecchio tempo. Dici che t'ha dato tantissimi consigli su come affrontare le varie difficoltà della vita. Non credi che lo scopo primario della terapia sia renderti AUTONOMA, cioè capace di gestire le difficoltà senza soccombere ad esse? Se da
  12. Gineprix

    Rifiutato dalle donne

    Nico, non pensi che una risposta di due righe sia un po' telegrafica considerato che il mio post è lungo una pagina???? Te lo chiedo perchè questo tuo modo sbrigativo di liquidare una proposta per migliorare la tua situazione mi puzza molto... Ho il timore che tu sia molto bravo a lamentarti ma non sia affatto disposto a impegnarti e fare dei sacrifici laddove necessari per attenuare/eliminare il tuo disagio Anzitutto, confuterei ciò che scrivi: Un intervento di chirurgia plastica può, in generale, determinare un cambiamento significativo nel volto di una persona. Perchè non potres
  13. Il mio parere è che il suo comportamento sia assolutamente non professionale. Non saprei definire quali ripercussioni possa avere sulla terapia, ma credo che non sia affatto benefico. Morale: cambia piscologo. Secondo me parlargli (del suo comportamento) è dannoso, nel senso che potrebbe nascere un diverbio o — peggio — potrebbe convincerti che il suo comportamento ha un senso nell'ottica terapeutica, e a tal proposito la tua vulnerabilità alle sue argomentazioni è direttamente proporzionale a quanto lui ti piace. Ciao
  14. Gineprix

    Rifiutato dalle donne

    Ciao Nico Il mio parere è alquanto secco e pessimistico : se sei davvero oggettivamente brutto (in viso), è molto difficile (non impossibile) che una donna si interessi a te. Parlo per esperienza personale, per quello che può valere. Non mi ritengo propriamente brutto, ma nemmeno carino; diciamo "nella media". Nonostante ciò, negli anni ho potuto constatare che ai nostri tempi le donne danno molto peso all'estetica: sebbene sia una persona affabile ed interessante, in rarissimi casi una donna s'è interessata a me oltre la semplice amicizia e spesso le donne che ho conosciuto, soprattutt
  15. Marco, guarda, non voglio assolutamente attaccarti, sebbene in altri post abbia espresso molto esplicitamente la mia "disapprovazione" per ciò che scrivi. Non so quale sia la tua esperienza, che tipo di formazione abbia avuto. Ciò che voglio dirti — e lo farò solo ora, pacatamente — è che hai una concezione della donna spaventosamente antiquata e limitata, incredibilmente anacronistica. Ti invito a confrontarti per rendertene conto, facendolo però con apertura, cioè disposto a modificare le tue convinzioni se le argomentazioni degli altri ti sembreranno convincenti. La donna non è un essere
×
×
  • Crea nuovo/a...

Informazione importante

Navigando questo sito accetti le nostre politiche di Politica sulla Privacy.